Profilo e post di

e-mail: anna@rosalio.it

Biografia: Anna Burgio è la più nota public relator palermitana. È nata a Palermo il 30 agosto 1973, è laureata in filosofia e gestisce una società che organizza eventi, l'Hypeves Square.

Anna Burgio
  • Villa Igiea sound

    Villa Igiea lounge

    Abbiamo esempi illustri che ci hanno preceduto, eppure Palermo, dimostrando di essere al passo con i tempi, è la patria del primo cd realizzato interamente in Sicilia da due dj siciliani, Alberto Restivo e Vincenzo Callea.

    L’idea nasce da una serie di aperitivi organizzati nelle terrazze del Grand Hotel Villa Igiea, antica dimora dei Florio e albergo di importanza storica, quale esempio dello stile liberty siciliano. Continua »

    Palermo
  • Venerdì?…tutti a teatro!

    Teatro Politeama

    Abbandoniamo per una notte la solita mondanità……
    Non avete programmi? Vi dò io un suggerimento.

    Venerdì al Teatro Politeama ci sarà la prima che inaugura la stagione 2006. Sarà eseguita la Settima Sinfonia di Gustav Mahler diretta dal Maestro Alberto Veronesi.

    Gustav Mahler è considerato l’ultimo grande sinfonista della storia della musica. Ha scritto nove sinfonie. La settima è un’opera in cinque movimenti basata sull’idea della notte, in particolare due nacht musik che riportano climi, motivi, suoni e incubi della notte. La Settima Sinfonia (detta anche Lied der nacht) è un’opera monumentale, capolavoro del ‘900, assolutamente da non perdere.

    Io e Rosalio abbiamo il piacere di invitare i primi 30 di voi che commenteranno questo post al Teatro Politeama venerdì sera per premiarvi della vostra fedeltà al blog.

    AGGIORNAMENTO: ciascun biglietto consente due ingressi; presto sarete contattati per e-mail per ritirare i biglietti.

    Palermo
  • Auguri e scongiuri per l’anno nuovo

    Anno nuovo, vita nuova. Per salutare l’anno vecchio che se ne va e per festeggiare i 12 nuovi mesi che arrivano ci sono tante tradizioni che ormai si tramandano da anni. Piccoli gesti e riti scaramantici che strizzano l’occhio alle fortuna alla quale noi palermitani non crediamo ma che preferiamo assecondare perché…non si sa mai. Dunque la nostra millenaria tradizione ci insegna una serie di riti propiziatori contro la “iella”.

    È di buon auspicio:

    1) Indossare un indumento intimo nuovo e possibilmente di colore rosso la sera dell’ultimo dell’anno.
    2) Buttare qualcosa di vecchio dalla finestra per liberarsi dagli affanni e dalle preoccupazioni che ci opprimono.
    3) Avere il vischio nelle nostre case perché si dice che tenga lontani gli spiriti maligni.
    4) Possibilmente avere in tasca un sacchetto di sale, da sempre utilizzato contro il malocchio e simbolo di prosperità.
    5) Portare un osso di dattero nel portafoglio per aumentare gli introiti di denaro durante l’anno.
    6) Portare sempre con sé un cristallo puro, precedentemente immerso nel sale grosso per 48 ore.

    Se non avete fatto niente di tutto ciò la sera di Capodanno, siete ancora in tempo per rimediare!

    Superstiziosi o meno, a voi la scelta, con l’augurio di un 2006 pieno di soddisfazioni.

    Palermo
  • Il cotechino secondo me

    Durante il periodo delle feste la tavola è sicuramente un polo d’attrazione ed un momento di aggregazione per la famiglia. Si interrompono le diete, com’è giusto che sia, e ci si abbandona ai piaceri del cibo.

    Il Natale è passato, e siamo tutti reduci dalle “abbuffate”, che nella maggior parte dei casi si sono protratte per due giorni consecutivi. Adesso abbiamo giusto una settimana per “svuotarci lo stomaco”, prima di ritrovarci ancora una volta tutti a tavola per il cenone di Capodanno.

    La tradizione impone che una portata che non può mancare durante questa festività sia il cotechino accompagnato dalle lenticchie, simbolo di prosperità, fortuna e denaro per l’anno che sta arrivando.

    Questa volta anch’io con un tocco di “presunzione culinaria” vorrei suggerire una ricetta nuova, diversa dal solito. Continua »

    Palermo
  • Finalmente Zara…

    Finalmente anche a Palermo ha aperto Zara, negozio famoso in tutto il mondo per il fatto di stare al passo con la moda ed essere contemporaneamente caratterizzato da prezzi molto bassi.

    Sicuramente durante i viaggi all’estero, Zara è stato un negozio “tappa obbligatoria” per lo shopping al femminile e non solo. Ma adesso la domanda è, Palermo accoglie il nuovo mega store a braccia aperte, cosa vorrà dire, che saremo tutti vestiti uguali?

    Palermo