lunedì 23 ott
  • 44 commenti a “Verso il pedaggio sulle autostrade per Catania e per Mazara del Vallo”

    1. se servisse a mantenerle in efficienza e ad ammodernarle… why not?

    2. ma magari perchè aumenterebbe il traffico, usciremmo i soldi di tasca noi e di ammodernamento ed efficienza non ne vedremo nemmeno l’ombra?

    3. Mi meraviglia constatare come nel 2010 esista gente che crede ancora nelle favole.Ma si può davvero credere che il pagamento del pedaggio serva a mantenere in efficienza e migliorare le autostrade ? Ma non basta l’esempio della Palermo-Messina ?
      A giudicare dallo stato di sviluppo delle strade ed autostrade Siciliane, lo Stato dovrebbe pagare noi utenti per percorrerle, visto il grave rischio a cui ci sottoponiamo ogni volta che siamo costretti ad infilarci in quei meandri oscuri che sono le nostre gallerie.
      Dovremmo insorgere, e pretendere che ci si tratti come una componente dell’Italia (vedi autostrade del nord) e non come una colonia africana!

    4. potrebbero essere peggiori di adesso le file al casello in uscita la domenica mattina e al rientro?

    5. Come si può immaginare che in un mese (dal primo luglio, si dice) l’Anas o chi per loro sia in grado di attrezzare le autostrade con i caselli e gli spazi necessari per la sosta delle macchine che devono pagare il pedaggio? Primo luglio, ma di che anno?

    6. Scusate, ma quelli che abitano fuori palermo e lavorano in città dovranno pagare ogni giorno il pedaggio? Mi sembra una follia. Senza contare le file allucinanti che si formerebbero alle estremità della città, che già non brillano per scorrevolezza.

    7. @ mohicano:
      non è che potrebbero essere peggiori…
      saranno sicuramente peggiori le file al casello.

      Cerchiamo di essere realisti, allo Stato servono soldi e si sono inventati questa bella trovata per racimolare un po’ di quattrini.
      Le condizioni della Palermo-Mazara sono oscene e ve lo dice uno che la percorre ogni giorno per almeno 50 km per lavoro.
      Di sera, in direzione Mazara, dopo l’uscita dell’aeroporto sembra di entrare in un tunnel senza fine. Buio pesto.
      Tra Cinisi e Terrasini ci sono le tre famose curve che, come dice Lo Cascio/Impastato nel film “i 100 passi”, forse servono per evitare che agli automobilisti venga una “botta” di sonno e quindi per tenerli svegli.
      Anche se sappiamo tutti perchè ci sono…!
      Poi, almeno una volta a settimana ci sono code chilometriche per restingimenti di carreggiata anche di poche centinaia di metri…!

      Però, di sicuro, non appena introducono il pedaggio tutti questi problemi svaniranno immediatamente…!

      ps: Quasi miracolosamente in questi giorni stanno pulendo lo spartitraffico dalle erbacce e dalle piante che arrivavano praticamente sulle corsie di sorpasso in entrambi le direzioni.
      A quanto pare, ogni tanto “impazziscono” e fanno qualcosa di veramente utile…!

    8. E’ pura follia volere mettere il pedaggio su autostrade come la Palermo-Mazara o Palermo-Catania.
      A parte il fatto che si tratta per lo più di superstrade e non autostrade (pure come superstrade non sono nemmeno buone) a parte questo, come faranno a costruire i caselli? Dove troveranno gli spazi per costruirli? Quanto ore di coda dovranno sopportare giornalmente i pendolari? Nessuno dica per cortesia che per i pendolari ci può essere la scappatoia del Telepass, perchè nelle autostrade a 2 corsie e con gli svincoli a 2 corsie, questo non è proprio possibile, basta andare a Cefalù per rendersene conto. Infatti, se per caso ci si avventura in una passeggiata domenicale o festiva (vedi primo maggio…) e si vuole uscire al casello di Cefalù, almeno 45 minuti di coda sono assicurati anche ai possessori di Telepass.
      A parte queste considerazioni, molte persone hanno scelto di alloggiare fuori Palermo per fuggire al caro affitti. Infatti, nonostante il caro carburanti è sempre conveniente prendere una casa in affitto fuori Palermo.
      Un assessore del comune di Cinisi mi ha riferito che secondo una statistica comunale sono almeno un migliaio le persone che ogni giorno per motivi di lavoro fanno la spola tra Cinisi e Palermo (credo che lo stesso possa dirsi per altri comuni, vedi Bagheria). Se passasse un simile provvedimento i costi sarebbero elevatissimi per i pendolari al punto che non sarebbe più conveniente abitare fuori Palermo. Molti magari ritornerebbero a Palermo per evitare i costi dei pedaggi e le lunghe attese nei caselli; a quel punto molti comuni della provincia sarebbero in ulteriori difficoltà perchè vedrebbero diminuire gli introiti delle casse comunali.
      Detto questo, come fanno i nostri politici a dire che non stanno mettendo le mani nella tasche dei cittadini?

    9. Quozca ma nel resto d’italia come fanno? E che dovrebbe dire un rappresentante che passa tutto il giorno in autostrada?

    10. si …. è pura follia istituire i pedaggi nella PA-Mazzara, PA-CT, Salerno-Reggio C. ma allo stato servono soldi per la finanziaria.
      Questo è il punto.
      Quando servono soldi un governo mette le mani ovunque.
      E non essendoci rivoluzioni per le città italiane, come si suol dire dalle nostre parti, il governo con gli italiani “trova u muriceddu vasciu”!
      Ogni volta che ci rifletto arrivo sempre alla stessa conclusione: il governo mette le mani su ciò che noi cittadini possediamo, auto, scooter, case, ecc.
      Sono quindi ormai del parere che non bisogna possedere case, solo in affitto, e neanche automobili o scooter, solo bici e andare sui mezzi pubblici se si lavora dentro un area urbana.
      Se togli al governo la possibilità di tassare i tuoi beni lo hai già colpito al cuore notevolmente.
      A meno che poi non tassi l’aria che respiriamo

    11. Il casello di via Belgio verrà temporaneamente sostituito da un folto numero di ausiliari dell’Anas che cammineranno fra le macchine incolonnate sul ponte e rilasceranno i tagliandi.
      A richiesta, agli stessi potrà esser chiesto il lavaggio del parabrezza per un modico supplemento di 1 euro.

    12. @sandra, e come la mettiamo con tutte quelle tasse che non riguardano auto e case? Aumeterebbero il costo del biglietto amat, istituirebbero un’assicurazione obbligatoria sulle bici, e perchè no, anche una tassa sull’aria non li spaventerebbe.

      @isaia, ho immaginato lo stesso scenario pochi minuti prima del tuo intervento! 😉

    13. Me la voglio vedere tutta appena ci sarà da adeguare gli accessi e le uscite per la disposizione dei caselli.
      Mi viene in mente lo svincolo di Bagheria

    14. @Sandra: non credere che sia così semplice fottere lo stato.
      Messo alle strette, ti aumenta le cose di cui non puoi fare a meno: acqua, luce, gas, ti aumenta la tarsu, l’irpef, l’iva, i bolli, il canone Rai, ti congela lo stipendio, ti blocca la pensione, ti aumenta il ticket sui medicinali, il biglietto del bus.
      Non puoi sfuggire allo Stato, se si mette in testa di prendersi i tuoi soldi.
      Quello che puoi fare è solo smettere di votare per coloro che da 15 anni ti promettono un radioso futuro e poi invece ti chiedono un “doloroso sacrificio, speriamo temporaneo”.
      Oppure, se vuoi fottere davvero lo stato… ti servono dei soldi. Se hai quelli, neanche troppi (ma un minimo sì) puoi fare quello che ti pare. Puoi costruirti la casa dove ti pare e poi sanarla col condono, puoi evadere le tasse e poi metterti d’accordo per pagare solo il 5% del dovuto, puoi comprarti lo yacht ed intestarlo ad tua una società che lo usa per rappresentanza così se lo scarica. Puoi fare di tutto e di più, se hai soldi.
      Pensa, se hai i soldi, puoi persino arrivare a governarlo, lo Stato.

    15. Meglio mettere un addizionale pro ANAS di un centesimo sui carburanti piuttosto che costruire caselli su certe trazzere…..

    16. Come ha già rilevato qualcuno, in realtà l’autostrada A29, almeno fino fino a Cinisi, non può essere considerata più un’autostrada, essendo ormai di fatto inglobata all’interno di un unico grande centro urbano.
      Tanto varrebbe prenderne atto e declassarla.
      L’introduzione di un eventuale pedaggio quindi potrebbe avere senso solo dal punto in cui la stessa assume le caratteristiche dell’autostrada, cioè dallo svincolo per l’aeroporto in poi.
      Allora, però, bisognerebbe valutare bene se i volumi di traffico in gioco giustificherebbero la realizzazione dei caselli, con relativo personale adibito alla riscossione del pedaggio, se l’intenzione è quella di ricavarne un utile di gestione.
      Altrimenti, diventerebbe solo un’iniziativa finalizzata a “sistemare” una ventina di dipendenti (due addetti per casello).

    17. @Nickycalo
      Infatti, pensavo anche alla vostra categoria, anche se so che molti di voi hanno il Telepass. C’è però da dire una cosa, un conto è se sei un rappresentante e quindi il tuo lavoro è spostarti da un punto all’altro, il pedaggio fa parte delle spese della vostra attività (se sei dipendente poi magari te lo rimborsano pur). Un conto è se abiti a Villabate e lavori in centro città e all’ingresso devi pagare l’obolo, ogni santo giorno, oltre alla fila agghiacciante che si formerebbe, probabilmente da molto prima di via Oreto. Dai è allucinante…

    18. fini’ che “lo Stato siamo noi” ?
      Quando c’e’ da pagare,lo Stato e’ un’entita’ che ci deve fornire servizi non si capisce bene col contributo di chi,visto che quando bussa a soldi,
      tutti pronti a defilarsi………………..

    19. altro che “muriceddu vasciu”!
      Dove si lavora intensamente e ci sono enormi volumi di traffico,e mi riferisco alle autostrade del nord,si paga il pedaggio senza tutte queste storie.
      Qui lo Stato ha costruito autostrade con le stesse caratteristiche del centro-nord e ,considerato che siamo aria depressa,per 50 anni non si e’ pagato pedaggio.Il che forse e’ servito a fare decollare
      l’imprenditoria in Sicilia?
      Manco per niente!

    20. Qui lo Stato ha costruito autostrade con le stesse caratteristiche del centro-nord? Ci siete stati al centro-nord? Avete mai visto le superstrade che ci sono in Umbria?

    21. @quozca
      in giro per il mondo pretendono servizi pubblici efficienti per evitare questo problema.
      Qua addirittura siamo considerati morti di fame perchè le autostrade fino a ora sono state gratuite in quanto la sicilia era considerata regione arretrata (infatti solo 3 sono le autostrade gratuite: PA-CT PA-TP-Mazara e Salerno-RC)

    22. Su repubblica dicono che per fare Palermo-Catania e ritorno si dovranno sganciare 50€.
      Stanno mettendo il pedaggio anche nello stretto.
      Anche il pedaggio nella Salerno-ReggioCalabria autostrada mai finita!!
      Ma stiamo scherzando ?! ahahah
      Lo stato con questo governo privatista sta andando ahimè verso il disfacimento..votiamoli votiamoli..che faremo un bel regalo ai nostri figli

    23. @Alfonso
      da buonfornello a messina sono 8€.. ammenocchè non aumentino pure quello.. comunque sia 50€ mi sembra una cifra sparata a caso giusto per fare allarmismo…

    24. @alfonso
      non avevo letto andata e ritorno… beh, allora è possibile..
      consolati puoi sempre prendere il treno e starci 6 ore sola andata!

    25. non posso credere che nessuno di voi abbia ascoltato l’intervento di ieri di Emma Mercegaglia.
      Nell’ultimo anno 700.000 nuovi disoccupati,praticamente il linea con tanti paesi europei e gli Stati Uniti.
      L’allarme:tagliare gli sprechi della Pubblica Amministrazione e della Politica,e tutte le fasce improduttive,perche’ altrimenti il carico fiscale sulle imprese rischia di farle chiudere ed accrescere i disoccupati.L’Italia non e’ la Grecia,
      oggi.
      Pero’ bisogna fare le manovre giuste.
      Ora se avete idee da proporre,proponetele.
      Comunque sono convinto che molti di voi che hanno
      contestato l’aumento dei pedaggi non hanno alcun motivo di andare ne’ a Catania,ne’ a Messina,ne’ a Mazzara o Trapani,sopratutto col CARO CARBURANTE.
      Chi si muove per lavoro e’ su nota spese,che sono a carico delle ditte.
      Ora invece di prendere “posizione contro” ogni mossa di questo governo,non sarebbe meglio di dimostrare la capacita’ di fare opposizione suggerendo il vosstro punto di vista?

    26. MEZZI PUBBLICI!!!!!! Treni, metropolitane, Tram!
      DOVE SONO???
      NELLE VILLE DI BERLUSCONI?? O NELLA BARCA DI CAMMARATA???
      e non fatevi attuppare la bocca con quelle quattro cose che stanno realizzando! perchè sono come delle gocce d’acqua che ti fanno venire ancora più sete.
      Di cose nuove praticamente non ne fanno, quelle vecchie non sono usate bene e in più aumentano i prezzi di biglietti e mettono i pedagi…
      Ecco la mia risposta.
      MEZZI PUBBLICI!

    27. Carlo
      le caratteristiche delle autostrade siciliane sono
      assolutamente identiche alla prima grande autostrada italiana che e’ l’Autostrada del Sole.
      Poi al Nord si sono fatte migliorie,tipo le III corsie,etc.,in considerazione della maggiore necessita’ di traffico.
      Se poi le strade Provinciali o Comunali del Nord
      sono migliori,e’ la conferma che al Nord sono
      piu’ bravi,per non dire altro.

    28. Punto di vista elementare: ridurre del 20% l’evasione fiscale, circa 150 Milardi di Euro sottratti allo Stato, ed ecco trovari 24 Milardi di Euro.

    29. @unmiscanturinuddu
      Guarda, fosse per me la macchina la lascerei al garage e la userei solo per fare le gite fuori porta, preferendo i mezzi pubblici per gli spostamenti quotidiani casa-lavoro. Purtroppo sappiamo tutti che quasi sempre (tranne fortunate coincidenze) questo è impossibile. Quest’estate proverò ad andare a lavoro in bici, non spendo, non inquino e faccio pure un po’ di sano sport.

    30. tra il dire ed il fare ci sono di mezzo “i tempi”.
      Mettere a punto l’attuale sistema per riuscire a stanare gli evasori e riuscire a fargli fare i versamenti,richiede certi tempi.
      .
      C’e’ un concetto su cui riflettere.
      L’Italia e’ un paese di “risparmiatori”,si dice,perche’ mediamente ci sono 30.000 euro in banca x famiglia.Pero’ nessuno dice quanto grava per famiglia il debito pubblico,che’ e’ un debito in sostanza trasferito alle generazioni future .
      Ci sono paesi nei quali la famiglia con le banche ha solo debiti, lo stato non ha questo enorme debito e l’economia “gira meglio”.

    31. le trasformassero in autostrade, dove si puo’ andare a 130kn /h .. forse ..sarei anche d’accordo
      ma queste trazzere da 80 / 70 km orari .. con viadotti parzializzati da decenni, come le gallerie in prossimita’ di enna / caltanissetta.. con un manto stradale da strada provinciale..
      no,non si puo’ pagare per le trazzere.

    32. A me sembra un provvedimento giusto. Avrei inserito il pedaggio più per una questione ecologica, ma comunque non la ritengo una cosa negativa.

    33. Prima cosa: in tutta Italia esistono i pedaggi e non vedo quale sia il problema.

      Seconda cosa: state tranquilli perchè per costruire i caselli servirano tra i 30 e i 40 anni.

      Terza cosa: prima di andare contro lo Stato guardatevi i valori di EVASIONE FISCALE della Sicilia pubblicati due giorni fa. La vera vergogna di questa regione è proprio questa.

    34. I tempi per il recupero dell’evasione fiscale: se non si fa niente di risolutivo stai tranquillo che neanche tra 100 anni sarà risolto il problema e le tasse le pagheranno sempre i reddito fisso.

    35. effettivamente siamo ad un punto morto.
      Le 2 grandi questioni che stritolano lo sviluppo sono certamente:
      1.la questione morale nella Spesa Pubblica
      2.l’evasione fiscale e l’esportazione di capitali
      .
      messe assieme si dice che fanno 3 o
      400 m.di di euro.
      .
      Ora,finche’ “i cervelli” vengono lasciati emigrare,
      si potra’ fare ben poco.
      .
      Ma,tornando ai pedaggi,mi pare che la deriva iniziale di questo post stia pian piano rientrando.
      Anche le autostrade invecchiano.
      La manutenzione delle autostrade ha un costo.
      Come si puo’ pretendere di avere una buona manutenzione senza pagare il pedaggio?

    36. Faranno una petizione contro l’introduzione del pedaggio sulla Salerno-Reggio Calabria visti gli eterni cantieri su quella arteria.
      Non si può dire lo stesso per la A19 e la A29. La Catania-Palermo non ha gli stessi problemi di percorribilità della A3, per cui non ci sono scuse per non mettere il pedaggio.
      Mi pongo solo un quesito: quanto tempo e soldi ci vorranno per installare i caselli in ogni svincolo e realizzare la barriera Palermo Sud in zona Oreto/Giafar ? Lo spazio c’è per la barriera pedaggio all’altezza dello svincolo Giafar, utilizzando lo spazio occupato dalla Ex-Rotonda Oreto. Boh, comunque è lo Stato a decidere, poi si vede se si farà o no. Di solito per svariate ragioni, poi queste iniziative si perdono… per strada.

    37. Soluzione 2: in Italia circa 629 mila vetture, costano 21 milardi di Euro l’anno, nel resto del mondo civile hanno 10 volte di meno auto. Si riducono le auto blu a 65mila come in Francia e si risparmiano circa 18 Miliardi di Euro in un anno.

    38. Perchè lamentarsi di un pedaggio autostradale quando il possessore di un’automobile è già gravato da accise sul carburante, “tassa” biennale per la revisione, “bollo”, assicurazioni alle stelle, etc.? non credo che 10 euro in più per la gita fuori porta siano un problema. Il problema saranno le interminabili file ai caselli (il mio post del 28 maggio alle 9,27 voleva essere ironico :-(). Per quanto mi riguarda per l’aereoporto ho sempre preferito prendere il treno (molto più puntuale del bus).

    39. mohicano @ : Treno che impiega una ora e cinque minuti per percorrere circa 37 chilometri.
      Come dire il TGV della Sicilia….
      Una riflessione. Ma il governo, per bocca del suo Presidente del Consiglio un annetto fa non andava dicendo che la crisi era finita, che partiva la ripresina e che la sinistra era menagrama e deprimeva l’umore degli italiani ?
      Adesso scopre che siamo nella me…lassa e chiede al bidello di prendere i soldi suoi del suo TFR , la liquidazione, a rate, di quello che stava andando in pensione di lavorare ancora un anno, non ci metterà le mani in tasca ma ha tagliato risorse fondamentali a Regioni e Comuni che ci penseranno loro a addizionare per bene aumentando un pò quà, un pò là. Sempre a raschiare dove sa di trovare senza resistenza…..u cani muzzica o spardatu.
      Vada a cercare nel database di quelli che hanno pagato il 5 % dello scudo fiscale, chieda a loro un contributo straordinario. Le province ? Elimini i consigli provinciali e i consiglieri, due volte al mese l’ente Provincia convoca il consiglio dei Sindaci della provincia, che conoscono benissimo i loro territori, e sparagna un bel pò di piccioli di stipendi.E la provincia formalmente resta.
      I pedaggi è giusto pagarli ma le autostrade siciliane devono essere portate al livello di quelle del continente, perchè così come sono ricordano le regie trazzere di gattopardiana memoria.

    40. Per mantenerle come l’autostrada di Messina?!?! NO GRAZIE!

    41. la borsa e’ un indicatore.
      nel marzo 2009 furono toccati dei minimi,e la crisi globale proveniva
      “dai derivati” e dallo sgonfiamento
      della bolla dei mutui sulle case.
      La crisi di aprile/maggio 2010 parte
      “dalla Grecia”
      e travolge l’euro,ed ancora una volta la borsa va giu’ pesantemente.
      Quando la borsa va giu’ siamo tutti piu’ poveri.
      .
      A volere fare economie,le voci su cui intervenire
      possono essere centinaia.
      .
      Il pedaggio nelle autostrade siciliane e’ solo uno di queste centinaia di possibili interventi.
      .
      Anche quando il palermitano lascia i rifiuti in ogni dove ,o crea nuove discariche nel territorio urbano,”si accende una voce di spreco”,perche’ poi per ripulire occorrono interventi straordinari,che,come e’ ben noto,hanno un costo
      aggiuntivo.

    42. Non sono assolutameente d’accordo.Questo è solo un pretesto per “rubare” i soldi ai siciliani. Dovremmo tutti non percorrere più le autostrade se dovesse entrare in vigore tale provvedimento per protesta, solo così qualcosa si potrebbe ottenere.Perchè non ridurre gli stipendi dei nostri cari governatori?Perchè non privarli dei milioni di privilegi di cui godono?Perchè non privarli delle tanto amate auto blu?Se facessero così non ci sarebbe bisogno di spillare gli ennesimi sodi.Vergogna

    43. Quoto Rob nella maniera più assoluta. Questo è un ennesimo prelievo ingiustificato ed ingiusto!!! Le autostrade versano in uno stato pietoso e sono molto pericolose quando piove, e non credo proprio che questi soldi possano servire a sanarle. Primo, perchè il prelievo serve alle casse dello stato. Secondo, perchè in ogni caso le ditte a cui vengono appaltati i lavori sappiamo bene come lavorano e perchè lavorano!!!!!
      Continuiamo a farci derubare da questi amministratori incompetenti e soprattutto disonesti!!!

    44. in caso di pioggia,rallentare.
      Se si e’ a conoscenza di fatti illeciti,denunciare
      alla Procura della Repubblica.
      La crisi va superata,e sono sacrifici da affrontare.

    Lascia un commento (policy dei commenti)