12°C
venerdì 10 apr

Archivio del 25 Maggio 2007

  • Il principato di Ballarò

    Il principato di Ballarò è uno stato indipendente che si trova nel cuore dell’antica Palermo, sulla strada che collega corso Tukory a Casa Professa. Se qualcuno dovesse attraversarlo per la prima volta avrebbe l’impressione di trovarsi in un porto franco ed in una zona della città senza le regole dello stato Italiano, dove l’anarchia regna. In realtà non è così. Il mercato ha delle regole che si sono sviluppate nei secoli, parallelamente a quelle delle varie dominazioni che si sono susseguite. Questo è un mercato dove si commercia ogni tipo di genere alimentare, ma non solo, vi sono anche gioiellerie, negozi, pasticcerie, taverne. Una cosa che si nota subito è che ancor oggi quasi tutti i commercianti non emettono lo scontrino fiscale. Da questo già si percepisce che si è in un luogo dove nessuno paga le tasse o quantomeno le evade. Basta un metro quadrato di spazio o meno per aprire un esercizio commerciale ad esempio di frutta e verdura, naturalmente la licenza non viene rilasciata dalla camera di commercio, ma dai commercianti vicini con il benestare dello zio di turno. Questo tipo di esercizio volante, spesso formatto da cassette di legno sulle quali viene riposto un piano di vendita formato da una tavola, può essere posizionato ovunque, anche al centro di una strada, l’importante è che si lasci uno spazio di almeno 40 centimetri tutto intorno, quello necessario a far passare una persona con sacchetti di plastica pieni di spesa. Continua »

    Ospiti
  • I disegni del Codice Resta di Palermo

    I disegni del Codice Resta è il titolo dell’interessante e ricco catalogo pubblicato in occasione della mostra “Libro d’arabeschi. Disegni ritrovati di un collezionista del Seicento” da poco conclusasi a Palermo, presso la Civica Galleria d’Arte Moderna. La mostra prende il titolo dal volume di 242 pagine ritrovato circa dieci anni fa fra i manoscritti, nei fondi della Biblioteca Comunale di Palermo. Il libro è strato recuperato integro così come padre Sebastiano Resta l’aveva composto nel 1689, allegandovi 292 disegni e 15 stampe, per esaudire la richiesta dell’amico confratello palermitano padre Giuseppe Del Voglia.
    La mostra ben testimonia la preziosità del ritrovamento, ammirando i circa 120 disegni esposti (una selezione di quelli che compongono il volume, restaurati dall’Istituto Nazionale per la Grafica) si comprende lo spirito del collezionista di fine Seicento e il suo gusto, prevalentemente incentrato sullo studio dei disegni per le decorazioni a grottesche dei soffitti dei palazzi romani del Cinquecento. Fra i disegni presenti in mostra alcuni dei più significativi appartengono a Luzio Luzzi, allievo primo di Perin del Vaga, diretto discepolo e collaboratore di Raffaello. Continua »

    Palermo
  • “L’ultima bionda” da Kalós

    Oggi alle 18:00 alla libreria Kalós di Palermo (via XX settembre, 56/B) lo scrittore e giornalista Gianfrancesco Turano presenta in anteprima il suo terzo romanzo L’ultima bionda“. Intervengono Vincenzo D’Antona, Salvatore Ferlita e Tano Gullo.

    Nel noir, ambientato a Palermo, si narra della scomparsa misteriosa di alcune donne straniere bionde. Rosalino Catalfamo, detective in prova, le cercherà.

    Gianfrancesco Turano - “L'ultima bionda”

    Palermo
  • “Donne e uomini di cuore” al Kalhesa

    Oggi alle 18:00 al Kursaal Kalhesa (foro Umberto I, 21) verrà presentato il libro Donne e uomini di cuore. Emozioni, sentimenti e salute di Paola Leonardi, sociologa, psicoterapeuta e fondatrice del Centro autostima donne, dell’Associazione nazionale psiche e differenza/e e della Scuola di socio-psicologia delle donne. Interverranno Antonia Arcuri e Anna Fileccia.

    Al termine della presentazione verrà proiettato il documentario Quintessenza di Vivian Celestino, una testimonianza dell’attività del Centro autostima donne e della Scuola di socio-psicologia delle donne.

    Palermo
  • Ultimo weekend per “Palermo apre le porte”

    “Palermo apre le porte. La scuola adotta la città”

    È l’ultimo weekend per l’edizione 2007 di Palermo apre le porte. La scuola adotta la città. Gli itinerari percorribili a piedi di questa settimana sono Le logge: profumi e sapori per i vicoli antichi e Immersi nelle radici del nostro passato.

    I ragazzi delle scuole palermitane illustreranno i luoghi della manifestazione ai visitatori.

    La manifestazione si concluderà ufficialmente domenica 3 giugno con il grande coro delle scuole che si esibirà sulla scalinata del Teatro Massimo.

    Palermo