mercoledì 24 ott
  • 30 anni fa la strage di Ustica

    DC9 Ustica

    30 anni fa un DC9 dell’Itavia proveniente da Bologna si squarciò e precipitò in mare al largo di Ustica. Non è ancora chiara la dinamica e si è parlato più volte di una bomba o di un missile che avrebbe potuto causare la strage.

    Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha trattato l’argomento nei giorni scorsi: «Le indagini svolte e i processi sin qui celebrati non hanno consentito di fare luce sulla dinamica del drammatico evento e di individuarne i responsabili». La Francia si è mostrata disposta a collaborare alle indagini e il sottosegretario Carlo Giovanardi ha confermato l’ipotesi della bomba a bordo mentre Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco di Palermo Vito, ha raccontato un episodio che confermerebbe una presunta responsabilità francese.

    Alle 21:10 andrà in onda su LA7 lo speciale Ustica, per colpa di chi? del programma In onda condotto da Luisella Costamagna e Luca Telese sull’argomento.

    Palermo
  • 9 commenti a “30 anni fa la strage di Ustica”

    1. Sono stufato di palare SEMPRE dei rifiuti in Sicilia! Abbiamo anche il sole, il mare, la libertà, le più belle donne qui, secondo me e come loro dicono in America, una zona tax-free.

    2. pero’ potresti andare a spalare un po’ di rifiuti
      invece di rilasciare questo commento che
      agli occhi di chi a Ustica ha perso anche 2 bambine
      e’ una profanazione demenziale.

    3. Pappo ti invito a rimanere in tema. Grazie.

    4. Vi invito a guardare l’allestimento di Boltanski al museo della memoria di Ustica che si trova fuori Bologna.

      http://www.youtube.com/watch?v=q-gicXyQzwc

    5. Io c’ho perso due parenti. Erano fratello e sorella. La madre distrutta dopo la strage non ha avuto più il coraggio di comprare altri calendari dopo quello del 1980, segnando in cerchio rosso la data della strage.
      Ricordo che le chiesi il perché di questo e lei mi disse: “Continuerò a prenderne uno aggiornato solo quando avrò giustizia, allora sì che ricomincerò a credere ancora nel futuro”.
      Da quel che so il vecchio calendario è rimasto ancora lì

    6. Piera ha perso il padre… ricordo che ne era innamorata… la penso sempre………

    7. grazie per il link, Boltanski è un genio assoluto

    8. Ho seguito in parte la trasmissione su La7; penso che De Michelis, tra le righe e i (finti) silenzi abbia chiaramente lasciato intendere la verità: un clima di guerra fredda in cui l’Italia era da una “parte” e s’è dovuta “accollare” quello che è successo a seguito di una battaglia aerea. Tutto coperto dal segreto e dalla “ragion di Stato”.
      Solidarietà sempre alle famiglie delle vittime, io ero una bambina quando è accaduto (dopo pochi mesi la strage di Bologna) ma ne conservo il ricordo nitido.

    9. su Ustica la questione fondamentale,
      visto che non si riesce a stabilire cosa sia successo,rimane quella dell’indennizzo
      ai familiari,argomento di cui poco si sa.
      .
      Premesso che non c’e’ ammontare di indennizzo
      sufficiente a ripagare la perdita di una vita umana
      a carico di chi ed
      in che misura ed ancora
      in base a che cosa
      si procede ai risarcimnenti?
      Sono avvenuti o sono da definire?
      .
      Un Bambino che avrebbe avuto ancora settantanni di vita davanti a se,va risarcito quanto una persona di settantanni?
      .
      La Compagnia aerea falli’ a seguito di questo incidente.
      Suppongo che nessuno abbia risarcito i suoi azionisti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.