sabato 18 nov
  • Cammarata: “Tenere alta l’attenzione sulle discariche abusive”

    Diego Cammarata

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha partecipato ieri al Comitato per l’ordine e la sicurezza convocato dal prefetto Caruso.

    Cammarata ha dichiarato: «Da molto tempo mi è apparso evidente come le centinaia di discariche abusive cittadine, per la quantità e la qualità dei rifiuti presenti, non potessero essere soltanto il frutto della trascuratezza quando non addirittura di un comportamento incivile di alcuni concittadini. Certamente anche questa componente è presente nella esistenza delle discariche ma non si tratta della parte più significativa che invece è, quasi certamente, addebitabile ad una gestione della criminalità organizzata. D’altro canto l’esistenza di queste discariche, purtroppo numerose ed in costante aumento, creano nella cittadinanza un grandissimo disagio e danno l’immagine di una città sporca, quando invece la raccolta dei rifiuti è oggi ritornata perfettamente regolare. È importantissimo, dunque, potere agire efficacemente per fare in modo che gli interventi straordinari di pulizia, eseguiti da Amia, non abbiano efficacia per pochi giorni, come finora è accaduto. L’azione comune delle forze dell’ordine è certamente fondamentale ma io credo che altrettanto importante sia l’attenzione dei cittadini».

    Palermo
  • 10 commenti a “Cammarata: “Tenere alta l’attenzione sulle discariche abusive””

    1. Basta una bella squadra di 5 persone (all’antica) che va in giro h24, manganello in testa per chi deposita rifiuti ingombranti per strada.

    2. http://palermo.blogsicilia.it/2010/01/immondizia-a-palermo-cittadini-sfiduciati/
      http://www.corriere.it/gallery/cronache/06-2010/palermo/1/palermo-strade-invase-rifiuti_57a5ae00-7e31-11df-a575-00144f02aabe.shtml#2
      http://palermo.blogsicilia.it/2010/04/immondizia-a-palermo-la-colpa-e-di-chi-non-denuncia/
      Sono foto recenti, e parlano, al contrario delle parole ammuzzu del “sorrisino a tutto denti; intelligente”. Comunque “sorrisino” è un misto strano: da una parte il siciliano che non ammetterà mai le sue incapacità le sue carenze i suoi errori, dall’altra ha dei maestri che gli insegnano come deviare l’attenzione sui problemi e scaricare le proprie colpe su altri. Dalle foto si vede chiaramente che il materiale da discarica rappresenta il 10%. Altrove ci sono vere e proprie discariche abusive, è vero, ma la munnizza c’è OVUNQUE.

    3. ALLORA STAREMO TERREMO COME SEMPRE, MA ADESSO PIU’ DI PRIMA ALTA L’ATTENZIONE SU DI LUI .

    4. il problema delle discariche e` la criminalita` organizzata..???
      signor sindaco a chi vuole prendere in giro…
      napoli e palermo sono realta` incompatibili, la gestione napoletana dei rifiuti e del commissariamento era a tutti i livelli, dalla gestione alla raccolta allo stoccaggio all`utilizzo dei terreni, una gestione diretta dalla camorra e buona parte della classe amministritativa,la situazione era ben organizzata ma non era pensata per durare ma solo per fare soldi in tempi brevi fino alla creazione degli inceneritori che sono stati e sono da sempre gli affari della criminalita..
      a palermo a meno che non ci nascondete qualcosa, caro sindaco, il problema e` l`amministrazione annichilita dell`amia e di chi dovrebbe controllare che l`amia lavori, cioe` il sindaco, mancanza di rogole e soprattutto mancanza di controlli, l`incivilta` si ferma con le multe e i controlli, da chi butta la carta per terra a chi non fa riciclaggio, come chi butta rifiuti di ogni genere in strada. offrendo un servizio decente e facendo i controlli, palermo potrebbe essere una citta` degna di entrare in europa, altrimenti restiamo sempre gli stessi siciliani incivili..che si lamentano ma votano di nuovo per forza italia alle prossime elezioni..

    5. 1.sono contento che il Sindaco abbia recepito il mio messaggio.Quello che dichiara nelle prime otto righe,e’ stato da me gia’ espresso come commento in un altro post,su Rosalio,
      in cui mettevo in rilievo il modo innaturale col quale sorgono enormi discariche,vedi per esempio la via Diomede a Partanna Mondello.
      Troppi materassi vengono accantonati,solo x dirne una.E qualche tempo fa questo era un caso raro.
      2.Pero’,caro Sindaco,l’immagine di Palermo e’ compromessa oltre che dalle discariche,che sono
      comunque relative ad aree aree ben contenute,principalmente dal fatto che
      non si fa alcuna manutenzione delle strade che ormai presentano i sottomarciapiedi come un ininterrotto tappeto di erbacce.
      In questo la cittadinanza dimostra scarsissima attenzione e tutti scaricano qualcosa oltre la propria recinzione.Forse servirebbe un “invito”
      a che ciascuno faccia attenzione alla pulizia del tratto di propria pertinenza,anche se esterno e
      quindi di competenza Amia.
      3.In questi giorni ho potuto osservare che a meta’ giornata i cassonetti di Mondello risultano vuotati.Resta pero’ lo spettacolo deprimente che questi cassonetti sono talmente vecchi e fatiscenti
      da farci apparire come quegli studenti che (cosi’ si racconta),con l’Italia in guerra,si presentavano all’esame con la barba incolta e l’abito logoro.
      Ora,e’ mai possibile che le forze imprenditoriali palermitane non considerano questo aspetto tanto miserabile e non pensino di “regalare”alla Citta’ qualche centinaio di cassonetti nuovi da porre quantomeno nelle localita’ piu’ in vista che sono quelle vicine alle spiagge?
      4.Il punteruolo rosso qualche volta fa i miracoli.Le palme segate nella Piazza di Mondello
      hanno restituito la magnifica vista del Golfo.
      Sono rimaste un paio di palme pero’,proprio in prossimita’ della piazza,e non c’e’ peggiore spettacolo dei rami secchi.A chi giova mostrare questi rami secchi?
      5.Vorremmo vedere molte rotonde come quella che
      c’e’ allo svincolo per Tommaso Natale,con i pini,il prato all’inglese ed i fiorellini.
      Questa rotonda dimostra che volendo anche a Palermo si puo’.

    6. se fossimo in un paese normale con un amministratore vagamente all’altezza della carica che ricopre, le sue parole potrebbero essere condivisibili, perchè non c’è dubbio che anche i cittadini debbano fare la propria parte e non buttare tutto per strada, differenziare, e tutto il resto, neanche buttare una cicca per terra!
      già in nord italia ci sono i posacenere per strada(ma incredibile li ho visti anche a atrapani che ha fatto un bel balzo in avantianche a trapani) , oltre ai cestini per l’immondizia e una raccolta che funziona e differenzia… pare quasi una bestemmia!!!
      detto da un simile personaggio però le cose cambiano, e anche sulla gestione della malavita sui rifiuti – cosa più che risaputa – verrebbe voglia di chiederne conto a chi poteva vigilare.
      credo di capire perchè questo sindaco si faccia vedere così poco, ogni volta che parla precipita sempre di più.

    7. correggo=(ma incredibile li ho visti anche a trapani che ha fatto un bel balzo in avanti)

    8. considera la via Stesicoro a Partanna Mondello,e dintorni.Ci abitano(anche) sicuramente persone senza alcun decoro per tenere i cumuli sugli angoli e sui marciapiedi per una intera stagione aspettando forse che qualche entita’ superiore intervenga.Basterebbe un po’ di buon senso,
      e lo sconcio sparirebbe.

    9. Riporto testuale da altro blog:

      quando dici “Bisognerebbe comunque che questo clima oltre che negli apt, si respirasse anche nelle città. A Pasqua ho portato un’amica a Trapani e Palermo, era come passare dal giorno alla notte, una pulita, linda, messa a nuovo, efficiente, l’altra abbandonata, sporca da fare paura, soprattutto nella zona turistica, l’area attorno al Comune era inqualificabile.”

      concordo pienamente. sono stato a trapani e palermo a metà luglio: mi trovi pienamente d’accordo. io non confronto il patrimonio storico-artistico delle due città: sicuramente non sono paragonabili. però, per quanto impreziosita da monumenti e chiese bellissimi e di altissimo valore storico, l’impressione e il ricordo di palermo sono pessimi. sporcizia, degrado e puzza ovunque. impressionanti le macchine incendiate per strada e le varie discariche a cielo aperto.
      trapani e dintorni sono stati invece qualcosa di piacevolissimo. le strade erano pulite e il centro storico ben organizzato.
      infatti ci tornerò ben volentieri…stavolta saltando palermo: non mi vien voglia di tornarci. spenderò invece molti più giorni nel trapanese. non mi aspettavo grandi cose e ci ho dedicato poco tempo… invece ho dovuto ricredermi. da palermo mi aspettavo di più e ci avevo dedicato molto più tempo: anche in questo caso ho dovuto ricredermi.
      sia ben chiaro che sono le mie opinioni e impressioni personalissime.

    10. ieri il TgS ha mostrato i Rifiuti accatastati al
      Parco della Favorita.
      1.approfondire che “tipologia di persone” vanno a fare questi pic-nic dentro la Favorita
      2.mettere appositi cartelli che disciplinano la cosa
      3.sanzionare i trasgressori
      .
      Una persona civile cosi’ come arriva carica di Vettovaglie,
      dovrebbe capire che organizzarsi con un proprio sacco per portare via i propri Rifiuti non e’ poi un grosso impegno.

    Lascia un commento (policy dei commenti)