sabato 25 ott

Archivio del 27 luglio 2009

  • Strade-salotto, strade-corridoio, strade-negozio

    A Palermo ci sono strade-salotto, che i palermitani sembrano percepire come un prolungamento della propria casa. È una considerazione che faccio spesso quando attraverso a piedi la via Matteo Bonello, con le signore sedute su piccole seggiole dei loro soggiorni antichi proprio davanti alle porte sempre aperte delle loro case. La credenza scura e il tavolo di marmo che si intravedono, un odore di frittura persistente, la tendina a fiori svolazzante che fa da sipario. Il loro sguardo si incrocia al mio curioso e mi ammonisce.
    Ci sono, poi, le strade-corridoio, quelle che i palermitani attraversano senza guardare, come se si stessero spostando dalla cucina al soggiorno, e me ne accordo sempre quando passo da via Papireto e rischio di investire qualche nerboruta signora con a spasso cinque pargoli, una mamma chioccia e i suoi pulcini versione made in Sicily.
    Poi ci sono le strade-negozio, quelle dove tutto è in vendita, dove non c’è spazio per l’attraversamento che non siano finalizzato all’acquisto: è questo il caso di via Bandiera. Continua »

    Palermo
  • Controllate prima gli interruttori!!!

    Che cosa può succedere di più terribile a Palermo di una calda e afosa giornata di luglio???
    Ti si può sempre rompere il condizionatore o addirittura pagare 50,00 euro al centro assistenza per sentirti dire che per sbaglio hai spento l’interruttore dell’alimentazione elettrica!!!
    Ebbene sì, può accadere anche questo…che un insigne tecnico professionista, ma forse non tanto professionale, non sia per niente imbarazzato nel chiederti 50,00 euro solo per essere entrato in casa tua e averti detto fiero della sua bravura “è la prima cosa che chiedo quando arrivo a casa dei clienti che richiedono il nostro intervento”. Ma io mi chiedo, anzi gli chiedo…“ma non sarebbe più corretto chiederlo per telefono???”…certo che no!!!
    Ma facciamo un passo indietro. Continua »

    Ospiti
  • Banconote false da 20 euro in città

    20 euro

    Nei giorni scorsi sono state sequestrate in città banconote false da 20 euro che alcuni cittadini hanno cercato di spendere presso delle tabaccherie. È probabile che sia in circolazione un carico di euro contraffatti e si raccomanda di fare attenzione.

    Circa la metà delle banconote false in circolazione è costituita da banconote da 20 euro (dati Bce).

    Palermo