sabato 21 ott
  • La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    Vorrei che tutti, anche chi non la pensa come una priorità si interessare alla situazione della Zisa in questo particolare periodo.
    Perché proprio ora? In effetti tutta la zona è abbandonata da sempre, ma come ogni anno, da qualche settimana l’intero quartiere incomincia ad essere attraversato in lungo e largo dai turisti. Arrivano a piedi, in taxi, in autobus o con i City Sightseeing. Quello che trovano è ampiamente documentato dalle foto che ho scattato in questi giorni, rifacendo a piedi i tre itinerari percorsi dai turisti, ovvero dal Tribunale a via Lascaris, dal Castello ai Cappuccini passando per via Silvio Pellico, e da piazza Indipendenza, passando da via Imera.
    Il risultato è da brivido, una continua discarica; rifiuti, animali morti, compreso un cane flambé pestilenziale ed inguardabile che da qualche settimana decora il lato destro del parco, degrado, eternit. Oltretutto, non esistono servizi per i turisti; non esiste un negozio di artigianato, un bar decente, un punto di informazione turistica, una indicazione neanche in italiano su come si arriva al castello, nulla di nulla. Però ci sono cinque macellerie, un benzinaio (ma si può mettere un benzinaio di fronte a un monumento??) uno stigghiolaro (anche lui proprio di fronte il castello) una serie di fruttivendoli e pescivendoli “sdivacati” per tutto il marciapiede, macchine posteggiate sul marciapiede e sopra le striscie pedonali per tutto il quartiere, mancanza di arredo urbano, panchine, alberi etc. Per di più il castello è assolutamente privo di vigilanza ed oramai le moto entrano dentro il parco. Mai visto un vigile tranne una dicasi UNA volta sola, quando mi minacciò di multa perché uno dei miei figli (Karìm, tre anni!) scorazzava col suo triciclo per i sontuosi viali alberati e…insomma che diamine girare in bicicletta nel parco è proibito fosse anche un tre ruote alto 40 cm e lungo 60! Spazzini..oops Operatori ecologici….mai visti…esistono ancora? Recentemente abbiamo scosigliato ad alcuni amici di venire a Palermo per le vacanze. Perché ci vergogniamo come ladri, perché resterebbero allibiti e poi perchè ogni volta ci fanno sempre la stessa domanda; ma voi non fate niente? Non protestate? Sì…vai a spiegare che a Palermo sulla nostra protesta si fanno una risata. Credetemi, non riesco più ad
    indignarmi…mi sento stanco!

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    La Zisa si rifà il look per i turisti

    Ospiti
  • 19 commenti a “La Zisa si rifà il look per i turisti”

    1. Semplicemente agghiacciante!

    2. Tutto vero, anzi è poco, è molto peggio, all’interno c’è la staccionata di legno divelta, spaccata,i chiodi tutti lì ad attentare alla salute di bambini e non ( distributori di tetano, ma ..gratuiti), i topi a momento ti fanno pagare l’ingresso.
      Quella specie di dammusi prima di entrare al castello poi …
      l’ultimo a dx entrando in villa per esempio, è da visitare, ci troverete un tavolo sporco, un televisore sempre acceso e sedie dove sono SDIVACATI dai 2 ai 4 lsu (?) pip (?) o non so cosa, con la loro moto li davanti.
      Le vasche naturalmente asciutte, dove si raccoglie l’acqua piovana che viene sfruttata dall’ALZR (associazione larve di zanzare in riproduzione), per fornire alla gente un buon ricambio generazionale di suçasangue.
      Segnalo inoltre che le foto n° 12,13,15 e 22 sono scattate a meno di 5 metri (leggasi CINQUE METRI) da una scuola elementare,e testimonio che quel che si vede non è eccezionalità ma normalità.
      L’incrocio poi tra via Contessa Giuditta e via Silvio pellico è da ridere, è perennemente bloccato, vi si trova infatti un “pesciaiuolo” che occupa tutto il marcipiede ( e parlo di 6 metri e passa di profondità) e si arriva a livelli di posteggio momentaneo (1 minutu mìì comu fa, pigghiu rù sardi e mmi ni vaiu) da record ( anche 4^ fila), il tutto condito dalla beffa delle beffe, infatti a poche centinaia di metri c’è un comando di Vigili Urbani che da queste strade SONO OBBLIGATI a passarci almeno 2 volte al giorno per uscire ed entrare dal comando, ebbene …. MAI, MAI visto una pattuglia fermarsi a fare sgoberare la via, o scendere e multare chi va a zonzo in mooto dentro la villa.
      Ora nessuno pensi che io penso che qualcuno al comando mangi regolarmente pesce fresco, perchè non è così, in una città dove i servizi segreti fanno e disfano …, come potrei arrivare a tale maligno pensiero?

    3. ah dimenticavo, questo, insieme a quell’altro scempio che è la villa al mare è l’orgoglio del vostro amatissimo sindaco.

    4. Vergogna, ma il sindaco doce abita? Facciamo qualcosa chiamiamo subito striscia la notizia, legambiente. Svegliamoci, chiamiamo anche l’amia.

    5. Palermo, per la mancanza di controllo del territorio da parte di vigili urbani in prima linea sui vari ambiti (traffico, rifiuti, discariche abusive,…), necessiterebbe di migliaia di telecamere per il video controllo dei siti di interesse pubblico, sparsi in largo e in lungo per la città.
      L’azione sensibilizzatrice del comune (assente per ora) nei confronti dei cittadini deve essere contemporaneamente accompagnata da video controllo con sistemi automatizzati del territorio comuanle, questo per andare a prendere per il collo coloro che riducono la città in quelle condizioni delle fotografie, e condannarli per direttissima, senza se e senza ma. Ripresi dalle telecamere, presi dalle forze dell’ordine il giorno dopo e condannati lo stesso giorno.
      Purtroppo penso che per una ventina d’anni Palermo avrebbe bisogno di circa 10.000 telecamere di videocontrollo collegate alla prfettura e alla polizia ambientale.
      Poi dopo 20 anni, quando i cittadini capiranno che anche se non c’è un uomo in divisa che li coglie con le mani sul sacco per essere condannati, allora e solo allora possiamo cominciare a parlare di una Palermo un po’ piu’ civile.
      Diversamente le condizioni possono solo peggiorare, perchè non esiste controllo del territorio da parte degli “umani”.

    6. i primi vastasunazzi però sono i palermitani

    7. errata corrige: penso che sia impossibile rendere un posto peggio di come hanno ridotto la Zisa. questa gente è peggio degli scarafaggi :X

    8. mi vegogno di vivere in una citta come Pelermo, mi sento in colpa prechè non posso fare niente sono solo una mamma che lavora , 10 ore al giorno fuori casa. Io faccio il mio lavoro onestamente presso privati , gestisco la mia famiglia al meglio, non sporco la mia città quasi quasi non ci vivo. che cosa posso fare?

    9. @Andrea: il fatto che ci sia parecchia gente incivile non può assolutamente giustificare l’inettitudine della gente che amministra Palermo. I rifiuti abbandonati rimangono nello stesso posto per mesi e mesi!

    10. Scusate ragazzi, ma questa foto non fa parte di questo articolo:

      http://www.rosalio.it/wp-content/Zisalook7.jpg

      Si tratta di un’altra storia e di un altro scandalo; le piste ciclabili!

    11. Ci puoi mettere pure i tulipani alla zisa, ma fin quando i maggiori frequentatori di quel sito continueranno ad essere gli scanazzatelli di quartiere troverete sempre scritte sui muri, partite di calcio nel giardino con relative pallonate “a cu pigghio pigghio”, carta e simenza per terra, materassi sul marciapiede e cestini sciolti dalle fiamme.

    12. Tutto questo perchè non c’è la percezione della punizione,bisogna adottare misure repressive dure per gli scanazzati e pure per gli Lsu,a questo punto è necessario per educarli, altro che assistenti sociali “ci vuonnu i vastunati”.Che schifo,questi ci abitano alla Zisa e non sanno manco che cosa è,PORCI!!Povera la mia Palermo non ti meriti questi abitanti cani e questo Sindaco inutile!!

    13. VERGOGNA!!!!!x fortuna non vivo + a PA.

    14. mancano solo le carogne in decomposizione, il letame, rifiuti radioattivi e poi abbiamo il full.

    15. Carogne in decomposizione? Eccoti servito, e pure flambè
      http://www.rosalio.it/wp-content/Zisalook20.jpg

    16. che vergogna!!
      un fallimento totale, questo sindaco e questa amministrazione di centro-destra firmata pdl dopo aver distrutto e reso inutilizzabili i cantieri culturali, si è fatto lo spot con un parco orribile un pugno nell’occhio rovinando un monumento che dovrebbe essere inserito nel world heritage, era meglio quando c’era l’aranceto abbandonato, almeno quelle orribili cancellate nascondevano lo schifo adesso è sotto gli occhi di chi ci porta i soldi e si ostina a fare turismo in una città indegna..

      vergognam continuare a chiedere dimissioni e commissariamento immediato ormai è diventata pura retorica..
      🙁

    17. Sempre in zona potete vedere come ci sia un muro nel bel mezzo del marciapiede e nessuno fa e dice niente
      http://img132.imageshack.us/g/19052010341.jpg/

    18. D’altronde è il quartiere di Diego Cammarata.

    19. TANTO O PRIMA O POI PURTROPPO TORNARA’ DINUOVO COSI’.

    Lascia un commento (policy dei commenti)