sabato 25 nov
  • Cartoline da Mondello (seconda)

    La cancellata gialla è un annuncio. Ecco la villa fantasma davanti al “Palace”. Per la verità, non l’unica dei paraggi, considerando che parecchi siti avvezzi a discorsi di stregoneria citano un’altra costruzione elegante a piazza Caboto, in sospetto di poltergeist. Che fa addirittura più impressione, perché rammenta vagamente la dimora tetra di “Profondo rosso”. Eppure, la villa fantasma doc è proprio quella del “Palace”, meglio nota al grande pubblico. Quando passi accanto al cancello, è impossibile non sbirciare con apprensiva curiosità, per tentare di cogliere il guizzo di uno spiritello burlone. Tutti hanno notato qualcosa di strano. I pescatori della piazza lasciano andare la memoria, con molta circospezione, trattandosi di anime sante o screanzate, ma ricordano perfettamente. “Una volta ho visto una fontana che zampillava. L’indomani era sparita”. “Una volta ho visto muratori che lavoravano, con una tavola imbandita per la pausa pranzo e gli attrezzi imbiancati di calce. Ho pure parlato col capomastro. Sono andato a comprare le sigarette. Cinque minuti dopo sono tornato e non c’era più nessuno”. “Una volta ho visto un bambino che girava con un triciclo, come in quel film, come si chiama?”. Si chiama “Shining”. E la famosa scena del triciclo ha funestato le notti di molti. Il mistero si annoda, se passeggi accanto alla cancellata gialla. Perfino l’odore delle zagare assume un connotato diverso dal solito. Pare un profumo di lenzuola spettrali, fresche di bucato.
    Poi ho trovato il numero del proprietario della casa. Ho chiamato. Mi ha risposto una voce di donna: “La villa era di mio fratello che è morto da poco. Faceva il medico. Sì, conosco le voci che girano. Sciocchezze. L’unica vera forza presente ancora tra quelle mura è la dolcezza di un uomo che amava il mare”.

    Palermo
  • 67 commenti a “Cartoline da Mondello (seconda)”

    1. mi avevano raccontato che ai tempi della seconda guerra mondiale,questa villa era diventata una casa d’appuntamenti. Una notte è scoppiata una lite tra soldati tedeschi ubriachi che si sono messi a sparare e ci è scappato qualche morto, seppelliti poi nel giardino della villa.da allora le anime vagano… Io non ho mai visto niente…

    2. A me hanno raccontato una cosa simile: che era la sede del comando tedesco, dove venivano portati i prigionieri.

    3. …sì sì, era una casa di nazisti…ubriachi..e pu++anieri…
      la famosa ” Casa delle Libertà “. 😀

    4. Goku, smettila sennò ti mando Petruccioli…

    5. niente in confronto a villa Pacelli……..

    6. Confermo anche io la storia del comando tedesco!

    7. sono curiosa…mi raccontate qualche altra cosa in merito?..

    8. Io in realtà in quella casa ci sono anche entrato; per una festa di compleanno quando ero bambino (ero compagno di uno dei pargoli). Niente di strano, però poi dissi a mia madre che mi sembrava di esserci già stato altre volte in quella casa (cosa che spaventò a morte mia madre..).

    9. Ragazzi apprifitto dell’argomento: sapete qualcosa riguardo a quel “pozzo” che si trova all’inizio di via libertà di fronte l’ingresso di via la marmora? Anche in questo caso ho sentito tantissime leggende metroplitane, ma in realtà cos’è?

    10. mmmh la strage non fu nella villa all’altro angolo??? davanti all’altra entrata del palace…quella con la torre stile la casa di psyco, che è stata disabitata per anni ed è stata ristrutturata un tre anni fa….
      lì sapevo che c’erano state delle suore ammazzate dai tedeschi… O_o
      delle mie amiche dissero di avere visto luci strane anni fa una sera…
      ed una sera d’estate ci passò davanti a piedi un mio amico e si spensero tutte le luci della strada li davanti….

    11. @ Andre@: se ho capito di cosa parli credo sia l’entrata di alcune grotte o cunicoli sotterranei…non so altro però…

    12. per andre: si tratta del c.d. “fosso”…sono una serie di gradini che portano all’entrata dei cunicoli sotterranei di Palermo…così me li hanno descritti, io non ci sn mai stata

    13. Io sapevo che la leggenda è nata perché in realtà era una bisca clandestina e per questo era disabitata di giorno e “animata” di notte

    14. Ragazzi, perdonate l’ignoranza, ma esattamente dove si trovano queste famigerate case?
      Mi potreste dare qualche indicazione + precisa…
      Ne ho sempre sentito parlare ma non mi hanno mai spiegato con precisione dove sono…

    15. Andre@, confermo quanto hanno detto qwerty e babs, aggiungo che questi cunicoli venivano usati dai Beati Paoli per spostarsi rapidamente ed in sicurezza da una parte all’altra della città per le loro riunioni cospiratrici.
      Berni, la casa di cui parla Roberto si trova all’angolo di v.le Galatea sulla dx, di fronte l’Hotel Palace (riconoscibilissima grazie alla cancellata gialla citata da Roberto), mi sembra che ce ne sia un altra di villa su cui si narrano leggende metropolitane e che dovrebbe trovarsi a Fondo Anfossi, ma ne so poco e quel poco che so è che si tratta di una normalissima struttura di una villa rimasta incompiuta per problemi di licenza edilizia e non certo per il capriccio di qualche spiritello!

    16. Ciao Roberto,prova a parlarne con Salvo (quello dei fratelli Corsaro),le nostre nonne erano di Mondello,e forse lui,essendo più grande di me e quindi forse meglio informato,potrebbe consegnarti qualche simpatico aneddoto.

    17. ragazzi sulla casa di fronte il palace posso raccontarvi una storia della quale non sono testimone:
      ragazzi che sono entrati ne sono usciti picchiati e hanno sentito rumori strani e visto cose che si muovevano.Chi me l’ha raccontato non e’ pallista…..ma vacci a credere.

      La casa di Fondo Anfossi invece la conosco bene… tutte leggende
      , E’ assolutamente normale

    18. Della casa con la cancellata gialla quando ero bambimo (8-9 anni circa) ne ho sentite di cotte e di crude. La storia piu` racconta che non appena entrati nella villa ci sarebbe trovati di fronte una signora molto anziana ed un coltello sarebbe stato scagliato da chissa` dove per conficcarsi nel muro proprio alle vostre spalle.

      Nella villa posta di fronte l’altro ingresso del palace (quella con la torretta stile psycho come ha detto qualcuno) ci sono personalmente entrato di notte insieme ad altri 2 miei amici mentre il resto della comitiva ci aspettava fuori. Avvenne credo nel 1996 (o forse nel 1995). Ricordo che la casa era in condizioni pietose (vetri rotti, mattonelle del bagno in giro dappertutto) e rimasi piuttosto impressionato da una scritta che si trovava appena si entrava e che recitava “Ore 3, la dannazione della casa”. Quasi tutti i muri erano ricoperti di scritte, non ci siamo soffermati a leggerle anche perche` la nostra unica fonte di luce era uno zippo. Non abbiamo avuto coraggio a salire al piano di sopra, ma dopo qualche giorno i miei 2 amici ci sono tornati di giorno e hanno trovato al piano di sopra semplicemente del materiale che la telecom teneva li in caso di lavori in zona (cavi telefonici, tubi ecc). Circa 3-4 anni fa la villa e` stata ristrutturata ma non credo sia stata ancora venduta. So che ne chiedevano piu` di 1 milione di euro….

    19. ops ho scordato una parola…. la seconda frase del mio commento dovrebbe iniziare con “La storia piu` gettonata”….

    20. ieri sera parlavo di questo argomento con amici. Due di loro hanno vissuto la stessa esperienza nella famosa villa ma in momenti diversi: entrambi sono entrati e si sono trovati davanti un vecchio con i capelli bianchi e gli occhi tipo “spirdati” che gridando in modo animalesco li ha buttati fuori. Entrambi hanno notato all’interno della villa una fiat tipo bianca targata pa prova 999. Informandosi in giro nessuno ha mai visto quel vecchio o quell’auto entrare nella villa.

    21. Un amico del banco di sicilia,un dirigente molto serio e poco incline alle fantasticherie, un giorno fu inviato presso la suddetta villa con il compito esplorativo di verificare queste strane voci (il banco, a quanto pare, aveva intenzione di acquistare l’immobile).Insieme alla sua famiglia pernottò quindi nella villa. Tutto ok. Tranne che il mattino seguente, al risveglio, sia lui che i suoi familiari percepirono come delle strane vibrazioni nella casa. Un’atmosfera diversa rispetto alla sera prima.E anche uno strano profumo. Nel salone d’ingresso, dietro una poltrona, videro una figura con indosso abiti si presume primo novecento. L’uomo, di età non percepibile, fumava una pipa e sembrava essere piuttosto una proiezione, una sorta di ologramma. Naturalmente i miei amici abbandonarono la casa. PS. E’tutto vero! Sono persone credibili e non ritengo che potessero essere tutti contemporaneamente in uno stato di alterata coscienza.

    22. …da quelle parti sono stati avvistati pure:
      1) la cicogna che porta i bambini
      2)Babbo Natale
      3)la Befana
      4) mè ( Goku )
      ma per…ç°§é*?^@#[]€…..

    23. i miei (nonni, mamma, zie) vi hanno abitato, passandovi una stagione estiva, e hanno sentito un sacco di rumori, ma non hanno visto niente: accadeva nei primissimi anni ’60.

    24. Domanda: ma la villa col cancello giallo è in vendita?
      Magari con tutte ste storie la potrebbero svendere…a me.
      Cerco casa a Mondello.
      eheheh

      🙂

    25. beh comunque spiriti e spiritelli hanno buon gusto, vanno ad infestare sempre ville e villette in belle località di mare o montagna, mai che vadano in un monolocale diroccato in una zona malfamata

    26. Ma tu guarda cosa mi doveva fare ricordare Roberto…
      Io praticamente a “uno sputo” da quella vila c’ho abitato. Avevao una villetta in Via Anadiomene, non so se avete presente. Ne ho sentite anche io di cotte e di crude… ma quello che mi chiedo è: ma veramente non si riesce ad affittare questa cacchio di villa? Mi pare strano…
      PS. Certo cosi, aumenta l’abusivismo dei fantasmi però eh? 😉

    27. Io me la comprerei. 😀

    28. mi avete fatto cacare addosso

    29. mi staiu cacannu i supra

    30. MI STAIU CACANNU IN CAPU (O_O)

    31. si kiddi ru Giro d’Italia passano ravanzi a villa i fantasmi fannu spariri tutti i ciclisti (O_O)

    32. eccone un’altra: un mia zia ricorda che una sera passando davanti alla famosissima villa di Mondello, a intravisto una tavola apparecchiata per cena con persone sedute che mangiavano, dopo mezzora ripassando da li non c’era niente…

    33. ragazzi la conoscete la Villa Alliata di Pietratagliata?è enorme.Fa anke paura! apparte che dicno fosse stregata.
      Io ci sn entrato cn degli amici. Eravamo 15 ma nessuno ha sentito niente……
      Ragazzi è fantastico quando entri in questi posti, ti senti un adrenalina pazzesca!
      ciao a tutti…….

    34. Ne ho sentite tante su questa villa, sono convinto che se ci entrassi, anche solo per un minuto, non starei tranquillo. Ma quello che, secondo me, c’è dietro è qualcosa che riguarda i cunicoli dei beati paoli. Palermo, in pochi lo sanno è infestati da questi cunicoli, molto spesso usati ancora oggi per illegite situazioni, secondo me in definitiva quella villa c’è uno di questi ingressi , con queste storie si riesce a tenere lontano l’occhio del popolo. Tra questi cunicoli so che c’è ne sono due che passano da villa spina (zona san lorenzo – piazza niscemi ‘di fronte la palazzina cinese’) che portano, uno alla favorita ed uno a mondello. I cunicoli, li conosco personalmente ma non ho mai verificato dove sbucano. Chi saprebbe dirmi se qualche cunicolo dei beati paoli passa dalla casa stregata?.

    35. i miei nonni mi hanno raccontato la vera storia della villa di mondello con la cancellata gialla .risale a parecchi anni prima della costruzione della villa c’era una capannina punto d’incontro di una coppia d’innamorati lui era un soldato lei una semplice ragazza che abitava con il padre .suo padre voleva che sua figlia lorena questo era il suo nome sposasse un distinto signore pieno di soldi,ma lei gli fece capire che era innamorata di un altro e che non avesse mai sposato chi volesse lui ecosi se ne andò di casa.quella sera avrebbe dovuto incontrarsi nella capannina con il suo soldato .il padre di lei aveva pensato di farli bruciare tutti e due nella capannina,ma quella sera lei aspettando il suo innamorato che non arrivo mai si addormentò.il padre diede fuoco alla capannina e lei morì.da allora la sua anima è dannata nell’attesa del suo amore.

    36. aggiungo un particolare chiunque volesse andare ad abitare nella villa prima si deve assicurare di essere ben accetto.nel caso in cui entrando nella casa dovesse illuminarsi come se stesse spuntando il sole allora è sicuro che il fantasma di lorena ha scelto la famiglia che può abitare lì senza ricevere fastidi da lei e viverci tranquilli.ricordate che sarà lei a decidere .

    37. io sono stato di recente….4 mesi fa nella villa che c’è a piazza caboto..
      è quella palazzina bianca in stile non troppo antica che di recente (un paio di anni) è stata provvista di un recinto (quello classico in filo di ferro guainato che formaun disegno a rombi) che però ha la particolarità di non avere un cancello di entrata…è come se avessero pensato di non farci entrare più nessuno….
      In pratica è successo che siamo andati li e per entrare abbiamo dovuto rompere il recinto con tanto di pinza….siamo entrati nella villetta attraversando tutta una serie di alberi ed erba altissima….in realtà sono poco più di 15 metri di strada.
      Abbiamo notato che la parte al pianterreno della villa è murata…..che ci sono dei buchi causati dalla malcostruzione di queste murate e che intrtavendendo puntando una luce non è possibile vedere nulla….quindi abbiamo proseguito salendo una scalinata che sta al lato opposto della nostra entrata ricavata dal lato non visibile della villetta….
      Abbiamo liberato una porta chiusa con il fil di ferro e siamo finalmente entrati….
      dentro il solito scenario da villa abbandonata…tremendo odore di polvere, chiuso e muffa…..robe sporche materassi, ma sembra che fosse abitata da qualche poveraccio di recente….ma di cose strane nulla…a parte la stupenda sensazione di “cacazzo” che ti prende quando vai in questo genere di posti….
      cmq nulla di nulla….
      Senza considerare però che c’è un piaterreno murato….

      Io sto cercando le entrate per la palermo sotterranea dentro i quli vorrei andare di notte insieme a una persona con cui sono entrato dentro questa villetta…
      L’unica paura è trovare qualcosa di pericoloso o essere tesitmone di fatti loschi ma fayti da persona….
      per il resto….potrei entrarci….ma non da solo!

      Saluti.

    38. Anche io sapevo la storia dei tedeschi… però so anche di un ragazzo che più di dieci anni fa dopo esserci entrato è sparito e non se nè saputo più niente… non mi ricordo come si chiamava ma è una cosa vera perchè mi ricordo che ne parlarono pure i telegiornali.

    39. Per Piero:

      Io vorrei formare una sorta di “squadra di persone” con cui fare queste “missioni”… vorrei riunire dieci persone e poi dopo di ciò partire ala scoperta di queste ville e di questi famosi cunicoli di cui si parla… fatemi sapere!!!!

    40. Alloraaaa????? Che si aspetta per organizzarci e fare tappa alla villa????

    41. Vorrei far notare che Thommyx non è entrato nella vera “casa dei fantasmi di Mondello” ma in un’altra villa, accando alla fermata dell’autobus, pochi metri più avanti e sempre in viale Principe di Scalea, dopo l’incrocio con via Galatea.
      La “vera” casa dei fantasmi è quella della cancellata gialla, senza alcun dubbio, anche perchè io stesso con altri 5 miei amici abbiamo avuto una strana esperienza che non sto a raccontare.
      L’altra villa è molto caratteristica, ha un tetto piramidale, tre finestre strette e un aspetto vagamente tetro.
      Si dovrebbe chiamare Villa Caboto (ma non è la villa di piazza Caboto, come dicono molti erroneamente) e forse è ancora di proprietà della Telecom, come si può desumere anche dal lucchetto del cancello marchiato proprio Telecom e doveva essere usata come centralina telefonica, ma poi – a quanto ne so – la cosa è stata proibita ed è rimasta nel patrimonio dell’azienda, che l’ha pure restaurata.
      Questo fino a qualche anno fa, poi è stata messa in vendita. Adesso non so se è di privati.
      Comunque, non è quella la casa dei fantasmi.

      Poi, sempre a Mondello, a piazza Caboto, pare ci sia un’altra villa infestata nei dintorni della quale è stata avvistata una bambina in abiti ottocenteschi.

    42. Salve sono interessato anche io a visitare le ville FrancescoDavide82@hotmail.it

    43. Poi, sempre a Mondello, a piazza Caboto, pare ci sia un’altra villa infestata nei dintorni della quale è stata avvistata una bambina in abiti ottocenteschi.

      __SI E MAGARI MANGIAVA PURE LA PASTA AL FORNO, VERO?? VIAIAIA

    44. Io ho avuto una esperienza terrificante al Faro di Solanto (sigh !)

    45. che esperienza? conosco bene quel posto

    46. Oltre alla pasta al forno, c’erano pure stigghiole e pane e panelle ;-))

    47. A quanto a me risulta a Mondello esiste una villa che fu’, per l’appunto, di proprieta’ del Banco di Sicilia, adibito a circolo dei dipendenti (dopolavoro), ma che una sera in seguito ad una, al quanto strana aggressione subita da alcuni soci, ad opera di “spiriti” la villa fu’ venduta.
      Cio’ ke affermo e’ dato dalle successive cure mediche da me stesso effettuate ad alcuni degli avventori di quel circolo, al Pronto Soccorso del Civico, gli stessi presentavano graffi ed ferite lacero-contuse al volto ed alle spalle!
      La villa in oggetto dovrebbe essere quella ad angolo cn Via Galatea.

    48. Davide, tu soccorri i dipendenti del Banco dopo che sono andati a fare bisboccia, li trovi graffiati e feriti, quelli ti raccontano che sono stati gli spiriti, … e tu ci credi e lo vieni pure a raccontare qui.

      Mah.

    49. Antonio, scusami, cerchero’ di essere molto piu’ preciso, non erano dipendenti del Banco ma “pensionati del Banco”….., non me lo hanno raccontato loro, ma lo si e’ appreso dalla denuncia sporta presso la stazione dei cc c/o il pronto soccorso (visto ke il referto va’ allegato alla denuncia)….loro non hanno raccontato proprio nulla, ma bensi’ i Carabinieri arrivati sul posto hanno verbalizzato di “Soggetti in evidente stato di shock, e presentavano ferite lacero contuse al volto e alle spalle”……poi io credo a cio’ ke vedo…..ed ho visto delle persone palesemente sotto shock…….io sono diffidente su queste tematiche….ma non cerco nemmeno di nascondere il sole con un dito!

    50. Nella villa dal cancello giallo sotto il porticato ci sono dei dipinti che raffigurano donne, si dice fossero delle prostitute uccise in quella villa un tempo casa d’appuntamenti. Chissà!

    51. nn so se crederci o no riguardo a questa casa.. la curiosità mi assale…ne parlavo cn i miei amici.. ma nessuno vuole entrarci.. molte persone fanno tantissime testimonianze di esserci entrati..sarà vero?? .. commentii!!

    52. Ciao a tutti,scusate io vorrei comprare villa caboto,ma non so chi e il proprietario voi mi potete aiutare?

    53. ehi ciao a tutti! soltanto ieri ho scoperto l’esistenza di questa famosa villa, che a quanto pare ora è in vendita a soli 5000 euro! comunque la storia mi ha incuriosita parecchio, tanto che sono attaccata a fare ricerche da due giorni…ne ho lette parecchie, dalla storia della capanna a quella dei tedeschi! onestamente sono sempre stata scettica ma queste storie mi hanno sempre affascinato! cmq io vorrei davvero andare a fare un “visita” a questa villa, sono seria! se c’è qualcuno che vorrebbe condividere con me questa esperienza che ben venga!!! vi lascio la mia email: giusi-galbo@libero.it

    54. Io ci sono stato ua volta ed ho ancora dei ricordi terribili che non raccontero’ mai a nessuno…e non penso neanche le persone che erano con me lo faranno….lasciate in pace queste storie….

    55. salve ragazzi (circa 3 settimane fa assieme mio figlio d appena 5 anni al ritorno dal mare con l’auto siamo passati davanti questa villa con la cancellata gialla e abbiamo visto 1 famiglia di cui un uomo sui 50 anno con capelli bianchi e occhi di gliaccio e un 3 donne che discutevano con quest’uomo che era seduto sul muretto e con le mani incrociate e il capo inclinato che mi ha osservato (raga erano le 19:30 l’indomani la villa mi e apparsa completamente disabitata e cmqw.il mio ex cognato un 15 anni fa conobbe quest’uomo che gli strinse la mano (la mano era ghiacciata e quegl’occhi color ghiaccio e gli disse che il 1°aprile si sarebbe tenuta una riunione x l’appunto far sapere ad’i palermitani che questa villa non fosse stregata premetto che mio cogfnato assieme mio cugino stavano cercando di entrarvi e questo signore gli aprì il cancello io non li creddi mentre adesso che l’èho visto corrisponde alla sua descrizione e cmq.io so che questo era un ginecologo che appena faceva partorire le donne uccideva ad emtrambi sia il nascituro sia la madre e quando la moglie e la suocera se ne accorsero lui massacrò a tutta la sua famiglia compresa le figlie (un’altra volta fuori vidi una carrozzella ottocentesca)ieri sn stata al mare e la figlia di un’amica mi ha raccontato che 4 giorni addietro e entrata assieme a 2 amici lei e stata fortunata xche e nata di venerdi cosi come i suoi 2 amici adesso lascio a lei i particolari xche mi vengono i brividi al peniero adesso la contatto cosi ve ne parlerà lei!

    56. Queste storie appassionano un po’ tutti. Ricordo i racconti di mia madre che passava le vacanze estive nella suddetta villa. Nulla di rilevante. Di contro mia zia mi racconto’ recentemente di essere passata davanti alla villa e di aver notato il giardino con l’erba secca ed alta. Venti minuti dopo il giardino é apparso verde e perfettamente curato.
      A voi giudicare.

    57. Ovviamente, sentendo storie su storie, quando si entra dentro una casa definita “dei fantasmi” si è facilmente suscettibili e propensi a credere a qualsiasi cosa. La mente umana è capace di fare brutti scherzi…

      Io abito a Mondello da sempre (Roberto, ti vedo spesso passare con la macchina!) e da ragazzo (non troppi anni fa) sono entrato in TUTTE le cosidette case dei fantasmi.

      Via Galatea, angolo P.pe Scalea, cancello giallo: la casa era barricata, abbiamo fatto un giro nel giardino. Niente di che. Solo uno stato di abbandono generale. Adesso ogni tanto si vede qualche macchina che entra o esce e qualcuno che sistema il giardino. E non sono visioni.
      PS: anche io conoscevo la storia del medico. Se la vendessero a cifre consone, me la comprerei io, altrochè!

      Via P.pe di Scalea, villa “Telecom”: E’ da sempre una villa con delle centraline della Sip, poi Telecom etc. Ho visto entrambi i piani: tag di graffitari sui muri, bombolette, canne, birre, munnizza. Finito. Adesso è stata ristrutturata ed è diventata una villa bellissima.

      Piazza Caboto: stesso identico scenario di sopra, con la differenza che tuttora è devastata. So per certo che era stata “quasi venduta” con l’idea di cambio d’uso ad attività commerciale (credo Pompa di benzina), ma furono negate le autorizzazioni. Credo sia ancora in vendita, a cifre spropositate (come tutte le ville di Mondello del resto…).

      Ovviamente il passaparola e la fantasia della gente fanno brutti scherzi.
      Ma poi chi l’ha detto che i cosidetti spiriti o fantasmi debbano essere per forza cattivi?

    58. Proprio riguardo questa storia,ho deciso di informarmi una volta per tutte con una persona di fiducia,ovvero una mia parente,che e’ anziana e che ne ha sentite tante riguardo questa casa. La vera storia e’ una,non c’entrano per niente ne nazisti,ne padri e figlie e soldati innamorati,la vera storia e lo testimonia il fatto che ci ha lavorato in questa casa un parente della mia parente,scusate il gioco di parole,e’ che in questa casa ci abitava un ricchissimo signore di Palermo,un ingegnere,con sua moglie e sua figlia,questa bambina girava con la bicicletta per questa villa,e non con un triciclo,e proprio questa bambina mentre era in bicicletta e’ caduta andandosi a conficcare in gola il manubrio,potrete pensare che la storia non sia vera ma guarda caso nessuno ha mai citato questa circostanza. Inoltre coloro che hanno abitato li dopo quella famiglia sono sempre andati via e padre la grua che chi e’ di Palermo sicuramente conosce era entrato un giorno per cercare di esorcizzare la casa,e’ semplicemente scappato sostenendo che la dentro ci sia un atmosfera terribile. Ciò e’ quello che io so.

    59. Di quello che ha detto Emiliano posso confermare che, oltre a padre La Grua, so di altri sacerdoti che hanno tentato una benedizione e non sono riusciti a concluderla.
      A quanto pare, se si entra di giorno, non ci sono particolari problemi, ma la notte si viene picchiati…da non si sa chi o cosa: è invisibile!
      Ho sempre sentito parlare, comunque che la causa siano riti satanici finiti male.

    60. Bisogna chiamare Don Zauker a Livorno, lui esorcizza qualunque cosa.

    61. ma ve ne rendete conto delle immani minchiate che scrivete? andatelo a raccontare a margherita hack che ci sono gli spiriti che picchiano le persone…

    62. Margherita Hack e` la vecchietta che ti trovi davanti quando entri nella villa, e` lei che ti caccia via urlando “cretino, non lo sai che i fantasmi non esistono?”… 😀

    63. R. Puglisi: Non mi e’ piaciuto il post, secondo me l’approccio voyageriano che hai usato e’ fine a se stesso :”c’e’ il mistero, ci sono le dicerie, eseguo mezzo riscontro non documentato e pervengo alla soluzione piu’ scontata: non c’e’ niente di paranormale”.
      Personalmente, credo che molti lettori avrebbero apprezzato di piu’ un’indagine seria sull’argomento, raccogliendo testimonianze e vagliando quelle meno inattendibili e incoerenti, partire dai punti di convergenza sui racconti selezionati, ricercare la storia della casa e documentare quanti e quali famiglie ci abbiano abitato e se avessero notato qualcosa di inusuale, definire se la casa stessa sia attualmente abitata o destinata all’affitto stagional etc. Personalmente, non mi sembra di aver mai visto nessuno nella casa in questione, a mia nemoria le finetre sono sempre chiuse ma i rigoglioso giardino e’ sempre curato.
      Marherita Hack o no, secondo me l’approccio corretto del cronista e’ questo. E, tu mi insegni, il bravo lo scrittore puo’ anche a volte rappresentare un’evoluzione del bravo cronista.
      Non era una critica, era uno sprono, ti reputo potenzialmente bravissimo.

    64. So per certo che il vecchio e’ Zamparini e i bimbi erano Garcia Bertolo zahavi milanovic e labrin …pare che in quella casa negli ultimi mesi ne siano successe di tutti i colori ora a quanto pare e’ stata affittata da un certo Don Pietro che tramite qualche amico sta cercando di sistemare la casa ma è’ molto difficile in quanto a quanto pare negli ultimi tempi sono stati avvistati altri spiriti chiamati col nome “sentito da un signore che passava di la” ujicani donati rios morganella. La speranza e’ che questa casa sia tolta agli spiriti e ridata al popolo!!!!

    65. salve voglio raccontarvi una casa che mi è accaduta domenica pome..mentre passeg a mondello potevano essere le 17.00 17.30 ho intravisto dall altra parte della strada la famosa villa nn quella cn il cancello giallo ma quella cn la torre..so ke la famosa è questa…cosi i è venuto in mente di attraversare e andarci…nn ero sola ma con il mio ragazzo ke incuriosito mi ha accompagnata,ci siamo avvicinati e soffermati davanti il cancello ma niente di strano ne rumori ne voci ne niente..solo una sensazione non so cm spiegarlo..qlc ke m invogliava a rimanere a osservarla ma al contrario continuavo a ripetere al i ragazzo andiamo n è carino stare qui davanti..cosi mi sn spostata e mi sn messa dove c è la fermata quindi alla fine della villa.lui ha scattato una foto e siamo andati via.tutto ok..fino al pome potevano essere le 18.30 giocando cn il mio tel mi accorsi di una registrazione la cosa strana sapete cos è
      parla una vekkia…u dialetto ke n si riesce a capire l unica cosa kiare è “tu muori” poi il resto nn si capisce.è in due tempi e si conclude con la voce di un bimbo..ho ancora adesso la registraz xke sto cercando di capire cosa realmente sia.

    66. Un ti preoccupari
      ca tutti amu a muoriri…

    67. Sonia invia il materiale a Rosalio e magari ci fa un interessante post, visto che proprio recentemente ha scritto un post sui fenomeni del white noise.

    Lascia un commento (policy dei commenti)