18°C
lunedì 21 ott

Archivio del 20 Luglio 2006

  • La mafia fa schifo: t-shirt

    Non si sono ancora sopite le polemiche sulle magliette con la scritta «Mafia – Made in Italy» (ne avevamo fatto cenno qui) vendute a Palermo e c’è una novità in qualche modo annunciata.

    La ditta Ardita di Luigi Piceci, Marco Ciccarese e Umberto Campanile (che già vendeva anche online i capi della linea CosaNostra Tipico Style Italiano) ha raggiunto un accordo con la Regione Siciliana per stampare sulle t-shirt la scritta «La mafia fa schifo», oggetto di una campagna di comunicazione anch’essa ricca di polemiche. I proventi saranno devoluti in beneficenza.

    Che cosa ne pensate?

    “La mafia fa schifo”. Difendiamo le nostre libertà.

    Sicilia
  • Pizzino e il miraggio della satira. Viaggi fuori dai retaggi 2/2

    (continua)

    PIZZINO A SIENA
    Altra storia è stata la trasferta a Siena il 31 maggio per una giornata sulla satira promossa dall’Università con la partecipazione di Serena Dandini, Sergio Staino e Mario Cardinali, direttore del Vernacoliere. Stavolta per Pizzino c’erano anche lo scomunicatore Francesco di Pasquale e la collaborazionista Rossella Geraldi. Stavolta non hanno invitato Pizzino per parlare di mafia.
    Protagonista era la satira, dentro un’aula magna piena fino all’osso, cercando di mettere sul tavolo metodi, episodi, improvvisazioni e work in progress di un genere che in Italia procede a “velocità governativamente limitata”.
    Non sono mancate le domande e neanche gli studenti siciliani in quell’aula e tra i tanti che si sono avvicinati non pochi erano entusiasti per questa esperienza editoriale che veniva dalla loro terra, una volta tanto apprezzata per le innovazioni e per le “esplorazioni editoriali”. La Dandini ha brillato come sa fare quando deve intrattenere un pubblico e anche Mario Cardinali, che ormai da 25 anni dirige ed edita il Vernacoliere, ha dimostrato una verve inossidabile e un senso della posizione e delle trasformazioni della nostra società degne di un grande analista. Dissacranti le sue battute. Ammirevole la sua disponibilità nel rispondere ai nostri dubbi editoriali e nel lasciare una porta aperta. Infine Staino, storico vignettista dell’Unità, con cui abbiamo iniziato un dialogo che ancora continua. Da allora è un nostro “collaborazionista” e le sue vignette hanno raggiunto i lettori di Pizzino. Infine, i ragazzi dell’Università di Siena, tutti molto giovani, che hanno di fatto organizzato l’evento, hanno dimostrato una grande maturità e ci hanno accolto come se ci conoscessimo da tempo, a partire dalla palermitana Giulia Sarno. Un legame che ancora resiste. Così (non) finisce l’esperienza di Siena. Continua »

    Ospiti
  • Palermo tra le città candidate di Euro 2012

    Palermo, insieme a Bari, Firenze, Milano, Napoli, Roma, Torino e Udine, è stata inserita dalla Federazione italiana gioco calcio fra le otto città che ospiterebbero gli incontri decisivi degli Europei del 2012 qualora la Uefa assegnasse all’Italia l’8 dicembre l’organizzazione dell’evento. Rivaleggiano con la candidatura italiana Croazia e Ungheria da un lato e Polonia e Ucraina dall’altro.

    Il 19 settembre una delegazione Uefa visiterà lo stadio “Renzo Barbera”, eventuali campi alternativi d’allenamento, l’aeroporto “Falcone e Borsellino” e le strutture di accoglienza turistica.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram