13°C
domenica 24 gen

Archivio del 7 Dicembre 2006

  • 8 dicembre

    Sta per arrivare. Le prime avvisaglie si fanno sentire. Vedete le luminarie? Le vetrine lussureggianti, anche se sono quelle di un supermercato, che invogliano ad entrare, a comprare, ad affrettarsi perché…è già Natale. Non voglio presentare la solita pappardella sul Natale, ma voglio analizzare insieme a voi le dinamiche “palermitanesche” sugli affaccendamenti pre-natalizi.
    Prima questione fondamentale da affrontare e che arriva puntuale, inesorabile e acida come uno yogurt andato a male: le feste dove le passiamo?
    Natale dai tuoi, capodanno dai miei? E l’8? E la vigilia dell’8? E la vigilia del 25? E l’antivigilia? Roba da comprare un palmare per segnare tutti gli appuntamenti che sicuramente sfuggiranno.
    Cerchiamo allora di fare un vademecum per sopravvivere alle feste, ma non come quello che si legge in ogni rivista in edicola in questo fatidico mese dicembrino che sia “Caccia&Pesca”, “Ricamo facile” o “Io in cucina”, in questo momento tutti parlano delle feste, ma a Palermo si sa…è tutta un’altra storia. Continua »

    Palermo
  • Aiamola e la torre di Mondello

    Torre di avvistamento della piazza di Mondello

    Ha un qualcosa di “esortativo” il termine “aiamola” che, poco più di un anno fa, una decina di professionisti palermitani (tra cui il sottoscritto) hanno scelto per dar vita ad una associazione che si propone di recuperare un pezzo della storia di Mondello quale è la torre di avvistamento della sua piazza: “aMiamola”, facciamo qualcosa di personale e concreto per la nostra città, attraverso le nostre competenze professionali! È stato questo lo spirito con cui è nata l’Associazione “Aiamola”, come una scommessa per adulti socialmente responsabili e consapevoli che i “fatti” costituiscono l’argomento più convincente per aggregare altri. Continua »

    Ospiti
  • Ambrogio vs. Rosalia

    Oggi è S.Ambrogio! Milano è in festa. Ieri la città era tutta un brulichio di trolley e ventiquattr’ore; gli uffici si sono svuotati, la città si è svuotata, perché è arrivato il lungo ponte milanese. Torna, come ogni anno, il mercato degli “Obei Obei”, in cui si riuniscono tutti quelli che non hanno lasciato la città per il weekend. In realtà questo mercatino, che pare un tempo vendesse solo roba locale, adesso si è trasformato in una qualunque festa dell’Unità piena di gazebo, braccialetti portafortuna e cover suonate con lo zufolo delle Ande. C’è anche “Il Padrino”, non quello vero e neanche Marlon Brando, ma una società di “catering ambulante” che così si è battezzata. Il Padrino ferma i suoi lunghi camion neri ed inizia a vendere specialità siciliane, soprattutto dolciumi. Sulla fiancata dei lugubri e funerei mezzi leggi le sedi “mobili” della ditta, New York, Roma e Palermo. Sarà, ma io a Palermo questo “Padrino” non l’ho mai visto ed i suoi dolci non hanno neanche il gusto siciliano che ti aspetteresti di assaporare. La sede naturale degli Obei Obei è subito fuori la chiesa di S.Ambrogio; quest’anno, però, l’hanno sistemato intorno al Castello Sforzesco perché a S.Ambrogio stanno costruendo un maxiparcheggio sotterraneo. Continua »

    Cassate da Milano
  • “Porte” di Aronica all’Agricantus

    Inaugura oggi alle 19:00 e rimarrà aperta fino al 28 dicembre all’Agricantus (via XX settembre, 82/a) Porte, la mostra fotografica di Domenico Aronica.

    Le porte sono la metafora del centro storico di Palermo e delle sue storie, fotografate da Aronica proprio nelle vie più interne della città.

    “Porte”

    Palermo
  • “E-mood” a palazzo Asmundo

    Inizia oggi E-mood, un ciclo di attività culturali a palazzo Asmundo (via P. Novelli, 3) che da il via al restyling d’immagine di questo luogo. Stasera e per altre quattro serate (15, 21 e 29 dicembre) si svolgeranno eventi legati al mondo delle arti visive e multimediali, plastiche e figurative, coniugate a performance musicali e teatrali. Oggi dalle 19:30 sarà possibile visionare la mostra di fotografia di Giuseppina Filizzola, quella di sculture di Emanuela Fai e assistere alla video installazione di Ester Sparatore. Ingresso gratuito.

    L’iniziativa è il progetto conclusivo del corso di formazione per “Esperte in Comunicazione Museale”, organizzato dalla Server snc e dall’associazione Amici dei Musei Siciliani.

    “E-mood”

    Palermo
  • “Wintercase” al Blow up con gli Italoboyz

    Domani torna il festival di musica elettronica Wintercase – Happy clubbing for happy people! al Blow up (piazza S. Anna). Suoneranno gli ItaloBoyz, duo che opera soprattutto a Londra e che è stato chiamato da Piero Gazzarini a musicare le sfilate in passerella durante la settimana della moda a Milano. L’apertura è affidata ai dj resident G-Blaster & The Advocate (IndipendanceSoundSystem) che suoneranno con Carlo Tarantino. Sono previste installazioni video di Filippo Messina e di Dario Basile. Ingresso gratuito entro le 22:30, dopo 5 euro.

    “Wintercase”

    Palermo
  • Nasce “A favorire”

    Viene distribuito oggi per la prima volta in 32.000 copie A favorire, iniziativa editoriale che utilizza le tovagliette mensa come veicolo coordinata da Andrea Gullotta. Sulla tovaglietta, che uscirà settimanalmente, troveranno spazio l’argomento principale della settimana, approfondimenti e piccole inchieste, la mafia e l’antimafia e le iniziative culturali.

    Oggi alle 19:00 ci sarà un aperitivo inaugurale al Lulù pub (via San Basilio, 37).

    Palermo
  • “Ricostruzione Futurista dell’Universo” allo Steri

    Oggi alle 17:30 viene inaugurata a palazzo Steri (piazza Marina, 61) la mostra Ricostruzione Futurista dell’Universo. Giacomo Balla – Fortunato Depero. Opere 1912-1933.

    Per la prima volta verrà esposto Tamburo per il Teatro dei Piccoli, uno studio sul teatro che Depero realizzò nel 1918. Altri pezzi forti della mostra sono il Pappagallo, civetta e uccello meccanico di Depero e Motivi di forme rumore di Giacomo Balla

    La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 5 gennaio 2007, dal martedì al sabato dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:30 e la domenica dalle 10:oo alle 14:00.

    “Ricostruzione Futurista dell’Universo. Giacomo Balla - Fortunato Depero. Opere 1912-1933”

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram