martedì 17 ott
  • “Treni in bianco e nero”

    È stata inagurata sabato presso i locali della Galleria CollezionArea (piazzetta Monteleone, 3) la mostra Treni in bianco e nero organizzata dall’associazione Treno D.O.C..

    La mostra propone una testimonianza della storia della ferrovia in Sicilia, illustrando un glorioso passato per rinsaldare nel presente e proiettare nel futuro il ruolo del mezzo ferroviario. Una importante sezione è dedicata alle riproduzioni modellistiche dei treni che hanno fatto e fanno la storia della ferrovia in Sicilia.

    La mostra rimarrà visitabile fino al 20 febbraio dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 13:0 e dalle 16:00 alle 19:00. Ingresso libero.

    “Treni in bianco e nero”

    Palermo, Sicilia
  • 4 commenti a ““Treni in bianco e nero””

    1. ma è scherzo

      p.s.
      c’era bisogno di modellini? di storico abbiamo quelli veri!

    2. bell’inziativa!

      questa associazione ha restaurato alcuni rotabili storici con i quali vengono organizzati treni speciali con materiale d’epoca… sperando che l’opera dei writers non rovini mesi se non addirittura anni di meticoloso lavoro e ricerca storica… non è bello finire di riportare in vita una locomotiva a vapore per vederla imbrattata il giorno dopo dalle solite scritte…………………………….

    3. La mostra allestita presso la galleria Collezionarea da me diretta è stata organizzata con la collaborazione dell’associazione TRENODOC, del CIFI (collegio degli ingegneri ferroviari italiani) e di altre associazione siciliane di appassionati delle ferrovie. L’evento sta riscuotendo notevole successo di pubblico e sono previste numerevoli ulteriori iniziative. Ad esempio martedì 6 gennaio è in programma una manifestaione per i bambini dal titolo “La befana arriva in treno”. Questo evento è sponsorizato dalla Libreria Macaione, da Effemodel e d Hobby shop che hammo messo a disposizione i premi da sorteggiare tra i bambini che inteverranno.
      L’associazione TRENODOC in collaborazione con TRENITALIA si occupa del restauro di antichi rotabili facendo si che tantissini appassionati ancora oggi possano viaggiare su carrozze d’epoca.

    4. miii troppo taddi arrivaiii!!!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)