giovedì 21 giu
  • Rime, baciate

    C’era una rosa che non sapeva profumare. Teneva chiusi i petali e non sapeva amare. Troppi viandanti le passarono vicino, e troppi ancora proseguirono il cammino. Ma un giorno venne un principe e l’apri. La rosa disse “t’amo”, poi appassì.

    Rime, baciate (illustrazione di Giuseppe Lo Bocchiaro)

    I racconti di tre righe
  • 12 commenti a “Rime, baciate”

    1. ” Vo dove ogni altra cosa,
      dove naturalmente
      va la foglia di rosa
      e la foglia d’alloro ”

      ” T’amo “, ma non c’è risposta. E’ la vita che si conclude con la morte. Destino comune per tutto ciò che è sulla terra. Il segreto ed il fondamento della natura, l’impossibilità di contrastare le sue forze e le sue leggi. Natura che l’uomo, il principe, cerca di dominare, per la sua volontà di regolarla in ogni momento. Spesso vittorioso, assai spesso sconfitto.

    2. C’era una rosa che non sapeva profumare.
      Teneva chiusi i petali e non sapeva amare.
      Troppi viandanti le passarono vicino,
      e troppi ancora proseguirono il cammino.
      Ma un giorno venne una mucca accorta,
      che ebbe cura di profumarla con una fumante torta.

    3. bellissima!

    4. Mi piace…anche oggi una piccola emozione!

    5. Perchè l’hai fatta appassire ?
      E’ possibile che sulla terra non ci sia il tempo della felicità ?
      Complimenti a te, ma anche a Manuelo e…bulgakov

    6. la vita c’è perchè c’è la morte, la morte è necessaria alla vita, perchè considerarla fine? e perchè ho la sensazione che questa storia sia legata alla precedente?

    7. vuol forse dire che ad esser stronzi ci si guadagna?
      tanto l’ho sempre sostenuto io.

    8. io preferisco dare un’interpretazione terra terra. mi sembra la storia della solita profumiera di turno che non vuole concedersi a nessuno, me che alla fine cede ad uno psudo principe per poi accorgersi che la vita è passata e di aver perso tutto.

    9. Bella ma triste, come la canzone di marinella…

    10. Vivere l’emozione di un momento
      come questa tua rosa che è un portento
      può essere cosa assai piu banale
      quando non gradisci in tv nessun canale.
      Così mi emoziono e mi tormento leggendo questo post
      mentre finisco nel bicchiere la mia forst.

    11. BELLISSIMA!
      l’ho tradotta in inglese e in francese per gli amici con cui sono qui in Cina ed e’ piaciuta moltissimo. anche senza la rima.

    12. mi puoi dire una rima x barbara, un’altra x elena , e un’altra x stefano??????
      grazie mille ciao!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.