venerdì 17 ago
  • Leoluca Orlando

    Orlando citato a giudizio dalla Corte dei Conti per la gestione dell’Amia

    Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando dalla Procura regionale della Corte dei Conti per presunto danno erariale in merito alla gestione dell’Amia relativo al periodo compreso fra il 2012 e il 2014. L’udienza sarà a dicembre.

    Orlando ha dichiarato: «Appare sorprendente la circostanza che la Procura Regionale abbia ritenuto di dover citare a giudizio il Sindaco del Comune di Palermo avendo, al contempo, disposto l’archiviazione delle posizioni del Commissario delegato e dei Commissari dell’Amia, soggetto attuatore, che erano proprio coloro ai quali era stato affidato lo specifico compito di implementare la raccolta differenziata nel Comune. Proprio il fallimento della mission commissariale è il sostanziale certificato della mancanza di responsabilità della mia amministrazione. Per altro l’intera indagine è riferita proprio al periodo in cui l’Amia, poi fallita, era in gestione straordinaria non in capo al Comune e l’intera materia era sottoposta a commissariamento di Stato e Regione. Le udienze saranno occasione sia per chiarire la mia personale posizione sia per ribadire e ricordare la situazione di calamità istituzionale e fallimentare da me trovata a maggio del 2012. Saranno anche occasione per sottolineare lacune e contraddizioni di una istruttoria che appare non equilibrata, anche alla luce della normativa vigente all’epoca dei fatti».

    Palermo
  • 2 commenti a “Orlando citato a giudizio dalla Corte dei Conti per la gestione dell’Amia”

    1. Solidarietà al sindaco

    2. Solo ieri mi compiacevo per una presa di posizione da parte di Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo che con un suo provvedimento,invitava in maniera perentoria la Rap a realizzare una piattaforma (provvisoria) per la raccolta differenziata in Viale dei Picciotti (progetto in realtà bocciato in passato dalla Regione,perché non corrispondente alle disposizioni date).

      Chiaramente mi domandavo come avrebbe potuto l’azienda ottemperare visto che non ci sono stati trasferimenti economici e la Rap non versa in una situazione economica chiara.

      Oggi,leggendo questo articolo, ho avuto indirettamente la risposta..

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.