mercoledì 23 ago
  • Turisti in crescita a Palermo nel 2006

    I turisti in città nel 2006 sono stati 660 mila, con una crescita del 6,9% degli arrivi e del 4,1% per il numero di giornate trascorse rispetto all’anno precedente. I turisti stranieri arrivano soprattutto da Francia, Stati Uniti, Germania e Spagna; gli italiani arrivano soprattutto da Lazio, Lombardia e Campania.

    I dati emergono da una indagine realizzata dall’ufficio Statistica del Comune di Palermo.

    Palermo
  • 16 commenti a “Turisti in crescita a Palermo nel 2006”

    1. Alla fine del 2007 abbiamo i risultati dello scorso anno? Sarebbe stato più logico avere almeno quelli di questa estate… certo che al Comune hanno tempi di raccolta ed elaborazione dati rapidissimi…

    2. Tonino, non ti sembrano un po’ pochi 660 mila?

    3. Nel senso, non è che manca qualche numero?

    4. sui dati del comune diciamo che non farei molto affidamento. Come dire c’è un leggero conflitto d’interessi…
      Vedremo per il 2007 cosa apparirà visto che è chiaro che sono diminuiti e soprattutto peggiorati in qualità: inutili crocieristi e europei dell’est. Turismo buono per i ristoranti di passaggio e per i negozi di souvenirs. D’altro canto quale turista dovrebbe consigliare di venire a Palermo per essere scippati o soffocare, se non essere investiti, su corso vittorio emanuele? Che scoramento questa città allo sbando..

    5. …il conflitto c’è, ed è con gli albergatori, ci riferiamo al 2006 giusto? bene io ricordo come fosse ieri un’intervista ad un esponente ( non ricordo esattamente la carica) al GdS in qui lamentava un ” FORTE CALO delle presenze” ( possiamo recuperare il pezzo?), lo stesso dicasi per negozianti & affini.
      Qui qualcuno BARA, e vi giuro che non scherzo affermando che stavolta non è il comune.
      ” à sittanta unn’appatta”.

    6. Per l’osservatore:
      Mi puoi consigliare una città da visitare e sostare almeno per una settimana dove tutto scorre perfettamente bene?
      Ovviamente per la prossima estate…le mie ferie sono finite!
      Grazie

    7. X “palermitana”:
      Firenze, Lucca, La Spezia, Trento, Bolzano, Venezia, Padova, Urbino, Arezzo, Viterbo, Mantova, sono, fra quelle che conosco, le prime che mi vengono in mente. Se ti interessa posso indicarti di tutte i dintorni meritevoli di visita. Per “perfettamente” non mi posso impegnare, si può pure inciampare nel camminare e allora tutto va in malora.

    8. per palermitana: ti posso solo dire che quando torno da qualunque posto dove sono stato e vedo il lerciume di questa città mi viene da vomitare. Ormai non credo più che cambierà qualcosa perchè ai palermitani, e alle palermitane, va bene così!! Tenetevela sta città violentata, fate bene, ne siate orgogliosi!

    9. Se al comune volevano vantarsi avrebbero dovuto scegliere un altro campo. Già in Italia le cose vanno male, ecco le cifre dei turisti in visita nei seguenti Paesi: Francia 75 milioni, Spagna 53 milioni, USA 46 milioni, Cina 42 milioni, Italia 37 milioni, eppure in Italia c’è il 50% del patrimonio artistico mondiale e bellissime città, tenendo conto di queste cifre fallimentari tutti gli pseudo-politici italiani dovrebbero dimettersi e andarsene a vendere calia e semenza. Ora, se in Italia vengono 37 milioni di turisti e a Palermo su 660000
      forse la metà sono stranieri, quindi una percentuale insignificante dei 37 milioni, c’è poco da vantarsi, o festeggiare autonomie inutili, allora, anche in questo caso siciliano calia, semenza e luppina, e ovviamente dimissioni in blocco.
      Ma questi non solo non si dimettono ma in questi giorni danno vita a una recita patetica mai vista, nel Paese degli sprechi (miliardi di euro) e dei privilegi (altri miliardi di euro) di tutte le caste vengono a chiedere soldi ai cittadini per raccogliere 3,5 milioni di euro per restaurare 7 monumenti. Chiede l’elemosina il ministro ex figlio dei fiori, e per farlo si serve di un manipolo di miliardari televisivi che se mettono insieme i soldi delle loro dichiarazioni di redditi possono restaurare l’Italia tutta intera. E magari costruire le strutture adeguate e i servizi necessari per attrarre turisti.

    10. L’osservatore non mi sembra che per un turista Palermo abbia solo degli innegabili difetti.

    11. Tony: raggiuni avi!!! 🙂

    12. Fa schifo forte! Guardate questo video:
      http://it.youtube.com/watch?v=OcbSGFIJiE8

    13. Guardatevi il contratto dei Vigili Urbani e capirete. Siamo l’unica città del mondo in cui i VV.UU. non lavorano il sabato e la domenica perchè sono stati contrattualizzati come festivi e quindi chiunque lavori nel fine settimana ha tale orario di lavoro conteggiato come strardinario in giorno festivo. A prescindere dal fatto che mancano i soldi per pagarlo ma quand’anche ci fossero mancano le disponibilità alla turnazione. Et Voilà….. il gioco è fatto. Chi ha firmato un contratto come quello che prevede questa ed altre meravigliose prebende per i “puffi”? Attendo risposte.

      Atreju

    14. vassily ti do ragione! anche a me sembrano pochi! chiederò all’assesore con delega alla statistica i dati!

    15. Tony Siino, non ho detto questo, o per lo meno non intendevo che Palermo abbia solo innegabili difetti. Ma mi fa sempre più male assistere al decadimento progressivo e, pare, inarrestabile di questa città. Quando osservo i turisti sperduti in centro storico che cercano di attraversare la strada terrorizzati, e sottolineo terrorizzati, quando li vedo andare a zig zag tra le macchine in corso V.E. ed essere assordati dai clacson e asfissiati dalle nuvole di smog, quando osservo lo squallore di piazza Bologni (parcheggio e monnezza), di piazza San Domenico (parcheggio e caos) e di piazza Olivella (dependance del villaggio gastronomico della Fiera del Mediterraneo e parcheggio e caos), ecco, in questi come in altri casi mi si stringe il cuore. La verità è però che sono i palermitani che vogliono tutto questo. Perchè i palermitani sinteticamente sono degli zozzoni!

    16. Tony, la settimana scorsa parlavo con un mio conoscente che opera nel turismo, vende Parigi e dintorni a turisti di tutto il mondo, anche ai turisti italiani. Ha avuto spesso richieste per fare l’operazione inversa con il sud Italia, per questo ha fatto un viaggio anche a Palermo e dintorni. Ha desistito.
      Preferisco non ripetere tutto il suo resoconto, dico solo che il mio sangue per 5 minuti era ghiacciato e…le cuaranate!…non sapevo come reagire, ero in preda a confusione mentale, per lo spazio di un secondo ho rischiato la reazione atavica ma ho avuto la lucidità necessaria per riprendermi e dirmi che in.c.zzarsi sarebbe stato da stupido.
      Gli ho chiesto quanti italiani riceve e da quali regioni provengono per distrarmi ma non ho nemmeno sentito la sua risposta.
      La Sicilia possiamo cambiarla solo noi, il POPOLO, rivoluzionando tutto il sistema fallimentare in vigore, gli pseudo-poltici nazionali e locali recitano un copione che prevede cambiamenti solo in peggio, ci stanno allontanando troppo dall’Europa e temo che sia troppo tardi, quando al TGR Sicilia ci comunicano le cifre della nuova emigrazione giovanile, soprattutto quella istruita. O quando ci comunicano le cifre angoscianti su povertà e famiglie indigenti.
      Loro, gli pseudo-politici preferiscono comunicare cifre ridicole, insignificanti, di turisti che in fondo sono briciole confrontate alle cifre nazionali e europee..

    Lascia un commento (policy dei commenti)