lunedì 21 ago
  • E c’era una volta pure l’Uefa

    Questo sarà probabilmente il post più breve della storia di Rosalio. Intanto perché io la partita del Palermo contro i cechi non l’ho vista (non ce l’ho ‘sta carta 7, che ci posso fare?) e poi perché tutto quello che avevo da dire l’ho detto. Anzi, lo dico da questa estate e, purtroppo, non ho ancora cambiato idea. Certo, non ho alcuna conoscenza calcistica come dicono alcuni grandi esperti anche in questo blog, ma mi piacciono i numeri. E quelli, con rispetto parlando, non tradiscono mai. La partita non l’ho vista, vi dicevo, per cui, cari amici, se vi va raccontatemela voi. Ah, il gol era in fuorigioco ho letto. Ma dopo aver vinto fuori casa contro nientepopodimeno che il Mladá Boleslav, ci si può attaccare a un errore arbitrale? Basta, il post è tutto per voi. L’Europa? Sarà per la prossima volta.

    Ghiaccioli...online!
  • 106 commenti a “E c’era una volta pure l’Uefa”

    1. spero che il Mladá Boleslav vica la coppa uefa almeno abbiamo la giustificazione per la perdita hehehe

    2. Il sorteggio era stato benevolo…Avevamo evitato il Paperopoli e l’Atletico Paperino e avevamo pescato il Mlada Awanasgheps…mi sa che l’anno prossimo si dovranno rivedere i coefficienti Uefa…

    3. Tanto va la gatta al lardo che ci lascia Zamparini.

    4. Quando incontri squadre di un certo blasone come il Mladà Boleslav non è facile trovare la chiave giusta.
      Invece vista la Lazio ? Giocava contro il Roccapinnuzza spagnolo e a malapena ha strappato un pareggio in casa…
      E comunque la partita di ieri del Palermo l’avrei giocata al Malvagno, è più raccolto come campo e meno dispersivo….

      Giuanni

    5. Bella Giuanni 🙂
      Come darti torto , al malvagno così come in qualsiasi altro campo di calcio o forse meglio di calcetto la partita avrebbe fatto un altro effetto … piu’ casereccio 😀
      Comunque a parte l’ironia è veramente uno schifo enorme .
      Sono disgustato , ho visto la partita e mi sono annoiato così tanto che a tratti preferivo guardare candid camera su italia 1 almeno mi facevo 4 risate .
      Concludendo penso che così nn si vada da nessuna parte ed il peggio a mio avviso deve ancora arrivare .
      SalutiZ

    6. Lucio, è colpa tua che sei juventino. E’ colpa delle potenze plutocratiche che hanno favorito i cechi. E’ colpa di Galliani che ha messo in piedi un complotto arbitrale mondiale. Ieri Padoa Schioppa ha detto: “I bamboccioni vadano fuori”. Orpo, si riferiva a noi?

    7. Condivido le osservazioni fatte.La mia preoccupazione è che siamo solo all’inizio della stagione.
      Non si può gestire la partita con un solo goal di scarto. Prima si segnano due – tre reti e poi si gestisce.Sono errori di mentalità o problemi di forma fisica?

    8. Sarà entusiasmante lottare per non retrocedere. Guidolin è sotto contratto, no? Però c’è più gusto ad andare in B con Colantuono…

    9. Tempi di vacche grasse e di facili post ironici .
      Vero Luca e Puglisi ??
      Che tristezza .

    10. Tempo di mucca pazza. Vero Cagliostro?

    11. “L’Europa ? Sarà per la prossima volta”.
      Quanta soddisfazione traspare da questa conclusione…..

    12. Se lo dici tu …

    13. non c’è nesun piacere ad avere ragione, ma solo la constatatazione che i segnali di allarme che avevamo visto e che erano stati sottovalutati, purtroppo erano reali.
      Si può tifare, ma un minimo di obbiettività non fa male….

    14. Tutto mi sarei aspettato, tranne questa sconfitta per colpa di una squadra sconosciuta. E’ meno male che tutti i quotidiani dicevano che solo il Palermo poteva star tranquillo. Non ho visto la partita, anche se ho la Carta di La7. Ho pensato di non spendere 6 euro per una partita facile, conservandoli per quelli con la Reggina. Ed ora: addio Europa. Negli ultimi due anni, almeno, eravamo arrivati ai gironi. Che disdetta! In pochi giorni un ridimensionamento incredibile. Ed ora vai a sentire Zampa…Povero Colantuono…Però: caspita!

    15. meglio pensare al campionato…

    16. E’ da tre mesi che lo ripeto e che mi prendo invettive. Tutto quello che succede oggi è in linea con la carriera di Colantuono: 10-15 minuti di ritmo forsennato (fatto comunque senza schemi studiati e belli da vedere) ogni 5 partite sperando nell’exploit individuale. Con lui tutti giocano male, persino Guana e Simplicio, l’anno scorso vicini alla nazionale, con Colantuono si smarriscono. Inutile aspettare ancora il gioco che non verrà, chi lo deve fare? Caserta? gregario. Tedesco? gregario. Migliaccio? gregario. Il serbo? non è ancora arrivato. Bresciano? indefinibile. il bresciano lampadato Diana che ogni volta che ne ha la possibilità sp.tt.na Palermo? Bluff. E meno male che Colantuono non è riuscito a portarsi dietro l’altro suo pupillo gregario Bellini e non è riuscito a far dilapidare alla società 6 milioni per un gregario. 5-6 milioni per Migliaccio è la piu’ grande truffa del calcio italiano. La squadra di gregari l’ha voluta e consigliata Colantuono quindi è lui il responsabile. Se Zamparini non prende provvedimenti immediati e questo allenatore per squadre che devono lottare per salvarsi farà altre dieci partite a Palermo poi sarà troppo tardi per recuperare e il Palermo sarà invischiato nella lotta per non retrocedere, i dieci punti attuali non valgono un tubo perchè sono arrivati immeritatamente, frutto solo di cu.lo che non dura.
      Colantuono parla sempre di SOFFERENZA, i giocatori lo imitano e parlano di SOFFERENZA, Colantuono inventa scuse patetiche per giustificare le sconfitte, anche in questo caso i giocatori lo imitano, persino Amauri e Simplicio, brasiliani con il divertimento calcistico nel DNA, parlano di sofferenza. Ma questo allenatore ha capito che si tratta di spettacolo, di calcio, ovvero del mestiere piu’ divertente del mondo? e che non deve insegnare sofferenza ma schemi divertenti ed efficaci?

    17. Io ieri ero allo stadio. Il Mlada è una squadra ridicola, uscire dalla UEFA con questi è umiliante. In quei pochi minuti in cui abbiamo giocato a calcio, era evidente la mediocrità dello Skoda team! Fa rabbia, si. Ma non darei la colpa a Colantuono, è troppo facile!! La colpa è della squadra che non è riuscita a fare tre gol nel primo tempo ai porri del Mlada. Vi piace così tanto colpevolizzare sempre l’allenatore? Colpevolizzate i vostri!! Io sono con il MISTER COLANTUONO!! FORZA SEMPRE PALERMO!!…e spero lo sia anche Zamparini!!

    18. Dopo tutta un’estate passata a dire che quest’anno miravamo tutto a vincere la coppa uefa(ed era molto sensato visto il difficile campionato), che delusione…non ho visto la partita, così come non ho visto quella della Roma l’altro giorno, qualcuno sa dirmi come è finita? Ma bamboccio non è espressione tipica di Roma e dintorni? 🙂

    19. Ora capisco il nickname “doppiomalto”…

    20. Scusate, il Palermo doveva vincere la Uefa? Mi sembra un’eresia, visto che si puntava ad andare più avanti possibile ma consapevoli che ci sono fior di squadroni in questa competizione europea (vedi il Bayern Monaco).
      Io la partita l’ho vita su la7, ho pagato perchè non ho MAI SNOBBATO una partita del PALERMO in vita mia, anche se giochiamo contro il Cinisi! Sinceramente, tralasciando il risultato ed il blasone della squadra avversaria (che cmq all’andata strameritava di vincere con noi visto la magra figura che avevamo fatto) ieri ho visto:Migliaccio correre per 120 minuti (sarà costato 5 mln di euro ma questo ragazzo non molla MAI), Jankovic che in attacco ha fatto molto di + Amauri e secondo me è un bel giocatore, il tanto auspicato gioco sulle fascie con cassani e capuano (devono però imparare a crossare, soprattutto cassani) con bresciano finalmente più brillante.
      Poi se vogliamo parlare di esonero, cambiare la squadra a gennaio, stagione fallimentare (ricorso nuovamente che noi non dovevamo vincere la uefa ma andare avanti il + possibile) allora è meglio smettere di tifare, spardiamo l’abbonamento e seguiamo le strisciate che VI danno + soddisfazione. Ricordiamoci della C1, della C2, della B di Ferrari e Liguori, della radiazione… tornate con i piedi per terra è date la giusta dimensione alla squadra della nostra città…. Mi sà che per il tifoso rosanero, se non si vince lo scudetto o la champions, la squdra non vale niente!

    21. Non capisco : la colpa è della squadra ma non dell’allenatore che fino ad adesso non è riuscito a fare vedere uno schema di gioco?
      La colpa è della squadra ma non della preparazione atletica voluta dall’allenatore?
      Allora Guidolin è stato cricato tanto per?
      Da tifoso mi sento un pò imgannato : si teneva a vincere la UEFA ed abbiamo visto come è andata, si voleva fare un gioco diverso, più vivace e d’attacco, ed ancora si arranca con problemi di forma fisica.
      E’ vero come dice qualcuno che è ancora presto oppure è vero che c’è qualcosa che non va?

    22. opps “criticato” e “ingannato”…
      😉

    23. Giuro che Gigi non sono io… A proposito, se vi andate a leggere i post estivi e le risposte capirete a cosa mi riferivo quando dicevo: riparliamone a ottobre. Adesso ottobre è arrivato e come volevasi dimostrare… tristezza? Lieve punta di soddisfazione? Vacche grasse? Mica ci guadagno qualcosa. Dicevo cinque mesi fa quello che Gigi lucidamente dice adesso. Si può essere d’accordo o meno, ma la partita ieri l’avete vista voi, non io. Io ho visto tutte le altre e mi basta. Però vedrete, domenica si vince e sarà tutto dimenticato. Ciao Robè, bamboccione che non sei altro…

    24. il Pubblico di Palermo 6335 spettatori
      non ci meritiamo di andare avanti in Uefa
      in questa partita dovevamo essere almeno 25.000 …evidentemente non interessava quindi non lamentiamoci

      pagherei oro per andarmi a vedere tutte le partite, ma purtroppo lavoro a milano e mi devo accontentare delle trasferte al centro nord
      Forza Palermo sempre

    25. Aspetta, aspetta…
      Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, trattiene la rabbia e commenta così, in un’intervista al Corriere dello Sport, la clamorosa eliminazione dei rosanero dalla Coppa Uefa: “Giocando così meritavamo di uscire dall’Europa e per altro è un momento in cui ci gira tutto storto. Siamo stati anche sfortunati perchè il loro gol era in fuorigioco. In questo momento il Palermo è una larva di squadra”. LARVA DI SQUADRA???
      Andiamo avanti
      Non nasconde la propria delusione il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, chiamato a commentare nell’immediato dopo-partita, l’eliminazione dei rosanero dalla Coppa Uefa, per mano dei cechi del Mladà Boleslav che si sono imposti al termine dei calci di rigore: “E’ giusto così – si legge sulle colonne del “Giornale di Sicilia” – in questo momento per il gioco che esprimiamo l’Europa non ci spetta. Questa squadra doveva e poteva fare di più. Non sono preoccupato, semmai deluso. Ho detto a Foschi che smetto di fare il presidente, almeno finché non mi consegneranno una squadra che gioca a calcio”.
      Il numero uno di viale del Fante, comunque, è ancora convinto delle potenzialià dell’organico a disposizione del tecnico Colantuono: “Io sono convinto di aver costruito una buona squadra – ha aggiunto Zamparini -. Non dico che possiamo vincere lo scudetto, ma sicuramente il Palermo può lottare per le prime posizioni. Per farlo però deve trovare un gioco, cosa che per ora non c’è. Sinora abbiamo giocato bene soltanto a Livorno. Io aspetto, non ho voglia di prendere provvedimenti, ma spero che non mi costringano”. HA GIOCATO BENE SOLO A LIVORNO????
      E infine
      “Colantuono non ha azzeccato in pieno le scelte”.
      Lo ha dichiarato al Corriere dello Sport il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, al termine della sconfitta interna con il Mladà Boleslav che è costata ai rosanero l’eliminazione dalla Coppa Uefa. “Io avrei messo in campo una formazione diversa. Ad esempio avrei fatto giocare Guana. Spero che questa sconfitta non abbia ripercussioni in campionato. Certo se giochiamo così, sono molto preoccupato per la gara di domenica con la Reggina. Se Colantuono rischia? Non voglio pensare a nessun tipo di provvedimento. A Foschi chiedo soltanto che la squadra abbia un gioco ed il Palermo, in questo momento, non l’ha”. COLANTUONO RISCHIA????
      Oh, Zamparini Maurizio, mica l’ultimo tifoso… meditate gente, meditate

    26. Zamparini ha imparato l’arte dorotea. Colantuono praticamente è già licenziato, più o meno.

    27. Ma se pure il parma in piena retrocessione qualche anno fa, con i primavera e i panchinari aveva sfiorato la finale… la società voleva almeno i quarti quest’anno. Vincere è difficile ma sicuramente come organico il palermo era tra le prime 8 partecipanti alla coppa. Io non sono d’accordo con chi l’ha già con il tecnico, con chi esalta ancora guidolin trascurando che giocatori e con quale forma ha avuto a disposizione lo scorso inizio anno, è giusto dargli tempo, ma è giusto pure affermare che il tifoso palermitano poteva aspettarsi di più. Il “povero” passato non si cancella ma non deve esaltare oltre i termini l’agiato presente. Altrimenti aveva ragione Di Michele lo scorso anno a criticare la tifoseria a modi sfottò rinfacciando il nostro mediocre passato, aveva ragione mister zoncolan(per molti l’uomo dei record, non considerando che non avevamo vera storia in serie A e quindi era inevitabile andasse così) che ancora deve spiegarci perchè il Palermo non vincerà mai niente…

    28. Scusate: se uno vede il male prima degli altri è accusato di essere una cassandra, un “nemico della contentezza”. Quando i fatti gli danno ragione è accusato di covare una gioia sordida. Sei bello o sei brutto, ti tirano le pietre…

    29. Ebbene si è successo quanto mi aspettavo ! L’uscita dalla Coppa Uefa. Me l’aspettavo perchè il Palermo (nn vorrei essere ripetitivo) ancora ad oggi non ha dimostrato di essere una squadra tecnica. Fiducioso e speranzoso che qualcosa cambia e sin da domenica prossima…. E se nn cambierà nulla ci sarà da pensare….. Novità riguardo lo Stadio nuovo? O Zamparini ci livò manu ???

    30. Io c’ero allo stadio perchè (ahimè)non riesco a stare lontana dal Barbera e quello che più di ogni cosa mi ha lasciata perplessa è stato vedere Colantuono seduto per quasi tutta la durata della gara, annichilito e rassegnato dentro la gabbietta.
      In piedi stava solo Foschi
      Ma il Mister non era famoso per la grinta e perchè non smetteva mai di incitare i giocatori fino al 94′?
      Ed allora cos’era quell’aria mesta sul suo viso?
      Mi sembra un copione già visto, purtroppo!
      Anche io vorrei capire perchè a Palermo non si riesce ad avere una continuità tecnica, in 4 anni di serie A si sono avvicendati 5 allenatori, e stanotte ho sognato il ciclista depresso che inforcava la sua bici e ritornava a Palermo………………

    31. Spero che buchi prima di arrivare a palermo!

    32. Caro Puglisi , guarda che il male l’ho visto anch’io sin dal primo minuto di questo campionato e l’aver avuto ragione non mi consola affatto , a te invece soddisfa .
      Ho accomunato Luca a te perchè con il distacco del “non sentire le emozioni” (in quanto tifosi di altre squadre) è facile fare il grillo parlante .
      Io però non sono pinocchio e sono consapevole di tutte le realtà più o meno latenti , per questo farei volentieri a meno della vostra ironia.

      P.S.
      Anch’io avevo previsto la catastrofe e l’errore di fare una guerra in iraq , adesso il fatto di avere avuto ragione non mi consola anzi mi deprime perchè la tragedia umana non è stata evitata.

    33. Caro Cagliostro, il fatto che la catastrofe mi (ci) soddisfi è una tua illazione. Si basa solo sul tuo pregiudizio. Se vuoi fare a meno dell’ironia (ma che male vi ha fatto l’ironia?) il rimedio c’è: non leggere. Stai sicuro che io continuerò a scrivere quello che mi pare e piace, nei limii delle regole.

    34. Anche io penso che Guidolin possa tornare… d’altra parte è ancora stipendiato

    35. Sarà improbabile.
      Ma non si potrà definire il prio che potrei avere a Maggio nei confronti dei bambini che si trovano in giro.
      Se ci tenevate così tanto all’uefa, allora perchè non ve l’andavate a taliare allo stadio, anziche farci rimanere in 2000?
      Alla coppa ci tenevano solo i 2000 e quelli che hanno pagato per guardare la partita su La7.
      Gli altri possono solo starsene zitti.

    36. Cagliostro, credimi, non c’è alcuna soddisfazione. E l’essere tifosi di altre squadre non c’entra proprio nulla. Anche perchè sia io che Roberto abbiamo a cuore le sorti del Palermo in quanto palermitani e in quanto persone che si occupano anche (e sottolineo anche) di calcio nei loro percorsi professionali. Ecco, evitassimo di fare classifiche del tipo “io sono più tifoso di te” ci guadagneremmo tutti in lucidità. Wawe è sicuramente tifoso, Gigi pure, Paolo il milanese senz’altro, ma non è che si nascondono. Dicono chiaramente che il Palermo, al momento, è una larva di squadra (citazione zampariniana), e quindi… Frank, alla Coppa ci teneva il Palermo e l’obiettivo è sfumato. E qui, con il tuo permesso, possono parlare tutti.

    37. “Una larva di squadra”. Che Zamparini si sia iscritto ai simpatizzanti del Liotru?

    38. Che si ironizzi pure…Roberto Puglisi non me lo sai dire tu che ha fatto la Roma l’altro giorno? Bamboccioni è espressione romana non credi? Con il M.United sicuramente qualificato(visto che vi fa la festa anche all’olimpico) credi sara “una passeggiata di salute” contro lo Sporting?
      ………………………………………………poi, ribadisco che Colantuomo va lasciato lavorare ma cosi tanto per parlare direi che il ritorno di Guidolin è impossibile perchè: Zampa farebbe la figura dell’idiota(cavolo non so neppure quante volte l’ha esonerato e ripreso)…molto giocatori non lo possono vedere…Guidolin se è furbo non accetterebbe visto il rapporto idilliaco(vuol dire niente) con tifosi e presidente non può andare lontano. Per logica poi Mr zoncolan ha dichiarato che la nostra è una squadra da max 55 punti(quest’anno ancora di più poca cosa)e zampa vorrebbe molto di più. Insomma…neanche fosse l’ultimo sulla terra. Palermitana il tuo è un incubo…

    39. Ah Cagliò, dimenticavo, che la guerra in Iraq fosse una catastrofe l’avevamo previsto un po’ tutti tranne un paio di governanti (Bush, Aznar, Berlusconi, Blair) che, disgraziatamente, sono un attimino più influenti di noi. E, sarai d’accordo con me, mi sa che paragonare l’Iraq al Mladà Boleslav mi pare un po’ fortino…

    40. Chi ci tiene se la va a vedere.
      Chi preferisce andare al cinema, non ha il diritto di lamentarsi.
      E ce ne sono tanti che si sono lamentati.
      Mio personale parere.

    41. La Roma ha sicuramente perso, giocando bene, ero davanti alla Tv. Ma – visto che me lo chiedi – non aveva davanti il Mladà, cominciava con la M ed era un’altra squadra. Da Champions, non da Uefa, peraltro. Ti ricordo anche che un buon Palermo è stato già sconfitto dalla Roma. Ecco, sarebbe bastata quella prestazione per passare il turno. Come spieghi questa involuzione, Fabio?

    42. Non vi è involuzione. Il Palermo è quello che è per diversi fattori già dai tempi contro la Roma. Poi non paragonavo gli avversari. Certo, sempre per fare ironia, non credo che il Palermo abbia mai preso 7 gol in una partita o supplicato(minacciato) qualcuno di non diblare più…

    43. No, il Palermo (forse) non ha mai preso sette gol (ma non ci giurerei). Quella delle suppliche è un’affermazione non provata. Non una certezza. Continuando sul filo dell’ironia, come desideri. Il Palermo non ha mai vinto la Coppa Italia. Mai lo scudetto. Mai la Coppa Uefa. E non ha mai giocato in Champions. Caro Fabio, vedrai che questa ironia non sarà capita affatto.

    44. Lucio , il paragone con l’iraq è senz’altro forte , ci mancherebbe.
      Ho fatto un’esempio che risultasse conosciuto a tutti .
      Nelle vostre parole (soprattutto in quelle di Puglisi)comunque io colgo una forma di soddisfazione , la goduria di dire “avevo ragione” .

      Per Puglisi , dire “io scrivo quello che mi pare e piace ” è una sacrosanta verità che nasconde però una difficoltà ad ascoltare gli altri e un livello di argomentazione molto superficiale .

    45. Puglisi, ti prego non ricordare la Coppa Italia… 🙂

    46. E no, se si babbia bisogna accettare con il sorriso anche il colpo basso sulla coppa italia.

      P.S.: Roberto, non è che ti ritrovi una videocassetta di Manchester United – Roma del 10 novebre scorso? 🙂

    47. Scusatemi, ma quando penso alla Coppa Italia, penso alla faccia di Bulgarelli e alla delusione di Arcoleo…e a quel gran pezzo di…dell’arbitro Gunnella…
      chi si ricorda quella partita, mi potrà capire… 😉

    48. Difficile trovare una videocassetta con quella data, anche perche` si e` giocata il 10 Aprile… 🙂

    49. Quando non ti bruciano le cose non le ricordi bene… quale romanista si cela dietro il nick “@ F@bio” ?

    50. Picciò, ma più che parlare di Roma, Manchester, Juventus e affini, che ne pensate di tornare al tema del post? Ancora nessuno l’ha raccontata questa sfida con i temibili cechi… peccato che gli ultrà non si siano ancora fatti vivi questa mattina…

    51. Lucio, che fa, te la cerchi? 🙂

    52. “Ancora nessuno l’ha raccontata questa sfida con i temibili cechi…”
      Si vede lontano un miglio che godi dell’eliminazione. Che schifo…

    53. Lo vedi solo tu questo godimento. Mio caro schifo (con rispetto parlando), per me il godimento resta ancora un’altra cosa. Me la racconti tu allora questa partita?

    54. Eh caro Lucio, punzecchi come al solito, vero?
      Sai bene che nessuno può raccontarti questa partita per il semplice motivo che non c’è stata partita.
      Che il Madla abbia segnato in fuorigioco e l’arbritro abbia convalidato è il debito che ieri sera il Palermo ha saldato nei confronti della fortuna.
      Per il resto questo Palermo targato Colantuono non ha nessuna identità di squadra, nessuna geometria di gioco, è proprio una larva, così come l’ha definita Zamparini.
      Per i presenti al Barbera i rigori sono stati il supplemento di un incubo inquietante che ha rievocato tristi ricordi.
      Mi rammarica che per un motivo o per un altro il Palermo è forse l’unica squadra di serie A che non ha nessuna continuità nella guida tecnica.
      Come la tela di Penelope che si tesse e si disfa in continuazione.
      Mi piacerebbe capire solo questo, perchè senza un serio progetto a medio e lungo termine non si andrà mai da nessuna parte.
      Sono convinta, ed è mia opinione personale, che la prossima con la Reggina sarà la gara decisiva.
      La mia unica delusione è riferita al nostro Presidente che pur essendo un grande competente, non riesce tuttavia a circondarsi di collaboratori che siano all’altezza di svolgere nel migliore dei modi l’incarico al quale sono chiamati.
      Da lontano vedo sempre più la sagoma di una bici che si avvicina……………

    55. Palermitana, non punzecchio, ma stimolo riflessioni. E le tue le condivido al 1000 per 1000. Come vedi, è cominciata male tra noi, c’è stata qualche piccola incomprensione, ma tra persone intelligenti alla fine ci si intende. A me il ciclismo piace tanto, sai? Basta che non si dopano… Ah, sulla continuità tecnica che garantisce la realizzazione dei programmi (tema a me molto caro) credo si nascondano le ragioni di questa ennesima delusione. Però ti dico una cosa: Zamparini e Foschi (collaboratori non all’altezza? Sfondi una porta aperta mia cara) hanno puntato su Colantuono. Adesso sarebbe un errore cacciarlo via. Bisogna dargli tempo anche perchè in campionato, di riffa o di raffa, 10 punti li ha fatti e sta ben messo in classifica. Secondo me il ciclista può attendere. Vedrai, domenica si batte la Reggina e si ricomincia a sognare

    56. ok.
      il palermo ha avuto tre occasioni per segnare.
      Cavani a un metro dalla porta è riuscito a sbagliare.
      Simplicio tirava sempre fuori.
      Diana ha preso una traversa.
      Il Mladà ha avuto due occasione, di tre metri in fuorigioco, e ha segnato.
      L’altra gliel’ha regalata Agliardi.
      Il mladà NON E’ passato meritatamente come cercano di farla passare e noi NON abbiamo giocato così male come cercano di farla passare.
      Questo solo i 6000 allo stadio possono dirlo, e mi sembra che tanti di quelli che si lamentano hanno preferito come diceva frank andare al cinema piuttosto che guardarsi una partita.
      Tanto per lamentarsi basta.
      Anche quando l’unica cosa che si è vista è la faccia di brad pitt.

    57. Lucio, mi chiami in causa e puntualizzo, anzi te l’ho già detto qualche settimana fa. Io non dico oggi che quallo che DICI TU, nè tu nè nessun altro, io dico solo quello che penso IO. Su Colantuono e sul Palermo incompleto e senza gioco mi esprimo allo stesso modo da tre mesi. Ti ho detto la stessa cosa un mese fa, penso da solo, non ho bisogno di Lucio, nè di nessun altro. E’ vero tu non sei Gigi (I.DON’T.KNOW il nick su manierosanero, i due soli siti dove mi sbario, con Rosalio), Puglisi mi conosce. Sono INNAMORATO (deluso ma non rassegnato) della mia città in genere, non solo del Palermo, tifoso non è il termine appropriato nel mio caso.
      Vivo 9 mesi l’anno a Parigi e sono 100% palemitano con tutto l’orgoglio atavico del palermitano, non mi considero italiano, perchè l’italia non esiste, è una colossale presa per i fondelli cominciata 150 anni fa, l’italia è un simil-paese. Per la precisione e perchè ci tengo alla mia città in tutti i sensi, non solo sportivi.

    58. Gigi, calma, qui ognuno dice quello che pensa. Ti ho pure detto che sono d’accordo con te al 100 per 100, che altro ti devo dire? Sul fatto che l’Italia non esiste ci sarebbe da discutere, ma questa è un’altra cosa.

    59. Letta su un forum di tifosi

      Minchia però è simpatico Colantuono!
      Allenatore grintoso, palle fumanti e mai una parola fuori posto nei confronti dell’affezionato pubblico palermitano.
      Un pubblico sempre al fianco della propria squadra, mai critico, mai un fischio.
      Tu caro “parrino” di Castelfranco Veneto, come hai osato sostenere il contrario, tanto da urtare la nostra suscettibilità?
      Tu che non capisci un cazzo di calcio e che alle spalle hai solo un campionato di serie A come ti sei permesso?
      Tu che, in fin dei conti, ci hai “soltanto” portato in A dopo appena 31 anni e poi per due volte in uefa, chi cazzo credi di essere per parlare così?
      Tu col tuo sguardo triste e presuntuoso resta sui tuoi monti a pedalare quella fottuta bicicletta.
      Tu che con la tua maledetta paura di giocare a viso aperto (tanto da farti affibbiare il meritatissimo appellativo di “scantulin), ci hai fatto vincere in Inghilterra, battere nell’ordine roma, juventus, lazio, milan (a S.Siro), fiorentina (a Firenze), pareggiare in casa dei campioni d’Italia dell’inter, chi cazzo credi di essere?
      Noi adesso abbiamo un mister simpatico, grintoso, con uno schema di gioco per capello (nel senso di tigna), e che non ha paura ad affrontare a viso aperto nientepopòdimenoche il Mlada Sborrellav.
      Hai perso molti fans il giorno che dichiarasti di essere di centro destra, ma tu intendevi uno schema di gioco non è vero?
      Confessa indegno!
      La colpa è tua se lo scorso anno la squadra si è ammutinata al suo comandante.
      Non hai saputo reagire e riprendere in mano la situazione.
      Dovevi mettere fuori rosa almeno 15/16 elementi e giocare con la primavera, solo così saremmo potuti andare in champions.
      Oggi è un giorno triste per i colori rosanero, vado a farmi raccontare una barzelletta da quel simpaticone di Colantuono almeno, in questo, è molto più utile di te, caro allenatore triste.

    60. @puglisi
      Stai sicuro che io continuerò a scrivere quello che mi pare e piace, nei limii delle regole.

      E prima o poi tutti i vizzi si perdono.

    61. copiaeincolla molto discutibile.

    62. O Guidolin, tu che hai SOLTANTO gettato nella tazza 18 punti di vantaggio sulla quarta, o carissimo Guidolin.
      Tu che hai solo perso con Ascoli e Messina e Empoli e Chievo e Cagliari e via dicendo.
      Vi meritate la C1, Sonzogni e Morgia.
      Vi meritate i calci nel culo e lo schifo del calcio.
      Andate a tifare strisciato.
      Schefè.

    63. criticare criticare criticare

      e solo quello che sapete fare

      mi pare ammìà cà certuni godono a cercare di distruggere quel poco di buono c’aviemu n’Paliermo

    64. E tu che ti meriti schifo? Stiamo tutti sulla stessa barca… stai sereno e magari evita certe considerazioni fuori luogo… ah, se ti fa tanto schifo, poi, ci sono un sacco di bei posti da andare a vedere su Internet… baci

    65. Me lo fai perdere tu Mauro? Ma va fatti una passiata va! Cagliostro, se ti va rispondimi e metteremo alla prova il nostro argomentare. Fabio B, ti mando pure una foto mia: ero col saio e mi fustigavo 😉

    66. Nessuno mi pare abbia detto che lo Mladà Boleslav abbia meritato di vincere.Ma sicuramente, dai valori presenti sulla carta, era il Palermo che avrebbe dovuto passare il turno.Ecco perchè si vive questa eliminazione con disappunto, e con qualche critica.
      Le critiche, specialmente motivate da dati di fatto e non da prevenzioni tout court, servono per crescere,migliorare,capire.
      Il Palermo ha affrontato la partita sottogamba, punto.
      Speriamo che tutto questo serva in futuro come lezione preziosa.
      Chi ,come me,alle volte muove critiche, critica per amore verso la squadra non per andare “contro la squadra”.
      Gli avversari non sono nè Lucio Luca o Roberto Puglisi, ma chi fino ad adesso ha guardato il Palermo dall’alto in basso…dall’alto di scudetti o trofei vinti più o meno lecitamente.
      A questi dobbiamo dimostrare come la tifoseria del Palermo non abbia niente di meno rispetto le altre, ma anzi che possiede l’obbiettività di capire il momento difficile della propria squadra.
      Grazie e scusate se mi sono dilungato….

    67. Lucio, sono totalmente rilassato, oggi a Parigi c’è un tempo bellissimo ed è bello tampasiare lungo i viali della Senna, unico inconveniente: troppe belle silhouettes, e pure il resto, di fanciulle in giro, mi vengono le vertigini e sono rientrato a casa non potendo esercitare per cause coniugali.
      Pero’ tu hai scritto due frasi ambigue che si prestano a confusione. “giuro che Gigi non sono io” e “dicevo cinque mesi fa quello che Gigi dice adesso”. Siccome un mese fa ti sei indirizzato a me parlando di proselitismo preferisco puntualizzare, cosi ognuno si assume le responsabilità di cio’ che scrive.
      Sul fatto che siamo d’accordo non mi sembra un fatto straordinario in quanto i problemi del Palermo e di Colantuono sono evidenti e solo i tifosi di parte accecati dall’amore-tifo non li vedono, i tifosi sportivi e moderati li vedono.
      Piccola parentesi sul simil-paese, prima ho usato questo termine solo per rafforzare il concetto di palermitanità in riferimento a cio’ che tu hai scritto sul mio interesse per il Palermo. Comunque ogni occasione è buona per ribadire (martellare) che l’italia è un simil-paese.

    68. Gigi, diciamo che ce ne siamo accorti prima degli altri, ok? E che non siamo tifosi accecati ma moderati. Certo che tampasiare lungo i viali della Senna mica dev’essere tanto brutto…

    69. ah, ovviamente copiaeincolla sono io…

    70. puglisi non usare ateggiamenti mafiosi,ca un fa scantari a nuddu

      ancora ricordo come piangevi al meli

      c’erà papino che ti difendeva il caro prof,grande uomo,ri iddu un ci scuciasti nianti

    71. Mi verrebbe da commentare….ecchisenefrega? Fussero chisti i ploblemi ri paliemmu…blablabla e vai col qualunquismo d’accatto…

    72. Mauro il tuo commento è molto inopportuno. Ti invito a essere rispettoso.

    73. Copiaeincolla, veramente prima di ieri sera chi faceva notare le carenze di Colantuono e del Palermo veniva aggredito. Da ieri sera leggendo i vari siti noto che molti ammettono la realtà, ma ne restano altrettanti che aspettano ancora un gioco che difficilmente verrà.
      Io penso che se questo allenatore resta ancora a Palermo piu’ di 6-7 partite la stagione del Palermo sarà irrimediabilmente compromessa. Spero di essere smentito dai fatti. Si, è piacevole tampasiare lungo i viali della Senna, il mio sogno è quello di poterlo fare un giorno a Palermo con lo stesso Spirito libero, purtroppo comincio a rassegnarmi…troppo stress in giro.

    74. E lo dici a me Gigi? Sai quante aggressioni (verbali per fortuna) mi prendo da questa estate? Mauro, in tutta sincerità, cerca di evitare. Parla del Palermo, al limite insulta me che ho scritto il post, ma se ti va di insultare e basta vai da qualche altra parte che qui non ne sentiamo davvero il bisogno. A proposito, Puglisi scrive divinamente, ma che te lo dico a fà…

    75. Lucio, le ho seguite. Io sono “esperto in materia”, su un altro muro…le sciarre e aggressioni! Eppure io mi limito a esprimere civilmente le mie opinioni. Pero’ devo dirti che tutte le persone con le quali ho avuto querelles virtuali quando le ho incontrate nella vita reale sono stato piacevolmente sorpreso, alcuni sono diventati amici sinceri, e ci frequentiamo quando sono a Palermo. Da questi fatti deduco che molte liti virtuali sono dovute a raptus da tastiera. Siamo soli o con gli altri quando scriviamo nei blog?
      Il tuo riferimento a Puglisi non è chiaro, o perlomeno non sono certo se illudi a cio’ che potrei pensare.

    76. No Gigi, lo dicevo a Mauro che non è stato carino con Roberto… Ma io non dubito che chi critica è nella vita reale una bravissima persona, figurati. Qui si cazzeggia. Però l’insulto gratuito sinceramente mi dà noia. E comunque, caro compagno di sciarre, non si è mai soli in questo mondo. E questo consola.

    77. ok, senza un minimo di modestia.
      Io e altri Tifosi ci meritiamo dove sta il palermo, perchè ringraziamo ogni giorno di avere un modo per essere riconosciuti nel mondo che non sia la mafia, per avere un qualcosa dove riporre i malanni settimanali e dove palpitare, perchè non ci lamentiamo mai e sappiamo che quello che abbiamo davanti è unico e ce lo godiamo istante per istante.
      chi non se lo merità il palermo in serie A è chi, quando navigava nello schifo, tifava altre squadre, più blasonate, per poter vincere qualcosa. chi non se lo merita è chi cerca di distruggere tutto questo quando neanche può importargli di meno il palermo in serie A, è solo la moda del momento, poi quando passerà, passeranno anche loro. chi non se lo merità è chi si permette di criticare senza aver visto le cose con i loro occhi, per il puro prio di aver detto “io lo sapevo, io io io” in questa malata esistenza egocentrica. questi non se lo meritano.
      un saluto

    78. E’ la tua posizione, non la condivido ma la rispetto. Tu ti meriti il Palermo in A, io in C. A proposito, io tifavo altre squadre quando il Palermo navigava nello schifo e continuo a tifarle anche ora. Critico per mestiere (criticare significa raccontare con senso critico, appunto, non in posizione supina, tipo a quattro zampe davanti al padrone… non lo dico a te caro amico ma ai tanti miei amici e colleghi che di senso critico ne hanno pochino) e di meritarmi o non meritarmi una squadra di calcio non me ne può fregare di meno. Penso ci siano cose ben più importanti nella vita che vivere per il pallone. E penso che questa città non si affranca dalla mafia con un gol di Amauri in più o in meno. Ma solo se allo Zen arriva l’acqua corrente ogni giorno e il diritto non viene scambiato per il favore. Un gol in più di Amauri serve solo a far chiacchierare. Poi se tu credi che basti, fatti tuoi.
      un saluto a te

    79. non dico di affrancare lo schifo che esiste in questa città con un gol di amauri.
      dico di lenire, addolcire il male di questa città con un gol di amauri. è un pò diverso.
      abito allo zen, è il secondo giorno senza acqua. mi sarei sentito meglio se avessimo passato il turno, ma così non è stato e amen.

    80. Mi scuso ma non seguo il calcio, però nel leggere tanti commenti(in specie questi ultimi) mi è tornata alla mente una lettera pubblicata da Repubblica di Palermo a fine maggio 2004
      ne riporto qui il testo:
      – Il Palermo in serie A: una festa che i tifosi meritano, la città no.
      Ci stupisce come, nell’immediatezza del grande evento, i nostri concittadini sappiano ritrovare una inusitata, armoniosa e festosa compattezza, un inedito sentimento dell’appartenenza in una città, perlopiù estranea a se stessa, vissuta da alcuni come perfetti turisti inglesi, subita da altri con un senso di rassegnata oppressione, dai più calpestata, oltraggiata, lordata, e ancora sventrata, violentata, tradita nella memoria: un eterno girone infernale in cui tutti sono contro tutti e tutto.
      Alla gioiosa naturalezza con cui oggi si sale sul carro del vincitore, peraltro rigorosamente extracittadino, seguirà domani(quando i risultati fatidicamente non saranno così esaltanti) il mugugno maldicente e sprezzante di chi, essendo irrimediabilmente incapace di cogliere questa(come qualsiasi altra) occasione e volgerla in un progetto di crescita, avrà semplicemente incrementato l’indice di presenze negli stadi ad uso e consumo dello establishment che gestisce il cosiddetto ”grande calcio”.

      Maurizio Salerno –

    81. La domanda vera è,”quanto siamo disposti ad aspettare per far si che un progetto, anche attraverso cadute, sconfitte ed errori, possa maturare e dare frutti?” Perchè se la pazienza è poca, allora via Colantuono, tutti schifè e passiddà. Perchè, risultati e prestazioni ad oggi non ci sono.Se per una volta abbiamo pazienza di aspettare, nonostante i bocconi amari, forse avremo la fortuna di vedere nascere qualcosa. La diversità di vedute penso che sia qua, in un mondo basato sui risultati, l’equilibrio e la pazienza son difficili da mantenere, mio modesto parere. Se mi si permette sul filo dell’ironia, ricordo che le “grandi” squadre che hanno vinto coppe, scudetti etc etc, in un paese minimamente serie e con regole rispettate, a vario titolo negli ultimi anni sarebbero dovute fallire o eclissarsi in serie minori…..per esempio provate voi a farvi spalmare l’irpef dovuta in comodo rate per 25 anni…..o vendere e scambiarsi giocatori solo per creare attivi di bilancio. Quindi da tifoso di una squadra che ha pagato “a sangue di papa”, errori di gestioni passate, ricordo che possiamo fare schifo in campo , ma almeno abbiamo rispettato TUTTE le regole per entrare in quel campo….:-)

    82. Ringrazio Mauro per il riferimento al mio “papino” che riposa in pace da molti anni. Era veramente un grande prof. (e anche un grande uomo). Però vorrei invitare tutti a un minimo di leggerezza, si parla di calcio, in fondo. Qualche volta mi piace un po’ “provocare” ma lo faccio senza malanimo e con sincera simpatia per i miei interlocutori. Ps. Caro Mauro, anche se forse il tuo tono non era esattamente amichevole, ti ringrazio. Ogni parola che mi fa sentire vicino mio padre è una carezza dal cielo.

    83. Puglisi tuo padre era veramente un grande,e lo confermo.
      Riposi in pace.

    84. Il Palermo non raggiungerà mai alcun risultato importante perchè il suo Presidente ed il suo Pubblico non hanno pazienza.

      Un allenatore ha necessità di lavorare “in pace” (ossia senza che si giudichino i suoi risultati) per almeno metà campionato (negli altri sport si dice che si può giudicare un coach dopo 3 stagioni).

      A Palermo dopo 3 partite Brandaleone già dà consigli a Colantuno (con che titolo?!? E non mi riferisco a quelli dei giornali ma a quelli sportivi/professionali…).

      Chi è quel folle che pensa che cambiando allenatore ogni anno si possa costruire una squadra vincente?

      La verità è che Presidente e Pubblico si meritano il Palermo che hanno e i risultati che ottiene (o non ottiene).

    85. Sergio, i consigli si possono dare. Credo che chiunque possa consigliare al Palermo di giocare meglio di così. Poi è chiaro che decide il mister. Altra cosa è la fretta. L’esonero di Colantuono sarebbe un errore. Il ritorno di Guidolin? Una roba schizofrenica e inaccettabile. Spiace essere usciti così, con una dichiarazione di impotenza. Però la strada è lunga e Cola è un buon allenatore. Non era Capello quando vinceva, ma non può essere improvvisamente diventato l’ultimo degli incompetenti. Penso che con la Reggina il Palermo farà una buona partita.

    86. Ragazzi, la pazienza non manca a noi, manca al padrone del vapore che cambia allenatore ogni sei mesi. Ne sono passati cinque da quando Colantuono è a Palermo e quindi, giustamente, è a rischio. Giustamente considerando i precedenti di Zampa. Speriamo che questa volta vada diversamente e che domani con la Reggina si vinca e finisca a tarallucci e vino. Ma non è che il presidente sta a leggere Rosalio o si faccia influenzare da un articolo di giornale. Ha la sua testa, i suoi soldi: prendere o lasciare. E noi prendiamo…

    87. Lucio, sui “suoi soldi” non sono per niente d’accordo, anzi, mi chiedo spesso perchè quasi tutti i giornalisti nazionali e locali ce l’atturrano sempre con “i soldi di Zamparini” quando si sa che i circa 60 milioni che il Palermo incassa ogni anno escono dalle tasche dei palermitani. E’ vero che il RE MAurizio 1°, Unico, ha investito i primi due anni ma è pure vero che da allora si limita a gestire (bene) la società e a chiudere in attivo la campagna vendite. E cosa gradevole per lui ne trae una serie di benefici di immagine (le eventuali ripercussioni sulla sua attività di imprenditore sono fatti suoi, a me non me ne frega nulla) ed esaltazione della persona.

    88. …P.S. tutte cose, al suo ritmo quotidiano, anzi, tutto il giorno, di esposizione e pubblicità che uno sponsor dovrebbe pagare decini di milioni ogni anno. IL RE MAurizio ha pagato i primi due anni e oggi il valore della società è triplicato.

    89. Vabbè Gigi, però gli investimenti li ha fatti e ha riportato il Palermo nel calcio che conta… e questo bisogna riconoscerglielo sempre. Sai bene che se c’è da polemizzare non mi tiro indietro, ma ho sempre sostenuto che a Zamparini Palermo dovrebbe costruire una statua d’oro… poi le cavolate le facciamo tutti

    90. sapete qual’è stato il mio più grande rammarico giovedi sera? Essere andato allo stadio ed essermi perso un bel piatto di seppioline fritte bollenti e croccanti!!!! E non è finita,quando sono andato via dallo stadio, nel cuore della notte, pensavo di consolarmi con uno spuntino notturno a base di seppioline fredde e rammollite…..arrivo a casa, entro in cucina e vedo il gatto che si leccava i baffi ancora umidi di olio!!!!
      Sono andato a dormire con un atroce dubbio,mi ha fatto più male l’eliminazione dalla UEFA o il felino che fagocitava le mie seppioline????

    91. Lucio scrive:
      6 Ottobre 2007 alle 14:34
      Vabbè Gigi, però gli investimenti li ha fatti e ha riportato il Palermo nel calcio che conta… e questo bisogna riconoscerglielo sempre. Sai bene che se c’è da polemizzare non mi tiro indietro, ma ho sempre sostenuto che a Zamparini Palermo dovrebbe costruire una statua d’oro… poi le cavolate le facciamo tutti

      Come non quotarti?
      E’ la sintesi di ciò che penso su Zamparini
      Anche se per me la cavolata maggiore che Zamparini continua a fare è quella di stare troppo tempo lontano da Palermo, lontano dalla realtà contigente della nostra città e purtroppo non sempre i suoi più stretti collaboratori sono all’altezza del loro compito.

      Una piccola annotazione: ho notato che su questo sito sono i tuoi post a scatenare il più alto numero di commenti.

      Chissà perchè questa constatazione mi ha fatto tornare in mente le famose tre F dei Borboni, cambiano i secoli, ma nulla cambia in questa città!

    92. Lucio, infatti anch’io l’ho scritto, ma l’informazione bisogna darla completa, “i suoi soldi” sono quelli dei primi due anni, il resto…già detto.
      Ribadisco cio’ che ho scritto qualche giorno fa: se Il RE Maurizio va via si deve trovare un RE che lo sostituisce, pena il ritorno in serie B o serie C, per causa di mentalità palermitana. E’ vero pure che Zamparini a Venezia ci lasciava le mutande, faceva brutte figure=cafiate e collezionava retrocessioni. E’ vero cio’ che dice Palermitana; anche lei commenta spesso e volentieri i tuoi articoli.

    93. e tutte queste conoscenze finanziarie dove vengono gigi?
      perchè, tra abbonamenti e biglietti, merchandising e donazioni, non mi sembra si venda così tanto. quindi, non so tanto quanto siamo noi a sostenerlo, o quanto sia lui a sostenere il palermo.

    94. gigi sarà il figlioccio segreto di zampa,e a lui confida tutti i suoi segreti.

    95. Credo (ma cito a memoria, non sono sicuro), che il Venezia con Zamparini abbia avuto due promozioni in A e una retrocessione. A proposito, ora dove è finito ?
      Il discorso dei soldi che non sono di Zamparini, ma provengono, attraverso vari canali, dalla gente è una costante del pensiero dell’amico Gigi.
      SECONDO IL MIO PENSIERO,ha ragione completamente, è ovvio, per quello che proviene da abbonamenti e biglietti. Ha ragione, ma solo in parte, per quello che proviene dalle televisioni. E’ infatti da ritenere che a configurare l’appeal della squadra di calcio Palermo contribuiscano vari fattori e non solo il bacino d’utenza. Quindi anche (scusate il linguaggio tecnico) il “rating” della società Palermo e cioè la solidità economica e PATRIMONIALE della società. Per intenderci, SKY non avrebbe fatto un contratto di tre anni a quelle cifre, se si fosse trattato di una squadra destinata alla lotta per non retrocedere.
      Ora la solidità patrimoniale dipende, come è noto, in una SpA, dalla solidità degli azionisti che detengono il pacchetto di maggioranza. Si dà il caso che l’unico azionista del Palermo sia Maurizio Zamparini (credo abbia il 97% delle azioni e il residuo è sempre in famiglia).
      Insomma, caro Gigi, i soldi di Zamparini contano (ahimè) anche quando non li usa direttamente.

    96. Ciao Ghito, tu che mi aspetti al varco(babbio! quando esco la mattina presto con i miei animali sono contento!)dovresti sapere che io non ne parlo mai per primo, qui è per commentare il post di Lucio dove scrive dei “soldi di Zamparini”, ne parlo solo quando leggo mistificazioni sul tema o quando ci sono in giro troppi ringraziatori del RE Maurizio. Io ti dico che l’appeal senza abbonati dietro è solo fumo, e i sofismi non vendono un tubo poichè i media non li considerano. A Palermo spuntano antenne paraboliche dai balconi come funghi, i palermitani si abbonano a tutti i media possibili in circolazione (DT, satellite, internet, telefonini, etc.), piu’ RAI, piu’ lega, piu’ totocalci e min.hiate varie. Nessuno di questi è un ente di beneficenza, se ne fregano dell’appeal, si interessano solo di contabilità reale, si spartiscono con la società Palermo calcio i soldi che incassano dai palermitani che spendono. Penso che sia previsto nei contratti che in caso di retrocessione e conseguente minor numero di abbonati che le cifre non sarebbero le stesse. Lo stesso Zamparini, seppure uomo dal fascino irresistibile, se si presentasse con il Venezia ed il suo pubblico pagante prenderebbe il 10% di cio’ che prende oggi. Quindi Palermo conta. E se si riesce a comporre ogni anno una squadra nuova che non dovrebbe rischiare di retrocedere è la conseguenza del budget consentito dai palermitani che pagano, e non è la solidità finanziaria di Zamparini che paga tutti gli abbonamenti sopra elencati. Il tuo esempio, secondo me, è valido in altri campi. Ghito, due promozioni equivalgono a due retrocessioni, le cafiate e malefigure non le invento e nemmeno le decine di calciatori e allenatori in movimento continuo tipo zona transito di aeroporto internazionale. Tutto questo non toglie nulla ai grandi meriti di Zamparini imprenditore, ripeto, se Zamparini va via il Palermo torna in serie B o serie C, per causa di mentalità palermitana. Un popolo che ringrazia sempre il RE non ha molte speranze di evoluzione socio-economica. Qui si tratta di sport, IN POLITICA (pseudo-politica) E’ PEGGIO.

    97. …P.S. quando c’era sulla facciata dello stadio la gigantografia di Zamparini, con un bel sorriso gentile e denti bianchissimi, lo slogan di Zamparini era piu’ o meno cosi: “ho bisogno di voi per costruire un grande Palermo”. Zamparini non ha mai detto “i miei soldi”, nemmeno per il nuovo stadio con centro commerciale annesso. Sono i palermitani, non tutti ma moltissimi, e i giornalisti nazionali e locali, non tutti, a parlare dei soldi di Zamparini. Chissà perchè!

    98. Caro Gigi, certo che “Palermo conta” e che non c’è paragone col bacino di Venezia, ho soltanto cercato di allargare la visuale.
      Però, consentimi, non definire il discorso sulla solidità patrimoniale di una spa un “sofisma”.
      Ho già “scantonato” da un blog che parla di pallone, usando il termine “rating”, non posso adesso fare un discorso di natura scientifica , a sostegno della mia tesi, introducendo ulteriori elementi che sarebbero più adatti in un forum su…Basilea 2.
      Acc…, ci sono ricascato, ma perdonami, fondamentalmente siamo d’accordo e, almeno per quanto mi riguarda, non si tratta di ringraziare ogni minuto il “Re Zamparini”, anche a me farebbe piacere che ci fosse al suo posto un imprenditore indigeno, ma gli ultimi “locali” che abbiamo avuto sono stati Ferrara e Polizzi. Con tutto il rispetto per loro, se domani Zamparini, cedesse gratis a uno di essi il Palermo, con gli stessi giocatori, con gli stessi abbonati – e quindi a parità di condizioni attuali – stai tranquillo che il valore della società scenderebbe anche nelle considerazioni dei media, perchè la solidità patrimoniale conta, eccome.
      Buona giornata.

    99. Caro Ghito, il sofisma è riferito all’appeal. Sono convinto che Zamparini con il suo appeal e il suo fascino irresistibile senza gli abbonati (a tutto cio’ cui ci si puo’ abbonare) palermitani non incassa i 60 milioni attuali. Se si presenta con il Venezia incassa il 10%, se si presenta con il Napoli incassa piu’ di Palermo. Quindi conta la Piazza. La solidità finanziaria di Zamparini conta negli affari quando discute con i banchieri per le sue attività. Quando discute con i media calcistici conta l’audience. Io non ho mai auspicato il presidente indigeno, al contrario, sono convinto che senza Zamparini il Palermo torna in B. Anzi spero che in tutti i campi della società siciliana arrivino 2000 Zamparini, a cominciare dalla politica, è la sola chance per emergere. Il grande merito di Zamparini è di far pagare “quasi” tutti e aver combattuto certe mentalità paralizzanti. Ma senza appassionati palermitani non c’è budget. Quello che dispiace sono i continui attestati di gratitudine, quando si tratta di scambio di cortesie. Se continuiamo a ringraziare, a farci assistere, e a non non assumere e a non partecipare alle nostre cose direttamente abbiamo poche chances di cambiamenti, ripeto, nella pseudo-politica locale è peggio.
      Ti ho scritto in privato.

    100. P.S. a Venezia era lo stesso Zamparini, stessa solidità finanziaria, personale, aveva le stesse capacità di imprenditore pero’ in proporzione (allora il business calcistico mediatico era inferiore) rispetto a Palermo prendeva briciole.
      Ora, caro Ghito, dopo la tua prossima replica dovremmo spostarci a commentare la favolosa notizia dell’afflusso di turisti a Palermo, altrimenti arriva Palermitana e ci rimprovera di commentare troppo sul calcio e…sui soldi del RE.

    101. Il Palermo ha fatto visita ieri mattina al santuario di Santa Rosalia. La decisione per trovare un po’ di serenita’ dopo le ultime prestazioni.
      A riportare la notizia l’edizione odierna del quotidiano “La Sicilia”. Al santuario si sono recati giocatori, allenatori e dirigenti.
      E noi stiamo qui a parlare di centrocampisti, attaccanti, moduli…..

    102. Mih attasso ca porti mamma mia…Forza Palermo…..

    103. Antonio, sono un illuminista, non ci credo a queste cose. Sei sempre libero di non frequentare posti attassati, comunque… tante belle cose

    104. Ah Antonio, dimenticavo: quest’anno l’unica partita che ho visto allo stadio è stata Palermo-Milan… e in quanto ad attasso (per il Milan) direi che non ci possiamo lamentare. Mah…

    105. Dai Lucio che sei permaloso!!!!!! Un po’ di sana ironia daiiii…ciao

    106. Sono molto permaloso, nessuno è perfetto

    Lascia un commento (policy dei commenti)