sabato 18 nov
  • Cuffaro lascia, Ars verso lo scioglimento

    Cuffaro solleva un vassoio di cannoli
    (Foto di Michele Naccari)

    Salvatore Cuffaro, presidente della Regione Siciliana, ha appena rassegnato le dimissioni davanti all’Assemblea Regionale Siciliana. Cuffaro era stato condannato a cinque anni in primo grado per favoreggiamento semplice e violazione di segreto d’ufficio.

    Il passaggio chiave della sua comunicazione in aula è stato questo: «Annuncio qui le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di presidente della Regione Sicilia. Le dimissioni costituiscono una mia scelta personale assunta per ragioni politiche e umane».

    Lo Statuto siciliano prevede che l’assemblea venga sciolta (per la prima volta dal suo insediamento) e che si vada al voto per la rielezione; il vice presidente della Regione Lino Leanza (Movimento per l’Autonomia) gestirà l’ordinaria amministrazione.

    Sicilia
  • 129 commenti a “Cuffaro lascia, Ars verso lo scioglimento”

    1. All’Ars c’è Patrick Ray Pugliese di Striscia per consegnare il Gongolo a Cuffaro.

    2. GRAZIE SANTUZZA GRAZIE!!!

    3. si festeggiate che ora l’uomo nero nn c’è piu’,la mafia verra sconfitta e tutti staremo meglio…ma smettetela e andate a lavorare.

    4. Sono estremamente soddisfatto.

    5. le dimmissioni di totò sono favolose!!! la sicilia deve cambiare pagine. complimenti a montezemolo…e adesso elezioni, la sicilia ha bisogno di rinascire e di sconfiggere per sempre la compravendita dei voti e il malaffare. Abbiamo bisogno di gente pulita! siciliani svegliatevi, abbiamo bisogno di respirare nuove situazioni.

      w la sicilia libera da totò cuffaro!!
      cannoli per tutti!

    6. Bene. Meglio tardi che mai. Mi sono risparmiato l’esposizione del lenzuolo “Cuffaro dimettiti” che avrebbe fatto bella mostra di sé stasera all’Olimpico durante Roma-Palermo.
      Alcune considerazioni.
      1) queste dimissioni mi ricordano molto da vicino quelle di Previti un minuto prima che si votasse la sua decadenza da deputato. Altrove su Rosalio leggo infatti che per TVV (Totò Vasa Vasa) fosse già pronto a Palazzo Chigi il decreto di sospensione ai sensi della legge 55.
      2) penso che un ruolo non marginale per giungere a queste dimissioni l’abbia avuta la forte presa di posizione della “società civile” nonché, ieri pomeriggio, quella di Confindustria per bocca di L.C. di Montezemolo.
      3) Con tutta la CdL protesa come un sol uomo verso l’obiettivo delle elezioni anticipate, era evidente che la posizione di TVV suscitava grande imbarazzo e apprensione: non si va in campagna elettorale lasciando agli avversari un argomento-bomba come un presidente di regione condannato a 5 anni per favoreggiamento e rivelazione di segreti d’ufficio.
      4) TVV naturalmente non rimarrà “schiffarato” a lungo: mi accodo anch’io alla previsione di T. Siino e Billitteri che per lui è già pronto un seggio al Senato nelle prossime elezioni politiche. Ma la “quota” di questa scommessa è ovviamente sotto la pari: basti ricordare che già nel 2006 TVV fu eletto al Senato e poi riconfermato presidente della regione.
      Saluti.
      F.to: un Leone finalmente rinfrancato.

    7. i cannoli ci ficiri acitu 😀

    8. ricordo a tutti che è appena caduto un governo di sinistra,pensate che si cambiera’ aria e che la sicilia venga governata dalla sinistra? è soltanto un illusione..

    9. è incredibile che stiamo a festeggiare un atto dovuto come una grande vittoria.
      allora…sfincioni per tutti???? 😀
      e alle prossime elezioni apriamo bene gli occhi!!!

    10. finalmente. allora le pressioni della gente onesta possono servire a qualcosa.
      @walter:
      nessuno è convinto che sia stato cacciato l’uomo nero, ma che

    11. finalmente. allora le pressioni della gente onesta possono servire a qualcosa.
      @walter:
      nessuno è convinto che sia stato cacciato l’uomo nero, ma che semplicemente sia stata la conclusione corretta di una vicenda che ci rendeva ridicoli agli occhi del mondo intero (non dimentichiamo mai Il New York Times)..
      sarebbe il caso di tenere bene a mente l’importanza di avere persone integerrime a gestire il potere, non di condannati, benchè in primo grado.
      (scusate m’era partito il commento…)

    12. @ Walter:
      sarebbe già un grande passo avanti se il centro-dx siciliana evitasse di riproporre soggetti alla TVV.
      Anche questa è soltanto un’illusione?

    13. Bene così, un atto dovuto.

    14. Nel caso in cui verrà assolto in terzo grado sarò il primo a darne atto, ma per il bene e l’immagine della Sicilia era importante che lui andasse a casa. Ricordo ancora quello che disse a Falcone, accusandolo di rovinare il nomer della Sicilia accostandolo alla mafia. Quanto meno per coerenza era dovuto, visto che gli sta a cuore l’immagine della Sicilia nel mondo.

    15. Sciacalli, vi vuliti fuddiri a nguantera di gannola? Nni manciamu tutti quannu ficimu u fistinu!

    16. @walter:
      se fosse diffusao un minimo di senso della legalità, un commento come il tuo non sarebbe spuntato.
      buttarla sulla diatriba dx/sx c’entra come il cacio sulla saint’honorè.
      cosa si deve fare per capire che il problema non era una diatriba di parte, ma il rispetto delle istituzioni e degli elettori?
      che per caso qualcuno perde qualcosa con queste dimissioni?

    17. @mao:
      pienamente daccordo 😉

    18. E tra 3 mesi si vota!!!!!!!!!!!!!!!!

    19. ragionando con calma, non è per spirito di caccia all’uomo, ma per incominciare ad avere un minimo di rispetto per le istituzioni e per la nostra immagine di popolo, mettendo che si, si aspetta un’eventuale condanna definitiva, ma intanto ne stavamo pagando tutti di questa sentenza.Poi ora spetta a chi va a votare dimostrare di puntare non più ad ideologie, a clientelismi,ad amicizie e parentele, ma ad un effettiva crescita della nostra terra e della nostra società. Fare discorsi che o di qua o di la, c’è la purezza e l’onesta non è assolutamente corretto, si cerchi di vagliare e di votare gente nuova e capace in primis. Saluti

    20. Non v’illudede, la mia in realdà è una viddoria, ero legado e mi stavano sduprando, ho preverido sodomizzarmi da solo ber non darvi soddisvazione!
      ..eppoi..ù dudduri mi disse ghe g’ho la gligemia alda e quindi….basda cannola.
      DORNERO’!
      non è una bromessa.
      E’ UNA MINAGGIA.

    21. adesso armi affilate…pronti alla battaglia

    22. E’ stato capace di dire nel suo discorso di commiato che sentiva già da prima la necessità di dimettersi!
      Ma picchi sta pigghiata pu culu?
      Lui in quel posto voleva restarci ad oltranza, a rovinare ancora la nostra terra, casa nostra!!! Parliamoci chiaro, è stato costretto, vuoi per la petizione popolare, vuoi dai suoi stessi “amici di partito” a dimettersi, e lui da volpe qual’è ( mafioso non vuol dire per forza stupido ) ha preso la palla al balzo è si è dimesso prima di far scoppiare altri casini.
      Mi dispiace solo che tutto ciò avvenga alla luce della caduta di un governo di sinistra, e che crea una forte instabilità all’ interno del paese e quini della sicilia.
      L’unica e ora vedere chi andra a prendere la poltrona…se uomo degno di fiducia o un altro quaraqua!
      E qui i rischi sono pronti..non scordiamoci che da altri fronti la sicilia e in mano ad altri personaggi non meglio raccomandabili!
      la sicilia ha bisogno di rinnovamento di rifarsi il vestito e dimostrare che può riemergere dalla situazione in cui si trova!
      Una cosa del genere in qualsiasi altro paese “civile” sarebbe avvenuta subito, al primo odore di condanna!
      Almeno ha saputo uscirsene con dignità..diciamo!!!
      Purtroppo credo ce lo troveremo presto a Roma, soprattutto alla luce dei fatti….

    23. in prospettiva un altro paesano al senato

    24. E adesso? Up patriots to arms!

    25. Per una apolitica il discorso di dimissioni fatto del presidente Cuffaro all’Assemblea Regionale convince. Credo che abbia fatto bene a dimettersi anche se rimane l’incognita dopo:
      Il “drogato” o “l’ingenua”. Cmq sia avremmo la faccia pulita ma la pancia sempre vuota. Chiunque di loro sarà al suo posto nn farà niente di diversa dal vecchio: ingrasserà le proprie fila!!! Ma almeno avremmo il nome più pulito e cmq se nn sarà così il candidato più probabile del dopo cuffaro potrà decidere di cambiarlo così nn lo deprime in certi momenti di astinenza…
      L’unico che possa avere abbastanza carattere per fare qualcosa nell’opposizione sembra essere Pino Apprendi.

    26. Ottimo che si sia dimesso, la sua presenza a Palazzo dei Normanni era una spada di Damocle sulla credibilità (già bassa) delle istituzioni siciliane

      PS Se alla fine dei gradi di giudizio Cuffaro sarà riconosciuto innocente, quelli che da 2 settimane gli danno del mafioso, corrotto ecc… che faranno??

    27. Era il minimo, e comunque secondo me ci fu la soffiata da Roma di un’imminente sospensione, quindi… Megghiu ghirisinni sulu ca’ no’ a cauci ‘ntau culu…
      Per le elezioni voglio essere ottimista, cazzo, ci voglio credere che i Siciliani si danno una benedetta mossa!

    28. Andranno a cassate al forno, Jimmy.

    29. HHAHAHHH troppo divertente il commento di DODO GUFFARO. chiunque lo abbia scritto è un genio

    30. Grazie Vincenzo.

    31. Le dimissioni di Totò Cuffaro sono un gesto di grande responsabilità e di rispetto per la Sicilia e per tutti i siciliani. Mi auguro adesso, un forte rinnovamento della politica a servizio dei cittadini dell’Isola, dei loro problemi e delle loro speranze. Lo afferma Enrico La Loggia, deputato di Forza Italia.
      Quindi, visto che La Loggia fa politica e ci vuole il rinnovamento, se ne va a casa pure lui?

    32. LA POTENZA DEI CANNOLI SUPERA QUELLA DELLA POLITICA.
      La verità sui cannoli partiti da Raffadali.
      La storia del vassoio di dolci che fotografato in mano al presidente ha fatto il giro del mondo di Massimo Lorello. Non ci sono cannoli alla bouvette dell´Assemblea regionale.
      Nel D-day del governatore Cuffaro, la vetrina del bar di Palazzo dei Normanni espone, prudentemente, solo qualche babà al rum. Oggi i cannoli sono solo spettri da evocare durante il dibattito di Sala d´Ercole. Sono l´incubo di Cuffaro che nel suo discorso rivolto ai novanta rappresentanti del popolo siciliano, racconta come sono andati i fatti. Racconta cosa diavolo ci faceva con quella guantiera di cialde alla ricotta, nemmeno 24 ore dopo essere stato condannato a 5 anni di reclusione e all´interdizione perpetua dai pubblici uffici. «Mi sono limitato a spostare quel vassoi di dolci che mi erano stati regalati. Tutti i giornalisti presenti ne sono testimoni», si difende il presidente. Erano le 10 del mattino di sabato scorso.
      Il governatore, nei suoi uffici di Palazzo d´Orleans, stava rispondendo alle domande delle tv sulla sentenza del pomeriggio precedente. E mentre Cuffaro parlava, i suoi collaboratori sistemavano sul tavolo delle riunioni due grandi vassoi ricolmi di dolci della più genuina pasticceria siciliana. Per arrivare in tempo con la prima uscita mattutina del presidente, quei cannoli sono stati farciti di ricotta che non era ancora sorto il sole. Li hanno preparati i pasticcieri del Motel San Pietro sulla statale 189 nei pressi di Castronovo di Sicilia. «Ogni settimana – racconta Silvio Cuffaro, sindaco di Raffadali ma soprattutto fratello del governatore – alcuni nostri cari amici ne prendono un po´ e li portano a Palermo, a Totò. Una questione di affetto, è gente che ci vuole bene. Non lo hanno fatto per un´occasione particolare». Di sicuro, però, i «cari amici» dei cannoli non potevano marcare visita proprio sabato scorso. Così, hanno portato le guantiere a Palazzo d´Orleans per allietare, come sempre, il palato di Cuffaro. Ma tutto si sarebbero potuti aspettare tranne che su quei cannoli, su quella ricotta così fresca e appetitosa scivolasse il loro adoratissimo Totò. Per mesi, il presidente della Regione si è arrovellato il cervello su tutte le sentenze che il giudice Vittorio Alcamo potesse pronunciare.
      Ha convocato penalisti e amministrativisti provando a tracciare ogni strada praticabile per salvare la poltrona di Palazzo d´Orleans. E quando ha schivato la condanna per favoreggiamento aggravato pensava fosse veramente andata. Invece, il sapiente lavoro di due pasticceri della provincia di Palermo, gli stava tendendo la più scivolosa delle trappole. Cuffaro, in verità, quei cannoli non sembrava del tutto convinto di mangiarli subito. Sabato mattina, li ha visti sul tavolo mentre commentava la sentenza con le tv. Prima di parlare con i giornalisti dei quotidiani, ha preso la guantiera cercando qualcuno dei suoi numerosissimi attendenti, affinché la portasse via. Ma il fotografo Michele Naccari lo ha fulminato con una decina di scatti che presto hanno fatto il giro del mondo. Davanti a cotanto sorriso e soprattutto a cotanti cannoli fra le mani, come si può sostenere che non c´era nessuna festa, come da giorni va giurando Cuffaro? I suoi stessi amici, a cominciare dai leader nazionali della Cdl, lo hanno ripreso o indirettamente gli hanno fatto sapere che «quella scenata poteva risparmiarsela». Così, il governatore si è ritrovato inaspettatamente solo, come solo era sabato scorso quando con i cannoli in mano cercava un accidente di collaboratore che lo liberasse dall´impaccio. Aveva colto la pericolosità dell´oggetto. Ma non hanno avuto la medesima intuizione quelli del suo staff, che qualche cannolo, intanto, se l´erano mangiato. Martedì, in cattedrale, Cuffaro si è trovato nuovamente faccia a faccia con il fotografo di Palazzo d´Orleans: «Tu mi hai rovinato», ha detto il governatore a Naccari che per rimediare era pronto a immortalarlo mentre riceveva l´ostia benedetta. Ma sarebbe servito a poco: le foto dei cannoli batterebbero pure i sacramenti. (25 gennaio 2008)

    33. @ Jimmy Reptile,
      ti ho risposto precedentemente a questa tua considerazione.

    34. M’è quasi passata l’influenza, Cuffaro s’arritirò, mi manca che il palermo vince a roma e segno questo sabato come memorabile.
      Antonio Siino ti vasassi tuttu! 😀
      ..e da domani… RED & TOBY nemiciamici.
      …OK, RED lo faccio io. 😉
      . 😀

    35. ragazzi ma quest’aano quante volte si vota, pilitiche,provinciali,regionali, referendum….quindi quattro volte , e quanti posti di lavoro prometteranno….boh???

    36. Silvio Cuffaro: “mio fratello si dimette perchè è impossibile continuare davanti a questo accanimento politico e giudiziario”

      MA VAFA….

    37. Cuffaro si è dimesso perché gli hanno tagliato le risorse economiche. Il Banco di Sicilia (Unicredit), dopo la dichiarazione di Montezemolo, non sarebbe più stato disposto ad erogare capitali, senza coperture, per continuare le sue (e dei suoi amici) numerose attività “paraimprenditorali”.

    38. dodo guffaro di nulla. mi permetta ti precisarle il passaggioche preferisco: è nel ” GHE G’HO” che io TROVO LA PACE DEI SENSI. 😀

    39. Gradirei che i commenti fossero educati e rispettosi della policy di questo blog. Grazie.

    40. Bè per una volta Totò ha fatto la scelta GIUSTA!!!

    41. Cuffaro si è dimesso.
      E si è dimesso non certo perchè colto da un improvviso barlume di dignità. Altimenti avrebbe provveduto 30 secondi dopo la lettura della sentenza di condanna.
      Adesso speriamo soltanto di non passare dalla padella direttamente nella brace. Eventualità purtroppo altamente probabile. Se solo penso che a succedere a TVV potrebbe essere GSS (non traduco l’acronimo, contento Siino???) mi viene il freddo.
      Non sono nemmeno di sinistra. Non vorrei essere governato dall’attuale centro sinistra. Pure lì brillano fulgidi esempi di vicinanza/collusione ad interessi mafiosi, ci mancherebbe.
      Questa classe politica tutta andrebbe rifondata. Sostuita in blocco, cassata, azzerata. Più che le singole persone, andrebbe cambiata la mentalità, dal profondo.
      Putroppo il raro fenomeno di una classe politica che si rigenera dalle sue ceneri avviene forse solo in conseguenza di una rivoluzione che la mandi in fumo, e una rivoluzione non ci sarà.
      Per conto mio sto pensando di iscrivermi alle liste civiche di Grillo. O almeno di andare a vedere di che si tratta. Poi magari scapperò inorridito anche da lì, pur se invece mi illudo di una boccata d’aria fresca (pulita è forse chiedere troppo, non so).
      Chissà.
      Auguri a tutti. Ne abbiamo bisogno.

    42. Gabriele contento perché non ci querelano tutti e due. 🙂 Per il resto a me non può fregarne di meno di quello che i politici fanno o non fanno nella loro vita privata, a meno che non coinvolga la sfera pubblica.

    43. Vero, Tony, grazie, capace che mi facevano nuovo nuovo. 🙂
      Comunque GSS non mi piace a prescindere. Non m’ispira alcuna fiducia. Inoltre è notorio che SS e non voglio essere governato da uno in preda a fumi. Posso?

    44. Gabriele ti faccio due domande pragmatiche: se dovessi scegliere tra un presidente della Regione che ha amici mafiosi ma non si stona e un presidente della Regione che si stona fuori dalla Regione e dentro invece è un buon politico chi sceglieresti? E ancora, se dovessi scegliere tra una nuova leva incapace e astemia e un politico capace e dedito fuori dalla Regione all’alcool chi sceglieresti?

    45. Scusate se allargo il campo alla situazione nazionale, ma tanto per capire cosa è la Cdl, due piccolissime citazioni:
      “Con me Berlusconi ha chiuso, la politica è la politica e politicamente la frattura non è più sanabile”
      Granfranco Fini, 28 novembre 2007
      “Nella Cdl non è mai stata messa in discussione la leadership di Silvio Berlusconi”.
      Granfranco Fini, 26 gennaio 2008
      Complimenti vivissimi. E complimenti a chi voterà ancora questa gente
      Cordiali saluti

    46. A scanso di equivoci io vorrei un presidente irreprensibile, ma anche la pace nel mondo e meno tasse per tutti eh! 😛

    47. Lucio in effetti anche a me lascia perplesso l'”allegria” con cui nella CdL si stanno mettendo da parte gli ultimi tre mesi di dispute.

    48. Tony, uno bravo che non si ubriaca e non si stona proprio non lo trovate in Sicilia? Eppure ce ne sarà uno… uno solo… magari meglio una visto che sarebbe ora di eleggere una donna

    49. Lucio siamo d’accordo, però secondo me la priorità sta nello stare nettamente contro la mafia e nella capacità politica, due caratteristiche imprescindibili. Se poi fosse anche un/a campione/ssa di virtù sarebbe il massimo.

    50. mariaaaaa,
      sono troppo contenta. ma allora oggi non è proprio una giornata di m….

    51. Sono d’accordo con Gabriele Salemme.
      ” Questa classe politica tutta andrebbe rifondata. Sostuita in blocco, cassata, azzerata. Più che le singole persone, andrebbe cambiata la mentalità, dal profondo”.
      Si pone più che mai in Sicilia una questione morale che va ricondotta quale bussola per una nuova azione di governo.
      I candidati, tutti, non debbono fare promesse demagogiche di impegnarsi nel dare posti di lavoro e gli elettori debbono scansare coloro che li fanno. Ci vuole dignità e maggiore senso civico.
      I partiti, poi, non debbono candidare persone che hanno già una condanna penale e potrebbero organizzare le primarie affinchè siano gli elettori a scegliersi i loro rappresentanti e a formare le liste. E’ importante che i partiti facciano un passo indietro, altrimenti saranno destinati a ridimensionarsi sotto il vento impetuoso di una latente rivoluzione per ora cavalcata dall’antipolitica ma che domani potrebbe essere guidata da una nuova organizzazione partitica di cui oggi si intravede l’embrione.
      Bisogna sapere che il voto NON E’ MERCE DI SCAMBIO;
      Bisogna sapere che il voto E’ LIBERO E NON CONDIZIONATO DA PROMESSE DI FAVORE;
      Bisogna sapere che i CANDIDATI NON SIANO PREGIUDICATI;
      Bisogna sapere che gli eletti sono chiamati a raggiungere il “BENE COMUNE” e non i particolarismi di pochi;
      Bisogna sapere che lo studio dell’educazione civica nelle scuole deve essere aumentato affinchè la ” RES “pubblica non sia considerata di nessuno, ma sia anche di ciascuno di noi,insegnando ai nostri ragazzi a tutelarla maggiormente;
      Bisogna sapere che fare attività politica vuol dire essere al servizio dei cittadini-elettori e non dei propri interessi o peggio del malaffare;
      Bisogna sapere che…

    52. VOTA GIUSEPPE LO BOCCHIARO
      almeno ci fa ririri anzichè chianciri…

    53. Ma noi dobbiamo pretendere il massimo!!!!
      Ci “attocca”, dopo tutto quello che abbiamo passato e che passiamo…
      Non credete?
      E allora pensiamoci quando andremo a votare, votiamo la persona che sappiamo più pulita, la più capace amministrativamente parlando, la meno collusa….
      Se invece vogliamo continuare a pensare ai nostri possibili tornaconti (tipo, io posso arrivare a chiedere un favore all’amico dell’amico dell’onorevole), tanto vale lasciare in sella “u tintu canusciutu”…O no?

    54. Comunque….sugnu cuntentissimuuuuuuuuuuu!!!!
      I cannoli in te cannarozzaaaaaaaaaa!!!!!!

    55. Concordo, Tony. Capacità e opposizione netta alla mafia.
      Infatti non mi drogo: a)perchè voglio essere sempre nel pieno possesso delle mie CAPACITA’ b) per non alimentare un mercato in mano alla MAFIA.
      Non è una candidatura a governare, per il momento. 😉

    56. Dai ragazzi Cuffaro si è dimesso, alla fine anche lui ha capito che era poco credibile come presidente. E se lo avesse fatto soltanto in attesa di essere eletto al Senato ed ottenere l’immunità?

      Chi saranno i candidati alle regionali?

      io dico Micciché VS. Orlando?
      Micciché VS. Borsellino

      Lombardo?

      apriamo un dibattito…

    57. andiamo alle elezioni, avremo una primavera intensa, le domeniche invece di andare “in camporella” ci passerà dietro un cubicolo di urna, con tanto di lenzuolone di carta con tanti simboli, che resti annichilito e non ci capisci niente. Allora provi a illudere te stesso che sarà finalmente il momento della svolta. Ma l’indomani ritornerà tutto come prima dove ti accorgerai che la politica è ostaggio “dei poteri forti, della finanza, delle banche, delle assicurazioni, delle grandi agenzie di rating, del sistema della comunicazione e dell’informazione, delle mille corporazioni che caratterizzano la storia ed i percorsi del nostro Paese”. “La politica di oggi sta ai poteri forti e alla finanza come i bravi a Don Rodrigo e i campieri ai baroni siciliani”.Non illudiamoci, forse la generazione prossima potrà cambiare qualcosa, ma io probabilmente non ci sarò più per vederne i risultati.non cambierà nulla sono tutti uguali a dx e sx, purtroppo ci siamo dimenticati un fatto: siamo italiani.
      e se anche dovessero vincere le elezioni i sigg della sx si farebbero i cabbasi propri.Bisognerebbe riportare tutti gli itaaliani a scuola a imparare Educazione Civica………………….

    58. Michele Naccari candidato del centrosinistra! (o del centrodestra, fate voi)

    59. Certo Cuffaro era indegno, ma se si guarda alla lista dei possibili candidati (e probabilmente eletti) del centro-destra (i vari notabili di FI e UDC, molto corrotti e con scheletri nell’armadio tanto quanto il raffadalese) alla carica di presidente della regione, c’è da piangere per questa terra ormai resa un feudo delle iene, che seguono i gattopardi di un tempo (per citare Tomasi di Lampedusa).

    60. Ma la Finocchiaro no? Italiano: 10, Pragmatismo politico: 10, Irreprensibile: 10 ecc. perfetta.
      Centro Destra? Oltre Lombardo che se nn vado errato pure con qualche indagine? Mussotto pure una buona esperienza politica, Miccichè oltre per riallacciare i rapporti con la Colombia nn mi ispira…

    61. La cosa che mi irrita di piu’ e’ il fatto che questa gente di sinistra e veramente ma veramente poco rispettosa nei confronti di un uomo che nel bene o nel male ha subito un processo , ha preferito nn ottenere alcuna immunita’ e che ha dimostrato di nn avere niente a che fare con la mafia!! E nonostante tutto questa gente di sinistra continua e continua ad infierire!!!!
      Non apprezzero mai la politica e il modo di fare della sinistra perche’ e’ un modo di fare politica che nn ha rispetto delle persone!!!! Si possono avere posizioni discordanti ma il rispetto delle persone nn deve mai venire meno!!! Imparate a fare politica,imparate a nn demolire le persone solo perche’ sono avversari politici!!!!!!

    62. Mastella
      Cuffaro…

      Il prossimo è Berlusconi !

      Magari …

    63. notare che cuffaro e mastella erano testimone di nozze di un certo campanella che permise a bernardo provenzano di ricevere una carta di identità falsa per curarsi a marsiglia… magari ci fossero le immagini di quel matrimonio.
      sarebbe un sogno farle vedere agli italiani tutti!

      nulla di scorretto tony…sono storie pubbliche e risapute.ma rinfranscarle non fa mai male

    64. Cuffaro: capolista Udc alla Camera o al Senato

      ROMA – Questa mattina aveva rassegnato le proprie “dimissioni irrevocabili” da presidente della Regione Sicilia, ma subito il suo partito – l’Udc – ha trovato per lui un nuovo impiego. Salvatore Cuffaro, alle prossime elezioni politiche, dovrebbe essere candidato come capolista al Senato, secondo quanto si e’ appreso da fonti parlamentari del partito. Nel caso in cui si decidesse invece di destinare Cuffaro alla Camera dei deputati, il suo nome verrebbe inserito come capolista o subito dopo il nome del leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini. (Agr)

    65. scelta giusta. ma otto giorni fa sarebbe stato molto meglio. ora però mi piacerebbe smettesse il “tiro al Cuffaro” e cominciasse un qualche discorso sul futuro della sicilia. uno che ha anche una mezza idea al riguardo ci sarà in giro?

      ps amelia, vedrai che valanga di voti prenderà l’udc.

    66. Telegraficamente:
      la Finocchiaro sarebbe un’ottima candidata per la presidenza della regione: ci pensi seriamente.

    67. Però… Vasa Vasa rottamato, Confindustria che alza la testa contro il pizzo, il clan Lo Piccolo smantellato, Provenzano in galera… forse un’altra Sicilia è possibile

    68. Infatti dobbiamo a Montezemolo queste dimissioni!

    69. Magari la candidata di centrodestra fosse la Prestigiacomo!

    70. sinceramente sono d’accordo alla caduta di Cuffaro, tuttavia proprio essendo simpatizzante a sinistra spero che stavolta la sinistra proponga una vera alternativa, una vera altra storia, e quindi non Orlando e tantomeno la Borsellino.
      Devo dire che non ci vedrei male Musotto anche se non sono di forza italia, ma preferirei davvero una svolta.

    71. @ piero li donni. Lo stesso Campanella che ha accusato il DS Lumia di esserli stato in qualche modo vicino?

    72. assurdo…non si candida gianfri. allora sfida borsellino-prestigiacomo…mi va benissimo.basta che il centro destra metti una donna!!
      comunque non credo che si candidi la finocchiaro. si brucierebbe visto le bassissime percentuale che ha di vincere e poi il pd é troppo debole in questo momento per poter fare a meno di una come lei…un pd senza la finocchiaro al senato mi pare davvero difficile.
      e poi…io sono per la sign. borsellino, con lei ho organizziato il ritaexpress e vissuto le esperienze più emozionanti della mia vita, l’unico problema e che le minestre riscaldate non sono mai buona!!
      Ma amo la borsellino…e quindi spero sia lei la candidata

    73. @ walter:
      no l’omo nero non se n’è andato, è più potente di questo piccolo uomo grigio che si è appena dimesso.
      Festeggia anche tu se tieni alla sicilia come me che non sono siciliano ma per questa terra vorrei la dignità che le spetta

    74. @ Piero Li Donni: non sarai mica il Piero Li Donni ex umbertino?

    75. Mi ma siete mommi per davvero… Finocchiaro, Prestigiacomo. e l’Arcigay chi candida? Cusumano?

    76. Daniele secondo me candida Strano! 😛

    77. vabbè visto che si cazzeggia, Finocchiaro la voterei senza neanche turarmi il naso.
      almeno non è “ingenua”, anzi è scaltra, e se le capitesse di incontrare tra i tanti dei mafiosi, non ci verrebbe a raccontare che non li conosceva, e non per non offendere la nostra intelligenza, magari la sua!
      e poi penso che la signora sia più usa a stringere la mano piuttosto che baciare a destra e manca…
      svegliatemi eh!…oggi è stata una giornata particolare.

    78. Roma – Palermo 0.0.
      fine 1° tempo.
      l’ho già detto, potrebbe essere una giornata memorabile.

    79. @toni: Vero è. Il governatore non può essere “flaccido”…

    80. Xchè non mettete Schifani?
      ( io ancora cerco chi lo vota, ne avessi trovato 1).

    81. PS. In fin dei conti responsabili della rovina della Sicilia siete anche voi che votate certa gente: a chi grida e si lamenta dello stato delle cose rispondo con i numeri e ricordo che Cuffaro ha preso 2 milioni di voti alleultime elezioni regionali, e 160.000 alle Europee, a dimostrazione della miopia ed egoismo del popolo siciliano.

    82. antonello, concordo con te.
      solo una cosa. la gran parte del “foraggio” viene dalla comunità europea, non dai siciliani, altrimenti saremmo a mare già da un pezzo, e non vedresti uno che lavora e cinque che guardano. anche noi cittadini elettori un po’ di autocritica dovremmo farla. certo…è come dire buttiamo la monnezza per terra perchè siamo incivili o perchè non ci sono i cassonetti???
      rimane il fatto che i siciliani migliori li trovi oltemare (roma esclusa)!!!

    83. precisazione:a spese del popolo siciliano / a spese della comunità europea

    84. stalker, non penso che i siciliani migliori stiano fuori dalla sicilia: ci vuole molto più coraggio a vivere in un sistema (politico o civile) che ti costringe a sopportare gente come Cuffaro, Fallica, Alfano, Lombardo, etc. piuttosto che fuggire per non dovere sottostare ai loro dictat e a sopportare la povertà generale che arrecano.

      In questo senso io mi sento più vicino a un topo che ha abbandonato la nave, piuttosto che il migliore dell’equipaggio, essendomene andato prima in nord-Italia e poi in nord-Europa.

      A scanso di equivoci, per tutti quelli che leggendo questi commenti possano pensare “ci risiamo, un altro comunista incazzato e rompipalle”, voglio dire che: ho una storia di lunghissima militanza nel centro-destra (FI prima e AN poi) e se anche uno di questa area politica comincia ad essere incazzato, qualcosa significherà.

      Quello che mi sconvolge è la totale mancanza di spirito critico nel popolo siciliano: la capcità di dire “basta! questi ci prendono per il culo e non fanno niente per la Sicilia”, solo perché hanno la speranza di mangiare le briciole che questa gente fa cadere dal proprio tavolo della cena.

    85. si antonello, non volevo generalizzare, solo che mentre scrivevo pensavi a gente come letizia battaglia, che ne ha rette di pesanti, ma di fronte ai peones ha capitolato.

    86. Chi è Letizia Battaglia?

    87. e poi spesso più ti allontani e più acquisti lucidità, al di là degli schieramenti politici.

    88. antonello, smanetta su google e avrai l’imbarazzo della scelta!!!
      ciao

    89. stalker, sulla questione della lucidità hai ragione: quando stavo a Palermo le cose minuscole che succedevano (l’apertura del McDonald’s, per esempio o il Palermo in Serie A, che per quanto tifoso sia, non posso considerare come un simbolo del riscatto siciliano) mi sembravano enormi, in mancanza d’altro.

      Da quando sono project manager in nord-Europa, mi trovo a gestire progetti con budget da milioni di euro, con gente che lavora ogni giorno, risultati tangibili in società multinazionali.
      Quando guardo alla mia vita e mi chiedo se potrò mai un giorno tornare in sicilia e ritrovare qualcosa del genere, devo rispondere di no e mi sento come in esilio e piango il mio dolore, perché è proprio gente come Cuffaro che mi ci ha mandato.
      Per carità, un esilio dorato, dato che guadagno molti soldi (e sono anche giovane), ma chiedo a tutti “perché questo non potrebbe realizzarsi in Sicilia?”… e non rispondetemi “per colpa della Mafia”, perché la politica siciliana è la vera mafia.

    90. ANTONELLO C’E’ GENTE CHE NEANCHE è DEGNO DI NOMINARE lETIZIA bATTAGLIA.

    91. sono io walter.

    92. La prestigiacomo è una gran bella donna….

      della serie “chiu pilu pi tutti”…

    93. ADESSO TOCCA A NOI

      Si adesso tocca noi provae a voltare pagina in sicilia.
      Cuffaro non c’è più. Ma il centrodestra si ed è forte.
      Dobbiamo trovare la persona giusta per provare a vincere. Un’idea ANTONELLO CRACOLICI.
      In fondo è l’unico che ha fatto opposizione in questi mesi. Che ne pensate?

    94. blogger:

      Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

      La Rivoluzione indipendentista siciliana del 1848 ebbe luogo in un anno colmo di rivoluzioni e di rivolte popolari che viene anche chiamato primavera dei popoli. La rivoluzione siciliana di quell’anno riveste un certo significato per le seguenti quattro ragioni:

      1. Cominciò il 12 gennaio 1848, e quindi fu la prima in assoluta dei moti rivoluzionari che ebbero luogo in quell’anno;
      2. Non meno di quattro rivoluzioni ebbero luogo sull’isola di Sicilia tra il 1800 ed il 1849 contro i Borboni, con quest’ultimo in particolare che diede vita ad uno stato indipendente che sopravvisse 16 mesi;
      3. La costituzione che sopravvisse 16 mesi era molto progressista per quei tempi in termini liberal-democratici, così come lo era la proposta di vedere l’Italia come una confederazione di stati; e
      4. Fu in effetti il catalizzatore della fine del regno dei Borboni nelle Due Sicilie che ebbe luogo tra il 1860 ed il 1861 con l’unificazione italiana detta anche Risorgimento.

      dopo 160 anni non posso proporre a tutti voi di fare una nuova rivoluzione per l’indipendenza dall’italia! non perche’ penso sia una utopia, ma perche’ credo che i tempi non siamo maturi per fare questo ( la faremo quando tra una decina d’anni in sicilia non si potrà piu’ vivere… )
      adesso invece propongo una rivoluzione politica!
      in sicilia con cuffaro abbiamo avuto il centro destra
      la sinistra l’abbiamo provata al governo con Prodi
      adesso ( senza nulla togliere alla signora Borsellino che stimo ) cosa vogliamo fare? provare la sinistra in Sicilia? O darla di nuovo in mano al centro destra?
      No… No! Io non ci sto!
      Invito tutti i giovani del blog a cercare una nuova via alternativa! Siamo sempre allo stesso punto: lo stesso mazzo di carte… a partita finita si mischia di nuovo e si gioca un’altra partita… e i problemi delle famiglie siciliane ( che sono tanti… io ne ho tanti, disoccupato precario con 78 giornate alla forestale soltanto e 3 figli da portare avanti )
      dicevo… i problemmi restano…
      la disoccupazione dicono sia diminuita… che ne dite palermitani? nella mia provincia di messina siamo in molti senza lavoro.. e credo che anche da voi non si gioca…
      che facciamo allora? Ci sono decine di partite e visto che si prospettano nuove elezioni regionali ( ci sono anche le provinciali ) ci inchineremo allo status quo?
      divideremo i nostri voti ai soliti? O andremo a votare scheda bianca?
      io proporrei un movimento politico regionale contro tutti i partiti esistenti, abbiamo 90 giorni di tempo
      non pensiamo a colori politici, buttiamo le tessere che abbiamo avuto finora e se non abbiamo compromessi con nessuno: formiamo questo nuovo movimento politico regionale e finiamo di fare le pecore!
      facciamolo per la nostra terra e per noi stessi!
      loro prendono 15000 euro al mese… e un padre di famiglia deve vivere con 900 euro ( anche a lavoro nero ) VERGOGNATEVI! POLITICI SICILIANI! AMMETTETELO CHE VE NE SIETE FREGATI DELLA SICILIA! DA 60 ANNI!!!

    95. La verità è che i siciliani prima ancora dei politici siciliani devono cambiare.
      Qui c’è uno che subito mi è messo a fare campagna elettorale per Cracolici, altri che la fanno per gente di destra o di sinistra, come se la sinistra non potesse colludersi con mafia e camorra e rubare e imbrogliare tanto quanto i democristiani (prova ne è la campania).

      Chiunque vada al posto di Totò non farà altro che perpetrare il solito modello: se sarà uno di centro-destra ruberanno i soliti amici, se andrà al governo la sinistra mangeranno amici nuovi.

    96. E’ vergognoso aver visto questo pomeriggio, a Piazza Politeama, qualche centinaio di persone che festeggiavano la dimostrazione che nella nostra amatissima terra la volontà di pochi, che hanno saputo fare solo demagogia e sterile polemica, ha determinato il futuro di tutti i siciliani.
      Ma in effetti, come diceva qualcuno, la Sicilia è la terra dei paradossi, la terra in cui si fanno 2.800.000 intercettazioni telefoniche su una persona per cercare il pelo nell’uovo, senza riuscire però a cavarne un ragno dal buco, la terra in cui un’UOMO, che decide di dedicare la sua vita ad ascoltare i problemi degli altri e a tentare di risolverli, viene preso a pesci in faccia, in cui un Governatore che con il suo governo porta avanti 42 provvedimenti per dire “no alla mafia” viene accusato di favoreggiamento aggravato ad essa, in cui un’altro uomo fa chiamare quasi giornalmente le cliniche di un mafioso e solo perchè questo ha un colore politico diverso dal primo neanche viene indagato, in cui la LEGGE, che permette di rimanere in carica al Presidente della Regione, viene considerata nulla da quattro cialtroni, che vanno a braccetto con, quelli si, condannati con sentenza passata in giudicato, con ex-brigatisti, evasori, eversivi, condannati per corruzione e concussione.
      Una terra in cui la diversità di opinioni, che da sempre contraddistingue l’uomo dalle bestie, diventa aggressione fisica e verbale, facendo trascendere chi dovrebbe essere UOMO, ma purtoppo è solo BESTIA.
      La giornata di oggi è di quelle che lasciano l’amaro in bocca, perchè oggi, con le dimissioni del Presidente Cuffaro, si è dimessa anche la possibilità di veder riemergere la nostra amata isola, infangandola invece con una ulteriore aggressione mediatica nei confronti di chi fino ad oggi la ha degnamente e autorevolmente rappresentata.

      Giuseppe Piazzese

    97. ma cosa ha bevuto il signor piazzese?

    98. piero, niente… più che altro se cerchi su google scopri che è un consigliere di circoscrizione (Sperone) dell’UDC… vuole solo fare la figura di quello che si è sollevato a difendere Cuffaro… piccole storielle di un partito di ominicchi… 😀

    99. LORIS BATACCHI PRESIDENTE DELLA REGIONE, GUIDOBALDO MARIA BALABAM PRESIDENTE DELL’A.R.S.!!! CHE NE DITE???

    100. ..piccoli Emilio Fede..crescono !

    101. Egregio Antonello,
      sono un UOMO di partito, ma non mi sollevo a difendere Cuffaro per fare bella figura, ma semplicemente perchè la mia posizione personale è quella espressa prima.

      Giuseppe Piazzese

    102. @ciccio e jimmy il fenomeno presidente del consiglio!!!

    103. …tanto ha gia’ il posto pronto al senato.

    104. @consigliere piazzese, qualcuno ha detto che solo gli stupidi non cambiano idea, ed io per non essere da meno l’ho fatto.
      lei è un genio!!!
      dico davvero. le sue ultime perle sono da incorniciare, ha superato se stesso.
      comicità pura delle migliori, sottile arte del paradosso e del nonsense, neanche antonio albanese arriverebbe a tanto.
      la sua è arte!!
      mi rendo conto che volando così alto in pochi possano capirla.
      per me semplicemente sublime!!!
      se tra tre mesi è ancora in giro la voto.
      suo stalker.

    105. Finocchiaro vs Prestigiacomo. Sarebbe perfetto.
      Lombardo no!

    106. @ 1/2 pagina di storia siciliana
      hai scritto uno degli articoli più belli degli ultimi giorni. e sottolineo articolo.

      per il resto scusate se l’entusiasmo mi è passato…voi sarete lì intenti ad aprire la guantiera della domenica, magari l’avete caricata di cannoli ma intanto TVV magari continua a festeggiare cu na tigghia ri pasta ò furnu, già perchè la sua carriera politica non finisce qui ( e te pareva) gli hanno già promesso una bella e soddisfacente candidatura nazionale.

      ora tocca a noi, bando a cannoli e doppisensi…andiamo e votiamo in un solo senso, quello della legalità. un altro mondo è possibile…

    107. ops, scusate non sono pratica.
      ma secondo voi piazzese è in buona fede oppure…
      non distinuguo.

    108. piazzese,i cannoli erano freschi almeno?
      ahhaahhahahahaa

    109. -Ho visto i manifesti firmati’popolo siciliano’che parlano di lotta alla mafia di Cuffaro e rifiutano le dimissioni.
      C’è indicato pure un sito internet.
      -Qualcuno ha più sentito parlare del partito nuovo di Silvio B.e della Brambilla?Datemi qualche notizia,se ne avete.

    110. Consigliere Piazzese… non si scrive “Un’uomo” besì: ” Un uomo”… Uomo è maschile…

    111. vabbè luca era impegnato a digiriri i cannuali

    112. @ Piazzese
      Anch’io all’inizio sono trasecolato nel leggere il suo messaggio perchè l’avevo cominciato a interpretare “prendendolo sul serio”. Poi, grazie a stalker, ho capito il fine: fare concorrenza ai comici più puri sulla piazza.
      Rivelatore di quest’arguta messinscena è stato, nello specifico, l’avverbio “autorevolmente” da lei usato sul finire del pregevole scritto.
      Davvero complimenti: se Antonio Albanese passa da queste parti non potrà non notarla.
      F.to: un fan

    113. ma non ho capito bene una cosa: che vi ha fatto il signor piazzese? sembra che abbiate qualcosa di personale contro di lui…Spero sia così perchè altrimenti niente giustificherebbe i vostri commenti. ma perchè ve la prendete con chi la pensa divcersamente da voi? le vostre idee sono così deboli da non reggere il confronto con quelle diverse?…mah…povera italia!

    114. Laila, nulla di personale, solo che Piazzese ha infranto ogni limite.
      Del ridicolo.

    115. e perchè? perchèla pensa in maniera diversa dalla tua? Io credo che sarebbe più civile argomentare piuttosto che deridere…anche perchè chi attacca per diendere leproprie opinioni di solito è perchè è il primo a non essere ocnvinto della loro giustezza e fondatezza

    116. no laila,non si può discutere lasciamo stare,piazzese davvero ha resentato il ridicolo difendendo ad oltranza l’indifendibile,ci vuali u ventu nchiasa ma no a stutari i cannili

    117. @ laila: ok, facciamoci del male. Ecco la risposta seria (tra parentesi quadra) alle cose che ha scritto Piazzese. Lo faccio solo per te. Spero apprezzerai.

      E’ vergognoso aver visto questo pomeriggio, a Piazza Politeama, qualche centinaio di persone che festeggiavano la dimostrazione che nella nostra amatissima terra la volontà di pochi, che hanno saputo fare solo demagogia e sterile polemica, ha determinato il futuro di tutti i siciliani [FINO A PROVA CONTRARIA, NESSUNO HA COSTRETTO TVV A DIMETTERSI PUNTANDOGLI UNA PISTOLA ALLA TEMPIA – QUESTI TONI ALLA “SANTIAGO DEL CILE 11/9/1973 SONO TOTALMENTE FUORI LUOGO].
      Ma in effetti, come diceva qualcuno, la Sicilia è la terra dei paradossi, la terra in cui si fanno 2.800.000 intercettazioni telefoniche su una persona per cercare il pelo nell’uovo, senza riuscire però a cavarne un ragno dal buco [SE I FATTI CHE HANNO DATO LUOGO AD UNA CONDANNA DI 5 ANNI A TE SEMBRANO “NON CAVARE UN RAGNO DAL BUCO”…E COMUNQUE NON SPETTA A PIAZZESE STABILIRE QUANTE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE SI DEBBANO FARE E NEI CONFRONTI DI CHI], la terra in cui un’UOMO [QUALUNQUE UOMO, FOSSE ANCHE UN GRAND’UOMO, RIMANE SEMPRE MASCHILE – MA QUESTA PERLA ERA GIA’ STATA SEGNALATA], che decide di dedicare la sua vita ad ascoltare i problemi degli altri e a tentare di risolverli, viene preso a pesci in faccia, in cui un Governatore che con il suo governo porta avanti 42 provvedimenti per dire “no alla mafia” viene accusato di favoreggiamento aggravato ad essa [NON E’ CHE L’AVERE ADOTTATO QUESTI 42 PROVVEDIMENTI PUO’ VALERE DA “SALVACONDOTTO” SE EMERGONO FATTI BEN DIVERSI E BEN PIU’ GRAVI SULLA CONDOTTA DI TVV], in cui un’altro uomo fa chiamare quasi giornalmente le cliniche di un mafioso e solo perchè questo ha un colore politico diverso dal primo neanche viene indagato [PENSO DI RIFERISCA A LUMIA – PREMESSO CHE NON FACCIO IL P.M., SE NON CI SONO FATTI TALI DA RINVIARE A GIUDIZIO QUALCUNO NON C’E’ MOLTO DA RIBATTERE – A MENO DI NON CREDERE ALLE TEORIA DEL COMPLOTTO PLANETARIO ORDITO CONTRO IL SOLO TVV], in cui la LEGGE, che permette di rimanere in carica al Presidente della Regione [NON CORRETTO: LA LEGGE 55/1991 PREVEDE LA SOSPENSIONE DALLA CARICA DI CONSIGLIERE REGIONALE, VENENDO MENO LA QUALE CESSA ANCHE QUELLA DI PRESIDENTE DELLA REGIONE], viene considerata nulla da quattro cialtroni, che vanno a braccetto con, quelli si, condannati con sentenza passata in giudicato, con ex-brigatisti, evasori, eversivi, condannati per corruzione e concussione [GRADIREMMO NOMI E COGNOMI GRAZIE].
      Una terra in cui la diversità di opinioni, che da sempre contraddistingue l’uomo dalle bestie, diventa aggressione fisica [QUALCUNO HA STRATTONATO, SPINTONATO, CAFUDDATO TVV? A ME NON RISULTA] e verbale [QUESTO E’ OPINABILE, OVVIAMENTE: QUELLO CHE PIAZZESE CHIAMA “AGRRESSIONE VERBALE” IO CHIAMEREI “INDIGNAZIONE”. POI OGNUNO SCELGA LA PAROLA CHE GLI PIACE DI PIU’], facendo trascendere chi dovrebbe essere UOMO, ma purtoppo è solo BESTIA [TRA LE “BESTIE” NON DIMENTICHIAMOCI DI INSERIRE ANCHE MONTEZEMOLO, EH!].
      La giornata di oggi è di quelle che lasciano l’amaro in bocca [A ME NO. E NEMMENO A MOLTISSIMI SICILIANI, HO LA PRESUNZIONE DI PENSARE], perchè oggi, con le dimissioni del Presidente Cuffaro, si è dimessa anche la possibilità di veder riemergere la nostra amata isola, infangandola invece con una ulteriore aggressione mediatica nei confronti di chi fino ad oggi la ha degnamente e autorevolmente rappresentata [IN QUEST’ULTIMO INCISO RAGGIUNGIAMO L’ACME: IL PROBLEMA NON E’ UN PRESIDENTE CONDANNATO MA IL BATTAGE MEDIATICO CHE, COME SEMPRE, INFANGA LA SICILIA. MA FORSE PIAZZESE SI SARA’ VISTO SU YOUTUBE IL TVV ANNI NOVANTA CHE ATTACCA FALCONE CON GLI STESSI ARGOMENTI E VUOL FARE VEDERE CHE HA IMPARATO LA LEZIONE].

    118. dopo attenta lettura ho capito una cosa.
      da ora in poi quando sentirò dire “LA NOSTRA AMATISSIMA TERRA” o “LA NOSTRA AMATA SICILIA” camminerò rasente i muri..
      grazie sig Piazzese per avermi edotto sul gergo UDCciano..

    119. Piazzese…i cannuali ca ricuatta…ti puirtò miccichè?

    120. Laila, nulla di personale contro Piazzese … ma se agli argomenti replica con la propaganda ne consegue l’ironia e il sarcasmo.

    121. @Leone
      sono d’accordo con te. Su tutti punti….

    122. @leone, tutto giusto, ma ricordati che non c’è peggior sordo…….. 😉

    123. la più paradossale….garantisti con gli “amici” condannati…giustizialisti con i nemici manco inquisiti. mahh!! contenti voi…

    124. Salve a tutti,
      sono un ex partinicese adottato da Bologna.

      Sono uno dei tanti giovani pieni di ambizioni che non hanno però la forza di combattere l’ambiente in cui sono nati e preferisce andar via e lasciare, a 20 anni, la propria terra: appunto Partinico.

      Un paio d’anni fa, ho provato il ritorno alle origini e, con un collega di Marsala, ho aperto una società di informatica a Marsala.

      Ma non è di questo che vorrei parlare.

      Noi giovani siciliani, qui a Bologna, abbiamo tentato un paio d’anni fa di far eleggere Rita Borsellino come nuovo governatore della Sicilia.
      Non che io sia di sinistra, anzi.. tutt’altro.

      Ma sono del parere che la giustizia ed il bene comune non abbiano un’etichetta, e vedevo in Rita una persona lontana da certi interessi economici, lontana dalla politica malsana che, in questi giorni, è balzata agli onori della cronaca italiana e siciliana.

      Bene, il vero motivo per cui vi contatto è

      http://www.unaltrastoria.net

      Un network, senza scopo di lucro, che mette insieme le idee di centinaia di ragazzi siciliani da tutta l’italia che hanno un sogno. Scrivere la storia di una nuova Sicilia… scambiando idee, opinioni, e scrivendo un nuovo programma.

      Sarei grato se poteste partecipare numerosi ed attivamente alla discussione e, ovviamente, passare parola a chi possa avere a cuore se non il proprio futuro, almeno quello dei propri figli.

      Non voglio che mio figlio sia costretto a lasciare la propria terra per colpa di gente dalla mente bacata che ci governa puntando all’interesse personale, senza sapere che il bene comune è poi quello che, alla lunga, rende di più.

      Scusate per il tempo rubato
      e… passate parola: unaltrastoria.net

    125. Ragazzi ho sentito dire che potrebbe essere proposto come candidato di sinistra il sindaco Rosario Crocetta, di sicuro è un uomo che ha mostrato coraggio e che non ha paura dei mafiosi.Voi che ne pensate?

    Lascia un commento (policy dei commenti)