Profilo e post di

Sito: http://www.palermociclabile.org/

e-mail: gianluka1984@hotmail.it

Biografia: Sono nato a Palermo nell’estate mediterranea del 1984.
L’impulso alla scrittura mi porta a “stendere” nero su bianco versi o pensieri che soddisfano l’esigenza di dar voce al pensiero libero, giocando con le parole per descrivere le immagini del mondo. Credo che la “veste” nobile della poesia esprima anche in un sol verso l’essenza della sensazione captata. Partecipo a numerosi reading letterari organizzati da associazioni, librerie e altri istituti culturali di Palermo.
Ho conseguito la laurea in Comunicazione pubblica discutendo la tesi Gomorra tra letteratura e giornalismo sull’omonimo best seller e sto proseguendo il mio percorso formativo in tale ambito.
Durante gli studi universitari come la maggior parte dei miei coetanei ho svolto numerose attività di volontariato, stage, corsi di lingue, il servizio civile nazionale presso SOS Il Telefono Azzurro Onlus, passando per attività di doposcuola, corsi di scrittura creativa, operatore call center, lavori in biblioteca, stage di educazione ambientale, collaborazione giornalistica e altro. Uno dei pochi palermitani (se non l'unico...) ad aver aiutato Addiopizzo facendo da Cicerone per la città con un mezzo ecosostenibile.
Credo nello spirito civico che induca alla crescita della cittadinanza e “mi spendo” nella mobilità sostenibile, osservando paesaggi, genti e mutazioni e pedalando attivamente agli eventi di Coordinamento Palermo Ciclabile -FIAB, tra cui il cicloevento Selle di Stelle che conta migliaia di partecipanti a ogni raduno. Curo la rassegna di pedalate BCultura che intende unire il mondo della mobilità sostenibile alla cultura tout court.

Gianluca Dentici
  • DeRiva Focus sulla costa sud palermitana

    DeRiva Focus sulla costa sud palermitana

    «Sovente una riviera
    raggia d’astri solenni,
    bugni di zolfo sul mio capo
    dondolano.
    Tempo d’api: e il miele
    è nella mia gola
    fresca di suono ancora.
    Un corvo, di meriggio gira
    su arenarie bige.
    Arie dilette: cui quiete di sole
    insegna morte, e notte
    parole di sabbia,
    di patria perduta».

    Salvatore Quasimodo da Erato e Apollion

    DeRiva ovvero l’abbandonarsi per inerzia al corso degli eventi finendo con l’allontanarsi da forme di vita ordinate e regolari.

    Tutto ebbe origine dal caos. O tutto ebbe fine col caos. O dalla deriva dei continenti. Quel che proveremo a raccontarvi e a raccontarci nella pagina Facebook DeRiva – Focus sulla costa sud palermitana, è il degrado da “patria perduta”alla quale ho assistito con l’amico d’avventura Massimo Mirabile, percorrendo a piedi i 13 km della costa sud palermitana che va dal piano di Sant’Erasmo alla borgata marina di Aspra (Bagheria), passando per Romagnolo, Bandita, Acqua dei Corsari e Ficarazzi. Continua »

    Ospiti
  • ConVieni anche tu al Convegno sulla mobilità sostenibile a Palermo!!!

    Ci sono i girovaghi della domenica, i frequentatori assidui di ogni dì, i mammi e les parents chique nouvelle vague, les scanazzè du quartier, i pensionati con lo sfilatino, gli universitari col tablet, le cosce delle donne in primavera (e meno male che qui la crisi non esiste), i critici, chi vuole fare solo un po’ di vucciria, chi vuole stare in compagnia, chi lo fa in coppia, chi da solo, chi in gruppo, chi in montagna, chi senza pudori in pieno centro! Non parliamo di visioni erotiche o di un filone del sociale legato alla schizofrenia suburbana. Parliamo di ciclisti. Pedalatori.

    Siamo sempre più a Palermo (e ormai ogni volta che si scrive un pezzo legittimamente piovono sempre più acclamazioni e sempre più critiche perché siamo sempre più, una ruota…) ma nonostante ci siano state in questi anni varie organizzazioni che si siano occupate della mobilità ciclistica, quindi sostenibile, i ciclisti palermitani non hanno fatto gruppo compatto proprio ciò che è nel DNA del ciclista.

    Aldilà delle centinaia di pedalate cittadine organizzate per far comprendere che Palermo è una città a misura di bici, non c’è mai stato tanto fermento come ora e proprio in questo contesto Coordinamento Palermo Ciclabile – FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) ha organizzato in collaborazione con la Scuola di alta formazione ambientale ORSA il convegno sul tema Problematiche e misure per una mobilità urbana sostenibile – Stato dell’arte e prospettive 2013. Continua »

    Ospiti
  • “Uno sguardo dalle due ruote”: amsterdammizzare o suclacson?

    In questo caldissimo settembre palermitano non sarà forse Eolo a portare la brezza marina ma il desiderio di ricominciare l’anno scolastico, l’anno lavorativo, insomma annullare tempi morti post-estate con un evento con la E maiuscola per quanto riguarda la mobilità sostenibile.

    Ebbene il sindaco Orlando e alcuni assessori domenica 30 settembre alle 10 a piazza Croci parteciperanno a una pedalata Uno sguardo dalle due ruote, nata dalla richiesta di Daniela Gambino, una ciclista palermitana, che da qualche tempo ha lanciato su Facebook un invito-prova al primo cittadino per far comprendere lo stato delle cose sulla difficoltà del pedalare a Palermo. Continua »

    Ospiti
  • Terza “Selle di Stelle” 2012

    Le bici della sera

    Luccichio terreno,
    luccichio celestiale,
    puntini energicamente mobili segnano la rotta verso la tana,
    nei minuti freschi d’un percorso ripercorso

    E quando,
    Il tuo dovere materiale e spirituale è compiuto,
    ti vesti, ti addormenti,
    su di un muro,
    caldo o piovoso,
    senza lamentele umide,
    placidamente obliqua,
    con un sorriso-donna,
    smaliziata amante mattutina.

    “Selle di Stelle”

    Mercoledì 11 luglio 2012 sarà la volta della terza Selle di Stelle del 2012. La Palermo ciclistica si appresta a questo evento tanto atteso, tanto cercato da chi nel gruppo su Facebook, nel sito di Coordinamento Palermo Ciclabile) o tramite il passaparola, cercava informazioni circa la data e il percorso. Continua »

    Ospiti
  • Campagna “In Itinere”: diritti in bici…

    È sempre più elevato in Italia il numero dei cittadini che sceglie la bici per recarsi al lavoro, a scuola, all’università, per far gli acquisti, per muoversi in città. Negli ultimi anni è cresciuto a livello esponenziale il numero dei ciclisti urbani ma è stato fatto poco per quanto riguarda la sicurezza degli stessi.

    La FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), l’ECF (European Cyclists’ Federation) e Salvaciclisti hanno lanciato un video per promuovere la campagna In Itinere, per fare breccia presso le istituzioni per il pieno riconoscimento dell’infortunio in itinere a chi va al lavoro in bici.

    Continua »

    Ospiti
  • L’ABC…del ciclista palermitano

    Oggi il mondo è un piccolo grande villaggio globale in cui la cura del proprio territorio, di tale villaggio, passa attraverso l’attuazione delle regole civiche che diano un senso di collettività attiva, epurata da divisioni da relegare al passato. Il pianeta Terra chiede un po’ di pace, l’ascolto silenzioso dello spirito, del tempo condiviso: umanità. Ed è forse questo il motivo per cui proliferano movimenti, associazioni, comitati, gruppi sui principali social network, dal virtuale della mente o della rete. Vi chiederete quale sia la novità visto che di robe simili se ne parlava già dieci anni fa.

    Palermo qualche anno fa non era abituata all’”apparizione” di gruppi tanto maturi da investire tempo e risorse nell’apertura di un parco, nello spingere verso gli acquisti eco-solidali o collettivi, nel divenire tra le principali voci dell’antimafia e da qualche anno fa da capofila tra le città italiane che pretendono una mobilità ciclistica.
    I ciclisti, in primis cittadini, che per amore dell’ambiente e di sè, che per sport e svago, o per pura poesia si ritrovano in tale dolce cammino, stanno aprendo le menti dei concittadini e connazionali verso un ecosistema vivibile e una diversa prospettiva d’osservazione.

    A Palermo l’associazione senza fini di lucro Coordinamento Palermo Ciclabile-FIAB da circa sette anni ha fatto miracoli, ha dato battaglia in campo aperto, con tutte le avversità fisiche, politico-burocratiche, la mancanza di volontà, che circondano la città e la Sicilia. Essendo associata alla FIAB, la Federazione Italiana Amici della Bicicletta, e con l’interattività della rete si è creato un movimento intorno a un tema, che prima si disconosceva: la mobilità sostenibile, attraverso pedalate in città, con gite fuoriporta nella provincia siciliana, in incontri tra pochi indios o in pedalate-adunate oceaniche.

    Ora il gruppo spesso è manifestazione itinerante tra la città, durante la pedalata serale Selle di Stelle, al suo sesto anno di vita. Continua »

    Ospiti