martedì 25 set
  • Incontro amministrazione comunale/residenti del centro storico

    Si è svolto sabato un lungo incontro tra rappresentanti dell’amministrazione comunale e cittadini del centro storico. In particolare i cittadini hanno evidenziato il conflitto di fatto tra gli esercenti dei pub notturni e i residenti esasperati dalla “movida”, la carenza di spazi pubblici della città per il gioco dei bambini, la mancanza di informazione alla cittadinanza sui tempi degli interventi dell’amministrazione nella soluzione dei molti problemi sollevati.

    Il Comune intende regolamentare e ha inviato una bozza al Consiglio comunale per l’approvazione ma potrebbe procedere con una ordinanza.

    Palermo
  • 9 commenti a “Incontro amministrazione comunale/residenti del centro storico”

    1. Si può dire di tutto, ma non che questa amministrazione non cerchi il dialogo concreto e continuo con le parti sociali, con la cittadinanza, con i portatori di interesse. Anzi, addirittura, a volte è stata criticata per il voler ascoltar troppo le parti interessate e di non prendere iniziative di proprio pugno senza le consultazioni.

    2. Adesso sarebbe da fare un incontro con i residenti nelle periferie,
      costretti a vivere in ambienti ormai estremamente degradati.
      Infatti,rifiuti a parte,
      la condizione delle periferie palermitane
      e’ sconfortante.Periferie dominate da erbacce e detriti.
      Uno spettacolo desolante.
      Strade e marciapiedi ,non ne parliamo proprio.

    3. Ecco, io vorrei chiedere all’attorino di serie B Orlando (come sapete ha fatto pure l’attorino, oltre a basare la sua carriera politica sugli slogans): ok, l’AMIA è in fallimento e lui ha le mani legate perché ci sono i commissari che “non fanno” ma prendono tanti soldi, ma i marciapiedi da quarto mondo, le aiuole sudice coperte da erba incolta alta 1 metro, la favorita cesso, tutti gli spazi verdi pubblici (tranne forse il giardino inglese) squallidi anti-estetici… (per il momento mi fermo a questi evidenti elementi sulla lunghissima lista degli esempi di disfunzionamenti da quarto mondo)… ecco, anche questi dipendono dai commissari? O da cammatata (min. voluto)? Ma non aveva detto che avrebbe reso la città “gioiello” e licenziato i fannulloni, e avrebbe preso un esperto (del cavolo!) per il verde pubblico? Invece di fare teatrino con questi slogans e riunioni del cavolo, agisca! Secondo i parametri del mondo civilizzato. Se non li conosce, lo invito una settimana a spese mie (non pubbliche) in posti dove sono messi in pratica i suddetti parametri, ma quando torna metta da parte il teatrino e passi ai fatti altrimenti si dimetta, invece di perseverare, addirittura, proponendo la città ridotta a cesso come capitale della cultura, la cultura del cesso.
      D’altronde ogni volta che ero a Beaulieu sur mer, Villefranche sur mer, chissà perché, avrei voluto vedere la sua faccia accanto, davanti a quel decoro.

    4. E vedi che coincidenza!
      Non puo’ mancare il comennto – fessamente tendenzioso – dei suoi le cchi ni dislocati nel web.

    5. cammarata; è un refuso (per in cazza mento)

    6. Intanto qualcuno prenda atto che ci sono campane RD che non vengono svuotate
      anche dopo mesi,
      Il che costituisce una beffa verso quei volenterosi cittadini che si impegnano a fare la RD

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.