sabato 18 nov
  • Ci mancherai Pariettona

    Lo ha detto Diva e Donna, oltre che la mia parrucchiera: “Si lassàru. Ah che peccato, tutte le cose belle prima o poi finiscono, Gio’…ma che erano belli insieeeeme…”. La storia d’amore tra Giuseppe Lanza e Alba Parietti, durata sei anni, è finita. Ci sentivamo orgogliosi che una vips di quella portata affermasse di sentirsi “a casa” a Palermo. Lei, che per qualche anno ha trasformato Palermo in una piccola Roma della Dolce Vita, (quasi), spuntando sulle riviste patinate della città, un mese sì e un mese pure. Lei, che è stata la pioniera delle donne nei programmi di calcio, con Galagoal – i suoi femori chilometrici, mostrati dall’alto dei mitici sgabelli su cui si sedeva, sono rimasti nella memoria collettiva -, lei, che ha recitato in film del calibro di “Saint Tropez Saint Tropez” nei panni di una killer dall’incerta cadenza siciliana (forse un presagio del futuro legame amoroso?), lei, che si è buttata nel pop negli anni ’80 con singoli come ”Jump and do it”, ha scaricato il principe. Basta, pietra sopra. E con lui ha lasciato anche noi. Mi ricordo… “Lo sai? La Parietti si è fatta un negozio di abbigliamento in via Gaetano Daita.” “Veeeero? Ma com’è?” “Vuoto”. Dopo sei mesi lo aveva già dato in gestione. Dopo altri sei mesi lo aveva venduto… Ora non potremo più passare dal grattacielo vicino piazzale Ungheria e dire: “Guarda, lì, nell’attico, ci abita la Pariettona”. E anche questo sogno è svanito. Alba aveva molto da dare a Palermo. Almeno 3 chili di labbra e 2 metri di coscia. Secondo Libero News lei ha lasciato lui, che ha dato la notizia ufficiale. Sempre sul sito si legge: “La notizia, riportata dal settimanale Diva e donna, ha creato un certo clamore tra i nobili di Palermo”. Da noi si chiama curtigghio o taglieccuci, attività nobilissima, perché le ragazze di buona famiglia stanno a casa a fare l’uncinetto e si sa, cucendo cucendo qualche pettegolezzo salta fuori. Sul suo sito, www.albaparietti.it, una pagina è dedicata alle perle di saggezza da lei partorite e qualcosa da prendere c’è. È una delle poche donne del “mirabolante mondo dello spettacolo” il cui neurone non è costantemente buttato su un’amaca, strafatto di ganja. Una frase mi ha colpito: “Se un uomo è imbecille devi essere capace di andare via, anche se in quel momento la passione fisica ti divora”. Non sappiamo a chi fosse rivolto questo pensiero, ma se in passato sei riuscita a metterlo in pratica, sei tutte noi e da te abbiamo molto da imparare. In tempi di candidature e di presidenze femminili nelle democrazie mondiali più potenti, io la butto lì: Alba come Ségolène! Alba, come schieramento politico ci siamo, come classe un po’ meno, ma se al Parlamento ci sono la Santanchè e la Carlucci, non vedo perché tu non possa fare il grande salto! Una sola raccomandazione, stai attenta, con i tacchi. Più tacchi per tutte! Più gloss per tutte! Più extention per tutte! “A che c’eri” ti potevi portare per le amministrative, qua avresti avuto un successone, e poi non avresti avuto problemi di foto… Alba, ripensaci.

    Palermo
  • 22 commenti a “Ci mancherai Pariettona”

    1. Io la Parietti la vidi da vicino.
      In via Libertà all’altezza di piazza Croci. Attraversò col rosso e la stavo sbocciando. La vidi molto da vicino ma la riconobbi dall’accento.
      Non doveva essere da molto a Palermo.

    2. Ogni tanto una buona notizia…e spero non sia l’ultima dei prossimi sette giorni…Io ci sono stato ieri nell’attico del palazzo dell’Ina. GENTE POVERISSIMA!!! 🙂

    3. A me alba parietti è sempre stata sulle palle….

    4. A me Alba Parietti è sempre piaciuta tantissimo!

    5. Paginoni sui giornali; Repubblica e Sicilia. Ma che fa babbiamo! Ma sai che c…. me ne può fregare!
      Mi volete dire che era marketing per la città?

    6. a me purtroppo la parietti non è mai stata sulle palle…

    7. ahahah!!! 😀

    8. “a me purtroppo la parietti non è mai stata sulle palle”

      Bellissima!!!!!!!!!!!!!

    9. OTTIMA lucio! 😀

    10. Smettetela di perdere tempo scrivendo queste fesserie pure voi

    11. Un po’ di curtigghio, principe! 😀

    12. per me e sempre stata una donna intelligente che pero’ si comporta da imbecille…perche quei labbroni? e le belle sopraciglia modificate, e il seno rifatto? non ne aveva bisogno e si è adeguata alle mode del momento, mah!

    13. pariè, come mai hai lasciato quel bell’uomo del nostro principe??? secondo me è perchè NON TI SPOSAVA!!!!!!!!!

    14. scusami Cristiana permettimi una domanda (sinceramente una domanda, non una provocazione idiota, non un trabocchetto niente, una semplice frase con un punto interrogativo finale da codice della comunicazione base tra esseri umani-troppo/poco umani)

      come mai non hai tirato fuori quelli per cui tutti noi “anche” (cioè anche per loro, non solo per gli altri, per assoluta obiettività) stiamo ridendo ?
      per esempio Canìmannara, Ferrandelli con lo slogan preso in affitto da quello di Giusto Catania che tra parentesi mi permetto di dire che mentre tutti hanno tolto volenti o nolenti i gonfaloni i suoi sono gli unici a rimanere in città, ne ho visti almeno 12 (provocazione? stare fuori dalle regole perchè tanto si è sinistraprotetti ? voglio farmi vedere quanto sono bello ? la “storia” deciderà)
      Lorenzone, “il SINDACO IN MEZZO”… AI CXXXXXXXXX…(indovinate chi è) o il più bello di tutti, quello che ha risparmiato i soldi della tipografia e si è incollato con il Paintbrush la sua faccia in piccolo alla destra (destra?) di Orlando ? (no, dico, visto che parlavi di lezioni di photoshop….)

      eccetera eccetera…..eccetera ?

      se la risposta è “non li ho visti tutti, non ho avuto il tempo, non pretenderai che…” scusami come non detto in partenza, precisando che a scanzo di equivoci non sto facendoti il terzo grado, non devi rendere conto a me eccetera (meglio dirlo prima, qualcuno può sbagliare a pensare) ma spero non sia questa la risposta in quanto li avrai visti tutti e opportunamente selezionati per aprire tre topic, no ?

      una leggera (ma sacrosanta) piccola presa di posizione o di parte ? o il caldo che intacca me come tanti e spinge noi tutti a blabblare di quella che è la febbre da caldo del momento che solo il caldo non avrebbe potuto ottenere un simile risultato se non fosse che sono proprio i nostri cari politici a spingerci a parlare (nel bene e nel male l’importante ahimè davvero è parlarne) di loro, e dunque a dire io oggi su Rosalio alle 17:43 una simile invenzione?

      fammi sapere
      cordialmente
      sergino

    15. ooops forse ho sbagliato l’argomento, ne avevi messi diversi devo avere fatto confusione, ma se ti va essendo una semplice domanda che morirà con una altrettanto semplice risposta assolutamente contraria all’invito alla discussione/polemica, puoi rispondermi lo stesso quì se tu e Rosalio siete d’accordo altrimenti posso ripostarla nella discussione giusta
      ariciao
      sergino

    16. Caro sergino,
      certe volte non li ho visti, certe volte non mi veniva in mente un commento abbastanza acido (ihihih). Se pensi che li abbia selezionati in base a un qualsiasi criterio ti sbagli. Per esempio quello con la faccia incollata accanto a quella di Orlando, hai ragione, era geniale, da recensire, ma semplicemente non sapevo cosa scriverci su, si commenta da solo! 😀
      Per quanto riguarda il “sindaco di mezzo”
      mi era venuta in mente qualcosa che avesse a che fare con la “Terra di mezzo” del “Signore degli anelli”, ma se il commentino non mi viene istintivo e immediato, meglio lasciar perdere.
      Ps: non si chiamano topic, ma post. 🙂
      Ho risposto? 🙂
      Un saluto,
      Cristiana

    17. Tra i film di “calibro” l’ Autrice dimentica, e questo è imperdonabile davvero, un cult movie come ” Il macellaio “, con la Parietti nella parte di una indimenticabile Alina. Film peraltro girato interamente a Palermo, una Palermo astratta, vagamente patinata. La regia è di Antonello Grimaldi che sta girando adesso “Caos calmo” con Nanni Moretti protagonista. Parietti – Moretti. Chissà………

    18. ciao Cristiana
      grazie di avermi risposto, belle le tue “pagine” in questo blog, rilassanti e fortunatamente depistanti rispetto a certi commenti acidi (questi davvero) che da un pò temo stanno portando il rosalioblog un pò verso le liti politiche, le più grandi perdite di tempo direi.
      cordialmente
      sergino

    19. vorrei capire, come, con tante rogne che ci circondano si possa perder tempo a pensare ai fatti altrui. la cronaca rosa è proprio quella che distrae la maggior parte di noi dai reali problemi. meglio essere non famosi, almeno non si corre il rischio di essere perseguitati dai paparazzi e dalle opinioni popolari. per quanto mi riguarda, FATTACCI LORO.

    20. Marcello… non è stata una dimenticanza, non volevo infierire…! ihih
      grazie sergino

    21. Ciao Cristiana, io ho invece dimenticato di farti i complimenti per i tuoi articoli. Mi diverto tanto nel leggerli. Ps Per gli appassionati della Parietti consiglio anche la visione di “Sapore di mare” ( Vanzina, 1983 ) dove si puo’ ammirare, nelle ultime sequenze, in versione “originale”. E’ una delle due accompagnatrici di De Sica e Cala’ alla Capannina. Non è proprio facile riconoscerla. Ci vuole intuito….

    22. grazie Marcello 🙂 è divertentissimo andare a pescare le comparsate di quelli che sono poi diventati “big” e notare le differenze “prima e dopo”… -cambiano sempre molto, dopo… ;)- e dire: “Nooo, ma è leeei/luuui? Ma è irriconoscibile! Si è rifatta/o questo… e questo… e anche questo…!” Ehh lo so, per divertirmi, mi basta veramente poco… 😉

    Lascia un commento (policy dei commenti)