martedì 21 ott
  • Palermo: blog, siti e stime numeriche ad aprile 2011

    Tornano su Rosalio le stime numeriche di Google tratte da DoubleClick Ad Planner (strumento nato per aiutare gli inserzionisti a pianificare le proprie campagne pubblicitarie online) relative al traffico dei siti web con base a Palermo. Per i siti contrassegnati dalla lettera S vengono riportati valori stimati da Google, i siti con la lettera A condividono il dato effettivo da Google Analytics.

    Palermo: blog, siti e stime numeriche ad aprile 2011
    (clicca per ingrandire)

    Il sito più visitato a Palermo e in Sicilia è stato quello del Giornale di Sicilia (un milione e duecentomila visite e sei milioni e duecentomila pagine viste). Dietro Repubblica Palermo (820 mila visite e un milione seicentomila pagine) riscavalca l’Università di Palermo (sotto di diecimila visita ma ha ben sei milioni e settecentomila pagine viste).

    Salta subito all’occhio il fatto che in uno scenario di lieve flessione del traffico i siti che parlano del Palermo hanno tutti incrementato le loro visite. MediaGol e Stadionews hanno guadagnato diecimila visitatori e il sito del Palermo calcio ben 40 mila e 100 mila pagine viste.

    Perdono un po’ i siti d’informazione nativi online ma si difende bene Live Sicilia che perde appena 10 mila visite e guadagna centomila pagine (420 mila visite e un milione duecentomila pagine viste). SiciliaInformazioni perderebbe 50 mila visite (240 mila) e BlogSicilia viene riportato in perdita di 30 mila visite (230 mila visite).

    I siti di eventi come Balarm e panormita hanno perso e tra le nuove leve si registra la sorpresa Impresa Palermo (rilevato per la prima volta a 26 mila visitatori e 43 mila pagine viste) e il calo di diPalermo che è tornato sotto la soglia minima di rilevazione.

    Non è disponibile il dato disaggregato di Palermo del Corriere della Sera-Corriere del Mezzogiorno né quello del sito della Regione Siciliana.

    I dati sono in parte stime e in parte sono tratti da Google Analytics (il servizio di statistiche di Google) se i proprietari dei siti hanno deciso volontariamente di renderli pubblici. Rosalio condivide i propri dati di traffico pubblicamente. In ogni caso le stime solitamente non si distaccano dal dato reale di un +/- 10% quindi, pur non combaciando perfettamente con il dato reale, possono essere prese in considerazione soprattutto per confrontare più siti.

    Segnalateci anche nei commenti eventuali siti rimasti fuori, li integreremo cercando di tracciare un quadro sempre più chiaro della realtà web palermitana. Se siete agenzie e centri media che cosa aspettate a utilizzare anche voi i dati forniti per le pianificazioni pubblicitarie? :)

    Il documento Excel con i dati da oggi ad agosto 2010.

    AGGIORNAMENTO: la classifica regionale da Live Sicilia.

    Palermo
  • 7 commenti a “Palermo: blog, siti e stime numeriche ad aprile 2011”

    1. Trovo inquietante il fatto che il sito del gds sia in testa alle classifiche, e se fosse pure sintomatico… rabbrividisco.
      Mi dispiace notare la perdita di Rosalio (non menzionata in questo post !). Io vengo qui molto meno da qualche mese, perché a parte alcuni trolls comunque insignificanti, mi siddio’ leggere i post di persone come Folklorista – cito non a caso -, i soliti gargarismi verbali, di finti tuttologhi, linguaggio tipico dei movimenti neo e vecchi, associazionismo finto teorico e sterile, insomma bla bla bla ma chi fannu ? Che correggono tutti e intervengono su tutto e tutti: te l’insegno io, te lo spiego io; ma quando vedo i risultati di una città che sprofonda ogni giorno di più mi dico che la loro “tuttologia” è puerile nel migliore dei casi, malvagia per coloro che – grazie ad essa – ci sguazzano e ci campano nel degrado diffuso.
      P.S. A MARGINE: stiamo andando in 40000 a Roma per la finale di coppa Italia di calcio, persino io (parto da Parigi) che sono uno sportivo sui generis, comunque innamorato del rito tribale rosanero con tutto quello che contiene e ne consegue, e nonostante tutto del senso di appartenenza. Ebbene, il giorno che ci sveglieremo dal torpore secolare e riusciremo a creare lo stesso evento, magari in 200000 per spostare fisicamente (senza violenza ovviamente), e mandarli in altre zone del mondo (dove li educherebbero e non nuocerebbero!) tutta la pseudo-politica che ha distrutto la Sicilia… Altro che finte teorie bla bla bla dei folkloristi e dei movimenti “ironici”…

    2. @ Io trovo interessanti i commenti di folklorista. Non conosco il discorso politico di cui parli (xchè disinteressato) però mi piace leggere folklorista in quanto argomenta sempre le cose che dice. Non sempre condivido le sue idee ma riesce a spiegare sempre bene il suo punto di vista. Quando ci saranno elezioni cercherò di capire il suo punto di vista politico, poi deciderò.

    3. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    4. Gigi non viene citato il dato di Rosalio come significativo perché ha delle oscillazioni periodiche e conoscendo molto bene la sua serie storica degli ultimi cinque anni so per certo che quel dato non è significativo. Inoltre c’è un calo generalizzato e Rosalio mantiene la stessa posizione dello scorso mese. Detto ciò spero mi venga riconosciuta la buona fede.

    5. …ma poi proprio lui dice di non tornare spesso su questo sito per colpa dei “garmarismi verbali” altrui. Proprio luiiiiiiiiiii

    6. Tony, non conosco i dati dei mesi scorsi, e non mi ritengo adatto, in questo campo, per potere giudicare la buona fede. Era solo una nota per la precisione, la mia, senza nessun sottinteso.
      Quanto ai trolls, che spuntano puntuali appena scrivo un post, anche quando – come ora – scrivo dopo mesi di assenza ( questo dal nick daniele non è nuovo, era solo nascosto dietro l’albero :-D )… provo solo compassione…

    7. Ma del fallimento di Dipalermo, il sito che si prende la briga di bacchettare tutto e tutti, non ne parla nessuno?

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.