lunedì 21 ago
  • Totò Cuffaro sul Camino de Santiago

    Totò Cuffaro, presidente della Regione Sicilia, ha affrontato il Camino de Santiago, percorso che si effettua fin dal Medioevo per giungere al santuario di Santiago de Compostela dove è sepolto San Giacomo apostolo.

    Totò Cuffaro sul Camino de Santiago

    Nella foto sono ben in vista, oltre alla coppola, la cocha o vieira (conchiglia) e il bordone che contraddistinguono i pellegrini.

    Sicilia
  • 28 commenti a “Totò Cuffaro sul Camino de Santiago”

    1. A Santiago con la coppola, nnì Santoro con la coppola, a Sanfranziscu con la coppola. Ma che è una litania?

    2. evidentemente ha molti peccati da farsi perdonare…

    3. Solitamente si intende coppola = mafia… lui forse vuole “sfatare questo mito”… o forse no :)?

    4. cercherò un completino da ‘piccolo lupacchiotto’ come quello del nostro Governatore 😀

    5. In una lettera inviata stamattina a la repubblica il governatore, nell’apprendere di un commento ironico riguardante il tanto pubblicizzato peleggrinaggio apparso ieri sul medesimo giornale, si “sorprende” dicendo che sono stati proprio i giornalisti a cercarlo! E che Lui invece avrebbe fatto tutto in religioso silenzio tenendo spento il cellulare.
      E questa foto da dove spunta, allora?
      Evidentemente “fede e politica” pagano molto bene in questa terra di infedeli!

    6. Ma come? io t’apettavo qui che ti facevi l’acchianata ppì mia e magari pure in ginocchio e tu? ti và bìì ù concerto i Vinicio Campossela o comu schifiu si chiama stù cantaru ì viaggiu?
      Sì proprio un “pellegrino”!
      E poi…..i sannali supra i quasetti firmati,…..ma chi minc**a rì fiura mi fà fari?
      Torna Totò, Torna,….cò duluri n’tò ginocchio tu fazzu passari io.
      (trarituri).

    7. ahahah!! bellissimo!
      anche io penso che voglia sfatare il mito della coppola.

    8. La classe politica siciliana non è migliore o peggiore della società siciliana per il semplice fatto che democraticamente la rappresenta.
      Per molti siciliani questa foto (che è più significativa nella versione pubblicata per intero, con gli altri “pellegrini”, dalla stampa locale) potrà risultare imbarazzante, altri potranno invece riconoscersi nello stile umano e culturale del nostro massimo rappresentante politico locale.
      La questione seria è invece un’altra: se questo signore sarà condannato per favoreggiamento semplice alla mafia non potrà ricoprire cariche politiche minori, ma non sarà per legge ugualmente costretto a dimettersi da Presidente della Regione.
      E poichè l’intenzione di non dimettersi è già stata anticipata dall’interessato, questa sì che sarebbe una grave questione morale che nessun pellegrinaggio potrebbe sanare se non a prezzo dello scandalo dei cristiani più seri.

    9. Sulla prima pagima della stampa locale, sotto la foto di Cuffaro e colleghi pellegrini, stava scritto che hanno percorso 350 chilometri a piedi. La vera notizia è quel “chilometri”, tanto sensazionale da far pensare ad un “chilo” in più.
      Una cosa è certa: tra lunghezze e peso, Totò è veramente straordinario.

    10. Ragazzi, io avevo fatto solo una vignetta, ma vedere la foto è una esperienza pazzesca, totale! Questo mix estremo tra il vecchietto siciliano (coppola, “vastuni” e sandali indossati sotto le calze) e il pellegrino ispirato è insuperabile!!!

      Chi è il consigliere d’immagine del governatore?

    11. Per me si sono travestiti si son fatti la foto e l’hanno fatta pubblicare, poi si son rivestiti in abiti altri, e sono andati a farsi il bagno ad Ibiza.

    12. per avere fatto 350 km a piedi sono estremamente riposati, aggiungo, l’abbigliamento non mostra tracce di fatica o sudore, non hanno l’aria provata dalla stanchezza. Sono pellegrini estremamente cool nel loro aspetto ed abbigliamento.
      Forse la foto é stata fatta all’inizio del presunto viaggio? Ed il viaggio veramente c’é stato? Diceva l’astuto andreotti ‘a persar male si fa peccato, ma spesso ci si piglia’.

    13. San Giacomo, detto “Santiago Matamoros”…aiutaci tu, liberaci dal vasa vasa…é quasi un moro….

    14. Nel Parlamento, con deleghe anche importanti (sottosegretari di questa coalizione di centrosisnistra) siedono ex-terroristi …. indignamoci anche per loro. E poi scusate se un portavoce di Prodi va tranquillamente a p… e sono fatti privati, perchè una tranquilla e religiosissima scarpinata suscita tali indignazioni nel popolo di sinistra?

    15. look tra Fred Astaire, Messner ed il dott. Gibaud…non abbiamo toccato il fondo, abbiamo cominciato a scavare!!!

    16. da notare che la coppola è bianca, quindi pura come lui che sta nadando a santiago per chiedere la grazia alla sua isola. I sandali sui calzettoni li ha messi per avvicinare i crucchi che da qualche anno non si vedono più sulla costa di cefalù. E’ tutto studiato…

    17. Il Cammino di Santiago simboleggia un cammino iniziatico. Un viaggio (anche) dentro se stessi alla scoperta della Propria Spiritualità. Dove affrontare il lato oscuro, conoscerlo fino in fondo per poi approdare sul lato lucente del proprio essere. La parte migliore di noi stessi. Forti di questa consapevolezza.
      Anche Coelho lo descrive in questo modo, annotando però un particolare che pongo all’attenzione di Tutti…
      Il Cammino di Santiago va percorso insieme al proprio Maestro (Guida) !
      E Totò con quale approccio l’avrà affrontato ???
      Da umile discepolo o da Saggio Maestro ?

    18. Chiè? ti scantasti Totò? st’acchianannu puru tù? Bonu fai, ti scala a panza e pò essiri cà ti fazzu un'”indultino”.
      ( ma hai voglia quant’acchianati t’ha fari).
      O.T.
      @ Rosalio
      Buon onomastico.

    19. Da scout ho fatto le route dopo 20km di cammino ero ridotto uno schifo la maglietta era come se fosse stata buttata a mare e lui e li fresco come una rosa?

    20. Questa idea mi ricorda quella di Mussolini a torso nudo nel campo di grano che falcia.
      sarà cambiata la forma, ma credo che l’idea sia rimasta la stessa.
      e PS. Mussolini era più figo.

    21. Siccome io il Cammino l’ho fatto, a piedi e con lo zaino sulle spalle posso dire la mia.
      E’ impossibile che i sigg. ritratti nella foto abbiano potuto percorrere a piedi una media di 35 Km. Prima perchè una media così alta è possibile solo a pochi individui con notevoli caratteristiche atletiche. Persone con un discreto allenamento percorrono con difficoltà una media di 20-25 km. Inoltre i signori non hanno ai piedi scarpe adatte per l’impegno del Cammino. Vorrei pure dire che non hanno il “fisico di ruolo”.
      La verità è che come altri, anziani, portatori di handicap, comodisti vari percorrono il Cammino con auto a seguito che porta gli zaini e li raccoglie quando cominciano a sentirsi stanchi.
      Nulla di male, ma è per la precisione.

    22. Nessuno ne dubitava (alcune anomalie erano saltate agli occhi di chiunque), Zelig, ma é giusta la precisazione.

    23. Ma vuoi mettere la presa propagandistica per le pie vecchiette?

    24. che meraviglia: un’arancina con la conchiglia!!!!
      XGiggi: mi sa che questa volta sei proprio fuori strada: ma che c’entra andare a p… con il cammino o la critica a Cuffaro? MAH……Se lui l’avesse fatto davvero il cammino e se lo fosse tenuto per lui, probabilmente l’avrebbero ammirato tutti quanti!

    25. Dany metti in rete una tua foto e poi giudichiamo te!! MAH… lo diciamo noi

    26. @ irene. scusa ma per me coppola =sicilia, e per altri sicilia=mafia. Coppola=mafia, mi sembra eccessivo: tuo padre/zio/nonno non ha la coppola appesa nell’armadio? si! è mafioso? no! ( i hope!) 🙂
      @ Totò: e chi ffa’, ci avia a ghiri cca bombetta? 🙂
      cmq, anche se ha “barato” ( ed HA barato, 😉 ) ha fatto una cosa che pochi altri hanno il coraggio di fare.
      @ Giggi: ti quota al 110%.
      Salutiamo

    27. e lasciatelo stare poverino perchè nonprovate voi a sciropparvi 800 km a piedi con 3 passi pirenaici la meseta ecc.ecc.
      a parlare siete tutti bravi !!
      bravo totò

    Lascia un commento (policy dei commenti)