domenica 26 mar

Archivio del 9 gennaio 2007

  • Appaltato il parcheggio di piazza Sturzo

    Sono stati appaltati oggi i lavori per la realizzazione del parcheggio sotterraneo multipiano di piazza Sturzo, inserito nel piano parcheggi del Comune. Il parcheggio avrà 634 posti auto e 50 posti moto, sarà realizzato da un’associazione temporanea di imprese formata da Costruzioni Ing. Penzi s.p.a. di Maddaloni (Caserta), Italsco s.r.l. (Palermo) e Soilgeo s.r.l. (Palermo) e costerà complessivamente 12 milioni di euro. L’opera è finanziata per metà dal Comune, ma con un’ampia quota messa a disposizione dalla Regione e la formula è quella della concessione di progettazione, realizzazione e gestione.

    Le tariffe massime della sosta saranno 1,50 euro l’ora per i posti auto a rotazione e 75 euro al mese per i posti auto assegnati in modo fisso che non potranno eccedere il 30 per cento del totale. I livelli tariffari saranno soggetti a successive rivalutazioni sulla base degli indici Istat.

    Il cantiere dovrebbe partire tra circa otto mesi e i lavori dovranno concludersi entro 26 mesi. Continua »

    Palermo
  • Online il nuovo Balarm.it

    È online la nuova versione di Balarm.it, l’e-magazine di cultura spettacolo e società di Palermo diretto da Fabio Ricotta. Le novità riguardano soprattutto l’usabilità delle pagine (migliorata) e il passaggio all’ottimizzazione per monitor 1024×168. Altri cambiamenti riguardano l’organigramma.

    Balarm e Rosalio sono partner da marzo 2006 con uno scambio di contenuti sulle rispettive pagine.

    Balarm.it

    Palermo
  • Totini, Manfredi e Nelli

    Una sera, passeggiando per il centro, Valeria, mia compagna di “merenda”, esclama davanti alla vetrina di un negozio di abiti da sposa: “Uh! Guarda! Un abito bianco! Chissà a che cosa serve?” E io: “È per la prima comunione…l’abbiamo già indossato. Ti ricordi?”.
    Ora, al di là delle battute ironiche che ci fanno tanto sentire come Carrie e le sue amiche di Sex & the city (anche se siamo consapevoli che i paragoni sarebbero ben altri, e già ci vediamo tra vent’anni come tante Rosy Bindi), fare la parte delle single emancipate e in carriera a Palermo è veramente difficile, se consideriamo che più di una volta ho sentito conversazioni come questa:
    – Sugnu avvilita, me’ niputi fici ‘a fuitina.
    – Ma cui? ‘A nica?
    – No Giusy, ‘a granni.
    – Ah…vabbè s’assistimò! Unn’avi già diciott’anni?

    Ecco, ingoiati rospi del genere, spesso ci è capitato di confrontarci sul campionario maschile palermitano. Proverò a delineare le caratteristiche dividendoli in grandi gruppi. Continua »

    Palermo
  • Zoe Magazine debutta in nazionale

    Zoe Magazine è in edicola con un numero dedicato all’inverno e al parlare che segna il debutto della rivista interamente prodotta in Sicilia in nazionale.

    Il trimestrale, edito da Gioia Gange, ha in copertina il pianista Giovanni Allevi che parla di Joy, il suo ultimo lavoro. Altri articoli sono dedicati alla visita della redazione de La Repubblica e del programma televisivo Very Victoria, al make up per la stagione fredda, a Emanuele Crialese, Alessio Boni e Valeria Solarino e all’editore dei poeti Michelangelo Camelliti.

    Nella versione online di Zoe si trovano anche contenuti inediti sul cartaceo come l’intervista all’assessore comunale alle infrastrutture, mare e coste con delega al traffico, agli impianti sportivi e alle manutenzioni Lorenzo Ceraulo.

    Zoe Magazine

    Palermo
  • Ma in autobus, avete mai ceduto il vostro posto?

    La scorsa domenica stavo pranzando quando la mia attenzione si concentra su ciò che stava dicendo il giornalista del TGR Regionale del Lazio. La notiza fa subito presa, Disabile sventa borseggio su bus a Roma: picchiato e insultato. A questo punto cerco di capirne di più e apprendo che un giovane disabile aveva impedito ad un borseggiatore di derubare una anziana su un affollato autobus che stava circolando nel centro di Roma. La risposta, a questo che ormai è considerato un gesto eroico, vista la indifferenza che regna nei rapporti sociali, sono stati insulti e colpi con un pugno al volto dal malvivente, aiutato da due complici coi quali è sceso alla successiva fermata fra l’indifferenza degli altri passeggeri. Questo fatto è stato riferito da un testimone presente sull’autobus che ha detto di esser stato l’unico a intervenire in aiuto del giovane, senza che gli prestasse ascolto neanche l’autista del mezzo, che non ha voluto fermare il bus della linea 40, che va dalla Stazione Termini a Piazza San Pietro, dopo che il disabile era stato colpito. Il testimone, che è anche un giornalista, ha anche fornito qualche dettaglio, ad esempio che il ragazzo disabile aveva circa trent’anni, di nome Gianluca, e che aveva con la sua azione bloccato un giovane nordafricano che stava cercando di rubare dalla borsa di un’anziana sull’autobus. Gli insulti non sono mancati, e tra questi il testimone racconta di aver sentito la frase “sporco down”. L’indifferenza degli altri passeggeri, a quanto racconta il giornalista, è stata tale che nessuno ha mosso un dito, anche se probabilmente la gran parte erano turisti, magari non capivano o erano spaventati. L’autobus si è poi fermato, ma solo alla fermata prevista, quindi con notevole e incompresibile ritardo del conducente. I tre malviventi sono fuggiti e anche la signora che stava subendo il furto. Continua »

    Un palermitano a Roma
  • È polemica per gli elenchi delle primarie

    Giusto Catania, candidato da Rifondazione Comunista – Sinistra Europea alle primarie del centrosinistra del 4 febbraio, ha scritto a Romano Prodi e a Rita Borsellino, rispettivamente leader de L’Unione in Italia e in Sicilia per fare presente che gli sarebbe stato più volte negato con «motivazioni ridicole» da parte di Margherita e Democratici di Sinistra di Palermo l’accesso all’elenco degli elettori che si sono recati ai seggi a Palermo per votare alle primarie nazionali e regionali.

    Leoluca Orlando, candidato da Italia dei Valori e dalla Margherita, ha chiesto che vengano identificati in tempi brevissimi gli strumenti legali e tecnici adeguati per tutelare la privacy degli elettori e rendere comune a tutta la coalizione il patrimonio di dati.

    Alessandra Siragusa, candidata dei Democratici di Sinistra, si è detta certa che gli elenchi saranno resi consultabili e ha richiamato l’attenzione sulla necessità di passare dalle reciproche polemiche alla costruzione di un progetto condiviso di sviluppo per la città. I Ds hanno diramato una lunga nota in cui si legge: «Le dichiarazioni dell’onorevole Catania gettano dubbi del tutto infondati sulla regolarità delle primarie a Palermo. Se forse servono a fargli ottenere un po’ di visibilità sui mezzi d’informazione, certamente creano un danno all’intera coalizione».

    AGGIORNAMENTO n.1: Rita Borsellino ha convocato per un chiarimento i segretari regionali dei partiti della coalizione domani alle 12:00 presso il gruppo misto dell’Ars.

    AGGIORNAMENTO n.2: audio della conferenza stampa di Giusto Catania dal sito di Radio Radicale.

    AGGIORNAMENTO n.3: la riunione ha stabilito che le schede sono patrimonio dell’Unione e che garante del loro utilizzo sarà il leader della coalizione Rita Borsellino.

    Palermo