26°C
sabato 18 set

Archivio del 10 Giugno 2008

  • Ridi pagliaccio

    Un reato ogni 10 minuti.
    Uno sciopero al giorno.
    Il ritorno imperioso e strafottente dell’eroina.
    Lo sperpero di soldi pubblici in eventi insensati, sdradicati dal territorio, con consulenze strapagate ad minchiam.
    E poi: nessun progetto che abbia avuto una continuità (vedi l’aborto di Kals’art), nessuna strategia di miglioria della cosa pubblica e della sua gestione, nessun investimento sul rilancio dell’immagine, nessun progetto sulle infrastrutture realmente necessarie (potenziamento di metropolitana, innesto sul tessuto urbano di tram elettrici, collegamenti con le altre zone dell’isola, comprendere che Palermo è una città di mare e agire di conseguenza).
    Nessuna idea di modernità nella gestione delle finanze pubbliche, nell’ideazione di viabilità alternative, nel dialogo con i cittadini.
    E ancora: una città sporca e incattivita come negli anni ’80, e gli scippi come unico vero spettacolo di folklore del centro storico, e gli aumenti delle tariffe del biglietto dell’autobus, e una ZTL che non ha pari in tutta Europa per costo, per inadeguatezza e per insensatezza, e la munnìzza che sempre di più troneggia dappertutto.
    E ancora: l’assenza del Sindaco e dei suoi Assessori dal midollo della città come unico, indiscutibile tratto connotativo di questa Giunta.
    Un vuoto istituzionale in una città lacera, violenta ed ignorante che urla di vergogna e miseria.

    Ci vuole davvero così tanto dopo sei anni di governo (e di relazione diretta con Provincia e Regione) per ammettere, in uno slancio di onestà e amor proprio, che Palermo -semplicemente- è amministrata MALE?

    Palermo
  • Misteri palermitani

    Sono quasi dieci anni che abito a Palermo e sin dall’inizio la città mi ha suscitato molti perché sui quali di volta in volta gli amici autoctoni hanno saputo darmi spiegazioni più o meno convincenti. Ora mi sento molto più integrata nella realtà del luogo, ma alcune domande restano senza risposta e chiedo dunque il vostro aiuto.

    Ad esempio:
    Perché in una mattina di cattivo tempo le serrande di un qualsiasi palazzo palermitano sono quasi tutte chiuse? È per il rumore, gli appartamenti sono disabitati, non vogliono essere guardati da vicini e passanti o sono tutti vampiri?
    Senza arrivare ai paesi nordici, dove il sole è considerato una benedizione e le serrande non sono contemplate fra gli elementi d’arredo, in nessuna delle altre città in cui ho vissuto mi è capitato di notare una tale predilezione per il buio pesto. E ripeto, non parlo del mezzogiorno di agosto, quando la cosa è comprensibile, ma di un giorno qualsiasi di poco sole fra le otto di mattina ed il tramonto. Passando davanti ad un palazzo di corso Calatafimi o di dove volete voi, alzate lo sguardo e ditemi se non è vero… Continua »

    Ospiti
  • 24 multe nel primo giorno con obbligo di pass per le Ztl

    Sono stati 181 i controlli effettuati e sono state elevate 24 multe nel primo giorno di obbligo di esposizione del pass che certifica il possesso dei requisiti prescritti per circolare nelle due zone a traffico limitato (dati alle ore 18:00 di ieri). I controlli sono stati svolti da 120 vigili divisi in due turni.

    Sono in funzione le telecamere in via Roma (piazza Giulio Cesare), in via Cavour (accanto a piazza XIII vittime), in via Libertà (angolo piazza Croci), in via Maqueda (nei pressi di via Ugo Antonio Amico), in corso Vittorio Emanuele (davanti a Porta Felice) e in via Porto Salvo (Cala).

    Palermo
  • “Camurrìa!” a Londra

    Andrà in scena oggi alle 20:00 (ora locale) al Riverside Studios di Londra (Crisp Road, Hammersmith) lo spettacolo Camurrìa!.

    Il testo è stato commissionato da Mariano D’Amora per la prima edizione dell’Italian Theatre Season e si snoda tra italiano, inglese e palermitano. Camurrìa! è ideato, scritto ed interpretato da due palermitani: l’attore Marco Gambino e il performer sperimentale Ernesto Tomasini, con musiche originali di Mario Bajardi.

    Lo spettacolo sarà preceduto da un concerto del duo di fama internazionale Othon & Tomasini (Othon Matarags ed Ernesto Tomasini).

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram