sabato 19 ago
  • Purpura, che dire!

    Venerdì mattina ho avuto una visione. Non di stampo religioso, non vi preoccupate, ma egualmente mistica. Improvvisamente ho incrociato di fronte a Porta Carini in via Volturno non so quanti vigili urbani, con relative camionette, che facevano multe alle macchine normalmente posteggiate in doppia e tripla fila e/o dove sta la rimozione.
    Ora, considerando che le uniche due volte in vita mia che ho visto cose del genere (ovvero la via Volturno senza macchine sovrapposte e senza traffico) sarà stato per la conferenza sulla criminalità dell’ONU e per la recente visita di Ciampi presidente, mi sono chiesto che fosse successo di straordinario stavolta. Ebbene non era successo nulla. Proprio nulla, eppure sgombravano le bancarelle di frutta che ormai dalla Porta erano arrivate a superare di un paio di metri il marciapiede della via, e tanto altro.
    Mi sono reso allora conto che qualcosa era in effetti successo… Era stato nominato il nuovo comandante dei vigili urbani: Purpura. Che dire!
    Il venerdì, però, un minuto dopo che le pattuglie sono andate via la “sosta selvaggia” ha ripreso il solito tran tran. E quando dico un minuto intendo proprio 60 secondi!!
    Da lunedì così staziona una pattuglia tutto il giorno e come per magia c’è molto meno traffico. Addirittura talvolta nemmeno una fila. Sarà un sogno? Ma allora è possibile a Palermo far valere le regole della legge? Si può superare il vigente diritto personale?
    Voglio inviare un plauso al nuovo comandante che mi ha ridato la speranza, ma mi chiedo pure: quanto durerà?

    Ospiti
  • 7 commenti a “Purpura, che dire!”

    1. Ecco, purpura metta anche la camionetta al foro italico che la mattina diventa una pista per i motorini arrotando chi corre. Grasssssssie.

    2. Non conosco niente di questo nuovo comandante dei vigili urbani, ma spero vivamente che combatta questo modo di fare nostrano. Sono convinto che questo eliminerebbe buona parte del traffico cittadino e anche la mobilità del servizio pubblico. Ma per educare la gente non basta un giorno, non basta un mese, si deve agire con costanza, perche se il palermitano medio non conosce l’educazione deve cominciare a conoscere la paura di essere multato per i suoi incivili comportamenti.
      Come si dice, speriamo che duri!

    3. Speriamo che, come al solito, non sia “scruscio di scupa nova!” 😉

    4. avrà u bel da fare da quando partirà la circolazione a targhe alterne…chissà cosa ne pensa lui…

    5. Se non lo sapeste,il problema del ciaffico e doppia fila non è un problema “nostrano”.
      Anche qui a Nizza, il problema esisteva,dico esisteva perchè per eliminare questa piaga si sta adottando la corsia unica, e i vigili si sono concentrati nelle “avenue” dove c’è ne sono ancora due o tre.
      Sembrera’ strano ma con una sola corsia si viaggia meglio,perchè doppie file eliminate e molti credendo che ci sara’ il caos prendono percorsi alternativi…

    6. Perchè non viene pure in via lancia di brolo il sig. Purpura?
      Dove io cammino sulla strada con le macchine che mi strisciano il cappotto e le cassette di verdura o di pesce stanno comodamente “sedute” sul marciapiedi!!!
      E non parliamo di posteggi: ogni negoziante davanti all’ingresso del suo negozio ci piazza la sua bella vespa 50 senza ruote, i cartoni e se capita, pure la sedia di legna col nonnò seduto sopra.
      E io mi faccio cento giri minimo) del quartiere prima di posteggiare ad un Km. da casa.
      Vabbè, tanto se viene, viene un giorno e l’indomani

    7. ieri pomeriggio ho avuto rimossa l’auto in una zona in cui non c’era nè zona rimozione nè divieto di sosta, solo perchè aveva una (sola) ruota sul marciapiede, e pertanto avanzava sullo stesso di circa 30-40cm. L’auto non creava intralcio nè alla circolazione delle auto, nè dei pedoni (il marciapiede era molto largo). lo stesso è successo praticamente a tutte le auto della strada (viale Regina Margherita alle due del pomeriggio, che sfido chiunque a trovare un posto “parallelo al senso di marcia”). Chiaramente il posteggiatore abusivo ancora corre.
      non contesto la multa relativa a “sostava con le ruote sul marciapiede” benchè la ruota fosse solo una, quanto la rimozione del mezzo.
      capisco che il nuovo comandante abbia intenti moralizzatori, capisco che il comune sia affamato dei nostri danari, ma non è che questo sia un po’ un abuso di potere?
      Perchè il gent. dott. purpura e colleghi non si spostano di 100 m e arrivano a Corso “Olivuzza” dove il caos regna sovrano?

    Lascia un commento (policy dei commenti)