martedì 16 ott
  • Attivo un nuovo binario sulla Palermo-Messina tra Pace del Mela e Rometta

    È attivo uno dei due nuovi binari sulla linea ferroviaria Palermo-Messinatra tra Pace del Mela e Rometta. Il tratto esistente verrà chiuso e a novembre sarà attivo il raddoppio.

    Il nuovo tratto aperto è lungo 8,1 chilometri (di cui il 41% in galleria), è stato costruito interamente su nuova sede a nord della linea esistente e sarà percorso a 150 Km/h (a regime potrà essere percorso fino a 180 Km/h).

    Palermo
  • 8 commenti a “Attivo un nuovo binario sulla Palermo-Messina tra Pace del Mela e Rometta”

    1. L’alta velocità in Sicilia! Ben 8,1 chilometri di ferrovia percorribili a 180 all’ora!

    2. è una micro bella notizia

    3. si potranno risparmiare ben 3 minuti su una tratta di quanto? 5 ore?

    4. Il risparmio è di circa 20min.
      Se ad oggi un Intercity riusciva a coprire l’intera tratta in circa 3h, adesso possiamo scendere al di sotto di questa soglia.
      Ancora meglio con i “rapidi” che saranno vicini alle 2,5h.
      Tempi comunque mortificanti
      @Josh71, I chilometri percorribili a 180km/h sono ben oltre 8.
      E comunque non si tratta di alta velocità

    5. meno 8, piano piano si sta completando il raddoppio. speriamo di vedere presto le E464 in servizio navetta al traino di convogli di 7-8 carrozze Vivalto tra palermo e messina.

    6. @Antony. La mia, ovviamente, era soltanto una battuta. L’alta velocità (che va sui 300 km l’ora) non arriverà mai in Sicilia, meglio che ce ne facciamo una ragione. Ci sono voluti anni di progetti, appalti, ricorsi, lavori veri e propri per ottenere qualche chilometro di doppio binario in cui poter superare i 150 km orari. Se anche di qui al 2020 (e sono davvero ottimista, dato che mancano persino i progetti esecutivi per alcune tratte) dovessero completare il raddoppio dell’intera Palermo-Messina otterremmo il risultato di percorrere il tragitto in un paio di ore, perché comunque ci sarebbero sempre fermate intermedie. Ma comunque, sarei già soddisfatto del risultato. Se poi facessero lavori simili anche sulla Palermo-Catania le ferrovie potrebbero iniziare a diventare un mezzo di trasporto utilizzabile anche in Sicilia. Ma ora non esageriamo con i sogni!

    7. Invece è il caso di esagerare con “i sogni”. Che si realizzano solo se mettiamo il pepe al c_._. ai politici. Ripeto, è una microscopica buona notizia. Il fatto è che accanto a questa ce n’è qualche altra non propriamente dello stesso tenore. Ci si chiede ancora che fine abbiano fatto i fondi per il raddoppio del tratto Cefalù – Castelbuono: c’erano e sono spariti. Chissà se Tremonti ne sa qualcosa… Chissà se, prima ancora, ne sanno qualcosa i tanti parlamentari siciliani che vanno a Roma solo per riscaldare il banco e il conto in banca!

    8. Grazie a voi di Rosalio perchè anzichè fare solo polemica sterile (come tanti), pubblicate anche le buone notizie, raccontandole per quello che sono.

      Per tutti i polemici: le cose vanno mediamente uno schifo (è palese), ma non sputate anche sulle buone notizie ed usatele anzi come stimolo per uscire dallo schifo !

      Marco

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.