18°C
lunedì 26 ott

Archivio del 8 Settembre 2007

  • Il cronista

    Un cronista è un uomo semplice. Ha bisogno di attrezzi semplici: un taccuino, la penna e la verità. Intendiamoci, verità non coincide per forza con realtà. La prima appartiene agli occhi che la osservano, al cuore che la filtra, al cervello che la definisce, alla voce di carta o di suono che la copia su questa o quella pergamena mediatica. La seconda è un affare privato di Dio. Esiste un peccato originale, un serpente incuneato nell’inchiostro di chi racconta “a suo modo”. Può essere perdonato con la buonafede.
    È stata una bella mattinata di sabato, per il sole e per le tante persone che hanno accompagnato Lirio Abbate nella sua passeggiata in centro. Mi chiedo cosa accadrà domani, quando tornerà il silenzio sui passi di Lirio e di quelli come lui. Mi chiedo cosa accadrà quando certi politici – solidali durante le parate – telefoneranno in redazione per raccomandare un comunicato, per pretendere, per suggerire, per imporre. Mi chiedo cosa accadrà domani quando nessuno – nemmeno il portavoce di Fassino – si preoccuperà più dei cronisti precari, di fatto schiavi di un sistema che li imbavaglia e li riduce in condizioni di pietosa omertà col ricatto del pane. Continua »

    Quello che resta nel taccuino
  • Cammarata: emergenza mafia, non lavavetri

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata è intervenuto sul dibattito sui poteri di polizia ai sindaci: «I nostri problemi sono legati alla marginalità economica e sociale e alla presenza della criminalità organizzata e non certo ai lavavetri. Per questa ragione, già alcuni mesi fa, avevo chiesto al Presidente del Consiglio dei Ministri, Romano Prodi di siglare, insieme al Patto per la sicurezza che è stato sottoscritto con molte città italiane, anche un Patto per lo sviluppo che impegnasse il governo nazionale a destinare le risorse necessarie per mettere a punto un piano di recupero per i quartieri di Brancaccio e di San Filippo Neri. Ad oggi questa mia richiesta è rimasta senza risposta. […] Non credo davvero che questo dibattito abbia valore in una città come la nostra. La sicurezza per i nostri concittadini vuole dire avere un lavoro ed una casa e opere di urbanizzazione che garantiscano una migliore qualità della vita. Il Comune, con le sue sole risorse economiche non è in grado di dare le risposte necessarie ed è per questo che ho chiesto al governo nazionale un intervento specifico. Parlare di sicurezza a Palermo vuol dire ridurre le occasioni e le opportunità di reclutamento della mafia e questo sarà possibile soltanto offrendo ai nostri concittadini lavoro e case».

    Palermo
  • Alle 10:30 a piazza Croci con Lirio Abbate

    Stamattina alle 10:30 a piazza Croci si svolgerà il raduno promosso dai cronisti del Giornale di Sicilia per manifestare la propria solidarietà a Lirio Abbate, giornalista dell’Ansa che ha subito due intimidazioni.

    Parecchie le adesioni finora raccolte. Il Comune di Palermo invierà il proprio gonfalone.

    Rosalio aderisce alla manifestazione e invita i lettori a partecipare.

    AGGIORNAMENTO: l’adesione alla manifestazione è stata alta (circa 500 persone). In testa al corteo c’erano i gonfaloni di Palermo e Castelbuono (paese natìo di Abbate) e i sindaci Diego Cammarata e Mario Cicero. Presenti al raduno il leader dell’opposizione all’Ars Rita Borsellino e diversi politici di entrambi gli schieramenti. I manifestanti si sono mossi da piazza Croci per via Libertà e si sono fermati a piazza Massimo, dove hanno preso la parola il sindaco di Palermo e i vertici dell’Ordine dei giornalisti.

    Palermo
  • V-day? No grazie!

    V-day? No grazie!

    In 225 città italiane e 30 città all’estero oggi è il V-day, «una via di mezzo tra il D-Day dello sbarco in Normandia e V come Vendetta», una giornata per informare e per fare firmare la proposta di legge popolare per far sì che:

    1. 1. Nessun cittadino italiano possa candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale.
    2. 2. Nessun cittadino italiano possa essere eletto in Parlamento per più di due legislature. La regola è valida retroattivamente.
    3. 3. I candidati al Parlamento siano votati dai cittadini con la preferenza diretta.

    Grillo, che ha lanciato l’idea, ha contribuito molto a rendere noti i blog e a volte condivido sue battaglie e modalità. Questa volta no e, forse contro una certa corrente (ma non m’importa), dico no al V-day. Ovviamente la mia posizione è personale e non è quella del blog.

    L’iniziativa di Grillo è populista e qualunquista, cavalca un giusto risentimento verso politici spesso incapaci di svolgere i compiti per cui si sono proposti ma non è una soluzione. Perché? Continua »

    Palermo
  • Provincia in festa: Moni Ovadia a piazza Magione

    “Provincia in festa”

    Provincia in festa è la rassegna di appuntamenti offerti dalla Provincia Regionale di Palermo negli 82 comuni del territorio che proseguirà fino al 30 settembre.

    Tra gli appuntamenti di stasera a Palermo (piazza Magione, ore 22:00) per Agorà contemporanea – festival delle culture nomadi concerto di Moni Ovadia.

    È possibile inviare foto e video relative a Provincia in festa da questa pagina.

    Tutti gli appuntamenti di oggi.

    Palermo
  • “Il sensibile e il pensabile” a Monreale

    Ciao ragazzi, sono qui non per parlare di televisione, non oggi almeno, ma per invitarvi alla mia prima mostra fotografica. La passione della fotografia mi ha travolta circa un anno fa, in realtà nella mia vita sono sempre stata a contatto con questo fantastico medium, solo che prima ero dall’altra parte dell’obiettivo ed è stato interessante ed emozionante ma nulla di paragonabile a quello che provo ora quando con la mia macchina vado in giro, scegliendo dettagli da fermare per sempre e magari come i questo caso avere la possibilità di mostrare agli altri quello che mi ha emozionato, sperando susciti qualcosa anche in voi, se così non fosse no problem, l’importante è provare. E i risultati finora raggiunti mi soddisfano tanto.
    Durante tutto l’inverno ho preso parte a degli incontri gratuiti agli Amanti tenuti dalla mia prof. Anna Fici (molti di voi la ricorderanno) e il suo compagno Giancarlo Marcocchi, entrambi fotografi. È stato interessante per me, ogni volta era un’esperienza nuova, e ho avuto la possibilità di ascoltare qualcuno che realmente ha una conoscenza del mezzo, un gusto che è molto vicino al mio, un interesse per la fotografia che racconta dell’animo, elemento che mi ha fatto avvicinare a questo mondo. Continua »

    Ospiti
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram