13°C
mercoledì 19 mag

Archivio del 4 Giugno 2008

  • Aumenti per autobus, piscina e asili nido

    Il Comune di Palermo ha deliberato un aumento del costo del biglietto dell’autobus urbano (passerà da un euro per 120 minuti a 1,10 € per 90 minuti soltanto), il raddoppio del costo delll’ingresso nella piscina comunale (da 1,55 € a tre euro) e l’aumentare della tariffa per gli asili nido.

    Palermo
  • I love Sicilia: anche i ricchi pagano

    È in edicola da qualche giorno il nuovo numero di I love Sicilia, mensile di stili, tendenze e consumi in Sicilia.

    I love Sicilia di maggio

    Si parla dei maggiori contribuenti di Sicilia. A sorpresa la prima della lista è una ottantaduenne nissena che ha dichiarato oltre cinque milioni di euro nel 2005. Si parla anche di Nunzia Pappalardo di Misterbianco, classe 1945, che deve le sue fortune al business dei rifiuti, seguita a ruota dal signor Wind Jet Antonio Pulvirenti, patron del Calcio Catania e della catena di hard discount Fortè, con un reddito di 1,8 milioni. Il primo a Palermo è il costituzionalista Giovanni Pitruzzella (1,7 milioni). Nella lista dei milionari anche il messinese Sergio Billè, ex presidente della Confcommercio (1,5 milioni di euro), il regista Rai Michele Guardì (1,4 milioni di euro) e il commercialista catanese Antonio Pogliese (1,4 milioni). Tra i contribuenti più generosi compaiono, poi, i legali Gaetano Armao, Agostino Equizzi e Girolamo Bongiorno (451.051 euro), Angela Ciancio, figlia dell’editore catanese Mario Ciancio Sanfilippo, che con i suoi 570.166 euro guadagna più di suo padre, fermo a 449.873, e Antonio Ardizzone, editore e direttore storico del Giornale di Sicilia che, sempre nel 2005, ha tra modello Unico e Cud superato i 900 mila euro. A Enna, invece, il 42,43% delle dichiarazioni presentate reca il fatidico numero “zero”.

    In questo numero c’è anche il progetto del nuovo Supercinema di via Cavour a Palermo.

    Sicilia
  • Palermo crocevia e migranti col container

    Lo sanno tutti che da sempre Palermo è stata crocevia di razze e commerci. E di conseguenza anche faro di cultura multietnica per il ruolo di efficiente melting pot nel suo genere. Infatti è innegabile che la migliore cultura araba, prima del 1070 che fu l’anno della conquista normanna, sia passata per le nostre strade insegnandoci anzitutto il rispetto più alto della natura e di uno dei suoi bene più inestimabili. Il rispetto dell’acqua che è fonte di vita quanto l’aria quando questa è meno inquinata possibile. E mentre la filosofia araba veniva pure tenuta in gran considerazione nella Curia Regis di Federico II Stupor Mundi – sulla cui tomba alla Cattedrale ogni mattino non manca un fiore fresco – è altrettanto innegabile, e ne restano evidenti tracce in biblioteche e conventi, che anche la cultura greca, quella latina, quella bizantina e quella umanistica nel senso più vasto passarono di qua lasciando quanto di meglio potevano nei centri di studio e nei cenacoli di scienza che avrebbero anticipato le tre grandi università siciliane. Continua »

    Ospiti
  • Simulazione di ammaraggio nel golfo di Mondello

    Stamattina alle 9:00 nel Golfo di Mondello si svolgerà un’esercitazione promossa da Wind Jet e realizzata dalla Capitaneria di porto con la collaborazione dell’International flight safety commitee.

    Nella simulazione saranno coinvolti cinque elicotteri, un aereo, 23 motovedette, 150 volontari per un totale di circa 400 persone. Si simulerà un ammaraggio per verificare le procedure e la tempestività degli interventi in caso di pericolo. Dopo la comunicazione da parte della torre di controllo di Palermo della perdita del contatto con l’aereo proveniente da Bari e diretto a Punta Raisi cominceranno le operazioni di ricerca e soccorso con l’invio di mezzi da parte della guardia costiera dai porti di Palermo e della provincia. 150 volontari verranno recuperati in mare dalle due motovedette e disposti in zattere di salvataggio da 75 posti. Due scivoli gonfiabili saranno lanciati dall’aereo in mare. Gli equipaggi saranno poi issati trasporati a bordo di due elicotteri nella piazzola di emergenza dell’ospedale Civico.

    Palermo
  • Aperta al transito la via Bernini

    È stata aperta al transito la via Bernini che adesso non è più divisa in due tronconi senza uscita. La via collega adesso direttamente la parte “alta” di viale Michelangelo all’area di piazza Einstein (con sbocco sulla circonvallazione). Prima dei lavori, la via Bernini era percorribile nei tratti terminali: uno da metà del viale Michelangelo a poco prima di piazza Uditore; l’altro da viale Regione Siciliana, nelle vicinanze della rotonda di via Leonardo da Vinci, fino all’incrocio con via Cimabue.

    Nel progetto sono state inserite la realizzazione dei circa 650 metri necessari per riallacciare i due tronconi e opere di urbanizzazione tra cui la rete fognaria e l’impianto di illuminazione pubblica.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram