15°C
giovedì 22 ott

Archivio del 30 Gennaio 2007

  • Nas e ospedali, riaperture e una chiusura

    Ieri mattina è ripresa l’attività chirurgica nelle due sale operatorie di Cardiochirurgia dell’ospedale Civico chiuse in autotutela dopo un’ispezione dei Nas. Per consentire la prosecuzione dei lavori saranno necessarie altre temporanee sospensioni dell’attività.

    Un’ispezione di ieri a Villa Sofia ha portato alla chiusura del reparto di Ostetricia, a rischio infezioni.

    Palermo
  • Odio il lunedì

    I lunedì sono terribili. Lunghi, interminabili, epici. Giornate grigie, cielo cupo e caldo tropicale, ma senza il beneficio delle acque cristalline. Lunedì è così. Dopo lo stress da ufficio, lo stress da traffico, lo stress da palestra, lo stress da famiglia, speravo semplicemente di posare le mie stanche membra a casa, sprofondare tra le lenzuola e il piumino e dormire. Questa potrebbe essere una perfetta conclusione di una giornata poco meno che disastrosa, ma non nel mio quartiere. Non nel caos di un quartiere animato di giorno come di notte, non con i miei vicini. Ore 6:31 a.m. si squarcia la notte ancora troppo assonnata per lasciare il posto alla mattina con un urlo impastato (dall’alcol?). “Looooreeeeellaaaaaaaaaa!” Pausa. Pausa. “Looooreeeeellaaaaaaaaaa!” Pausa. Pausa. “Looooreeeeellaaaaaaaaaa!”…e così per una ventina di minuti, quando Lorella, finalmente, si affacciò e con un garbo da contessa decaduta rispose all’improvvisato interfono via etere: “Oooooooooouuuhh!”. Pausa (il tempo che il suono giungesse alle orecchie del buon Padre di Famiglia). “Sciiiinniii!”. Fortunatamente la conversazione si interruppe al dolce suono della voce di lei e all’ordine repentino di lui. Gettai uno sguardo alla sveglia: 7:03 a.m.. Mi chiesi: se tecnicamente il lunedì era terminato da circa 7 ore, perché continuava a tormentarmi con un bastoncino appuntito?

    Palermo
  • Il fine linguista

    Il linguaggio con l’uso evolve e si arricchisce di nuovi termini più pertinenti per indicare oggetti, azioni e situazioni differenti; un esempio è l’ormai consolidata introduzione di termini tecnologici nel nostro idioma.

    Ma il quotidiano uso del linguaggio, insieme ad ampliare il corredo di vocaboli da utilizzare nei dialoghi e negli scritti, si depura delle preposizioni troppo articolate e dispersive per rendere il parlato più sintetico, incisivo ed immediato.

    Alcuni giorni fa, dietro il teatro Massimo, stavo per salire nella mia auto regolarmente parcheggiata, quando una vettura che sopraggiungeva, ha rallentato, ha messo la freccia, ha accostato ed infine si è fermata in doppia fila; il conducente ha abbassato il finestrino e indicando con un dito la mia auto ha ingiunto: “Oooh … Oooh” (almeno è questo il suono gutturale che ho percepito).

    Credo che il conducente, con quella espressione così sintetica, voleva compiutamente dirmi:

    “Buongiorno gentile signore, mi scusi se la importuno senza preventivamente essermi presentato, visto che tra l’altro neanche ci conosciamo, ma non ho potuto fare a meno di notare che lei si stava avvicinando a questa auto regolarmente parcheggiata con delle chiavi in mano e mi domandavo se, gentilmente, mi può dire se è sua intenzione lasciare libero questo parcheggio nei prossimi minuti, tanto da permettermi di parcheggiare la mia auto regolarmente. Comunque colgo l’occasione per ringraziarla per la sua cortese attenzione.” Continua »

    Ospiti
  • Officinapalermo al Tina Pica

    Con una serata al Tina Pica (via G. Meli, 18) a partire dalle 20:30 l’Associazione culturale Officinapalermo inizia la propria attività. Il gruppo, composto da sette musicisti palermitani, proporrà una selezione del suo repertorio con un concerto a più voci e più strumenti che si ripeterà ogni martedì con altri gruppi o solisti che parteciperanno al concerto con contributi artistici e interventi in diretta.

    I protagonisti del progetto sono Maurizio Curcio (musicista), Valentina D’Accardi (antropologa e cantante), Tony Landolina (attore), Vincenzo Pomar (cantautore), Valeria Cimò (archeologa e percussionista), Francesco Italia (fotografo e grafico) e Manlio Ajovalasit (paroliere e creativo).

    I concerti saranno preceduti da un buffet freddo; l’ingresso per la serata costa 10 euro. La tessera mensile costa 30 euro.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram