15°C
martedì 19 nov

Archivio del 30 Aprile 2008

  • Contro l’esodo dei ventimila a Roma

    Cari Rosaliani, io vi scrivo per chiedervi cosa ne pensate di quello che sta succedendo a Roma e in Italia. Vi scrivo per capire se per voi è importante il tema sicurezza come lo è nelle altre città italiane, in relazione agli stranieri. Vi dico subito per chiarezza che penso che il tipo di campagna che si sta facendo in questi giorni è per me segno del più tetro e violento fascismo. E che penso questa cosa non in relazione alla dialettica fra destra e sinistra ma in assoluto, ovvero in relazione al modo in cui si guarda ai problemi dell’integrazione e a quelli della diversità. Criminalizzando integrazione e diversità. Questa cosa capirete bene non può andar giù al “comunicatore” del vostro blog, perché la comunicazione inizia proprio dalla diversità, è un modo, se volete, prezioso di porsi di fronte alla diversità. Continua »

    Palermo
  • A pranzo in centro città

    Mi capita spesso di pranzare in centro città (nella zona più “business” dalle parti dei “Quattro canti di città campagna”, l’incrocio tra via Ruggero Settimo e via Mariano Stabile) e volevo condividere con voi (ma anche con eventuali turisti e palermitani di passaggio) alcuni posti dove mi capita di andare. Mi piacerebbe sentire anche le vostre dritte nei commenti.

    La mia ossessione si chiama Hello pizza (via principe di Granatelli, 49). Già dalla prima mattinata comincio a pensare con l’acquolina alla pizze a taglio che la riccia Monica mi porgerà. 😛 Le pizze sono tutte buone ma si distingue la quattro formaggi e la margherita col salamino. La via è molto tranquilla ed è possibile pranzare fuori ai tavoli. Spero che leggendo questo post (che stamperò e porterò con me) mi facciano un abbonamento vitalizio! 😛 I just can’t get enough.

    L’alternativa per eccellenza è il gelato di Oriol (piazzale Ungheria, 6) sotto ai portici. I gusti frutta del maestro Gaspare Martinez sono particolarmente buoni e, malgrado l’affluenza, il servizio è in genere abbastanza veloce. Fresco. Continua »

    Palermo
  • Renato Schifani, palermitano, è presidente del Senato

    Renato Schifani

    Renato Schifani, 57 anni, palermitano, eletto nelle fila del Popolo della Libertà, è il nuovo presidente del Senato.

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha così commentato: «L’elezione di Renato Schifani alla carica prestigiosa ed importante di presidente del Senato ci riempie, da palermitani, di orgoglio e segna il riconoscimento di una carriera politica ed istituzionale contraddistinta, non solo dal rispetto delle istituzioni e dalla passione politica, ma anche dall’amore per la nostra terra, che si sono manifestati in maniera evidente già con il discorso di insediamento».

    Schifani è stato eletto ieri con 178 voti.

    Palermo
  • Caro Rosalio

    Caro Rosalio,
    tra qualche settimana torno a Palermo dopo la prima parte della mia esperienza da studentessa milanese. Sono partita con il bicchiere mezzo vuoto e tanti stereotipi nel sacco ma adesso il bicchiere è mezzo pieno e quel sacco si è in parte svuotato. Con grande meraviglia ho scoperto che Milano non è quella città grigia, caotica, triste e distante di cui molti mi dicevano. Sì, è vero, piove molto spesso, ma è una città abituata alla pioggia sicché ogni attività si riesce a svolgere senza problemi se ti ricordi di portare l’ombrello (e se impari ad usarlo). Io l’ombrello l’ho sempre considerato un optional ma qui è un accessorio indispensabile e quotidiano, te ne accorgi da come lo destreggiano abilmente. È un apri e chiudi continuo: sei in strada e lo apri, arrivi nel sottopassaggio e lo chiudi, esci e lo riapri, sali sul tram e lo chiudi. Milano sotto la pioggia è affascinante, personalmente trovo molto rilassante stare seduta dentro il Duomo quando fuori piove, se ci si concentra bene sembra di ascoltare il mare come da una conchiglia. Continua »

    Ospiti
  • “Donne!” al Nuovo Montevergini

    Stasera alle 21:15 andrà in scena al Nuovo Montevergini (piazza Montevergini), nell’ambito di Anteprima (vera), Donne!, atto finale del laboratorio- spettacolo per giovani attrici e aspiranti attrici.

    “Anteprima (vera)”

    Le ragazze offriranno una esilarante e variegata galleria di ritratti diametralmente opposti agli stereotipi delle serie tv sulle casalinghe inquiete e le single eternamente insoddisfatte. Da In her shoes prendono la parola la fidanzata, la sentimentale, la santa, la tossica, la moglie, l’ottimista, la reginetta di bellezza, la madre, la realista, la cacciatrice, tutte alle prese con confessioni autoironiche e idiosincrasie da gabbie comportamentali troppo strette. In Baggage sfilano, ciascuna accompagnata dalla propria valigia, la first lady, la venditrice arrogante, la sorella, l’ecologista, la romantica, la cervellotica, la ninfomane, la star, la cinica e via dicendo.

    I monologhi sono di Gloria Calderon Kellett. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

    Palermo
  • I love Sicilia: cilici e contenti

    È in edicola il nuovo numero di I love Sicilia, mensile di stili, tendenze e consumi in Sicilia.

    I love Sicilia di aprile

    Si parla dell’Opus Dei con la mappa dei volti più illustri della prelatura in Sicilia e una testimonianza della vita alla residenza Segesta.

    In questo numero anche un ampio servizio fotografico con gli scatti di Tony Gentile, il fotoreporter palermitano autore della celebre foto che ritrae Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sorridenti, la storia di padre Luigi Giacchetto, il sacerdote agrigentino che da anni è il telecronista delle partite dell’Akragas e il tradizionale appuntamento con Carissimo fratello Salvatore di Daniele Billitteri, alle prese in questo numero con lo “zucchero alto”, e Game over di Davide Enia, che traccia l’emozionante ritratto di un singolare personaggio palermitano.

    Nel numero c’è anche una sezione di Perizona realizzata in collaborazione con Rosalio.

    Rosalio, Sicilia
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram