24°C
domenica 13 giu

Archivio del 25 Aprile 2010

  • Stasera “gufing session”

    Sognano tutti a Palermo, perché l’obiettivo Champions è davvero vicino. Con merito i rosanero hanno battuto il Milan sabato sera dominando in lungo e in largo e chiudendo la gara 3 a 1. Adesso il quarto posto è momentaneamente tornato nelle mani del Palermo e tutto dipenderà dalla super sfida di questa sera Roma-Sampdoria. La Roma deve vincere per tornare prima in classifica (l’Inter ha una partita in più), la Sampdoria dovrà fare di tutto per non perdere punti e stare incollata ai rosanero. Immagino che mezza città farà partire una poderosa “gufing session” e tiferà per Totti e compagni.
    L’allenatore dei rosanero a precisa domanda ha risposto che non vedrà il posticipo e soprattutto che non “guferà” la Sampdoria: «Io non faccio il tifo per nessuno, se non per il Palermo – ha detto Delio Rossi – Non gufo per nessuno e non tiferò per la Roma».

    Per sapere se sarà Champions League o soltanto Europa Legue bisognerà aspettare ancora le ultime tre giornate di campionato, ma dopo i risultati di questo pomeriggio la matematica dice che il Palermo ha già raggiunto l’Europa. I punti ancora da assegnare sono nove, mentre i punti di vantaggio sul Genoa, ottavo in classifica, sono dieci.

    Palermo
  • Saccheggiato e danneggiato l’albero Falcone

    Albero Falcone
    (foto di Dedda71)

    L’albero che si trova in via Notarbartolo davanti alla casa di Giovanni Falcone, magistrato ucciso dalla mafia nel 1992, è stato spogliato delle centinaia di messaggi, disegni e lettere che vi erano attaccati e di uno striscione con la scritta «Non li avete uccisi: le loro idee camminano sulle nostre gambe» riferito anche a Paolo Borsellino. Il fusto dell’albero è stato danneggiato.

    Si ritiene che il gesto possa essere un oltraggio alla memoria delle vittime della mafia e un’intimidazione ai magistrati che lavorano sulle inchieste attuali.


    (video di Andrea Tuttoilmondo)

    AGGIORNAMENTO n.1: il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha affisso sull’albero il manifesto con la scritta «Eroi per sempre» stampato dal Comune. Cammarata ha dichiarato: «Nessuno potrà mai sottrarre a Palermo e ai palermitani il patrimonio di intelligenza, coraggio ed onestà che uomini come Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e le altre vittime della violenza mafiosa ci hanno consegnato ed affidato. Né potrà rubare il ricordo e la memoria che dobbiamo e vogliamo, coltivare. […] Ripartiamo da questa immagine e da questo messaggio che credo riassumano il sentimento che ciascuno di noi porta dentro di sé e che dobbiamo consegnare alle nuove generazioni, che sono sempre più attente e sensibili al tema della lotta alla mafia».

    Diego Cammarata all'albero Falcone
    (foto di Vassily Sortino)

    AGGIORNAMENTO n.2: diversi cittadini si sono già recati all’albero Falcone per affiggere nuovi messaggi.

    Cittadini all'albero Falcone
    (foto di Vassily Sortino)

    AGGIORNAMENTO n.3: la spoliazione sarebbe avvenuta ieri pomeriggio secondo i testimoni che vengono interrogati in queste ore. Il fusto dell’albero ha riportato danni molto contenuti.

    AGGIORNAMENTO n.4: domattina alcune delegazioni delle scuole palermitane si recheranno all’albero per affiggere nuovi messaggi.

    AGGIORNAMENTO n.5: l’albero è stato ricoperto di messaggi tra cui non manca quello del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

    AGGIORNAMENTO n.6: secondo alcune indiscrezioni emerse dagli interrogatori l’autrice del gesto sarebbe una clochard.

    AGGIORNAMENTO n.7: video.

    AGGIORNAMENTO n.8 del 30 aprile 2010: la donna responsabile del gesto, una palermitana quarantanovenne, è stata rintracciata in mattinata e non ha fornito una motivazione plausibile al suo gesto.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram