27°C
venerdì 24 set

Archivio del 23 Gennaio 2007

  • Cammarata sulla pressione fiscale

    Diego Cammarata, sindaco di Palermo, ha dichiarato che «non ci sarà alcun aumento della pressione fiscale per il rispetto del patto di stabilità nell’anno in corso». La dichiarazione smentisce la notizia riportata da Il Sole 24 ORE di oggi relativa a una maggiorazione delle imposte comunali di 159 euro pro-capite rispettare i parametri imposti dal patto di stabilità per un totale complessivo di 107 milioni di euro.

    All’amministrazione di Palermo mancherebbero soltanto 19 milioni di euro che possono essere recuperati tra le pieghe del bilancio.

    Palermo
  • Sgominata la cosca della Noce

    Diciassette arresti stanotte hanno sgominato la cosca dei quartieri Noce e Uditore. Il capo sarebbe Pierino Di Napoli, 67 anni. Tra le accuse quella di gestire la rete di estorsioni, i videopoker della zona e il traffico di droga. A capo della cosca, a quanto emerge dall’inchiesta, Pierino Di Napoli, 67 anni, destinatario di uno degli ordini di custodia cautelare.

    AGGIORNAMENTO: spunta il nome di Totò Schillaci nelle intercettazioni telefoniche agli atti dell’indagine su mafia ed estorsioni alla Noce. Schillaci avrebbe chiesto al presunto mafioso Eugenio Rizzuto di intercedere per evitare che la scuola calcio che ha fondato in zona Uditore potesse subire dei furti. Schillaci non risulta al momento iscritto al registro degli indagati ma potrebbe essere convocato dai giudici.

    Palermo
  • Il sito della Edizioni di passaggio

    È online da qualche settimana il sito della casa editrice Edizioni di Passaggio, specializzata in libri e guide per l’arte e il territorio che nasce con l’intento di soddisfare la curiosità e la passione per le arti e la fotografia raccontando con occhi nuovi la Sicilia e il suo immenso patrimonio artistico. Dal sito è inoltre possibile “sfogliare” la scheda del nuovo libro di Angelo Pitrone Viaggio d’acqua. Navi e approdi in Sicilia, un libro nel quale, attraverso dettagli, immagini e squarci fotografici, è possibile ammirare i porti siciliani più belli. Da Augusta a Termini Imerese; da Trapani a Porto Empedocle si dipanerà un racconto sui porti come luoghi di lavoro ma soprattutto come elementi centrali di vite vissute per il mare.

    Edizioni di passaggio

    Palermo
  • Inaugura “Italia 1866”

    Inaugura oggi alle 17:30 nelle sale Damiani Almeyda e Pollaci Nuccio dell’Archivio storico comunale (via Maqueda, 157) Italia 1866. Possesso e incanto – Libera Chiesa in libero Stato, mostra sui complessi rapporti intercorrenti, all’indomani dell’Unità d’Italia, tra il giovane Stato italiano e la Chiesa.
    Saranno esposte le leggi cosiddette “eversive dell’asse ecclesiastico”, ma anche i documenti di molti Archivi di Stato siciliani relativi alle acquisizioni al demanio di beni ecclesiastici e alle alienazioni degli stessi e diversi oggetti di grande valore simbolico, fra cui una rara crocetta lignea del secolo XVII proveniente dal monte Athos.

    Crocetta lignea del secolo XVII

    La mostra resterà visitabile fino al 6 febbraio dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 18:30. Ingresso libero.

    Palermo
  • Parcheggi liberi nelle aree P7 e P8

    Nove strade all’interno dell’area P7 e sei all’interno dell’area P8 verranno destinate a parcheggi utilizzabili senza il pagamento della tariffa oraria fino all’entrata in vigore delle nuove zone a traffico limitato. Si tratta di una deroga temporanea alla regolamentazione delle zone blu in aree della città di carattere storico o di pregio ambientale. Nessuna modifica, invece, per quanto riguarda le altre aree in cui la sosta dei veicoli è subordinata al pagamento di una tariffa oraria.

    Palermo
  • Dopo la Biennale

    Birillo rotto

    Chiudo con tre righe i miei resoconti relativi alla Biennale di Venezia svoltasi a Palermo nelle sedi di Palazzo Belmonte-Riso, del Palazzo Forcella-De Seta, delle Officine Sant’Erasmo, della Galleria d’architettura EXPA. Ogni volta che sono passato da EXPA, che frequento per via di un certo work in progress, ho sempre notato la presenza di ospiti a visitare l’allestimento del concorso Città-Porto. Questo significa, seppure l’analisi sia relativa, che la Biennale ha aperto Palermo ad un pubblico differente. Io non so cosa rimarrà in città dell’evento, né come i palermitani utilizzeranno, nelle varie sedi e secondo le differenti competenze, i contenuti espressi in questa manifestazione, fatto sta che Palermo, per quanto la cosa appaia impercepibile, è stata ospitata dovunque anche grazie a questo accadimento. Una volta Italo Calvino ha scritto di strade che camminavano e che bastava porvisi sopra per arrivare nel posto in cui si desiderava arrivare: una metafora del viaggio, in cui le strade “portano” dovunque. Altra cosa è spostare una città o, di contro, portare in città chi per molto tempo non è riuscito, o non ha potuto, vedere Palermo. Continua »

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram