21°C
giovedì 28 ott
  • Si presenta “Le Seicentine della Biblioteca dell’Archivio di Stato”

    Oggi alle 17:00 si presenta all’Archivio di Stato (cortile Gancia) il volume Le Seicentine della Biblioteca dell’Archivio di Stato di Palermo con una aggiunta di Cinquecentine, a cura di Rita di Natale e Gabriella Cannata. Alla presentazione interverranno Claudio Torrisi (direttore dell’Archivio di Stato di Palermo), Guido Meli (direttore del Centro regionale per la progettazione e il restauro e per le scienze naturali ed applicate ai Beni Culturali), Luciano Scala (direttore generale per gli Archivi), Armida Batori (direttore dell’Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario), Beatrice Pasciuta (ordinario di diritto medievale e moderno presso l’Università di Palermo, Angelo Passaro (docente di Sacra scrittura e direttore della Biblioteca della Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia.

    “Le Seicentine della Biblioteca dell'Archivio di Stato di Palermo con una aggiunta di Cinquecentine”

    È il secondo catalogo dedicato alle edizioni del ‘600 che fanno parte del Fondo antico della Biblioteca dell’Archivio di Stato di Palermo. Il catalogo descrive 117 Seicentine e aggiunge 33 Cinquecentine scoperte nel corso di un’occasionale revisione dell’inventario. Tra le opere, che tracciano la storia della produzione editoriale e tipografica palermitana dei primi secoli di stampa, ci sono molti testi devozionali, pubblicati in occasione del Festino, un’iconologia «della gloriosa Vergine madre di Dio Maria protettrice di Messina» del gesuita Placido Saperi (Messina 1644) con 70 incisioni di soggetto mariano che riproducono dipinti del ‘500 e ‘600 messinese e soprattutto un’inedita Cinquecentina tedesca: il De Ebrietate vivanda di Sant’Agostino stampata a Dillingen nel 1560 dal tipografo Sebald Mayer.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram