16°C
venerdì 27 nov

Archivio del 14 Novembre 2006

  • 1 milione e 700mila euro per tre quartieri a rischio

    Ammonta a 1 milione e 700mila la somma stanziata per il progetto La sicurezza e la legalità destinato a interventi in tre quartieri a rischio: Borgo Nuovo, Brancaccio e San Filippo Neri. Apriranno due centri polifunzionali, di cui uno a Brancaccio in un immobile confiscato alla mafia, e verrà realizzata una stazione dei Carabinieri. Il progetto è sostenuto dal Comune di Palermo.

    Palermo
  • Racconti haitiani

    Se provate a cercare piccoli segnali di comunione di culture vi ritroverete con nulla in mano. Se provate a fare parallellismi o fantasiosi voli pindarici al fine di trovare un comune denominatore culturale, ambientale o umano, rimarrete delusi dall’esito finale. Tra Haiti e la Sicilia, malgrado entrambe siano terre del Sud, non vi sono luoghi comuni. Non il caldo, che qui è umido ed estremamente pesante. Non il cibo, che costruisce i suoi sapori grazie alle numerose spezie frutto di sapienti ed antiche coltivazioni degli Indiani Tainos. E finanche il comportamento sociale è ben diverso da quello nostro, facciamo entrambi parte dei popoli del Sud.
    Per un palermitano che vive nella provincia haitiana, i luoghi che frequento nella quotidianeità rappresentano spesso delle vere novità, da osservare con profondo interesse, senza provare a fartene una ragione. La prima regola che un bianco deve far sua, indipendentemente dal suo passaporto, è che ad Haiti nulla è come altrove. Inutile dunque cercare un filo conduttore, una logica di pensiero comune. Osservi e vivi. Nessun giudizio.
    Ciò non preclude il fatto che l’innata palermitaneità mi abbia comunque aiutato a gestirmi nel nuovo mondo – di nome e di fatto, in quanto Hispaniola, l’isola che oggi corrisponde alla Repubblica Dominicana e ad Haiti, fu il luogo dove sbarcò Cristoforo Colombo più di cinque secoli fa -, così come me la sono cavata negli altri paesi in cui ho passato gli anni della mia attuale carriera professionale. Continua »

    Ospiti
  • Slip in protesta

    Martedì 7 novembre, Viale delle Scienze, Palermo. Dopo una settimana, Azione Universitaria ci riprova ed ecco che davanti gli uffici delle segreterie centrali, tronfio, uno striscione fa mostra di sé palesando la contrarietà e il rifiuto alla Finanziaria del governo Prodi – Una finanziaria che ci sta lasciando in mutande. Questo l’accorato urlo di protesta dell’associazione studentesca palermitana che già lunedì scorso aveva inscenato un’altra manifestazione ma, essendo priva di autorizzazione, è stata costretta a battere ritirata.
    Non si perdono d’animo però e così, tra gli sguardi divertiti degli studenti, la cittadella universitaria si trasforma in stenditoio open air per biancheria intima – slip nella fattispecie – ambosessi.
    Gli attivisti hanno distribuito volantini informativi che spiegano le ragioni della protesta (e menomale che qualcuno protesta visto che quest’anno nessuno dei rettori ha minacciato di dimettersi come gli anni precedenti…) . In primo luogo il taglio (io lo chiamerei squarcio o voragine) di 200 milioni di euro relativo ai servizi allo studente; dalle borse di studio per i più svantaggiati, ai fondi per i pensionati, lo sport, i trasporti etc… Continua »

    Ospiti
  • “Siciliane” allo Steri

    Oggi alle 16:30 a palazzo Steri (piazza Marina, 61) Marina D’Amelia presenta Siciliane, dizionario bibliografico a cura di Marinella Fiume. Con le sue 333 voci il dizionario illustra il contributo delle donne alla storia medievale, moderna e contemporanea della Sicilia. Intervengono Maria Concetta Di Natale, Giovanna Fiume, Salvatore Fodale e Tommaso Romano.

    “Siciliane”

    Palermo, Sicilia
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram