30°C
lunedì 23 set

Archivio del 3 Giugno 2009

  • Cammarata si scusa con i turisti ed è polemica

    Il sindaco ha fatto recapitare negli alberghi cittadini una lettera indirizzata ai turisti e ai visitatori in cui si scusa per la situazione dei rifiuti in città a nome dei palermitani.

    Nella lettera c’è scritto:

    «Desidero esprimervi il mio rammarico per il disagio che in questi giorni avete provato nel girare la nostra città. L’emergenza, determinata da uno sciopero degli addetti alla raccolta della spazzatura, verrà superata nel più breve tempo possibile. Infatti, già da due giorni il servizio è tornato ad essere regolare e, grazie anche al supporto offerto dalla Protezione Civile, in pochi giorni tutto tornerà alla normalità, consentendo anche a voi, gentili ospiti, di girare serenamente per Palermo apprezzando il ricco ed interessante patrimonio artistico ed architettonico. […] Vi ringrazio per la pazienza e vi porgo le scuse a nome di tutti i palermitani, che si sono sempre storicamente distinti per la naturale capacità di accogliere e di ospitare».

    Non si è fatta attendere la replica del capogruppo al Consiglio comunale del Pd Davide Faraone: «Una lettera ai turisti? Cammarata dovrebbe scrivere ai palermitani, è innanzitutto a loro che il sindaco deve chiedere scusa. […] Oltretutto non si capisce a che titolo Cammarata chieda scusa “a nome dei palermitani”: cosa c’entrano i palermitani? Che colpa hanno se la città è invasa dai rifiuti? Il responsabile di questo disastro è Cammarata, è lui e solo lui a dover chiedere scusa: innanzitutto ai palermitani».

    Palermo
  • Paloma

    Guardiamo lo stesso mare. Arriva lo stesso profumo. A me da Maestrale, da Scirocco a lei. Venti diversi che si incontrano. E le nostre finestre diventano piste d’atterraggio dove i refoli si fermano a riposare e a raccontare una storia. Uno piccolo e birichino mi ha raccontato di una giovane dal nome alato il cui pensiero è arrivato fin qui. Come una paloma. Di mare.

    Paloma (illustrazione di Giuseppe Lo Bocchiaro)

    I racconti di tre righe
  • Entro stamattina prevista la rimozione di 1400 tonnellate di rifiuti

    Un incontro nella sede dell’Amia in via Nenni è servito per mettere a punto la raccolta dei rifiuti a Palermo. Entro stamattina 1400 tonnellate dovrebbero essere rimosse. I tempi per la raccolta sono stati stimati in 10 giorni.

    Quattro pale meccaniche, un compattatore da discarica e due pale cingolate della Protezione civile regionale verranno utilizzate a Bellolampo dove giungeranno i rifiuti.

    Silvio Berlusconi, in comizio ieri a Firenze, ha detto: «Fra una settimana Palermo tornerà alla pulizia e alla bellezza».

    AGGIORNAMENTO: a San Filippo Neri e in via Titina De Filippo i netturbini sono stati aggrediti dai residenti inferociti e hanno poi proseguito scortati dalle forze dell’ordine. L’episodio è stato smentito dal prefetto.

    Palermo
  • Terra Madre

    “Mangiare è un atto agricolo” ripete Carlo Petrini, presidente di Slow Food International, perché a seconda di ciò che scegliamo di mangiare indirizziamo la politica agricola di un intero Paese. Ho visto al cinema Aurora il documentario di Ermanno Olmi Terra Madre: molto suggestivo. Questo week end ero a Marettimo, un’isola dove si pesca sempre meno e non si coltiva ormai più nulla. Una turista piemontese si lamentava in un ristorante del fatto che si pensa di andare in un luogo così sperduto per trovare prodotti genuini e si scopre invece che ciò che si mangia proviene magari dalla propria regione di provenienza, se non addirittura dall’estero! Sono le follie di un sistema economico-culturale che ci ha abituato a vedere come arcaico occuparsi della terra mentre, sommersi dai rifiuti e disorientati dagli sconvolgimenti climatici, tornare alla terra, alla propria terra, sembra essere la mossa più indovinata e sostenibile. Carlo Petrini è convinto che le comunità del cibo saranno protagoniste di una terza rivoluzione industriale, quella della produzione pulita, e che avranno tanto da insegnarci. Terra Madre è una rete mondiale costituita da quanti vogliono preservare e promuovere metodi di produzione alimentare sostenibili, in armonia con la natura, il paesaggio, la tradizione e con una concreta idea di qualità della vita basata su tre concetti: buono, pulito e giusto. Una visione “politica” con un peso specifico ben maggiore di quello degli spot dei partiti – di destra o di sinistra – che conosciamo.

    Palermo, Sicilia
  • “Il futuro della difesa civica e l’esperienza del mediatore europeo”

    Oggi dalle 9:30 si svolgerà a Palazzo dei Normanni (piazza del Parlamento; sala rossa) il convegno Il futuro della difesa civica e l’esperienza del mediatore europeo.

    Interverranno rappresentanti delle istituzioni, difensori civici e sarà presente il mediatore europeo P. Nikiforos Diamandouros.

    P. Nikiforos Diamandouros

    Palermo
  • “Running Shoes Test”

    Oggi al Fontana Health Club (via P. Federico, 90) si svolgerà l’evento Running Shoes Test per gli amanti della corsa e dello sport in genere. Saranno presenti due campioni dell’atletica italiana: Gelindo Bordin, primo italiano a vincere una medaglia d’oro nella maratona olimpica di Seoul del 1988, e Francesco Panetta, medaglia d’oro nei 3000 metri siepi ai mondiali di Roma del 1987.

    Alle 10:30 sarà possibile effettuare un test computerizzato che analizza il modo di correre e l’appoggio del piede in posizione dinamica per la scelta ottimale della calzatura tecnica più adatta. Alle 19:30 inizierà il seminario Tecniche di allenamento indoor per la corsa a cura di Gelindo Bordin.

    L’evento è in collaborazione con Diadora.

    “Running Shoes Test”

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram