domenica 24 set

Archivio del 10 febbraio 2007

  • Purtroppamente (n.10)

    “L’altra volta mi ho mangiato 180 rizze”. Lo scruscio della taverna finì a lampo come quando la cinquecento prendeva una scaffa e si fermava lo stereo8. 180 rizze? Lui, bassino, pizzetto, trequarti fintapelle, magrolino con sottopanza, confermò: 180. Non so se avete presente quante sono 180 rizze; quasi una cartella sana sana. Intanto ci vuole almeno un’orata per aprirle tutte. Ma ci vuole la nguanta di gomma bella doppia e un cortello pesante. E pensate come si arridduce il polso dopo 180 scotolate per fare cadere tutto l’amaro e lasciare gli spicchi belli rossi e polposi. Ma 180 sono sempre 180 e si portano appresso una domanda da domandare urgentemente: col pane? E la risposta fu; naturale! Seguì il dibattito. Continua »

    Purtroppamente
  • Divagazioni sul tram

    Ho bisogno di una boccata d’aria fresca. Armata di guanti e cappello, esco da casa al ritmo dei miei tacchi. Salgo sul tram e mi appendo a una maniglia di plastica. Nessuno parla. C’è un silenzio irreale questa mattina, senza neanche una signora grassoccia che accenna un lamento sulla lunga fila alle poste o sull’aumento dei prezzi al mercato. La gente è assorta nei propri pensieri. Una ragazza legge su due piedi le pagine di un romanzo. Un senegalese sfoglia il giornale. Un anziano blocca tra i polpacci cinque sacchetti della spesa. Solo due signore sui 60 con i capelli in piega bisbigliano qualcosa di incomprensibile.

    Respiro con la sciarpa avvolta intorno alla bocca e penso solo a tenere stretto il cellulare dentro la tasca del cappotto. Le onde del pensiero sono attutite. Sorde. Una voce registrata, metallica ripete i nomi delle fermate: “Permuda totocòrn”. Che starebbe a dire via Premuda angolo via Sottocorno. Sorrido un istante. La mia mente è ancora impastata in sensazioni melmose e senza spessore. Rimasugli di sogni disordinati, che il latte caldo della colazione non ha disintossicato. Un signore con la cravatta mi fissa con sguardo immobile. Punto allora il finestrino e leggo le insegne dei negozi. Qui a Milano gli uomini ti fissano. Non c’è che fare. Nessuno “scruscio”, nessun rumoroso risucchio a colpi di parolacce, che fingono di essere dei complimenti. Tutto resta ancora una volta silenzioso. Continua »

    Palermo
  • Musotto scrive allo Stato sull’acqua

    Francesco Musotto

    Francesco Musotto, presidente della Provincia di Palermo, ha scritto una lettera alle più alte cariche dello Stato (presidente della Repubblica e presidenti di Camera e Senato) per esprimere il suo disagio per la diffusione di «informazioni distorte e non veritiere» relative al percorso per l’individuazione del nuovo gestore del servizio idrico integrato nella provincia di Palermo. Musotto ha ribadito che «non ci sarà nessuna privatizzazione dell’acqua che è un bene pubblico e tale deve rimanere sotto il controllo dei sindaci del territorio» e ha annunciato una campagna di informazione con l’acquisizione di spazi sui giornali e assemblea pubbliche a partire da stasera a Bisacquino.

    Palermo
  • Si insedia il nuovo arcivescovo Romeo

    Paolo Romeo

    Si insedia oggi il nuovo arcivescovo di Palermo. Monsignor Paolo Romeo succede a Salvatore De Giorgi che ha rassegnato le dimissioni per raggiunti limiti di età.

    La festa d’insediamento inizierà oggi pomeriggio alle 16:oo con l’incontro con la cittadinanza davanti a Palazzo delle Aquile (piazza Pretoria, 1) alla presenza del sindaco Diego Cammarata e delle autorità cittadine. La vestizione con i paramenti sacri avverrà a seguire presso la chiesa di S. Giuseppe ai Teatini (corso V. Emanuele) e dopo la processione percorrerà il Cassaro insieme ai sacerdoti e ai fedeli fino alla Cattedrale dove alle 17:00 si terrà la solenne funzione religiosa d’insediamento.

    Verranno chiusi al traffico a partire dalle 15:30 corso Vittorio Emauele (fra i Quattro Canti e via Bonello), via Maqueda (da piazza Bellini fino ai Quattro Canti), via delle Scuole e via Giuseppe D’Alessi.

    Palermo
  • “Visioni…tra sogni e realtà” a San Mattia

    Oggi alle 17:30 inaugura presso l’ex chiesa di San Mattia ai Crociferi (via Torremuzza) Visioni…tra sogni e realtà, mostra collettiva di pittura organizzata dall’associazione culturale Rinascita. La mostra espone opere del milanese Ezio Cella e dei siciliani Sergio Chiovaro, Pietro Infantino e Rosi Inzerillo. Ingresso libero.

    Palermo
  • Mario Luzi e Palermo, giornata di studi

    Oggi si svolgerà una giornata di studi intitolata Mario Luzi e Palermo. Una presenza tra poesia e teatro nella sede dell’Archivio storico comunale (via Maqueda, 157). Luzi ha dedicato importanti opere a Palermo (Corale della città di Palermo per Santa Rosalia e Il fiore del dolore, dedicata a padre Puglisi) e ha intrattenuto rapporti con l’ambiente culturale palermitano dal 1977.

    La giornata, introdotta dall’assessore alla Cultura del Comune Tommaso Romano, prevede gli itnerventi di Giancarlo Quiriconi ed Elio Giunta nella sessione mattutina (dalle 9:30) e di Salvatore Ferlita, Piero Longo, Lucio Zinna e Stefano Verdino nella sessione pomeridiana (dalle 16:30).

    La giornata di studi terminerà con l’ascolto della prima intervista radiofonica di Luzi a Palermo nel 1977.

    Mario Luzi

    Palermo