martedì 21 nov
  • Cordoli in cinque strade

    Un’ordinanza del Comune di Palermo dispone l’applicazione di cordoli a protezione di parte di corsie preferenziali in cinque strade della città (su richiesta dall’Amat):

    • corso A. Amedeo (tra via Lascaris e corso Calatafimi);
    • via Maqueda (tra via Del Bosco e piazza Sant’Antonino);
    • via Roma (tra corso V. Emanuele e via Cavour);
    • corso Tukory (tra piazza Sant’Antonino e piazza San Francesco Saverio);
    • via Libertà (tra via G. Giusti e via Notarbartolo).

    L’inizio dei lavori è previsto per oggi. Grazie a una convenzione gli iscritti dell’associazione MotoClub Mediterraneo segnaleranno eventuali difetti ai cordoli che possano rappresentare un pericolo per i motociclisti.

    Palermo
  • 72 commenti a “Cordoli in cinque strade”

    1. Ringraziamo il nuovo presidente dell’Amat, una persona veramente in gamba, è stato lui ad ottenere questi cordoli. Grazie a questi cordoli i palermitani non potranno più posteggiare sulle corsie preferenziali nelle suddette strade, e gli autobus non saranno più costretti ad “uscire” e “rientrare” di contino dalla loro corsia riservata…

    2. La posa dei cordoli è tutt’ora in corso in corso Tukory, dove speriamo si possa mettere fine all’inciviltà che ogni giorno persiste.Pure i mezzi Amia posteggiano sulla corsia preferenziale, sulle strisce, sul marciapiede
      http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2009/01/31/report-chiamata-ai-vigili-31-01-2009/#comment-4003

    3. Era ora…

    4. Ma dove sono andati a finire tutti coloro che dicevano che i cordoli sono pericolosi e fanno passare meno auto? 🙂 🙂 🙂

      Oggi alcuni commercianti non potevano più posteggiare la propria auto tranquillamente in sosta (sulla corsia preferenziale) 🙂
      Domani tocca ai fanatici che parcheggiano l’auto (sulla corsia preferenziale) davanti ul supermarket per comprare il pane o la frutta 🙂

    5. saranno sicuramente utili….. ma sono fuori norma e cosa ancora più grave ricordo benissimo i morti per strada….. specialmente il ragazzo di via pasquale calvi/via dei giardini…… colpa del cordolo se ha perso la vita !!!!!!

    6. colpa del cordolo? Non è che magari era su un motorino a manetta? non ricordo sto fatto

    7. Ricordo anch’io l’incidente in via Pasquale Calvi in cui ha perso la vita un ragazzo. E’ stato circa dieci anni fa. Io penso che i cordoli siano pericolosi e che il gioco non valga la candela. Ovvero il miglioramento della circolazione dei bus non è alto se teniamo in considerazione il livello di pericolosità rappresentato da questi cordoli. Ricordo che nella precedente consiliatura alcuni consiglieri comunali diedero battaglia, vincendo, per l’eliminazione dei cordoli presenti all’inizio di via Maqueda. Oggi tutto tace probabilmente perchè freschi della polemica sui pass per le corsie preferenziali, ma penso che sia sbagliato illudersi che i cordoli siano la risoluzione. Tanto più vista la loro pericolosità

    8. E cosa proponi quindi per rimediare all’occupazione selvaggia delle corsie di emergenza?

    9. Ah eccoli qui!
      Lasciamo allora le corsie preferenziali senza cordoli e libere di essere posteggiate?
      Ma che significa che non sono a norma??????Buu?
      Se tutti camminassero ad andatura moderata, non capisco proprio come si farebbe a morire a causa di un cordolo!
      La polemica sui pass delle corsie non c’entra niente.
      Il servizio pubblico dei bus deve essere reso efficiente, e pertanto le corsie su cui viaggiano devono essere protette dall’incivintà che vige in molti automobilisti a Palermo

    10. I cordoli sono pericolosi, però non fanno alcuna proposta alternativa su come proteggere le corsie 🙂
      E’ una contraddizione?

    11. @ antony977
      se vuoi ti rispondo in privato nn mi va di descrivere come è avvenuto l’incidente…. cmq di sicuro nn giri in moto e nn conosci l’inciviltà degli automobilisti ne tantomeno, ancora + pericolosi, dei camionisti.
      la vita umana nn ha prezzo ricordalo e se un motociclista, anche se nn era questo il caso, sbaglia una manovra nn è costretto a morire!!!!!!!
      Per te ci sarebbe una sola parola per definirti…. ma sono troppo educato……. e motociclista!!!!

    12. @Antony977 sembri uno che non vive a Palermo da come parli , ma dimmi un po Hai mai viaggiato in moto a fianco di un autobus in Via Libertà a in Via Roma , hai mai percorso queste strade con l’asfalto bagnato , hai idea cosa significa una distrazione per un motociclista se per caso tocca un cordolo ? Tutto questo per te è incomprensibile tu sai solo dire delle emerite cavolate.
      Ciao

    13. vuoi una proposta alternativa? eccola: mettere i paletti pieghevoli in caso d’urto come in autostrada quando c’è il cambio di corsia.

    14. @manuel
      ottima proposta… condivido; si deve dare maggior evidenza alla corsia ma nn precludere una via di fuga a chi è obbligato per il codice a percorrere il margine destro.

    15. @osservatore (distratto 🙂 )non giro in moto ma privilegio il trasporto pubblico e conosco perfettamente l’inciviltà dell’automobilista a Palermo.
      Da automobilista conosco anche certa gente che coi motori si infila nei punti più pericolosi.A chi non è mai capitato vedersi tagliata la strada da un motore??
      Ma con ciò non voglio fare di tutta l’erba un fascio.
      La vita umana non ha prezzo, ma cosa c’entra su questo?
      Ma forse tu parlando da motociclista, sei pure altruista (almeno rileggendo le tue parole.E torno a ripeterti che attendo tua risposta in merito la regolarità dei cordoli.Perchè non sono a norma??
      Se piove di certo non prendo il motore per bagnarmi tutto o almeno cammino ad andatura molto moderata
      Rispondimi pure in pvt, fatti dare il mio indirizzo email da Rosalio.Probabilmente le cavole non le scrivo io ma qualche clone 🙂

    16. in effetti certi toni da crociata nel difendere i cordoli sono esagerati…li imponiamo con spargimento di sangue e se non bastano aggiungiamo cavalli di frisia e mine anticarro?!
      Più ragionevolmente, assodata tutto sommato la loro utilità, mi auguro siano migliori e più moderni di quelli spesso visti finora: hanno dei catarifrangenti alla base e all’origine? come fatto in altre città, perché non prevedere un primo tratto con borchie invece che direttamente i cordoli? perché non sperimentare paletti (flessibili) con luce/catarifrangente all’inizio del cordolo per meglio evidenziarlo? (chi non vedesse questo non vedrebbe neppure una moto delle forze dell’ordine ferma con il lampeggiatore acceso). Non dimentichiamo che spesso l’illuminazione pubblica è quella che è…
      Alla base di tutto ovviamente la conclamata impossibilità di far rispettare il codice con i vigili urbani…

    17. Paletti flessibili??Vie di fuga??
      Scusami…ma a quanto vuoi correre??
      Mica siamo a Montecarlo 🙂

    18. I paletti vennero installati 3 anni fa in via maqueda subito dopo il teatro massimo. Vennero “sbocciati” ed abbattuti dai palermitani nel giro di 2 settimane, solo perchè si divertivano a colpirli con le auto e afarli volare via, altri si divertivano a dargli calci quando passavano con il motore. Ma cosa ci si aspetta da gente che abbandona frigoriferi e cessi sui marcipiede?
      Viva i cordoli, lo dice uno che cammina tutto il giorno col motore. Solo così le corsie degli autobus non saranno più invase dalle auto.

    19. Il timore della pericolosità dei cordoli fa il paio con la pericolosità delle curve. Non possiamo abolirle perchè qualche sconsiderato le affronta a velocità sostenuta. L’importante è che siano collocati su strade in cui si deve OBBLIGATORIAMENTE tenere una velocità limitata e preannunciare la loro presenza.
      Decisamente più pericoloso a Palermo è il tipo di asfalto con cui sono fatte le strade: assolutamente liscio e non drenante e non ultimo l’incapacità di molti alla guida. Dopo essere stato tamponato, da fermo, ad un semaforo, ho deciso di non portare più la moto per i miei soggiorni nella cool-città.

    20. @fabius: sono d’accordo

    21. perchè rispettare la corsia d’emergenza è qualcosa di assurdo per questa città.
      C’è bisogno di alzare realmente un muro ma se questo è l’unico modo possibile, sono d’accordo pienamente.
      Dovrebbero esserci altre decisioni metaforicamente uguali.

    22. Secondo me qui qualche negoziante che ha perso il posto auto abusivo sulla corsia preferenziale si sta lamentando di cose senza senso. Io sono motociclista, cammino solo in moto tutto il giorno (moto di grossa cilindrata tra l’altro) e questi cordoli li accetto contentissimo, non sono più pericolosi di un marciapiede se cammini a velotictà da codice ed indossi sempre il casco. Questi cordoli, come tutti i marciapiedi, sono pericolosi per quei scooteristi delinquenti, prorprio gli cooteristi infatti sono i peggiori tra quelli che camminano su 2 ruote. Sono quelli che vanno a manetta nel traffico, si incuneano in mezzo alle auto a tutta velocità, sfruttano le corsie preferenziali etc etc, per quelli questi cordoli sono pericolosi, ma se te la cerchi non venire poi a piangere.

    23. @osservatore, attendiamo ancora la tua risposta sul perchè i cordoli sono fuori norma.Illustraci il motivo per cui violano la legge.
      Diversamente, ti reputo poco credibile.
      Concordo per il resto con quanto esposto da Zelig.Basta mantenere una velocità consona, e non come fa certa gente.
      Una su tutte la curva alla Cala:vedete che fine hanno fatto le transenne (inutili) per il percorso ciclabile?
      E poi vengono a parlare di vie di fuga.Ma la patente chi ve l’ha data? 🙂

    24. …chiarisco: non vado in moto ed evito come la peste l’andare in centro. E concordo con il fatto che molti motociclisti (o meglio molti scooteristi) sono parecchio indisciplinati (cambio corsie folli, saltare le aiuole spartitraffico, scorciatoie sui marciapiede, pericolosissimi sorpassi a destra alle auto incolonnate che magari devono svoltare a destra all’incrocio, etc.).
      Tuttavia ciò non toglie che non si debbano segnalare i cordoli al meglio possibile (catarifrangenti, o che altro): ci sono gli indisciplinati, ma l’eventuale distrazione può capitare (peggio se favorita magari da una scarsa illuminazione notturna) …
      Il cordolo peraltro – se non visto – può essere pericoloso anche a velocità di codice.
      Certo leggere che hanno distrutto i paletti fa cadere le braccia e viene voglia di ricorrere alle mine anticarro…

    25. Certo che fanno ridere certe persone. I cordoli non sono pericolosi, se i palermitani alla guida di moto e auto diventano persone civili. Ci sono in moltissime città. Comunque bravo il nuovo presidente dell’Amat, per adesso sta facendo bene. Speriamo continui così.

    26. @antony977
      mmm… sei un po troppo interessato alle norme violate… ti brucia qualcosa ??? pensi di avere fatto un errore???tranquillo fai succedere il primo “danno” e poi vedrai…. spero solo che poi i promotori e chi ha firmato il provvedimento nn si dileguino per la pubblica lapidazione.
      per la patente stai tranquillo …. nn è stata presa per corrispondenza !!!

    27. Osservatore l’hai “scafazzata” completamente. Tu hai detto che i cordoli non sono a norma? Antony ti chiede di spiegare a tutti IL PERCHE’…e tu non sai cosa rispondere.

    28. E allora io comprendo che quando non si conoscono le norme del codice della strada e troppo facile indicare soluzioni drastiche come i cordoli , i dossi o il divieto di circoalzione alle moto in Viale reg. Siciliana carreggiate centrali . Il vero problema e un altro ed è quello della mobilità sostenibile , ragion per cui non c’è cordolo che tiene per chi abita in periferia gli autobus li passano ma non si sa quando e quanto tempo si impiega per raggiungere il centro.
      Per quanto riguarda i cordoli o i dossi e quant’altro vi invito a farvi un giro per le città italiane molto più evolute della nostra e dove esiste un piano traffico , li nelle vie di grossa fluidificazione non esistono ne i cordoli , ne i dossi.Ciao

    29. @osservatore, ti ripeto ancora una volta la domanda: Perchè i cordoli non sono a norma????
      Spiegaci semplicemente perchè non sono a norma.Tu l’hai scritto, e tu lo devi spiegare 😛
      Senza se e senza ma.
      Non ho niente da nascondere…anzi attendo ancora il tuo messaggio in pvt così come avevi proposto 😉

      @automobilista distratto, quindi secondo te se ci fosse un piano traffico smetterebbero tutti di posteggiare sulle corsie preferenziali?E’ una battuta?
      Guarda che anche il piano traffico che attualmente stanno redigendo negli uffici comunali, prevede molte strade coi cordoli per bus e taxi 🙂
      Sei proprio distratto in quanto sia a Milano e Roma sono presenti i cordoli sia in gomma che in cemento.Pure in piccoli centri in provincia di Brescia 🙂

    30. @Antony977 io ho la vaga impressione che tu sfugga dal problema , non si risolve il problema traffico collocando dei cordoli o realizzando delle piste ciclabili “uniche al mondo per dimensioni e tipologia”. Ma tutto si pianifica attraverso uno studio , purtroppo per te , noto che di codice della strada sei molto digiuno se no non avresti parlato del piano traffico di cui il comune di Palermo ne è sfornito e che la legge prevede una sua realizzazione ogni due anni.
      Il P.U.T. viene realizzato non per i fabbisogni dei singoli cittadini ma per l’intera coletiività , di conseguenza l’avere realizzato dei manufatti inutili e pericolosi non farà altro che aggravare la già caotica circolazione palermitana. Ciao mi dispiace ma sei poco preperato

    31. @ automobilista distratto:

      Manufatti inutili e pericolosi? E’ inutile, qui a Palermo ogni cosa NUOVA viene criticata e diffidata a prescindere perchè stravolge le (CATTIVISSIME) abitudini di tutti noi.

      Ti ricordo anche che le buche nelle strade, i dissuasori nei marciapiedi, i pali dei cartelli stradali e un’altra infinità di cose sono POTENZIALMENTE pericolose.
      Pertanto, è veramente patetico adesso attaccarsi ai cordoli che, tra l’altro, non sono in cemento armato o con spine affioranti.

      Inoltre spiegami una cosa: tu scrivi che “Il P.U.T. viene realizzato non per i fabbisogni dei singoli cittadini ma per l’intera colettività “…

      ti chiedo:

      il fabbisogno dei cittadini = collettività ?

      Io penso proprio che l’uguaglianza regga.
      Apriamo le nostre menti.

    32. E’ inutile perdere tempo ragazzi. In questa città tutto quello che si fa viene preso per una cosa inutile. Io ci scommetto che con questo fantomatico P.u.t continueranno i palermitani a lamentarsi di tutto quello che si fa per modificare le loro abitudini. Il problema è che i palermitani non hanno capito che devono essere loro ad adattarsi ai mezzi pubblici e alla città, non la città e i mezzi pubblici a loro. Finchè non si capirà questo semplice concetto, continuerà a regnare l’anarchia.

    33. @automobilista distratto, il PUT prevede anche l’installazione di cordoli per favorire il passaggio dei mezzi pubblici oltre che migliorarne la velocità commerciale.Prendo atto delle tue notevoli contraddizioni.
      Perchè non vai un ricorso al TAR sui cordoli?
      Ps: complimenti per la tua grammatica, specie quella del tuo commento precedente 🙂 🙂 🙂

    34. E’ consuetudine del palermitano medio lamentarsi sia perchè quando le cose non vengono fatte, sia quando vengono realizzate e ci si lamenta in ogni caso.automobilista distratto ne è un esempio su tutti.
      @osservatore, ancora attendiamo la tua risposta sui cordoli che non sono a norma 🙂

    35. sarebbe comodo…. agevolare qualcuno…. prima fai finire di collocare tutto e poi…. ridiamo; certo che qualcuno pagherà!!!! bye bye

    36. intanto…. qualcuno per cominciarsi a “parare” il fondo schiena, nella O.D. nn ha espressamente detto corsie protette ma “…, anche protetta,…”, quindi non è un obbligo; poi ti invito a documentarti sulle motivazioni “effettiva verifica della loro necessità, evidenziando in modo dettagliato le motivazioni specifiche” e non “utilizzare i cordoli per far rispettare il Codice della Strada” ed ancora ” .. che il loro permanere in opera, in caso di incidenti riconducibili alla collocazione, può dar luogo a responsabilità in capo a chi ne ha disposto la collocazione o a chi non ne ha disposto la rimozione.” (sono solo alcuni dei tanti richiami di molteplici sentenze….)…. infine … se ti aggiornassi un pò di più nelle città da te menzionate (specialmente Roma ) si è provveduto sin dal Luglio 2008 alla rimozione dei cordoli “Killer”…… infine, io nn sono contrario al Vs. lavoro di sensibilizzazione ma alcune scelte devono essere più oculate.
      p.s. ma a proposito della circolazione/mobilità…. come mai nessuno ha evidenziato che la realizzazione delle “piste ciclabili” ha ristretto la carreggiata di ben tre metri ??????? prova a stringere un tubo con l’acqua e poi mi dici se la portata aumenta!!!!!!!

    37. Vi invito a essere rispettosi nei confronti degli altri commentatori. Grazie.

    38. @ osservatore ed automobilista distratto
      voi fate esempi di città come Roma e Milano dove i cordoli sono presenti ovunque, prendete come esempi i motociclisti e da motociclista vi devo sbgiardare. Sapete cosa penso che io metterei dei cecchini a sparare a tutti gli scooteristi che camminano senza casco o che disturburbano la circolazione, ma anche a tutti gli automobilisti che invadono le corsie preferenziali ed i marciapiedi. Quindi figurati l’importanza che posso dare ad un deficente che si va a rompere le corna in scooter perchè va troppo veloce per notare un dissuasore di gomma.

    39. @Osservatore, prima parli di cordoli non a norma e ora te ne spunti citando sentenze o altro.
      Dato che non sai come rispondere (quale norma violano) evita di continuare a girare attorno all’argomento.
      La legge non ammette ignoranza.
      Sei il classico palermitano che si lamenta per qualasiasi cosa.
      Anzi…una Cassandra che anzichè annunciare catastrofi, pronuncia solo fesserie.
      Torno a ripeterti che a Roma ci stanno ancora i cordoli in gomma, come pure a Milano, Bologna, Torino, ecc.Basta farsi un semplice giro di foto in rete.
      Infine un’altra domanda: quando le corsie preferenziali dei bus sono trasformate in parcheggio selvaggio, tu dove stai?Cosa proponi??
      Fai un ricorso al TAR…vedi che puoi fare 🙂

    40. sarà come dici tu, ma è vero quello che ho visto, per tornare al mio primo commento, un motociclista che percorre regolarmente la destra affiancando il cordolo della corsia….. un TIR lo affianca e l’autista distratto si stringe alla sua destra nn accorgendosi del motociclista che tenta la “predetta via di fuga” ma l’angolazione della sua ruota nn gli permette di scavalcare il cordolo per allontanarsi dalle enormi ruote che lo hanno già toccato alla spalla…. anzi perde l’equilibrio e mentre la moto cade al di la del cordolo lui rovina al suolo e viene arrotato dalle ruote del rimorchio che spargono le sue miserabili carni su circa 50 mt di asfalto… ecco cosa è successo in Via Pasquale Calvi ed è questo che si deve nuovamente evitare…………………………..!

    41. @ osservatore

      quindi lo stesso IDENTICO concetto lo possiamo allargare ai marciapiedi, un auotomobilista stringe la moto verso il marciapiede e il motociclista cade, stesso discorso, anzi il marciapiede è più ripido, più duro e più alto, quindi molto più pericoloso.Poi la tua descrizione dell’incidente è da film horror, cerca di essere meno scenografico e più onesto. Ti da fastidio il cordolo ed i motivi posso solo essere due: 1. abiti o hai un negozio in zona e vuoi parcheggiare in doppia fila, 2. li ha messi un’amministrazione comunale di destra.

    42. @osservatore, se le ruote lo avevano già toccato alla spalla, sarebbe dovuto già cadere per terra prima ancora di invertire la marcia verso il cordolo.
      Fra l’altro chi gli ha detto a lui di andarsi a infilare in quello spazio ristretto??
      Parli infatti di “predetta via di fuga”, e ciò è una tua mezza ammissione che il centauro ha pure resposanbilità.
      Ma in tutto questo, non vedo quale sia la responsabilità del cordolo se non quella del camion che distrattamente si stringe.
      Fra l’altro è una cosa che succede (ahimè) anche stando incolonnati sul traffico, con le moto che si destreggiano fra le fila strette.
      E questa sarebbe la norma che i cordoli violano?

    43. Un camion distrattamente mi stringeva da sinistra, ed alla mia destra non avevo vie di fuga in quanto c’era il dannato marciapiede molto alto.
      La mia auto è diventata una mini car 🙂

    44. @ Antony977 e @paco
      scusate se non conosco bene la grammatica italiana , ma voi che siete la Treccani in persona che cosa che capite di circolazione stradale visto che vi aggrappate a tesi ed argomenti inutili e poi non smentite quanto da me detto pocanzi.
      Infine l’avere collocato i cordoli non farà altro che riservare delle lunghe corsie ai soliti furbetti che con tanto di autorizzazione sfileranno lungo le corsie riservate , mentre noi umili mortali e palermitani saremo in fila a pellegrinare pur di arrivare alla meta.
      L’ultima cosa che voglio chiedervi e come mai non criticate e commentate il cattivo uso della sede viaria data in gestione a baristi e ristoratori , forse vi ho chiesto troppo !
      io non ci capisco niente l’unica cosa che chiedete è il cordolo nella corsia e poi chi muore , muore “scusate ma si dice così vero?

    45. @automobilista distratto ti butti sulle offese personali? Qui si parla di cordoli, non si parla di altre cose, se vuopi parlare di altro lo fai in altra sede. Poi vorrei capire che c’entra il discorso dei comuni mortali, questo è il classico discorso di chi vuole arrampicarsi sugli specchi.

    46. @ Al cecchino Paco voglio augurare un mondo di felicità e buona caccia visto che si vanta di far saper a tutti che ha voglia di sparare a tutti quelli che commettono infrazioni al codice , complimenti….. Rosalio stai a guardare mi raccomando

    47. @ Paco scusa ma non mi ero sbagliato.

    48. Si, qui si esagera, voi santificate chi per sua stessa colpa muore sbattengo su un cordolo di gomma di 12 cmq, cosa che nelle altre città non capita, solo da noi i deficenti che non vedono i cordoli? Ed io esagero nel verso opposto.

    49. @distratto (ti rimane solo questo 🙂 )
      Non hai più argomentazioni, e ora ti aggrappi agli spazi pubblici che bar e ristoranti pagano?Non capisco dove vuoi arrivare.
      Spero di salutarti dal bus che transita dalla corsia preferenziale, mentre tu sarai incolonnato sul traffico a pellegrinare pur di arrivare alla meta ah ah ah 😛

    50. Automobilista distratto voglio immaginare che sia in senso figurato, soprattutto perché non è di Paco nemmeno in via ipotetica la competenza di realizzare ciò che dice. Se non ti dispiace sta a me decidere se è opportuno stare a guardare o intervenire.

    51. Tralasciamo le piste ciclabili, vergogna, sono enormi, hanno speso un sacco di soldi e non ci va nessuno. Ma parliamoci chiaro ma a Palermo chi la usa la bici??? I soldi spendiamoli per rifare le strade che vergogna delle vergogne non ce n’e’ manco una senza un fosso.
      I cordoli non li condivido neanche io. Sono pericolosi e inutili. Io non sono un motociclista spericolato ma e’ capitato anche a me di essere un attimo distratto e rischiare di cadere a causa loro. Ma io mi chiedo, cordoli, telecamere, divieti e tra poco tagliole e cecchini, ma in tutto questo, i vigili dove sono??? Ma invece di montare tutte ste fissarie ma mettete i vigili in giro no? Il Palermitano cui togli i soldi con le multe vedi che impara….

    52. @gioxi, può darsi che eri scivolato su una banana?
      Ma come fa un pedone a scivolare per causa di un cordolo?Sono inutili?Perchè?E’ meglio che le auto parcheggino selvaggiamente?
      Anche tu classico palermitano lamentusu?
      Sulle piste ciclabili, non essere altruista visto che c’è gente che le utilizza, oltre ad esserci associazioni degli amanti delle bici

    53. @antony977
      mi stai facendo sorgere un dubbio , tu attacchi chiunque non la pensi come te e non accetti il contraddittorio , mi dici se per caso sei un’azionista di qualche ditta che produce cordoli .
      Infine per quanto riguarda la tua risposta sui bar e ristoranti che occupano la sede viaria , ancora una volta ti dimostri ignorante in materia “scusa ma non è un’offesa” ti prego vatti a leggere l’art.20 del codice della strada e poi ne riparliamo. Ciao

    54. @@distratto(di nome e di fatto), continui ad arrampicarti sugli specchi, tipico per quelli come te che non sanno più su cosa dibattersi.Tipico anche di chi la butta sulle offese.Non so cosa possa fregarmene di bar e ristoranti dato che sei fuori topic.
      Ps: ti stringerei con la macchina lungo un cordolo fino a farti cadere.Tanto la ragione l’avrei io in quanto ad essere distratto sei te 😛

    55. Automobilista distratto e Antony977 mi sembra che possa bastare. Il blog non può diventare il vostro campo di battaglia. Qualora non utilizziate toni più pacati e costruttivi interverrò. Grazie.

    56. Gioxi le piste ciclabili saranno una vegogna per te che non ti passa manco per l’anticamera di salire su una bici e sei schiavo delle auto/moto, io quella pista la percorro tutti i giorni per andare a lavoro e mi incrocio spessissimo con altri ciclisti sul percorso!!!

    57. I cordoli già installati stanno dando i primi risultati.I bus viaggiano più celermente e senza intoppi, e in corso Tukory in special modo la sosta selvaggia è drasticamente diminuita

    58. Redazione di Rosalio mi pare che dalle frasi scritte da Antony977 si evince sempre di più la convizione mananiacale di abbattere qualunque ostacolo si contrappone tra lui e chi la pensa contro “occorre verificare se ha delle origini tedesche” . Ora io non scrivo più visto che si è arrivati alle minacce fisiche e meno male che questo soggetto appartiene alla società civile…… complimenti

    59. Meno male che ti chiami distratto…se rileggi con più attenzione capirai che ha fatto una battuta.
      Che bello finalmente il corso tukory non è più una jungla!

    60. Automobilista distratto non a caso l’ho ripreso ma per quanto mi riguarda questa discussione con questi toni va interrotta. Rimuoverò ulteriori commenti che non siano strettamente pertinenti al post (e non a quella che è ormai diventata una diatriba tra voi). Saluti.

    61. Redazione di Rosalio io vi ringrazio per la risposta cmq sottolineo che non si deve andare oltre le normali discussioni per questi argomenti.

    62. Sarà interessante anche il cordolo (a norma di legge) in corso Alberto Amedeo.Comunque ci sarà l’installazione di cordoli anche in via Ernesto Basile, lungo il marciapiede spartitraffico

    63. …mi chiedo perchè così spesso le posizioni debbano essere tanto radicalizzate e non sia possibile addivenire a dei punti di contatto incontrandosi “a metà strada” (sul cordolo :-)). Il mio pensiero è che Palermo è una città difficile dove la legalità verrebbe spesso voglia di imporla con le punizioni corporali se non con i cecchini. Tuttavia messa da parte la visceralità – assodato che i cordoli non siano roba fuori legge ma previsti dal codice (immagino proprio di si) – presa coscienza che è inutile sperare di far leva su una improvvisa conversione al rispetto di detto codice da parte degli utenti della strada o in un’improvvisa iniezione di efficienza della polizia municipale, forse i cordoli sono il male minore. Tuttavia buon senso sicuramente imporrà la messa in atto di tutte quelle precauzioni e accorgimenti che possano ridurre – nei limiti del ragionevole – le conseguenze, non tanto di una guida spericolata, quanto di sempre possibili distrazioni alla guida o di altrui scorrettezze, in termini di una loro adeguata segnalazione e visibilità che non sempre in passato mi pare sia stata oggettivamente al top.
      Sulle piste ciclabili in effetti le perplessità vengono anche a me guardando quelle sul marciapiede di via libertà…ma forse li la colpa sarà tutta degli alberi spuntati improvvisamente e che le interrompono in modo bizzarro…

    64. @R.M. le piste ciclabili su via libertà facevano ridere, ma comunque sono state sopprese da oltre 5 anni.
      Ovvio che esiste la segnaletica orizzontale e verticale che segnala la presenza dei cordoli.Le norme non ammettono ignoranza e distratti 🙂

    65. sono contento…una svolta epocale. Niente più cose che “fanno ridere” come le vecchie piste ciclabili o quei cordoli poco visibili, senza catarifrangenti, magari perchè vecchi e senza manutenzione.
      Ma sopratutto “tolleranza zero” verso ignoranza e distrazione per le norme. Che dire…sarà stato capito da quando – o per l’una, o per l’altra – non si è considerato che serviva il PUT per fare le ZTL…:-)

    66. Cordoli installati anche in via Maqueda, da Palazzo Comitini in poi.Una nota associazione motociclisti propone la sorveglianza delle corsie da parte degli ausiliari al traffico anzichè tali cordoli.Conoscendo le abitudini del palermitano medio, dubito che l’ausiliare voglia piantarsi a guardare 8h una corsia e respirare “aria sana” 🙂
      Ma proposte più serie no?

    67. La legge che istituisce la sosta a pagamento è stata emanata per garantire maggiori entrate economiche per le aziende di trasporto locale e per garantire celerità ai mezzi pubblici che viaggiano su corsie riservate.
      I controllori delle aziende di trasporto hanno l’obbligo di controllare e vigilare i veicoli che sostano nelle corsie preferenziali….In merito ai cordoli non possono essere utilizzati per far rispettare il codice della strada e se sono causa di incidenti devono essere rimossi.Il cordolo posizionato in via maqueda mi sembra molto pericoloso…perchè non mettevano un cordolo all’altezza di piazza pretoria forse sarebbe ora che anche le carrozze che intralciano la circolazione in via maqueda dovrebbero rispettare il codice della strada.
      Forse a qualcuno piace vedere le carrozze dalla finestra del municpio e il traffico di Palermo ?

    68. Riposto anche qui sperando che qualcuno raccolga la mia riflessione…
      Io credo che l’unico vero problema della viabilità a Palermo sia il numero eccessivo di auto e moto in circolazione. Capisco che per le magnifiche sorti progressive questa affermazione suoni quasi come una bestemmia. Il numero dei mezzi circolanti in città è il doppio o il triplo di quello che la città stessa può contenere. E’ come se in uno stadio, costruito per trentamila persone se ne volessero fare entrare novantamila. Se questo è davvero il problema, la soluzione è una sola: ridurre drasticamente e con ogni mezzo il numero dei mezzi circolanti. Agli amministratori l’onere di trovare il come.

    69. Purtroppo l’abusivismo,l’illegalità diffusa, la superificalità di qualche professionista,la classe politica,le parole di un Rappresentante dell’ordine che lascia Palermo e dice : qui tutto cambia tranne la politica, lascia riflettere per chi vuole il bene e il futuro di questa città.
      Il traffico e la viablità a Palermo sono lo specchio di una politica fallimentare nella nostra città.
      I disservizi legati alla gestione del centro storico, ledono l’immagine e la dignità di una città, che potrebbe essere un polo di attrazione turistica per tutto il mediterraneo.

    70. I cordoli sono pericolosi tanto come le strade in curva, le strade bagnate e i marciapiedi.E’ così difficile capire che bisogna camminare e non correre come la New Bettle schiantatasi in via Maqueda??????

    71. ma com’è che (FINALMENTE) li hanno tolti? Una pioggia di cellule grige ha inondato il cervello di chi ha voce in capitolo ed hanno smesso di dare retta ai novelli Savonarola? Perché poi, in effetti il problema è non fare correre, (infatti in prossimità degli autovelox di Viale Regione il traffico si snellisce!) in quanto il palermitano si ferma agli stop, fa passare i pedoni sulle strisce, mette le frecce, gira ore per trovare un posteggio, dà la precedenza, non usa il clacson, non parla al telefonino quando guida, mette la cintura (di sicurezza, non di castità) , usa il casco, ha le luci sempre in ordine, …
      PS: Non credo sia opera di colui che sa fare, è troppo presto.

    Lascia un commento (policy dei commenti)