martedì 21 nov
  • L’impresa straordinaria

    L’impresa straordinaria non è arrivare in Sicilia a nuoto ma è viverci. L’impresa straordinaria è costruire una famiglia, crescere un figlio e lavorare in Sicilia. L’impresa straordinaria è continuare ad avere un minimo di ironia perchè altrimenti alle 12:00 sei già morto, in Sicilia. L’impresa straordinaria è riuscire a fare impresa in Sicilia senza piangere carità. Siamo tutti bravi ad arrivare in Sicilia. Ci vogliono coglioni per rimanerci, e non tutti quelli che rimangono sono coglioni.

    Ospiti
  • 19 commenti a “L’impresa straordinaria”

    1. A me pare che il movimento 5 stelle, pur tra qualche sparata di grillo, proponga qualcosa di simile ad un programma.
      essere, per esempio, l’unico partito apertamente contro gli inceneritori ( si chiamanao cosi, nn termovalorizzatori) mi pare uno dei punti fermi per rendere un partito credibile.e la mia è prima di tutto una considerazione economica e non semplicemente ambientale…

      sarebbe opportuno che il dibattito si facesse sui contenuti piuttosto che cercando post ad effetto, superficiali e compiaciuti ( le parolacce fanno figo?)visto che ognuno promuove come vuole l’inizio della sua campagna elettorale. anche con una pagliacciata natatoria.
      la pagliacciata tra l’altro, si svolge nel luogo simbolo di sprechi italici e di falsa propaganda. ci ricordiamo del fantascientifico ponte, che ci è costato milioni e milioni di euro in finti uffici e finti progetti?

    2. ps: aggiungo poi che l’impresa mussoliniana di grillo alla comunità è costata più o meno qualche centinaio di euro di gasolio per la vedetta della guardia costiera che vigiliava.

      quanto costano, invece, le serie campagne elettorali dei nostri candidati che in sicilai ci restano?
      quanto costano i faraonici comitati elettorali?
      potrei anche dire quanto costano i pacchi di pasta, e i regalini agli elettori, ma nn lo dico…
      mi pare che il suddetto movimento, che non voterò, ma che rispetto profondamente, rifiuti i romborsi elettorali ( che se sono cifre modeste sono segno di democrazia, se sono eccessive sono furti)….

    3. Poiché si parla anche di elezioni l’impresa straordinaria è di essere talmente cogl.ioni da accettare il teatrino squallido millantato come politica e animato da buontemponi che si spacciano per politici, e andarli a legittimare col proprio voto. Come recarsi da un muratore per farsi curare la tubercolosi; intelligenti.
      E’ tutto il sistema fallito, errato alla base, inadeguato, errati i metodi di accesso (reclutamento) e gestione, che generano l’esistenza in politica di dilettanti inadeguati che giocano a fare un mestiere che, invece, deve esigere simili referenze a quelle richieste per esercitare il mestiere del medico (laurea in apposite università con commissioni miste – nazionali ed europee – abilitazione, tirocinio). La politica aperta a chiunque solo per circoscrizioni e associazionismo partecipativo.
      Finché non sarà regolamentato – come sopra – questo settore vitale fondamentale inutile riflettere sulle conseguenze sociali, sui problemi di vita quotidiana che ne sono in gran parte la conseguenza.
      Tra i suddetti buontemponi finti-politici e coloro che li legittimano con il loro voto non è difficile designare i veri cogl.ioni.

    4. Hai pienamente ragione, io sono via ormai da tempo e tutte queste buffonate, ora più che mai, mi sembrano inutili. Non so neanche come continuare questo post, tutto sembra inutile, so soltanto che ogni volta che torno a Palermo tutto mi sembra sempre più grigio e triste, guardo la faccia della gente e …… Ci siamo capiti.

    5. Preferisco votare uno che ha la forza di farsi 3 km a nuoto piuttosto che uno QUALSIASI dei nomi che da anni e decenni appestano la politica siciliana.
      Andare a votare per le stesse persone è un suicidio bello e buono. Sperare e credere che gli stessi personaggi che hanno banchettato con la nostra regione ora si alzino da tavola e comincino a lavorare… ma davvero qualcuno ci crede?
      Meglio votare Grillo (perché non votare fa solo il gioco dei soliti noti), non tanto perché le sue idee siano chissà che. Meglio Grillo perché è l’unico che può GARANTIRE che alla tavola apparecchiata si siederanno persone e nomi NUOVI.
      Per me, già questo è un gran risultato. il migliore che si possa ottenere, oggi come oggi.

    6. Non votero’ 5 stelle(purtroppo si puo’ dare un solo voto ) ma sostengo ugualmente il loro movimento

    7. Premesso che tutti i candidati del movimento cinque stelle sono siciliani. La colpa del grillo è quella di non essere siciliano e di non abitare in Sicilia? tutti quelli che non abitano in Sicilia non hanno le palle o tutti i siciliani le hanno? Meglio un siciliano come micciché con le palle (e le palline..) o un non siciliano come Grillo senza? Se siamo tutti bravi ad arrivare in Sicilia (anche se iu un ma firu a natari) quelli che non ci vengono come sono? E di quelli che tornano solo per candidarsi (e senza mancu natari) ma poi sbagliano i tempi del cambio di residenza ne vogliamo parlare? Quanta retorica sottilmente ricamata per quattro bracciate.

    8. intanto in quattro bracciate ha fatto
      duemilacinquecentometri
      ed ha solo 64 anni.
      I sondaggi dicono che il 97 % degli italiani disprezza i partiti,essendo nauseata del modo di operare.
      Ne riparliamo il giorno dopo.

    9. Grande Francesco…..ineccepibile in ogni parola.

    10. Casalinghe,vecchi,bambini,fanno gia’ un buon 50%.
      Bamboccioni,precari,disoccupati,quanti sono?
      Tutte fasce deboli,che pur volendo,non hanno dove andare.I piu’ svegli sono andati via da tempo,avendo fiutato l’aria che tira.
      Non e’ una questione di attributi,ne’ per chi va ne’ per chi resta.E’ solo una questione di opportunita’.Certo chi va esce dal pantano.

    11. Voterò M5S e se giorno 28 ci sarà bel tempo mi farò una nuotata a mare

    12. Il M5S non è l’unico movimento contro gli inceneritori, il programma di Giovanna Marano / Claudio Fava è molto chiaro a proposito, oltre che molto più articolato,credibile e fattibile.Inoltre lei ha già mostrato il suo impegno concreto in Sicilia, impegnandosi in prima persona (come segretaria regionale della FIOM) in vertenze molto difficili come quella di Termini Imerese.
      Un pò più di informazione sarebbe necessaria se si vuole scegliere bene quelli che possono salvare e dare un futuro a quest’isola.

    13. non ne dubito, peraltro non voto M5S
      Ma sollevare una polemica sui costi di un’operazione certamente mediatica da parte di chi ha finora dato il peggio sinceramente mi sembra l’ennesima dimostrazione di come si sia smarrito il senso della misura

    14. Suvvìa, tutto questo clamore per una nuotatina. E’ da ammirare, sarà un comico ma io dico: Meglio un comico che faccia ridere, che mille altri comici che finora ci han fatto piangere!

    15. […] Come quello di Francesco Timo, 34enne, tecnico della comunicazione, pubblicato tre giorni fa su Rosalio.it, che sta facendo il giro su Twitter e Facebook. Lo riproponiamo anche noi, non aggiungendo alcun […]

    16. tutti a dire che voteranno m5s ma guardate come glissa la domanda della giornalista, al minuto 9:03 http://www.youtube.com/watch?v=ve82pcmDs18 ottimo comunicatore e populista e se la prende con i giornalisti, ma la domanda era farete accordi? la risposta è di un’altra domanda… mah

    17. Ma ci vuole tanto a capire che il significato della traversata di Grillo è che con la forza di volontà e l’impegno si può ottenere qualsiasi cosa ‘o quasi’ nella vita e che quindi tutti insieme se lo vogliamo possiamo cambiare questo sistema schifoso (banche, multinazionali e politica corrotta), l’articolo del giornalista sebbene sia profondamente significativo lo vedo pressochè fuoriluogo. Magari sarebbe un ottimo commento da indirizzare alla vecchia classe politica sia siciliana che nazionale e non al MoVimento 5 Stelle.

    18. L’impresa straordinaria è trovare un posto di lavoro in Sicilia.

    Lascia un commento (policy dei commenti)