martedì 21 nov
  • Chiusura del centro con piccole variazioni

    Stamattina dalle 9:00 alle 13:00 il centro città sarà chiuso al traffico veicolare. Durante la chiusura i mezzi pubblici dell’Amat saranno gratuiti.

    La nuova ordinanza che sancisce il divieto di circolazione per le automobili nella zona compresa tra: piazza Giulio Cesare, corso Tukory, piazza San Francesco Saverio, via Forlanini, via Cadorna, via Mura di Montalto, via dei Benedettini, corso Re Ruggero, piazza Indipendenza, corso Calatafimi, corso Vittorio Emanuele, via Matteo Bonello, via Papireto, corso Alberto Amedeo, piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Turrisi, via Balsano, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola (lato prosecuzione di via Villa Filippina), piazza Amendola, via Paternostro, via Garzilli, via Dante, via Principe di Villafranca, via Mattarella, via Notarbartolo, via Duca della Verdura, piazza Giachery, via Piano dell’Ucciardone, via Crispi, via Cala, Foro Umberto I, via Lincoln, corso dei Mille, via Balsamo, piazza Giulio Cesare.

    La nuova ordinanza stabilisce anche il doppio senso di marcia dalle 8:30 alle 13:00 in corso Tukory nel tratto compreso tra la via De Vigilia/Arculeo e la via dei Benedettini, il divieto di sosta con rimozione coatta dalle 8:00 alle 13:00 e la chiusura al transito dalle 9:00 alle 13:00 della carreggiata di corso Re Ruggero compresa tra corso Tukory e piazza Indipendenza – piazza d’Orleans (lato Ospedale dei Bambini). Disposto anche il divieto di sosta, dalle 8:00 alle 13:00, in corso dei Mille nel tratto compreso tra via Balsamo e via Lincoln e nel tratto compreso tra via Balsamo e via Pirri. Inoltre in via Notarbartolo sarà istituito il senso unico di marcia nel tratto compreso tra via Lo Jacono e la via Libertà dalle 8:30 alle 13:00 e in via Duca della Verdura nel tratto compreso tra via Libertà e via Carlo Alberto Dalla Chiesa sempre dalle 8:30 alle 13:00.

    Le strade che costituiscono il perimetro dell’area sono percorribili da qualunque veicolo, purché conforme alle direttive sul controllo dei gas di scarico (bollino blu). All’interno dell’area, invece, in deroga al divieto, potranno circolare i velocipedi, motoveicoli e ciclomotori catalizzati ai sensi della direttiva 97/24/CE (Euro 1) e quelli a quattro tempi, le vetture (anche non catalitiche ma fornite di bollino blu) con disabile a bordo titolare del contrassegno originale che dovrà essere regolarmente esposto; i veicoli di Prefettura, Polizia, Carabinieri, Vigili Urbani, Esercito, Protezione civile, Vigili del fuoco, Croce rossa, le ambulanze, i mezzi operativi dell’Amia. La circolazione sarà consentita, inoltre, ad autoveicoli alimentati a metano o a gpl (in regola con il controllo dei gas di scarico), ibridi o elettrici, agli autobus (urbani ed extraurbani) che svolgono il servizio di trasporto pubblico e ai taxi. Deroghe al divieto sono previste anche per autoveicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indifferibili ed indispensabili per la cura di malattie gravi, in grado di esibire la certificazione medica. Potranno circolare anche i mezzi utilizzati per i funerali. I residenti nell’area chiusa al traffico potranno uscire dal perimetro percorrendo il tragitto più breve.

    Nei varchi d’accesso alla zona interdetta saranno collocate dall’Amia le transenne. La multa per chi non rispetterà il divieto di circolazione sarà di 71 euro.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)