mercoledì 19 set
  • Totò Riina sulla “trattativa”: “Sono venuti loro da me”

    Salvatore Riina

    Il boss mafioso Salvatore Riina durante uno spostamento in carcere avrebbe parlato alle guardie della presunta trattativa tra Stato e Cosa nostra dicendo: «Io non cercavo nessuno, erano loro che cercavano me».

    Sul suo arresto ha detto: «Mi hanno fatto arrestare Provenzano e Ciancimino».

    E sulle stragi di mafia: «Il pentito Giovanni Brusca non ha fatto tutto da solo, c’è la mano dei servizi segreti. La stessa cosa vale anche per l’agenda rossa. Ha visto cosa hanno fatto? Perché non vanno da quello che aveva in mano la borsa e si fanno consegnare l’agenda. In via D’Amelio c’erano i servizi».

    Palermo, Sicilia
  • 2 commenti a “Totò Riina sulla “trattativa”: “Sono venuti loro da me””

    1. E se lo dice lui….

    2. Sono passati esattamente 20 anni, sarebbe ora che Riina per “pulirsi” la coscienza prima di lasciare questo mondo dica la verità sulla trattativa stato-mafia e sulle stragi di Capaci e Via D’Amelio.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.