13°C
lunedì 24 feb

Archivio del 7 Settembre 2007

  • Il V-day domani a Palermo

    Più di 200.000 persone hanno aderito on line in Italia, ma anche in varie città del mondo, alla manifestazione pubblica indetta da Beppe Grillo, tramite il suo famoso blog, con lo scopo di chiedere, tramite un’apposita raccolta di firme, la decadenza dei parlamentari condannati in via definitiva per reati gravi, l’ineleggibilità per più di due mandati dei parlamentari e la loro elezione tramite voto di preferenza e non in base a liste proposte dai partiti.

    Per analoghe finalità sono state raccolte con successo, nei mesi scorsi, dai promotori del referendum in materia elettorale più di 800.000 firme.

    C’è chi, di fronte alle crescenti manifestazioni di insofferenza verso la classe politica, parla dei rischi di demagogia, di “antipolitica”, della possibile discesa in campo di nuovi soggetti politici “atipici”, ecc. , ma personalmente penso che certi questioni etiche e politiche rappresentino domande che non si possono oltre disattendere e che il Paese, come un corpo malandato, abbia un urgente bisogno di due bypass: uno nel circuito informativo, per favorire la circolazione di informazioni realmente indipendenti, e uno nel circuito rappresentativo che favorisca un più dinamico ricambio della nostra giurassica classe dirigente. Continua »

    Palermo
  • Rosaliani alla manifestazione per Lirio Abbate

    Vi abbiamo invitato ad aperitivi, feste, silent party e flash mob e abbiamo segnalato sempre anche le manifestazioni degne di nota che si sono svolte in città. Questa volta l’invito non riguarda un evento mondano.

    Abbiamo deciso di aderire alla manifestazione che si terrà domattina alle 10:30 a piazza Croci per Lirio Abbate e di girare l’invito ai lettori di Rosalio. È importante esserci per la libertà, per la libertà di fare informazione in Sicilia, per dire no alla mafia, per sostenere il lavoro di Lirio Abbate e mostrare che non si tratta di una voce isolata.

    Inserite le vostre adesioni nei commenti a questo post e appuntamento a domani.

    Palermo, Rosalio
  • Approvato il Piano triennale delle Opere pubbliche

    Il Consiglio comunale ha approvato ieri il Piano triennale delle Opere pubbliche con 29 voti a favore e 15 contrari. Il Piano triennale prevede nel triennio 2007/2009 una spesa complessiva di tre miliardi e mezzo di euro così ripartita: 2,5 miliardi nel 2007, 866 milioni nel 2008 e 152 milioni nel 2009. L’approvazione è propedeutica all’approvazione del Bilancio.

    È stato approvato anche un emendamento tecnico che riguarda alcune opere tra cui la realizzazione di tratti stradali nei quartieri Sperone e Borgo Nuovo, il progetto di un acquario marino alla Bandita e il prolungamento del collettore in via Castellana Bandiera.

    Palermo
  • “VAS VideoArteSicilia” a Palazzo Bonagia

    Oggi e domani alle 21:00 a Palazzo Bonagia (via Alloro) si svolgerà VAS VideoArteSicilia, festival di videoinstallazioni d’arte. L’evento prevede due serate di videoproiezioni d’arte, live performance, sonorizzazioni, vj e dj set. Oggi alle 18:30 si aprirà con una tavola rotonda con gli artisti. Ingresso libero.

    La direzione artistica è curata da Tiziano Di Cara e Giuseppe Romano (EXPA/Palab).

    “VAS VideoArteSicilia”

    Palermo
  • Segati gli alberi del Centro “Padre nostro”

    Terza intimidazione al Centro “Padre nostro” di Brancaccio, fondato da don Pino Puglisi. Ieri notte ignoti hanno segato alcuni alberi piantati nel giardino del centro.

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha espresso solidarietà e ha dichiarato: «Siamo di fronte all’ennesimo atto di intimidazione che vorrebbe costringere al silenzio e alla paura chi da anni lavora attivamente all’interno del centro voluto da Padre Puglisi. Ma i palermitani hanno imparato a combattere e a non farsi piegare dalla brutalità e dalla violenza. […] Il cammino per combattere la criminalità è, senza dubbio, lungo e difficile, ma non dobbiamo darla vinta a chi vorrebbe una Palermo poco reattiva e succube del potere mafioso».

    AGGIORNAMENTO: è stato appurato che il taglio è stato effettuato per errore da un giardiniere che ha riferito di avere ottenuto dal proprietario di un fondo limitrofo l’autorizzazione a tagliare alcuni alberi per farne legna.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram