23°C
mercoledì 26 giu

Archivio del 2 Maggio 2007

  • “Toy Fashion Tour” al Teatro Massimo

    Oggi alle 18:00 viene inaugurata al Teatro Massimo la tappa italiana del Toy Fashion Tour, progetto del toy artist Felice Limosani giunto alla seconda edizione.

    Vengono esposti dieci “Toys” disegnati in esclusiva per ToysOnStage da dieci importanti stilisti (Roberto Cavalli, Giuseppe Zanotti, Alessandro Dell’Acqua, Lanvin, John Richmond, Yohji Yamamoto, Moncler, John Galliano, Emilio Pucci, Fiat) che verranno poi battuti all’asta su eBay a favore di Telethon.

    L’organizzazione della tappa palermitana è stata curata da Bernardo Tortorici di Raffadali in collaborazione con E-mood, atelier progettuale di eventi culturali ed artistici, coordinato dall’ architetto Cinzia Di Marco.

    Palermo
  • Maggio: nuovi autori

    Da oggi ci sono novità relative agli autori di Rosalio.

    Tre autori passano tra gli ospiti (Claudia Di Pasquale, Giovanni D’Acquisto e Dario Massara) e li ringraziamo per il loro contributo al blog.

    Tra le novità annunciamo con piacere il rientro di Lucio Luca (lo sportivo) che fa parte della prima compagine autoriale di Rosalio e che, smaltito un periodo di lavoro molto pesante, torna con noi. Gli altri autori in ingresso sono Donato Didonna (il consulente finanziario) che parlerà di attività economiche, impresa e sviluppo, Giuseppe Lo Bocchiaro (il vignettista) che con la sua matita rappresenterà Palermo, Alice Simonetti-Morrison (la viaggiatrice), palermitana giramondo che farà da tramite con altri luoghi e culture e Samuele Vassallo (il “nostalgico”) che rievocherà cose, persone e luoghi della città.

    Benvenuti ai nuovi autori e buona lettura!

    Rosalio
  • La dichiarazione

    Giuro che non ci capisco più niente! E, se continua con questo andazzo, resterò single o zitella o bizocca o quello che è a vita!
    Botta ri sale vero! Fino allo speed date ci siamo. Pazienza. Viviamo di corsa. Organizziamo incontri che durano, al massimo, tre minuti, per capire se chi ci sta di fronte è la persona della nostra via. A parte che uno non si capisce manco dopo vent’anni a volte…comunque, ci può stare, in una società in cui tutti vanno di fretta, tutti stressati, cronometriamo pure le emozioni, i sentimenti e bla bla bla. Ma ora nni livaru puru il piacere della parola! C’è un nuovo tipo d’incontro, si chiama: eyegazing. Sissignori. Stai i soliti tre minuti di fronte a uno che non hai mai visto e muta tu e mutu io, devi decidere se lasciargli il numero di telefono. Ora dico io: buttana di qua e di là, a parte che in Sicilia un simile approccio sarebbe difficile a realizzarsi, perché dopo i primi 30 secondi in cui incroci lo sguardo di un altro e quello insiste, scatta inevitabile la domanda “chi ci talii?” con tanto di mano a cuppitedda che fa avanti e indietro. A parte questo…che poesia va’…che romanticismo…
    È questo tipo di notizie a farmi sentire un po’ vecchia e inadeguata…
    Quando andavo alle scuole medie io, si usava un tipo di approccio, forse un poco tascio, d’accordo, ma che regalava batticuori che, raramente, mi è capitato di provare poi nella vita adulta: c’era la cosiddetta: DICHIARAZIONE. Continua »

    Palermo
  • Bordello

    Lettori tutti! Non ho più voglia di scrivere perché non voglio più guardare l’obbrobrio. Molti di voi trovano Palermo impagabile, forse è vero, ma io pur essendo un inguaribile ottimista vedo il bicchiere mezzo vuoto. Mi sono stancato, sono disgustato, la mia coscienza vuole andare in pensione ma non può e perciò per sopravvivere vuole diventare cieca, sorda e muta. Vuole altro, la mia coscienza, vuole orizzonti più limpidi e silenzi più consistenti ancorché non permanenti. Qui c’è bordello, per dirla alla maniera del sommo Dante.

    Palermo
  • I cassonetti sempre aperti

    Da qualche tempo la mattina quando mi reco in ufficio il paesaggio urbano è cambiato. Le solite strade, i soliti palazzi, il solito traffico, ma qualcosa mi è arrivato in faccia inconsapevolmente: i nuovi cassonetti, che dopo anni l’amministrazione comunale di Palermo ha posizionato per strada, risultano sempre aperti. Mi spiego meglio: le aperture dei cassonetti, di tutti i cassonetti, risultano bloccate con dei pezzi di legno o di bottiglie o di qualsiasi oggetto adatto allo scopo.
    La cosa mi ha lasciato perplesso. Mi sono detto: forse qualcuno ha pensato di tenerli aperti per aumentarne la capacità? O forse questa è una nuova forma d’arte? O forse qualche mio vicino di quartiere ha pensato bene che tenendo i cassonetti aperti si poteva buttare più facilmente la spazzatura lanciando il sacchetto dal finestrino della macchina in corsa, senza scendere dalla macchina, naturalmente con un bel risparmio di tempo? E poi, sicuramente, non ci sarebbe stato nessun contatto con quella cosa schifosa e sudicia che si chiama cassonetto. Molti pensieri mi affollarono la mente. Continua »

    Ospiti
  • ZTL in via Sant’Agostino

    La Giunta comunale ha dato il via libera all’istituzione di una zona a traffico limitato in via Sant’Agostino, nel tratto compreso tra via Maqueda e le vie Raimondo e dello Spirito Santo. Il provvedimento ha l’obiettivo di tutelare i commercianti della zona, i residenti, i pedoni ed i numerosi turisti che quotidianamente affollano il mercato storico allestito nella zona.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram