sabato 20 ott
  • Salva AltroQuando

    Salva AltroQuando

    Lunedì 7 giugno, esattamente una settimana fa, la libreria AltroQuando di Palermo ha lanciato un allarme e un appello. Lo ha fatto attraverso le parole di Salvatore Rizzuto Adelfio, sulle pagine del blog Saideide).
    L’allarme si può così sintetizzare: AltroQuando rischia di chiudere, a causa di un calo notevole nelle vendite.
    Altroquando, per chi non la conoscesse, è la fumetteria di corso Vittorio Emanuele, 143, che per prima dagli inizi degli anni ’90 ha diffuso il fumetto (nelle sue molteplici sfaccettature) a Palermo e ha contribuito a costruire la cultura visiva e letteraria di una generazione di lettori. Il mio stesso percorso di disegnatore e, oggi, di vignettista su Rosalio e su I Love Sicilia è debitore di questa splendida esperienza.
    L’appello è stato rivolto a tutti quelli che hanno a cuore l’esistenza di un luogo che è stato ed è ossigeno per la mente e veicolo di messaggi di libertà (in prima istanza contro l’omofobia).
    Grazie a Facebook e al tam tam che solo un social network poteva permettere in poche ore decine di persone si sono organizzate e mobilitate per provare a scongiurare il tragico evento, diffondendo la notizia il più possibile. Molti disegnatori e autori, fra i quali Leo Ortolani, Makkox, Sergio Algozzino, Emiliano Santalucia, Claudio Stassi, Roberto Di Salvo, Enza Fontana (e, immeritatamente, il sottoscritto) hanno messo a disposizione i loro disegni, le loro tavole per un’asta, intitolata Salva AltroQuando, salva il mondo (titolo citazionista, opera di Fabio Butera) che si è poi svolta sabato 12 giugno presso l’associazione Malaussène con risultati positivi. Molti disegni, infine, sono ancora disponibili per essere acquistati e contribuire così alla causa.
    L’allarme non è ancora rientrato e AltroQuando ha bisogno di tutti quelli che sentono che senza di esso a Palermo mancherebbe un luogo di espressione e di cultura. Anche la decisione di andare a comprare il semplice quotidiano presso la fumetteria può essere di notevole aiuto, perciò mi rivolgo a tutti voi. Salviamo AltroQuando. Facciamolo per questa città.

    Palermo
  • 10 commenti a “Salva AltroQuando”

    1. Ringrazio tutti coloro, Giuseppe e certamente fra questi, che stanno danno un aiuto notevole affinchè AltroQuando possa continuare la sua avventura.
      Salva AltroQuando salva il mondo

    2. Non vorrei fare il gufo, ma quando un’attività entra in crisi per calo delle vendite più che per altri motivi, è segno che sta uscendo fuori dal mercato, inteso come domanda-offerta.
      In questi casi la soluzione è l’investimento a fini di riposizionamento, per cercare di rientrare nel flusso economico.
      Ma un’attività di vendita fumetti come la riposizioni?
      Su questo dovrebbero concentrare i loro sforzi i valorosi e volenterosi supporters di Altroquando.

    3. Forse dovrebbe riposizionarsi più strategicamente rispetto al bacino d’utenza. Intendo dire in centro(!), anche questo fatto conferma come il CS non ce la fa ad assolvere la sua funzione di centro città, per svariati motivi.

    4. io lo sapevo che con l’orario non mi trovavo, e così sabato sera non sono riuscito a partecipare all’asta, ma .. per curiosità, a quanto si è aggiudicata la tavola di LoBo? a me interessava.
      @ Salvatore R.A. aspettami vengo presto, ho bisogno di un paio di fummetti per me e qualcosa pè i picciriddi.

    5. Della vendita non me ne sono occupato direttamente. Quindi non so rispondere. Di LoBo comunque abbiamo altre tavola. Tutte le tavole rimaste non solo di LoBo verrano messe sulla pagina fb fra qualche giorno.
      http://www.facebook.com/album.php?profile=1&id=1512192354#!/pages/Salviamo-Altroquando/125702417463311?ref=ts

    6. Mi dispiace leggere della chiusura. Certo, però, che il trovare puzza di fumo/sigarette accese dentro il negozio quasi ogni qualvolta che entravo, quantomeno per me non ha affatto giovato al frequentare il negozio.

    7. Chiedo scusa per il fumo. Cercherò di fumare fuori. Ma un consiglio: io vivo alla Vucciria seppellita dalla munnizza e con i vicoli con un odore penetrante di piscio e stalla. Chi chiederà scusa ai molti turisti che la pensano proprio come te pensano che non giovi girare per questa città?

    8. Compro fumetti regolarmente da Altroquando da quando era nel negozio più piccolo più avanti verso via Roma…15 anni!
      Forza ragazzi, tenete duro.

    9. Non ci vado dai tempi dell’università. Domani sarò lì..

    10. AltroQuando chiude? Finalmente!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.