domenica 19 ago
  • Piccolo Teatro Patafisico

    L’importanza del Piccolo Teatro Patafisico, la resistenza culturale fuori dal centro storico

    Ci sono certi luoghi che sono magici, anche a Palermo. Uno di questi è il Piccolo Teatro Patafisico di Palermo, un carillon incantato fuori dal tempo e dello spazio che si trova dentro l’ex manicomio di Palermo in via Gaetano La Loggia, una struttura Liberty immersa tra i giardini e gli agrumi. Uno spazio aperto e contempoaneo di confronto e sperimentazione artistica e culturale, dove l’entusiasmo è alla base di tutto. Ma il PTP non è solo un piccolo teatro è anche un luogo di resistenza, un presidio, un luogo eroico, che continua a contribuire con la sua offerta culturale alla crescita della città, malgrado i continui tagli alla cultura il PTP ogni anno propone un cartellone per adulti, quello per bambini, innumerevoli collaborazioni, workshop con insegnanti e maestri che arrivano da fuori, sperimenta mille idee che animano i pochi metri quadrati nati per accogliere i pazzi e adesso trasformati in un teatro. C’è uno strano fil rouge che unisce la storia del luogo con chi ha fatto nascere quel teatro, ed è la follia. Quella di Rossella e Laura è una follia visionaria legata alla patafisica e cioè alla scienza delle soluzioni immaginarie ai problemi, e di problemi ne affontano tantissimi quotidianamente. È importante sostenere piccole realtà come quella del Piccolo Teatro Patafisico e alimentare l’entusiasmo di chi ogni giorno scommette sulla cultura. Sento dire spesso che non ci si va perché è lontano dal centro storico, tanto in auge per adesso a Palermo. La nostra città sta rinascendo, è vero, ed è bellissimo godersela con le sue luci arancioni, le balate lucide e le tante isole pedonali, i turisti col naso all’insù, guardare con altri occhi quello che lo smog, i clacson e la confusione hanno tenuto segreto anche agli occhi di un cittadino attento e innamorato della propria città. Sono d’accordo e anche io amo il centro storico, ma bisogna sostenere e supportare le tante piccole realtà che stanno fuori le mura e ogni giorno lottano in quartieri dove l’indifferenza spesso è la peggior nemica. Facciamo sentire il nostro entusiasmo e ringraziamo l’intraprendenza di gente coraggiosa che prova a dare qualcosa in più in una terra che troppo spesso scoraggia e demotiva i cuori più nobili. E anche se sono assolutamente convinta che «Non c’è sconfitta nel cuore di chi lotta» mi piace contribuire anche se in minima parte facendo il tifo per loro ma anche per tante altri bei e piccoli presidi di cultura che come dei fortini restistono alla guerra del quotidiano e lotto insieme a loro. Adesso al Piccolo Teatro Patafisico arriva l’ottava edizione del Minimo Teatro Festival, giono 12 e 13 maggio, un festival di cortometraggi di teatro e danza contemporanea di diverse compagnie che arrivano da tutta Italia, è importante partecipare, conoscere ed entrare in un mondo fatto di passioni, già perché anche chi arriva da fuori ha lo stesso entusiasmo del Teatro Patafisico, che quest’anno mette anche in palio mille euro per la compagnia vincitrice, per permetterle di lavorare allo spettacolo e di produrlo nella versione “lunga”. E allora lunga vita al Patafisico, lunga vita ai sognatori, e lunga vita a chi sostiene e incoraggia anche solo partecipando a questi piccoli miracoli culturali.

    DISCLAIMER: sono addetta stampa del PTP.

    Palermo
  • 2 commenti a “L’importanza del Piccolo Teatro Patafisico, la resistenza culturale fuori dal centro storico”

    1. due appunti per completezza:
      l’ex-ospedale psichiatrico di palermo non è liberty ma antecedente.
      il teatro patafisico è lì perchè l’asp gli ha dato lo spazio gratis, sennò non potrebbe sopravvivere.

    2. Qualche volta non sarebbe male dare almeno un piccolo riconoscimento ad istituzioni pubbliche come l’ASP che permettono di valorizzare beni pubblici inutilizzati in favore di realta associative culturali. il Comune non lo fa, l’ASP sì, l’articolo dovrebbe riconoscerne il ruolo, non è solo merito del Patafisico

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

L'importanza del Piccolo Teatro Patafisico, la resistenza culturale fuori dal centro storico, 4.0 out of 5 based on 2 ratings