sabato 1 nov

Archivio del 13 settembre 2006

  • Un palermitano alla guida del Tg1

    Gianni Riotta

    Gianni Riotta è stato nominato direttore del Tg1 dal consiglio d’amministrazione della Rai su proposta del direttore generale Claudio Cappon. Prende il posto di Clemente Mimun.

    Riotta è nato a Palermo il 12 gennaio 1954, ha studiato Logica all’Università di Palermo laureandosi in Filosofia e Giornalismo alla Columbia University di New York. Ha lavorato per vari giornali tra cui Il Manifesto, il Giornale di Sicilia, La Stampa, L’Espresso e il Corriere della Sera (dove lascia l’incarico di vicedirettore) e ha scritto anche per Le Monde, il The New York Times e il Washington Post.

    Palermo
  • La signora Giulia, “senzacasa” gentile, a piazza Magione

    Un povero fagotto di rifiuti lasciato su un muretto, vivo quel tanto che basta perché riesca a sostenere uno sbrindellato parapioggia ombrello. L’unico “tetto” che da mesi protegge dal sole quel medesimo fagotto umano ed evita al suo umanissimo paio di braccia ulcerate di peggiorare definitivamente. Un fagotto che però respira e parla. E che, provvisoriamente messo là, su un concio di tufo ai margini del prato scomparso di Piazza a Piazza Magione, a chi glielo chieda risponde di chiamarsi Giulia e di avere già passato i 65 anni. Una palermitana che dopo questa terza estate di Kals’Art – rassegna che in Comune hanno detto di voler condurre in economia proprio per devolvere somme maggiori agli indigenti di Palermo che furono cari a quel tribuno dei poveri che fu Salvatore Raia (se ne ricorda ancora qualcuno?) – ora si prepara a quello stesso modo e in quel quartiere ad affrontare anche l’autunno. Sempre, giorno e notte, sulla pietra gialla che si sfarina al margine del prato scomparso della Magione. Dove Giulia stamattina aveva l’aspetto cui ho accennato. Con la sola differenza che presto il suo parasole si trasformerà necessariamente in parapioggia. Continua »

    Ospiti
  • Viabilità: chiude parzialmente piazza Marina

    Da stamattina, a causa dei lavori per il disinquinamento della Cala, verrà chiuso al transito un tratto di piazza Marina (lato ovest, verso corso Vittorio Emanuele) e verrà ridotta la carreggiata in entrata verso piazza Marina. Verrà ristretta anche la carreggiata (senso unico in quel tratto) di corso Vittorio Emanuele sul lato di fronte alla chiesa di Santa Maria della Catena. In via Porto Salvo verrà istituito il senso unico di marcia, dalla Cala in direzione di corso Vittorio Emanuele.

    La fermata dei bus extraurbani si sposterà dal lato ovest della piazza al lato settentrionale, vicino palazzo Steri.

    Palermo