domenica 24 giu
  • Condanne per 153 anni nel processo “Michelangelo”

    Sono state comminate pene per 153 anni di carcere agli imputati del processo Michelangelo che prende il nome da estorsioni a commercianti di via Michelangelo. Destinatari sono mafiosi delle famiglie di Altarello, della Noce e di Palermo centro.

    Le pene più lunghe sono state inflitte a Pietro Tumminia (condannato a 18 anni) e ad Antonio Di Martino, Domenico Di Giovanni e Giovanni Giordano (16 anni). È stato assolto il commerciante Daniele Riccobono, imputato di favoreggiamento per non avere indicato gli estorsori. Sono state riconosciute somme alle parti civili costituite.

    Le denunce contro il racket a Palermo sono in aumento.

    Palermo
  • Un commento a “Condanne per 153 anni nel processo “Michelangelo””

    1. Non posso che essere felice della notizia e non mi permetto di giudicare chi non se la sente di indicare i nomi, perchè prima lo stato deve dimostrare di saper proteggere i cittadini da questo tumore!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.