22°C
venerdì 19 lug

Archivio del 12 Agosto 2006

  • I pizzini del boss come esercizi

    Della mafia, purtroppo, tutti sanno qualcosa.
    Se il film di Coppola avesse sponsorizzato la nostra bella isola, raccontandone tutte le bellezze naturali, le opere d’arte, i paesaggi, il cibo ed i colori, sono sicuro che oggi saremmo meta per tutti i turisti del mondo.
    Invece, ogni volta che dico di essere siciliano o che abito in Sicilia, la prima lampadina che si accende nel mio interlocutore è MAFIA.

    Fino a quando riscontravo questa associazione nei miei viaggi in Europa… potevo anche capire ed accettare a malincuore che abbiamo questa fama… ma da circa un anno a questa parte, da quando sono in Asia, sono rimasto veramente sorpreso di riscontrare che la nostra “grande fama” ha quasi dell’innato nell’essere umano, è un dato di fatto… oggettivo, qualsiasi parte del mondo si vada, lo zucchero ti fa pensare al dolce, il rosso al sangue, la Sicilia alla mafia.
    Dopo aver vissuto a Seoul, in Corea del sud, ormai per più di 9 mesi, dopo aver visto che il popolo coreano è uno dei più isolati al mondo… a volte mi chiedo, come mai alcuni non sanno che Einstein era tedesco ma sanno che la Sicilia è un posto pericoloso, dove c’è questa maledetta mafia.

    Quando con i miei studenti si inizava a parlare di mafia, vedevo che loro erano cosi interessati che un bel giorno ho deciso di fare una bella lezione tutta sulla mafia. Continua »

    Ospiti
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram