13°C
giovedì 26 nov

Archivio del 22 Novembre 2006

  • Il senso estremo del cannolo

    Cannolo

    Mentre faccio le valigie per il mio ennesimo viaggio, penso alla mia prima volta in Macedonia: della Sicilia amici e parenti di Biljana (la mia zita) sapevano poco, cose tipo il padrino e via dicendo.

    Ecco, io preparato per bene ad affrontare lo stereotipo, mi munii per l’occasione di “guantiera” di cannoli, da offrire per la prima cena importante a casa dei suoi. Quella sera i cannoli in questione mi aiutarono a fare “bella figura”, a far capire che oltre allo stereotipo (don Vito, Marlon Brando, lupare, coppole) c’è una cultura millenaria che si esprime anche col cibo e che attraverso di esso può essere presentata a chi non la conosce.

    Il cibo “significa”, non c’è niente da fare: i semiotici ci hanno fatto pure un convegno con tanto di atti pubblicati!

    Come potete immaginare, in terra macedone, i nostri cannoli se li ricordano ancora, continuando, peraltro, a richiedermeli ogni qual volta mi appresto a varcare il confine. Continua »

    Sicilia
  • Anna

    Seduta su una panchina di via Cernaia Anna osserva Torino, dipingendola con lo sguardo come una sofisticata signora aristocratica,
    chiude gli occhi,
    immagina di essere nella sua città natale, Palermo, il cui ritratto è forse quello di una bella zingara a piedi scalzi, dalla pelle olivastra.
    Con la nostalgia nell’animo
    ritorna nei luoghi a lei cari, riesce persino a vedere la luna riflessa in uno specchio d’acqua, incorniciata tra il blu del mare e del cielo, spiata di nascosto da uno sguardo , folle di amore che la segue ovunque con il cuore..
    Il ricordo di un momento passato torna allora indietro nel tempo e mette in scena uno spettacolo malinconico.
    Al centro del palcoscenico due ombre, visione sospesa di una sensazione inafferrabile.
    Sono balli taciturni che ignorano la musica, segno di un’insostenibile timidezza che non permette di inebriarsi del profumo che i loro respiri racchiudono, che consente al tempo di prendersi gioco dell’irripetibilità di ogni singolo istante.
    Caos che giunge in punta di piedi quando l’anima è ancora una volta addormentata,
    quando dell’intimità resta la frantumazione di un secondo che sarebbe passato. Continua »

    Palermo
  • Giovedì non ci sarà il blocco auto

    In una riunione tra gli assessori all’ambiente Giovanni Avanti, al traffico Lorenzo Ceraulo e alle attività produttive Eugenio Randi si è deciso di non disporre il blocco del traffico per giovedì 23 a causa delle mutate condizioni atmosferiche (pioggia e diminuzione della temperatura).

    Nei prossimi giorni i componenti del tavolo tecnico scientifico, insediato presso l’assessorato all’Ambiente, esamineranno i dati relativi alle concentrazioni di inquinanti per eventuali nuovi provvedimenti. È stato nel frattempo definito il protocollo d’intesa tra l’Università degli Studi di Palermo, l’assessorato all’ambiente del Comune, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, il Centro per la protezione ambientale e l’analisi dei materiali e la Fondazione Bellisario.

    Palermo
  • Lavori in via Bernini

    Sono iniziati in via Bernini i lavori per la realizzazione di un by-pass stradale per collegare direttamente la parte “alta” di viale Michelangelo all’area di piazza Einstein (con sbocco sulla circonvallazione) e per alleggerire il traffico nella via Uditore. Il cantiere durerà un anno e l’importo complessivo dei lavori è di 1 milione e 623mila euro.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram