25°C
martedì 16 lug

Archivio del 1 Settembre 2014

  • La Sicilia affonda? Non andate via, è il momento giusto per investire

    La Sicilia affonda? Non andate via, è il momento giusto per investire

    N.d.R. (nota di Rosalio): il post è stato inizialmente pubblicato sul profilo facebook dell’autore e non era rivolto al pubblico. Dopo avere richiesto l’autorizzazione per la pubblicazione all’autore è stato postato nella categoria Ospiti. Il titolo non era presente nel post originario ed è stato aggiunto da Rosalio.

    Dopo un bel viaggio all’estero, mi collego e i primi link che leggo rimandano ai soliti articoli sulla Sicilia che affonda e sui giovani che per salvarsi hanno una sola speranza: andarsene… Pensatela come volete, ma fa comodo scaricare la colpa sugli altri, specialmente sulle “vecchie generazioni” che limiterebbero la crescita dei giovani!
    Io non ho mai creduto a questa versione della storia. Vedo piuttosto delle persone al massimo del loro potenziale creativo e lavorativo (che si raggiunge a 25 anni), che amano continuare a farsi trattare da ragazzini. Ma guardiamo un po’ fuori dall’Italia, nessun giovane aspetta che qualcuno gli lasci il posto, se lo prende!! È questo secondo me l’atteggiamento giusto e mi rifiuto di pensare che sono l’unico a vederla in questo modo. Niente mi sprona quanto l’idea, dopo un bel viaggio, di tornare a casa e lavorare davanti al mare di Mondello.
    Inutile dirlo, se ci affidiamo all’attuale struttura imprenditoriale siciliana o ancora peggio al “posto pubblico” è morte certa. Questo è il momento giusto per investire in Sicilia, senza aspettare che sia qualche politico a dircelo, e io spero che fra qualche anno saranno proprio le nuove generazioni a prendersi questa terra con tutte le sue ricchezze senza dover chiedere il permesso a nessuno! Continua »

    Ospiti
  • DeRiva Focus sulla costa sud palermitana

    DeRiva Focus sulla costa sud palermitana

    «Sovente una riviera
    raggia d’astri solenni,
    bugni di zolfo sul mio capo
    dondolano.
    Tempo d’api: e il miele
    è nella mia gola
    fresca di suono ancora.
    Un corvo, di meriggio gira
    su arenarie bige.
    Arie dilette: cui quiete di sole
    insegna morte, e notte
    parole di sabbia,
    di patria perduta».

    Salvatore Quasimodo da Erato e Apollion

    DeRiva ovvero l’abbandonarsi per inerzia al corso degli eventi finendo con l’allontanarsi da forme di vita ordinate e regolari.

    Tutto ebbe origine dal caos. O tutto ebbe fine col caos. O dalla deriva dei continenti. Quel che proveremo a raccontarvi e a raccontarci nella pagina Facebook DeRiva – Focus sulla costa sud palermitana, è il degrado da “patria perduta”alla quale ho assistito con l’amico d’avventura Massimo Mirabile, percorrendo a piedi i 13 km della costa sud palermitana che va dal piano di Sant’Erasmo alla borgata marina di Aspra (Bagheria), passando per Romagnolo, Bandita, Acqua dei Corsari e Ficarazzi. Continua »

    Ospiti
  • Più autobus a settembre per il Santuario di Santa Rosalia

    Santa Rosalia
    (foto di Giovanni Barbieri)

    Da oggi al 30 settembre, in occasione delle celebrazioni al Santuario di Santa Rosalia, l’Amat potenzia il servizio della linea 812 da una a cinque vetture con frequenza ogni 20 minuti a partire dalle 6:30 (prima partenza da piazza don Sturzo) alle 20:20 (ultima partenza da Monte Pellegrino). Inoltre, come per gli anni precedenti, è previsto un servizio integrativo, a normale tariffa, nei giorni 3 e 4 settembre per il collegamento dalle Falde al Santuario.

    Continua »

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram