giovedì 23 nov
  • Una mozione del Pd alla Camera per rimuovere Cammarata

    Alcuni deputati siciliani del Partito Democratico, tra cui Tonino Russo, Alessandra Siragusa e Sergio D’Antoni hanno presentato alla Camera una mozione per la rimozione del sindaco di Palermo Diego Cammarata e il conseguente scioglimento del consiglio comunale ai sensi dell’articolo 141, comma 1, lettera a) del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

    Tra le motivazione della mozione c’è una presunta situazione di grave emergenza in cui verserebbe il Comune di Palermo e la recente decesione del sindaco di non querelare i vertici dell’Amia.

    Palermo
  • 40 commenti a “Una mozione del Pd alla Camera per rimuovere Cammarata”

    1. Ma pikkì continuano a fare battarìa?
      Cammarata se non si candida alle europee non schioda manco se viene il padreterno in persona!! Perchè dovrebbe farlo?

    2. e tutte le sconcezze di Orlando, dove le mettete?Mi riferisco a tutte le masse di Lsu,Pip,pop e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.Migliaia e migliaia

    3. Orlando potrebbe anche avere i suoi scheletri nell’aramadio ma lsu etc li fa nascere in un momento storico preciso e per delle precise ragioni, chi era già adulto in quel periodo non può non saperlo. Qui stiamo a parlare dell’oggi, non dell’ieri. Non è prescritto dal medico di candidarsi a sindaco. Se fosse stato eletto Orlando egli adesso dovrebbe affrontare la situazione critica, è stato eletto 2 voltre di seguito Cammarata e perciò è lui che deve rispondere del suo operato, non Orlando.

    4. @pepè: sante parole! Basta cu sta menza scusa di Orlando…fini ‘na para di fissarie a suo tempo…maoggi dobbiamo confrotnarci con la realtà! E’ inutile che l’attuale partito “regante” (ed i suoi sudditi) continuino a dire “quando c’era lui…”

    5. magari fosse vero

    6. @pepè
      Non credo che gli errori (per usare un eufemismo) del passato debbano andare in prescrizione solo perchè chi è sindaco oggi ne commette di peggiori
      Se poi l’alternativa a cammarata è orlando…stiamo freschi

    7. Hanno fatto bene: complimenti a Russo, Siragusa e D’Antoni. La protesta si fa anche in aula. Vada Berlusconi o mandi qualcuno a dire di votare contro la mozione perchè il Comune è tutto ok.

      n.b. “presunta” situazione di grave emergenza. mi fa sorridere, ma capisco la prudenza con cui bisogna riportare le notizie.

    8. A CASA!!!

    9. scusate ma cosa c’entra Orlando?

      I parlamentari hanno fatto bene. Un caso allucinante come quello della vicenda AMIA dovrebbe andare nelle cronache nazionali. Io l’ho segnalato tempo fa a Report.

    10. L’art. 141, comma 1, lettera a), prevede che “i consigli comunali e provinciali vengano sciolti con d.P.R., su proposta del Ministro dell’interno:
      a) quando compiano atti contrari alla Costituzione o per gravi e persistenti violazioni di legge, nonché per gravi motivi di ordine pubblico.”
      Sinceramente non mi pare integrato nessuno dei tre requisiti (alternativi tra loro) richiesti dal decreto legislativo in questione.
      La mancata presentazione di una querela contro gli ex vertici Amia non è una violazione di legge o un attentato alla Costituzione ma solo una (censurabilissima eppure legittima) scelta assunta dal sindaco. Per chi voglia documentarsi ulteriormente, rimando al thread “SOS Amia”.
      Tuttavia, bene hanno fatto questi deputati a sollevare la “questione Palermo” all’attenzione nazionale e a obbligare il PDL ad una discussione pubblica in Parlamento sullo sfacelo in cui versa la città e sulla (ormai acclarata) inadeguatezza del sindaco a svolgere pienamente il suo ruolo. Almeno vedremo fino in fondo quanto e se i vertici del PDL vogliano ancora difendere Cammarata, mettendoci la loro faccia. Analogamente, vedremo se alle dichiarazioni infuocate di alcuni esponenti della Lega sul sindaco di Palermo (v. articolo di Stella sul dissesto AMIA apparso sul Corriere della Sera) seguiranno voti contrari oppure no.
      Saluti

    11. Dato che si sconosce la storia sarò più esplicito. Tra la metà degli anni ’80 e gli inizi degli anni ’90 Orlando individua gli strumenti legislativi predisposti in ambito europeo, nazionale e poi regionale per la formazione dei disoccupati (oltre il 20% della popolazione attiva) e favorisce la creazione di cooperative di servizi e i contratti con lsu pip etc con il nobile obiettivo di “sottrarre braccia alla mafia” e quello pmeno nobile ancorché legittimo di consolidare il proprio consenso politico. Tali strumenti legislativi non fanno gravare i costi sull’ente locale bensì sull’amministrazione regionale e attraverso essa sulla UE ma prevedono che gli impieghi siano a tempo determinato, diventano paradefinitivi non per colpa di Orlando o delle leggi in sé e per sé quanto per ragioni socioeonomiche e politiche, cioè la mancata crescita economica della Sicilia, ragion per cui il consenso catturato in virtù degli strumenti legislativi messi in atto per favorire temporaneamente l’impiego dei disoccupati non si libera nel gioco economico ma diviene allo stesso tempo ostaggio e padrone della politica locale.

      http://www.comune.palermo.it/lsu/index.html

    12. Mi sa che tutta questa politica CONTRO gli si rivolterà CONTRO!
      Le sonore legnate prese facendo politica CONTRO Berlusconi non hanno insegnato niente a nessuno, o forse sono troppo tronfi per imparare qualcosa, che si sà, quelli di sinistra sono piu…piu… PIU! Ecco!
      🙂

    13. e per la centomilesima volta ritorna il tema dei precari del comune di palermo assunti dall’amministrazione orlando… bene, una volta per tutte il sindaco si decida e dichiari pubblicamente che quei precari sono stati per anni solo un danno per la città di palermo e che quindi è sua intenzione disfarsene!

    14. @ federico: secondo me non si puo’!

    15. Non si può perchè c’è una legge della regione che obbliga ad assumerli.

    16. @manuel fantoni
      Cosa non si può? Dichiarare pubblicamente che sono un peso per l’amministrazione e un danno per la loro città invece di allettarli con un’eterna speranza di stabilizzazione? Oppure non si può mandarli tutti a casa?
      @Calò
      Sai dirmi di quale legge si tratta? E poi, se centinaia di migliaia di lavoratori vengono oggi mandati a casa perché le aziende non hanno più bisogno di loro, perchè mai lo stesso non dovrebbe avvenire nella pubblica amministrazione che presto non avrà più i soldi per pagare quelli indispensabili?

    17. Dopo una frettolosa interlocuzione governo-opposizione(?) in un’aula smivuota,verrà confermato che Palermo è cool,come il sindaco.

    18. @Federico
      Non mi ricordo quale legge è, però mi sembra di ricordare che gli lsu devono essere assunti per forza. Posso anche sbagliarmi, ma ricordo che fosse così.

    19. @calò
      Inutile citare una legge che non si ricorda. Una legge è tale perché tutti la possano appunto “leggere”. Questa è la differenza tra un discorso e una chiacchiera.

    20. @Federico, ho detto che posso anche sbagliarmi.

    21. @ federico: Ho cercato di fare una ricerca ma mi sono perso in rivoli di leggi che ad un certo punto non ho capito nulla.
      Devo dire che MI SEMBRA di aver capito che i LSU non sono solo (dovrebbero) coloro delle ex cooperative ma anche, p.e. i lavoratori in cassa integrazione e che. per questo motivo, una volta utilizzati per un certo periodo non si puo non assume in quanto in pratica sdiventano precari da stabiizzare.
      Se qualcuno puo fare chiarezza, .. benvenuto!

      “Dichiarare pubblicamente che sono un peso per l’amministrazione e un danno per la loro città invece di allettarli con un’eterna speranza di stabilizzazione? Oppure non si può mandarli tutti a casa?”. Solo loro? (ci su na puoco di impiegati NON LSU che fusse cosa di impiccicare al muro!)

    22. Nel frattempo nella sede dell’AMIA c’è andata in visita inaspettata la GUARDIA DI FINANZA (chi ddici?)

      :-O

    23. Quando mai la Finanza avverte prima?

    24. Werner, ahahahhh!
      Ero sarcastica, infatti.

    25. Nessuno al mondo puo negare che Orlando e stato l’unico sindaco di Palermo che e riuscito a far riattivare la citta! Aldilà di qualsiasi discorso e stato l’unico che dopo decenni di buoi e riuscito a far tornare un po di colore, adesso il nulla piu totale, l’intento di questa amministrazione e quello di far silenzio e fa scomparire tutto! tra qualche mese palermo nn sarà neanche nelle cartine geografiche! vergognamoci con il nostro comportamento stiamo affendendo noi stessi e la nostra città millenaria!

    26. riattivare la città???orlando??? io dico che forse dopo orlando e cammarata ora ci meritiamo un sindaco bravo, è arrivato il nostro turno.

    27. Gaetano, non farmi ridere… Orlando? ti sei dimenticato la sua seconda legislatura? Lo hai perdonato? Tutta la città lo inseguiva, non funzionava nulla e lui se ne fregava allegramente!
      E poi i meriti? Io, ogni volta che passo da piazza Politeama dedico un pensierino ad Orlando: 4 miliardi buttati per una cementificazione a tappeto, 4 tombelle coi fiorellini di campo e tante lucine da calpestare e turare con le chewingum. Ma fammi il piacere!

    28. Vorrei capire perchè chi parteggia per la sinistra continua a ripetere Orlando. State tranquilli che se candiderete Orlando alle elezioni comunali, continuerete a perdere miserevolmente. Fatevi dare una lezione dal vostro candidato al comune di Firenze

    29. @Numeroprimo
      …ma noi siamo tranquilli e sappiamo che continueremo a perdere in questa città di mascalzoni e di ladri…

    30. La vita di ciascuno è una parabola e nessuno è esente da errori, ragion per cui non credo che Orlando sia la persona adatta in questo periodo storico, lo è stato ma non lo è più. Ciò non toglie che addossare le colpe dello stato in cui versa la città a Orlando sia quanto meno … come dire … bizzarro. Questa compagine governa da più di 8 anni.

    31. …e comunque molto meglio perdere le elezioni che perdere la dignità nell’essere responsabili di aver affidato la città a chi l’ha ridotta in questo miserevole stato…

    32. SITI TUTTI M’IRIUSI W GLI LSU

    33. Gli LSU talmente non serviamo ke quando dovevamo fare un concorso in 1600 ce lo hanno fatto fare di sabato perchè altrimenti molti uffici potevano chiudere e col cavolo ke in quel giorno l’utenza sarebbe stata accolta con la gentilezza e la professionalità ke abbiamo noi giovani non i vecchi stantii e a volte sgarbati impiegati ke non sanno neanche accenderlo un computer figuriamoci usarlo, kiamano il tecnico per ogni fesseria…ki parla ignorando la realtà degli LSU stia zitto o non generalizzi…grazie
      Sono fiera di avere portato e con me tanti colleghi sottopagati, una ventata di professionalità e competenza nella P.A. altrimenti povera Amministrazione!!!

    34. @LSU
      Allora dobbiamo concludere che aveva ragione Orlando quando assunse i precari al Comune di palermo e ha torto Cammarata quando dice che l’unico vero problema della città è l’avere ereditato questo esercito, di cui l’amministrazione non solo non ha bisogno, ma che è la causa dei suoi spaventosi e irrisolvibili buchi di bilancio… Aspettiamo dal sindaco una risposta chiara! (possibilmente non in periodo elettorale)

    35. in effetti ci sono molti impiegati NON LSU (nel vero senso della parola nlsu) che fanno cadere le braccia!

    36. Ci sono dei bravissimi lavoratori LSU ma sono pochi, il 15%, il resto o hanno l’attività primaria di fruttivendolo, pescivendolo, muratore, idraulico e altre, abusive ed in nero o altre attività……
      La loro presenza di questi negli uffici è fulminea, solo per timbrare e per i più furbi comunicare la loro reperibiltà

    37. …ma le firme che sono state raccolte per chiedere le dimissioni di Cammarata che fine hanno fatto?
      Qualcuno lo sa?

    38. @Maga Magò
      la raccolta di firme continua fino al 25 marzo… per informazioni e adesioni: dimissioni.cammarata@gmail.com

    39. Ma non si potrebbe portare cammarata a una vampa di san giuseppe e fargliela vedere “vicino vicino” ….
      Basta che dopo non torna orlando però..

    40. Palermo degradata e abbandonata peggio di cosi non potrebbe essere a casa Cammarata via basta non se ne puo piuuuuuuuuuuu.

    Lascia un commento (policy dei commenti)