martedì 21 nov
  • Presunti brogli, il Governo vigilerà

    Il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento Paolo Naccarato è intervenuto oggi in merito all’interpellanza presentata da 51 parlamentari del centrosinistra per presunte irregolarità durante le elezioni comunali di Palermo. Naccarato ha detto che sono in corso attività di indagine della Digos e che «il Governo ha il limite di analizzare quanti successo in uno spazio temporalmente definito ad oggi; continuerà a seguire con la massima attenzione tutta la vicenda ed in primo luogo l’evoluzione delle indagini in corso e, nel rispetto totale della autonomia della magistratura, quanto ulteriormente dovesse venire ancora segnalato».

    Quanto allo svolgimento del voto Naccarato ha detto che «è stata dedicata la massima attenzione alla predisposizione di misure adeguate per garantire un ordinato svolgimento delle elezioni amministrative a Palermo» e che è stato «predisposto un dispiegamento di forze dell’ordine che ha consentito un efficace e completo controllo del territorio e degli spazi limitrofi ai plessi scolastici che ospitavano i seggi elettorali». Quanto a presunte anomalie precedenti al voto «nessuna specifica richiesta è stata formalizzata alla Questura di Palermo nei giorni di apertura dei seggi» e «non si sono avute notizie di schede regolarmente vidimate e non votate, ritrovate fuori dai seggi, sia all’interno sia all’esterno delle scuole». Alcune contestazioni riguardano alcune schede votate con una matita diversa da quella copiativa.

    Palermo
  • 8 commenti a “Presunti brogli, il Governo vigilerà”

    1. Eh…e quindi?

    2. Sono sconcertato da queste dichiarazioni di Naccarato che sono certo si basano su dati raccolti su un foglio, certo davanti a lui avrà avuto numeri di “unità di polizziotti” applicati, di Vigili Urbani, di quanti euro sono costati; ma questo non vuol dire che hanno avuto l’applicazione del loro destino.
      Personalmente sono pronto a testimoniare davanti a qualsiasi tribunale che davanti alla scuola “Colozza” non sono stati rimossi o meglio offuscati, nascosti, attappati, o come vi piace i “santoni” affissi; a differenza degli altri anni non v’era uno spazzino a fare pulizia dei “santini” davanti alla scuola, inoltre c’erano almeno una settantina di “puscher del voto” che quasi t’impedivano d’entrare al seggio; Nessuna forza dell’ordine che risulta a “Nac” fuori a controllare.
      Ho volutamente sottolineare aspetti “marginali” della faccenda “brogli”, perchè credo che gli aspetti più centrali siano assolutamente DRAMMATICI, spero che questo venga inteso BIPARTISAN (Garofalo(cdx) che non prende manco il suo voto è da Sud America anni 70), Cammarata sarà il nostro sindaco perchè liberamente così ha scelto la gente, spero che lui sia il primo a cercare di fare chiarezza sulla questione, spero che sia un’uomo d’onore nel senso più alto del termine, spero non sia come la pubblicità del “grattaevinci” “Ti Piace Vincere Facile?”.
      Mi sento profondamente sconfortato, ho 2 bambini e se guardo avanti, con “questi occhiali” che mi hanno messo (o cercano di mettermi)….non vedo niente di buono. 🙁

    3. Perchè hanno tolto il video sui resunti brogli da Youtube?
      Strano….

    4. csusate! ma quale sarebbe la novità

    5. che succede?
      non interessa?
      Che vuol dire?
      che pensare?

    6. vigilerà il governo??? oddio siamo in una botte di ferro allora…chiusa dal di fuori e in fondo all’oceano però!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)